martedì 2 aprile 2013

Esenzione dal Ticket anno 2013

Sono molti i cittadini che sono esentati dalla quota di partecipazione alla spesa sanitaria (ticket). Le modalità di esenzione sono diverse, per specifiche condizioni e per categorie di cittadini:

Esenzione ticket per donne in gravidanza

L'esenzione è limitata alle prestazioni previste dal D.M. 10-09.98: Tutela della maternità.-
L'esenzione per gravidanza è ottenibile se muniti del tesserino rilasciato dai Servizi della ASL (es. Consultori familiari) della ASL.-

Esenzione per reddito e/o per fasce di età

E' esenzione totale e riguarda:
  • Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro nell'anno fiscale precedente
  • Disoccupati e loro familiari a carico, con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro (incremento a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico)
  • Titolari di assegno (ex pensione) sociale, e loro familiari a carico
  • Titolari di pensioni al minimo, con più di 60 anni e loro familiari, con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulterori 516 euro per ogni figlio a carico.-
Il diritto all'esenzione dal pagamento del ticket, per fasce di età e/o per reddito (il reddito va inteso lordo ed è riferito all'anno fiscale precedente) deve essere autocertificato dal cittadino (o in caso di impossibilità da un suo familiare) sul retro della ricetta e al momento della fruizione delle prestazioni.-
Il termine "disoccupato" è riferito esclusivamente al cittadino che abbia cessato per qualunque motivo (licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a tempo determinato) un'attività di lavoro dipendente e sia iscritto all'Ufficio del lavoro in attesa di nuova occupazione.-

Esenzione per invalidità

L' esenzione totale riguarda:
  • Invalidi di guerra titolari di pensione diretta vitalizia dalla 1a alla 5a categoria
  • Invalidi civili al 100%
  • Invalidi civili superiori ai 2/3
  • Minori di 18 anni con indennità di frequenza o di accompagnamento (legge 289/90)
  • Ciechi e sordomuti
  • Grandi invalidi per servizio 1a categoria invalidi per servizio dalla 2a alla 5a categoria
  • Grandi invalidi per lavoro
  • Invalidi di lavoro con riduzione della capacità lavorativa superiore ai 2/3 (dal 67% al 100%)
Esenzione limitata alle prestazioni correlate alla patologia o status:
  • Invalidi di guerra dalla 6a alla 8a categoria
  • Invalidi di lavoro con riduzione della capacità lavorativa inferiore ai 2/3
  • Invalidi per servizio dalla 6a alla 8a categoria
  • Infortunati sul lavoro, cittadini affetti da malattie professionali
Il tesserino di esenzione del ticket per invalidità (tesserino giallo a validità annuale) viene rilasciato presso gli appositi sportelli A.SL. dietro presentazione di un documento di riconoscimento valido, del codice fiscale, del documento di iscrizione al S.S.N. e della documentazione inerente la specifica patologia.-

Esenzione per patologie croniche e/o invalidanti

Esenzione limitata alle prestazioni correlate alla patologia o staus, riguarda cittadini riconosciuti affetti da particolari patologie croniche ai sensi del D.M. 28.05.99 n. 329.
Il Tesserino di esenzione ticket per i cittadini affetti da patologie croniche e/o invalidanti (tesserino giallo a validità annuale), viene rilasciato presso gli sportelli A.S.L. presentando: documento di identità valido, codice fiscale, Documento di iscrizione al S.S.N., certificazione specialistica, attestante la patologia, rilasciata da strutture sanitarie pubbliche o accreditate (presidi ospedalieri o poliambulatori)

Esenzione ticket per patologie rare

Esenzione limitata a: indagini finalizzate all'accertamento delle malattie rare e indagini genetiche sui familiari dell'assistito, eventualmente necessarie per la diagnosi di malattia rara di origine genetica, effettuate presso i presidi della Rete; tutte le prestazioni appropriate ed efficaci per il trattamento ed il monitoraggio della malattia già accertata e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti. Cittadini riconosciuti affetti da malattie rare.
Il tesserino di esenzione ticket per i cittadini affetti da patologie rare (tesserino giallo a validità annuale) viene rilasciato a vista, presso gli sportelli A.S.L. presentando la seguente documentazione: documento di riconoscimento valido, codice fiscale, documento d'iscrizione al S.S.N., certificazione rilasciata dei Centri della rete per le malattie rare o da strutture sanitarie pubbliche o accreditate.-

Altre esenzioni

  • Cittadini affetti da HIV o sospetti di esserlo, (cittadini danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati)- esenzione limitata alle prestazioni correlate alla patologia o status
  • Donatori di sangue – esenzione limitata alle prestazioni connesse alle attività di donazione
  • Donatori di organi e tessuti – esenzione limitata alle prestazioni connesse alle attività di donazione e alle prestazioni finalizzate al controllo della funzionalità dell'organo residuo
  • Vittime del terrorismo e della criminalità organizzata e deportati dai campi di sterminio – esenzione totale
  • Cittadini sottoposti a restrizione delle libertà (D.lgs. n. 230 del 22.06.99) – esenzione totale
  • Giovani al di sotto dei 18 anni che si avviano all'attività sportiva agonistica nelle società dilettantistiche – esenzione limitata all'accertamento dei requisiti d'idoneità
  • Prevenzione dei tumori femminili e del colon – retto – prevenzione dei tumori in età giovanile in soggetti a rischio (+ di 45 anni) (L. n. 388 del 23.12.2000) – esenzione limitata alle prestazioni correlate alla patologia o status
  • Cittadini esenti per malattie croniche e rare che devono essere inseriti nelle liste d'attesa per il trapianto – esenzione limitata alle prestazioni necessarie all'iscrizione nelle liste d'attesa

Decreto legge n. 98 del 15 luglio 2011

Nuovi ticket
A partire dalla data di entrata in vigore del provvedimento vengono introdotti i seguenti ticket:
10 euro - Specialistica e diagnostica (visite specialistiche e analisi mediche, da cui sono esenti gli anziani e gli affetti da particolari patologie
25 euro - Codice bianco al pronto soccorso
10 euro - Facoltativo per le regioni sulle ricette
Le regioni (che già hanno applicato forme di compartecipazione per queste prestazioni) possono evitare l'applicazione dei ticket mediante il ricorso a fondi propri o ad altre differenti forme di compartecipazione.-
Saranno le regioni che presentano situazioni di disavanzo a dare applicazione ai ticket, mentre quelle “virtuose” si avvarranno di mezzi propri, risparmiando i cittadini.- 


Le Tipologie di esenzione per reddito da riportare nella ricetta sono le seguenti:
(ai sensi dell'art. 8 comma 16 della legge 537/1993 e successive modificazioni ed integrazioni)
E01 = Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni appartenente ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 36.151,98 euro.-
E02 = Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,00 euro per ogni figlio a carico.-
E03 = Titolari di assegno (ex pensione) sociale e loro familiari a carico.-
E04 = Titolari di pensione al minimo, di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,00 euro per ogni figlio a carico.- 

DAL 1 GENNAIO 2013 ENTRANO IN VIGORE LE ESENZIONI REGIONALI

E13: lavoratori in Cassa Integrazione Guadagni straordinaria, in Cassa Integrazione Guadagni in deroga, in contratto di solidarietà difensivo, in mobilità, e loro familiari a carico, con una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale o indennità, non superiore ai massimali mensili previsti dalla Circolare INPS n. 20 dell’8.2.2012.
I cittadini interessati a queste nuove esenzioni sono tenuti ad autocertificarsi presso l’ASL di competenza territoriale che rilascerà la relativa attestazione.
Non sono modificate le altre esenzioni, sia regionali che nazionali. In particolare permane l’esenzione E02, relativa a disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito lordo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.
Si ricorda che l'autocertificazione perde immediatamente validità al cessare delle condizioni in essa dichiarate.Si precisa che saranno svolti i dovuti controlli sulla veridicità delle dichiarazioni presentate dai cittadini. 



Elenco delle esenzioni totali ticket

C01: Invalidi civili al 100% di invalidità senza indennità di accompagnamento (ex art.6 comma1 lett.d del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C02: Invalidi civili all 100% di invalidità con indennità di accompagnamento (ex art.6 comma1 lett.d del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C03: Invalidi civili con riduzione della capacità lavorativa >2/3- dal 67% al 99% di invalidità (ex art.6 comma 1 lett.d del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C04: Invalidi civili < di 18anni con indennità di frequenza ex artt.1 Legge n.289/90 (ex art.5 comma 6 del D.Lgs n.124/98)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C05: Ciechi assoluti o con residuo visivo non superiore ad un decimo ad entrambi gli occhi - con eventuale correzione - riconosciuti dall’apposita Commissione invalidi Ciechi Civili - ai sensi dell’art.6 comma 1 lett.f del D.M.01.02.1991
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C06: Sordomuti (da intendersi coloro che sono colpiti da sordità dalla nascita o prima dell'apprendimento della lingua parlata)-ai sensi dell'art. 6 comma 1 lett. f del D.M. 01/02/1991(ex art. 7 Legge n. 482/68 come modificata dalla Legge n. 68/99)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
E01: Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
E02: Disoccupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.
E03: Titolari di assegno (ex pensione) sociale – e loro familiari a carico - (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.
E04: Titolari di pensione al minimo, con più di 60 anni – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.
F01: Prestazioni a favore dei detenuti ed internati (ex art. 1 comma 6 del D.Lgs 22/06/1999, n.230)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche
G01: Invalidi di guerra appartenenti alla categoria dalla 1^ alla 5^ titolari di pensione diretta vitalizia e deportati in campo di sterminio (ex art.6 comma1 lett.a del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A. Tutti i cittadini in questa categoria hanno inoltre diritto di ritirare gratuitamente i medicinali appartenenti alla classe C su prescrizione del medico che ne attesti la comprovata utilità.
L01: Grandi invalidi del lavoro – dall’80% al 100% di invalidità (ex art.6 comma 1 lett.B del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
L02: Invalidi del lavoro con riduzione della capacità lavorativa >2/3- dal 67% al 79% di invalidità (ex art.6 comma 1 lett.b del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci.
S01:Grandi invalidi per servizio appartenenti alla 1^cat.- titolari di specifica pensione (ex art.6 comma1 lett.c del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
S02: Invalidi per servizio appartenenti alla cat. dalla 2^ alla 5^ (ex art.6 comma1 lett.c del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
V01: Vittime del terrorismo e della criminalità organizzata (ex art. 15 L. n.302/90; art. 5 comma 6 del D.Lgs. 124/1998); vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice con invalidità < 80% e loro familiari (ex art. 9 della l. 206/2004), vittime del dovere e familiari superstiti (ex. DPR 7luglio 2006, n. 243)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A. Tutti i cittadini in questa categoria hanno inoltre diritto di ritirare gratuitamente i medicinali appartenenti alla classe C su prescrizione del medico che ne attesti la comprovata utilità.-

Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito “www.cgil.it
Iscriviti alla CGIL. Perché? Perché è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

Gianfranco Censori

84 commenti:

  1. Salve Dr. Censori. Ho da farLe una domanda a riguardo del reddito e quindi dell'esenzione ticket E02. Io e mia moglie siamo in mobilità con due figli a carico. Il reddito imponibile complessivo ci consentirebbe di avere l'esenzione ticket per reddito, ma considerando il reddito da fabbricato (prima casa) non rientriamo. Considerato che gli impiegati dell'ufficio ASL non mi hanno dato certezza se inserire o meno il reddito del fabbricato, Le chiedo cortesemente se il reddito del fabbricato và inserito nel reddito da dichiarare per ottenere l'esenzione. E poi, vivendo in Calabria, Le chiedo come mai, a differenza di altre regioni, non è previsto l'esenzione ticket per le persone che sono in mobilità in deroga o in cassa integrazione. Grazie per il tempo che vorrà dedicarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini del diritto all'esenzione dal ticket, come si calcola il reddito familiare fiscale?
      Il reddito del nucleo familiare è dato dalla somma dei singoli redditi complessivi, al lordo degli oneri deducibili, prodotti dai componenti il nucleo familiare nel corso dell'anno precedente. Vanno, pertanto, presi in considerazione anche quei redditi da fabbricati (compresa prima casa).
      Inoltre, l'art. 3, comma 7, del DLgs n 23/2011 prevede espressamente che il reddito assoggettato a cedolare secca concorra alla determinazione del reddito per il riconoscimento di benefici di qualsiasi titolo. Ne consegue che anche questo reddito va preso in considerazione.

      Elimina
    2. Io, però, non mi spiego il fatto secondo cui la prima casa (ovvero dove abitualmente dimoriamo) produce un reddito. Non è che viene fittata e quindi si ricava la quota d'affitto. C'è qualcosa (anzi più di una cosa) che non và.

      Elimina
    3. In teoria Tu hai perfettamente ragione, ma in pratica purtroppo è quello che prevede la legge, anche se effettivamente una motivazione logica proprio non c'è.-

      Elimina
  2. Buonasera Dr Censori, mi scusi il disturbo stavo cercando di capire se posso chiedere l 'esenzion e01 per le mie gemelline di un anno ... il reddito lo devo prendere dal cud o dall'isee ? E abitando e avendo la residenza oltre che con mio marito e le bimbe anche con mia madre e mio fratello devo considerare anche loro nel reddito ? (Per l'isee l'asilo nido ho dovuto mettere anche i loro redditi) .Grazie mille se potrà chiarirmi un po' le idee e buona serata. Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina!
      Come si calcola il reddito familiare fiscale?
      Il reddito del nucleo familiare è dato dalla somma dei singoli redditi complessivi, al lordo degli oneri deducibili, prodotti dai componenti il nucleo familiare nel corso dell'anno precedente. Vanno, pertanto, presi in considerazione anche quei redditi da fabbricati (compresa prima casa).
      Inoltre, l'art. 3, comma 7, del DLgs n 23/2011 prevede espressamente che il reddito assoggettato a cedolare secca concorra alla determinazione del reddito per il riconoscimento di benefici di qualsiasi titolo. Ne consegue che anche questo reddito va preso in considerazione.
      Come si determina il nucleo familiare fiscale?
      Come previsto dal DM 22 gennaio 1993, ai fini dell'esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria, il nucleo familiare fiscale è costituito dall'interessato, dal coniuge non legalmente separato e dagli altri familiari fiscalmente a carico.
      Si fa riferimento alla composizione del nucleo familiare relativo all'anno precedente. E' assolutamente irrilevante il fatto che i diversi componenti convivano.
      Le persone a carico sono coloro per le quali spettano le detrazioni per carichi di famiglia in quanto titolari di un reddito annuo lordo non superiore ad Euro 2.840,51. I soggetti conviventi ma fiscalmente autonomi costituiscono un distinto nucleo familiare a fini fiscali.
      Sono considerati a carico:
      il coniuge non legalmente ed effettivamente separato
      i figli, anche se naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati, senza limiti di età anche se non conviventi.-

      Elimina
  3. Salve, Mi chiedevo se Ha diritto all'esenzione dal ticket chi è disoccupato per aver cessato la propria attività di Geometra (quindi titolare di partita iva)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Ha diritto all'esenzione dal ticket solo chi è disoccupato per aver cessato di recente un rapporto di lavoro dipendente.-

      Elimina
  4. Salve Dottor Censori.
    Ho usufruito fino all'anno scorso dell'esenzione E02, essendo disoccupato ed iscritto nelle liste di collocamento. Mi sono sposato in regime di comunione ad ottobre 2013 e mia moglie fa l'insegnante di liceo. Abbiamo un bimbo di 8 anni. Volevo sapere se avevo ancora diritto all'esenzione, o se essendomi sposato fa fede il reddito di mia moglie...anche se il matrimonio parte da ottobre?
    La ringrazio. Marco '62

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco!
      Purtroppo non hai più diritto all'esenzione dal ticket, in quanto una volta sposato fa fede anche il reddito di Tua moglie, e ad essere pignoli non ne hai più diritto dalla data del matrimonio, quindi se hai usufruito di qualche prestazione in esenzione da ottobre in poi è possibile che la ASL ti richieda il pagamento dei ticket non pagati ma dovuti.-

      Elimina
  5. Buongiorno, volevo chiedere informazioni in merito all'esenzione da reddito. L'ho avuta fino ad aprile ma ora la mia situazione familiare è cambiata. Vivo sola con contratto a progetto scadenza dicembre 2014 con reddito isee di 11.130,00 circa. Posso chiederlo anche quest'anno? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Con un contratto di lavoro in essere, anche se si tratta di un contratto a progetto, non hai più diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  6. Buon giorno Dott. Censori e complimenti per questa "pagina" di informazione, utile ed aggiornata.
    Le pongo il mio quesito: invalido civile 100% per "somma" di patologie invalidanti AR, diabete II° tipo, ipercolesterolemia familiare....esente totale con codice C01 presso la ASL 7 della Sardegna da qualche mese, quando presento in farmacia le ricette per i farmaci di routine (tra i quali cortisone, immunosoppressori ed antidolorifici) mi viene fatto pagare un ticket anche se nello spazio apposito è riportato il codice C01. Perché??
    Grazie per la cortese attenzione.
    Giampiero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giampiero!
      Ti ringrazio per i complimenti!
      Esenzione C01:
      Invalidi civili al 100% di invalidità senza indennità di accompagnamento (ex art.6 comma 1 lett. d del D.M.01.02.1991)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.-
      Presumo quindi che nel tuo caso non si tratti di farmaci di classe A, devi quindi chiarire la questione con il Tuo medico di famiglia.-

      Elimina
  7. Salve dott Censori,le vorrei esporre la mia situazionr,sono una studentessa universitaria di 25 anni,studio in sicilia nonostante abbia la residenza in puglia e la mia esenzione sanitaria qui in sicilia non e`valida.Vorrei sapere se ci sono delle esenzioni per noi studenti dato che sono un soggetto asmatico-allergico e ho bisogno di continue visite.grazie in anticipo per la sua risposta e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo l'unica soluzione che mi viene in mente è quella che tu trasferisca la tua residenza in Sicilia dove studi.-

      Elimina
  8. Buon giorno Dott. Censori. Sono celibe, ho perso il lavoro ed ora sono disoccupato iscritto ad un centro per l'impiego. Per ovvi motivi, mi sono trasferito a casa di mio fratello che lavora ed ha un proprio reddito e quindi siamo nello stesso stato di famiglia. Mio fratello però non gode di alcuna detrazione fiscale per me. La mia domanda è questa: Posso ottenere l’esenzione ticket E02 per disoccupazione oppure il mio reddito zero si somma a quello di mio fratello per formare il reddito familiare e non ne ho diritto?
    La ringrazio tanto per la sua gentilezza e complimenti per la sua competenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti!
      Ai fini del diritto all'esenzione dal ticket E 02 i redditi di Tuo fratello sono ininfluenti, quindi essendo celibe, se rientri nei limiti di reddito personale hai diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  9. Buongiorno con il codice E10 a che esenzioni ho diritto? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CODICE DI ESENZIONE E10:
      cittadini appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a € 13.000.
      Tali soggetti sono esenti dalla compartecipazione alla spesa farmaceutica.
      Per la specialistica, se in possesso di altra esenzione sono esenti dal ticket, altrimenti risparmiano solo la quota aggiuntiva di € 10 sulla ricetta (DGRC n. 53 e n. 67).-

      Elimina
  10. buongiorno Dott Censori volevo chiedele gentilmente se mi poteva dare delle delucidazioni su i vari codici di esenzione, a mia figlia di 3 anni le sono stati dati il codice E01 piu' E10 mentre a me e mio marito il codice E10, volevo sapere che esenzioni ci spettano con questi codici, scusi per la stupida domanda , ma mi ritengo ignorante in questo ambito, e vorrei sapere quali diritti ci offrono queste esenzioni, grazie mille per l'attenzione! Emanuela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela!
      CODICE DI ESENZIONE E01:
      Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
      CODICE DI ESENZIONE E10:
      cittadini appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a € 13.000.
      Tali soggetti sono esenti dalla compartecipazione alla spesa farmaceutica.
      Per la specialistica, se in possesso di altra esenzione sono esenti dal ticket, altrimenti risparmiano solo la quota aggiuntiva di € 10 sulla ricetta (DGRC n. 53 e n. 67).-

      Elimina
    2. grazie 1000 e' stato gentilissimo.

      Elimina
  11. Buona sera Dott Censori.Volevo chiederle gentilmente se mi poteva dare delle delucidazioni circa il calcolo del codice di esenzione E 10. L'ASL di mia appartenenza la calcola sull'ISEE (terzo rigo del modello ISEE), mentre mi risulta che l'ASL di appartenenza dei miei genitori fa riferimento alla somma dei redditi della dichiarazione (primo rigo "modalità di calcolo degli indicatori").
    Qual è l'ASL che, secondo lei, interpreta la norma correttamente?
    Mi può indicare al riguardo i giusti riferimenti normativi ?
    Grazie mille per l'attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la normativa in materia di esenzione dal ticket non è uniforme su tutto il territorio nazionale, perché ogni regione può stabilire autonomamente le sue regole, in base alle sue scelte politiche e di conseguenza in base alle risorse finanziarie che mette in campo.-

      Elimina
  12. Buonasera Dott Censori.
    Mia figlia di 10 anni ha necessità di cure odontoiatriche e vorrei sapere se è esente da ticket
    Noi siamo calabresi ed io e mio marito lavoriamo. Abbiamo un reddito ISEE di circa euro 11.300 .Abbiamo un altra bimba di 6 anni. In tutto siamo 4 persone.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Se Tu e Tuo marito lavorate non avete diritto all'esenzione dal ticket ne per Voi ne per le Vostre figlie.-

      Elimina
  13. Salve Dott. ,
    ho bisogno di fare chiarezza sulla mia posizione perchè ho ricevuto tutti pareri discordanti.
    Lavoro part-time 18 ore settimanali dal 1/02/2012 con contratto a tempo indeterminato, e con reddito da cud (2014 rif al 2013) di € 7984,80 .
    Fiscalmente non sono a carico di nessuno, e non ho a carico nessuno.
    Sono iscritta alle liste di collocamento dal 2008 e ad oggi mi risultano 67 mesi di disoccupazione... ne deduco che nonostante io lavori, per via del reddito non ho perso lo stato di disoccupazione.
    Sono andata a fare la scheda anagrafica ed oltre ai dati sopra riferiti mi risulta Categoria D.Lgs. 181/00 occupato in cerca di altra occupazione.
    Oggi sono andata all'asl e l'operatore mi ha detto che risultando "occupata in cerca di altra occupazione" anche con reddito di 7984,80 € non mi tocca l'esenzione dal ticket.
    Riesce lei ad "illuminarmi"?
    La ringrazio anticipatamente
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca!
      Lo stato di disoccupazione si sospende in caso di accettazione di un’offerta di lavoro subordinato di durata fino a sei mesi da cui derivi un reddito annuo superiore al limite di reddito previsto dalla legge per l’esclusione da imposizione fiscale sulla base dell’anno fiscale in corso (Euro 8.000). In tali casi, l'anzianità di disoccupazione non aumenta per tutta la durata del rapporto di lavoro.-
      In teoria con un reddito di 7.984,80 euro tu rientreresti nei limiti di reddito, ma in pratica purtroppo in questi casi per legge ogni ASL può decidere autonomamente se concedere o no l'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  14. Salve dottore. Ho bisogno di fare chiarezza sulla mia posizione perchè non capisco più niente con questi continui cambiamenti...sono poliomielitica ,patologia iscritta nella seconda categoria di una tabella citata nella legge 104/92 art, 21, 80 % di invalidità ...Ho diritto a quale tipo di esenzione ? La ringrazio per la gentilezza e la disponibilità .Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guida all'esenzione per patologie croniche:
      - L'esenzione deve essere richiesta all'Azienda USL di residenza, presentando un certificato medico che attesti la presenza di una o più malattie incluse nel d.m. 28 maggio 1999, n. 329 e successive modifiche. Il certificato deve essere rilasciato da un presidio ospedaliero o ambulatoriale pubblico.
      Sono validi ai fini del riconoscimento dell'esenzione anche:
      la copia della cartella clinica rilasciata da una struttura ospedaliera pubblica
      la copia del verbale di invalidità
      la copia della cartella clinica rilasciata da una struttura ospedaliera privata accreditata, previa valutazione del medico del Distretto sanitario della Azienda USL di residenza
      i certificati delle Commissioni mediche degli Ospedali militari
      le certificazioni rilasciate da Istituzioni sanitarie pubbliche di Paesi appartenenti all'Unione europea
      - L'Azienda USL rilascia, nel rispetto della tutela dei dati personali, un attestato che riporta la definizione della malattia con il relativo codice identificativo e le prestazioni fruibili in esenzione secondo il d.m. 28 maggio 1999, n. 329 e successive modifiche.
      - Coloro che sono già esenti per le seguenti malattie: Angioedema ereditario, Dermatomiosite, Pemfigo e pemfigoidi, Anemie congenite, Fenilchetonuria ed errori congeniti del metabolismo, Miopatie congenite, Malattia di Hansen, Sindrome di Turner, Spasticità da cerebropatia, Retinite pigmentosa hanno diritto all’esenzione ai sensi del regolamento sulle malattie rare (18 maggio 2001 n.279) che prevede per queste condizioni una più ampia tutela.
      - Per ottenere informazioni utili sul nuovo sistema di esenzione e sulla documentazione clinica idonea da presentare alla propria Azienda USL, è opportuno che l’assistito si rivolga al proprio medico di famiglia o al pediatra di libera scelta che saprà informarlo e indirizzarlo correttamente.-

      Elimina
  15. Buongiorno ho da porLE una domanda in merito all'esenzione per reddito sono occupata part-time 8 ore settimanali, mio ,arito disoccipato e due ragazze studenti a mio carico. Ovviamente il mio reddito rientra nei limito richiesti. Ho diritto all'esenzione per me e i miei familiari??? Grazie e complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti!
      Il problema è di capire se Tu o Tuo marito siete disoccupati o inoccupati, cioè se avete cessato di recente un rapporto di lavoro dipendente, perché nel primo caso avete diritto all'esenzione dal ticket, mentre nel secondo caso purtroppo no.-

      Elimina
  16. Grazie per la sollecita risposta, a tal proposito Le preciso che mio marito e'stato licenziato nell'ottobre del 2011 ed attualmente non lavora....io ho un contratto di sole 8 ore settimanali.... in buona fede ho gia'richiesto ed ottenuto l'esenzione ma a tutt'oggi non ne ho ancora usufruito. Non vorrei usifruirne senza averne il dititto.Grazie spero di venirne a capo con Lei vista l'incompetenza totale dei vari uffici preposti cui mi sono rivolta. Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con un contratto di sole 8 ore settimanali di lavoro Tu conservi lo stato di disoccupata e siccome non superate i limiti di reddito avete diritto entrambi all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  17. Gent.mo Dott. Censori,
    mia figlia è affetta da pubertà precoce, volevo sapere se in Abruzzo, così come nella regione Lazio, la bambina ha diritto all'esezione totale per tutte le prestazioni. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PUBERTA' PRECOCE IDIOPATICA Codice Esenzione RC0040:
      Esenzione ticket per patologie rare:
      Esenzione limitata a: indagini finalizzate all'accertamento delle malattie rare e indagini genetiche sui familiari dell'assistito, eventualmente necessarie per la diagnosi di malattia rara di origine genetica, effettuate presso i presidi della Rete; tutte le prestazioni appropriate ed efficaci per il trattamento ed il monitoraggio della malattia già accertata e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti. Cittadini riconosciuti affetti da malattie rare.
      Il tesserino di esenzione ticket per i cittadini affetti da patologie rare (tesserino giallo a validità annuale) viene rilasciato a vista, presso gli sportelli A.S.L. presentando la seguente documentazione: documento di riconoscimento valido, codice fiscale, documento d'iscrizione al S.S.N., certificazione rilasciata dei Centri della rete per le malattie rare o da strutture sanitarie pubbliche o accreditate.-

      Elimina
  18. Dalve dottore volevo sapere se per gli innocupati si è esenti? Sono di milano ed oltretutto in gravidanza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Danny!
      Purtroppo NO!
      Gli inoccupati non sono esenti dal ticket!
      Esenzione ticket per donne in gravidanza:
      L'esenzione è limitata alle prestazioni previste dal D.M. 10-09.98: Tutela della maternità.-
      L'esenzione per gravidanza è ottenibile se muniti del tesserino rilasciato dai Servizi della ASL (es. Consultori familiari) della ASL.-

      Elimina
  19. Buonasera,
    situazione familiare:
    nucleo familiare 2 componenti (mia madre ed io), di cui un solo occupato (io).
    mia madre ha diritto all' E02;
    io nel 2013 ho svolto attività di lavoro dipendente per redditi complessivi 702 euro (nel 2013 ho lavorato solo un mese, presso un'azienda diversa rispetto a quella in cui lavoro adesso).
    La domanda è: ho diritto anch'io all'E02 (cioè si basa sui redditi del 2013) oppure no (perchè attualmente sono occupato)?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabrizio!
      Purtroppo NO!
      Tu non hai diritto all'esenzione dal ticket perché non sei disoccupato.-

      Elimina
  20. Buongiorno,
    Situazione familiare: io, mio marito e due bambine di 3 e 5 anni.
    Mio marito è disoccupato dal 20/07/14 per crisi lavorativa e quindi iscritto al centro per l'impiego regione marche come disoccupato.
    Vorrei sapere se posso usufruire dell'esenzione del ticket (E02 o E99 o E01).
    Se prendo in considerazione i redditi del 2013 supero i limiti.
    Grazie saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Se superi il limite con i redditi del 2013 non puoi richiedere l'esenzione dal ticket per l'anno 2014.-

      Elimina
  21. Buona sera Dott Censori volevo sapere per quanto riguarda l'esenzione ticket io avendo fatto l'isee volevo sapere l'importo da calcolare e la cifra di sopra, o di sotto.Siamo 3 componenti grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il diritto all'esenzione dal ticket fa fede il reddito lordo complessivo e non l'ISE - ISEE.-

      Elimina
  22. Buongiorno;
    Vorrei gentilmente sapere se posso usufruire o meno delle esenzioni E02.
    Momentaneamente non lavoro e sono iscritta al centro per l'impiego. ma ho presentato il mod. Unico per dei lavori a progetto fatti lo scorso anno. Dichiarati 2100 euro. Convivo con il mio compagno e il nostro nucleo familiare è composto da noi due, nostro figlio e il fratello del mio compagno. Il reddito complessivo è di circa 35000.
    Non lavorando e non essendo a carico di nessuno posso chiedere con tranquillità l'esenzione?

    Grazie della disponibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Se sei iscritta al Centro per l'impiego e rientri nei limiti dei reddito puoi richiedere l'esenzione dal ticket E02.-

      Elimina
  23. Buongiorno dottore,
    Io e mio marito siamo sposati da 3 mesi e sia prima che dopo il matrimonio non abbiamo percepito alcun reddito essendoci laureati da poco; o meglio solo mio marito è stato assunto per un mese ma licenziato dopo 15 giorni di prova. Adesso possiamo ottenere l e02?
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Se Tuo marito è iscritto al Centro per l'Impiego, avendo cessato di recente un rapporto di lavoro dipendente, avete diritto all'esenzione dal Ticket E02.-

      Elimina
  24. buongiorno dottore un mio parente è disoccupato dal 2003 e nel 2013 ha percepito la pensione di reversibilità della moglie defunta. puo ottenere esenzione con codice E02?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'esenzione dal ticket E02 è riservata solo a chi ha cessato di recente un rapporto di lavoro dipendente.-

      Elimina
  25. Il codice C01 esenta dal pagamento del ticket per codice bianco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esenzione C01:
      Invalidi civili al 100% di invalidità senza indennità di accompagnamento (ex art.6 comma 1 lett.d del D.M.01.02.1991)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.-

      Elimina
  26. Buona sera Dottore,
    mia figlia inoccupata, convive con il ragazzo ed il proprio bambino (1 anno), il reddito del ragazzo non supera gli 11362.05+516.Vorrei chiederle se ha diritto ad esenzione e se si quale.Grazie
    Un altra cosa che non ho capito e la differenza che passa fra un disoccupato con reddito di 11362.05 ed un occupato che magari ha un reddito inferiore, nel primo caso mi è parso di capire si ha diritto all'esenzione nel secondo no, potrebbe delucidarmi.Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. - Purtroppo NO! Se Tua figlia è inoccupata non ha diritto all'esenzione dal ticket.-
      - Ai fini del diritto all'esenzione dal ticket per disoccupato si intende un lavoratore che ha cessato di recente un rapporto di lavoro ed è iscritto al centro per l'impiego in attesa di nuova occupazione, mentre per inoccupato si intende chi non ha mai lavorato negli ultimi anni.-
      - Se poi mi chiedi se è giusto che abbia diritto all'esenzione dal ticket chi è disoccupato mentre non ne ha diritto chi è inoccupato, questa è una domanda alla quale dovrebbe rispondere chi ha presentato e chi ha votato questa legge.-

      Elimina
  27. Buongiorno, attualmente ho un'esenzione per e02 in quanto disoccupato da aprile 2013 e reddito personale inferiore ad 8.000 euro. anagraficamente risiedo insieme a mia madre e mio padre (separati legalmente) ma per la e02 si fa riferimento al nucleo familiare fiscale ed avendo presentato dichiarazione da solo ne ho diritto. a breve dovrei avere un contratto e volevo chiedere la e02 decade dal giorno in cui sono assunto o mi rimane ancora fino al 31 dicembre 2014? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paolo!
      L'esenzione E02 decade dal giorno in cui verrai assunto perché non ci sarà più il requisito dello "stato di disoccupato".-

      Elimina
  28. Buonasera,
    mio padre,pensionato e 67enne, ha l'esenzione E01.
    Mia madre a breve compirà 65 anni. Spetterà anche a lei l'esenzione E01 o ne ha diritto solo chi percepisce il reddito?
    La ringrazio in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esenzione E01:
      Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.-
      Questo significa che al raggiungimento dei 65 anni d'età anche Tua madre avrà diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
    2. La ringrazio per la risposta!

      Elimina
  29. Buongiorno avrei un chiarimento da chiederle riguardo all'esenzione e010,
    Ho un reddito complessivo di 25.000 lordi annui, la mia famiglia è composta da 4persone e l'attestato ISEE e di 9,500 euro netti annui, rientrerei nell'esenzione? La mia è regione Campania
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alex!
      Purtroppo NO!
      CODICE DI ESENZIONE E10:
      cittadini appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a € 13.000.
      Tali soggetti sono esenti dalla compartecipazione alla spesa farmaceutica.
      Per la specialistica, se in possesso di altra esenzione sono esenti dal ticket (in questi casi il medico apporrà sulla ricetta il codice di esenzione a sei caratteri di cui all'allegato 1 del decreto 51 ), altrimenti risparmiano solo la quota aggiuntiva di € 10 sulla ricetta (DGRC n. 53 e n. 67).
      I cittadini in possesso dei requisiti suddescritti, non devono presentare alcuna documentazione, ma dovranno verificare la propria posizione dal proprio medico.
      In caso di non inclusione in tale elenco, i cittadini si presenteranno al proprio Distretto di residenza e inoltreranno l'autocertificare per ottenere il beneficio.-

      Elimina
  30. salve volevo un informazione in quanto sono disgustata dalla sanità italiana. vivo in sicilia. mi sn sposata da 1 mese e sn alla 12° settimana di gravidanza. il problema è questo, ho l esenzione o almeno avevo l esenzione e02 per reddito, ma da quando sono in gravidanza mi hanno tolto questa e data quella della gravidanza ke a quanto ho scoperto non è affatto un esenzione visto che la maggior parte degli esami e delle visite dovute alla gravidanza dovrò pagarli!!!!!!! Ma in Italia come funziona???? cioè lo stato crede che chi fa figli sia ricco e può permettersi tutto????? comè possibile che mi hanno tolto l esenzione se io e mio marito siamo disoccupati???????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esenzione dal pagamento del ticket per gravidanza:
      Le coppie che desiderano avere un bambino e le donne in stato di gravidanza hanno diritto ad eseguire gratuitamente - senza pagare il ticket - alcune visite ed esami specialistici e diagnostici, utili per tutelare la loro salute e quella del nascituro:
      - le visite mediche periodiche ostetrico-ginecologiche;
      - alcune analisi da eseguire prima del concepimento, per escludere la presenza di fattori che possano incidere negativamente sulla gravidanza. Se la storia clinica o familiare della coppia evidenzia condizioni di rischio per il feto, possono essere eseguite in esenzione tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per accertare eventuali difetti genetici, prescritte dal medico specialista;
      - gli accertamenti diagnostici per il controllo della gravidanza fisiologica indicati, per ciascun periodo di gravidanza. In caso di minaccia d’aborto, sono da includere tutte le prestazioni specialistiche necessarie per il monitoraggio dell’evoluzione della gravidanza;
      - tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per la diagnosi prenatale in gravidanza, nelle specifiche condizioni di rischio per il feto, prescritte dallo specialista;
      - tutte le prestazioni necessarie ed appropriate per il trattamento di malattie (preesistenti o insorte durante la gravidanza) che comportino un rischio per la donna o per il feto, prescritte di norma dallo specialista.

      Elimina
  31. Buonasera Dott. Censori. A breve inizierò una collaborazione a progetto di due mesi circa, presso un'azienda della mia città. Attualmente sono disoccupato da più di 24 mesi e beneficio dell'esenzione dal ticket E12. Vorrei sapere se perderò l'esenzione E12 e lo stato disoccupazionale collaborando con la suddetta azienda per non più di 20 ore settimanali; avendo un reddito ISEE pari a 3,077,80 e risiedendo a Milano. La ringrazio in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo SI!
      Con la collaborazione a progetto perderai lo stato di disoccupazione e quindi il diritto all'esenzione dal ticket, per il periodo di durata del contratto.-

      Elimina
  32. Domenico De Luca01 ottobre 2014 22:33

    Buona sera Dott. Censori, volevo porLe questo quesito: la moglie inoccupata e senza reddito di un disoccupato ha diritto all'esenzione riconosciuta al coniuge (E02) ed ai tre figli minori? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Domenico!
      SI!
      Esenzione E02:
      Disoccupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.-

      Elimina
  33. buon giorno mi chiamo cristina e vi volevo chiedere un po di informazioni di quale ho tanto bisogno...
    mio maritto e stato dissocupato da novembre 2013 ad agosto 2014 ... finita la disoccupazione lui ancora non ha trovato un lavoro ... e io la sua moglie sono a carico suo e sono casalinga non ho nessun reditto .....vorrei sapere come si fa ad avere diritto ad esenzione ticket visto che non abbiamo nessun reditto e mi servirebbe daverro tanto perche ho dei problemi di salute e devo fare delle analisi ...
    mi sono interesata al usl e mi hanoo detto anche si sei dissocupato e non hai nessun reditto adesso loro ti chiedono il reditto dell anno precedente di non superare la somma 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge... ma come e possibile si lanno scorso lui aveva lavoro e ovio che avevamo un reditto ma adesso si lui e dissocupato e non abbiamo nessun reditto come puo chiedermi la situazione del anno scorso si io ho bisogno adesso del esenzione l... non mi sembra giustoo
    mi puoi aiutare per caso.. si puo fare qualcosa??? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina!
      Purtroppo NO!
      Ai fini del diritto all'esenzione dal ticket per l'anno 2014 fanno fede i redditi del 2013, e solo da gennaio del prossimo anno faranno fede i redditi del 2014.-

      Elimina
  34. Buonasera, io e mio marito abbiamo ottenuto l'esenzione per reddito a marzo 2014. Io a luglio ho trovato un lavoro con contratto di 30 ore settimanali che sta per scadere e ho mio marito a carico. Mi chiedevo se ho ancora diritto all'esenzione E02, non avendo dichiarato redditi per il 2013 e non superando il tetto degli 8000 euro per il 2014.
    Saluti, Laura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura!
      Spero che tu non abbia utilizzato l'esenzione perché per il periodo in cui sei stata occupata non ne avevi diritto, in quanto l'esenzione andava sospesa per essere riattivata alla scadenza del contratto.-
      Ti consiglio quindi di iscriverti di nuovo al centro per l'impiego alla scadenza del contratto e di comunicare il tutto alla ASL.-

      Elimina
  35. Buonasera,
    volevo chiederle quale esenzione mi spetta avendo un contratto part-time ed un reddito lordo di 7940 euro. (vedova con due figli minori e casa in affitto).
    Grazie anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non essendo disoccupata non hai diritto ad alcun tipo di esenzione dal ticket.-

      Elimina
  36. Buongiorno Sig. Censori sono in cassa straordinaria percepisco quello che dice la circolare inps n.20 del 8.2.2012 cioè la prima fascia (quella bassa) il figlio a carico, però la moglie lavora x un reddito lordo di circa 7.000€ annuo .
    1)visto che la moglie lavora mi si aspetta l'esenzione E13 ?
    2)Se la moglie non lavorava mi si aspettava l'esenzioneE13?
    Le sarei grato se mi risponde a questi 2 punti .

    La ringrazio molto e le porgo i miei saluti, e complimenti x il suo blog. Giancarlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti!
      Esenzione E13:
      Lavoratori in Cassa Integrazione Guadagni straordinaria, in Cassa Integrazione Guadagni in deroga, in contratto di solidarietà difensivo, in mobilità, e loro familiari a carico, con una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale o indennità, non superiore ai massimali mensili previsti dalla Circolare INPS n. 20 dell’8.2.2012.-
      Nel tuo caso, Tu hai quindi diritto all'esenzione E13, mentre Tua moglie se lavora non è a Tuo carico quindi non ha diritto all'esenzione.-

      Elimina
    2. la ringrazio, ma x l'esenzione si fa riferimento a l'anno precedente, visto che nel 2013 ho lavorato.

      Elimina
    3. chiedo lumi anche x mio figlio che è a carico mio, gli si aspetta l'esenzione?
      nuovamente molte grazie. Giancarlo

      Elimina
  37. Buongiorno signor censori , non mi e chiaro se possiedo o no i requisiti per avere per l 'esenzione E02. Mi sono licenziata dopo il periodo di congedo per maternità al nono mese di vita del mio bambino , mi sono iscritta ad un centro per l 'impiego e fatta domanda di disoccupazione (come previsto dalla legge in merito alla maternità )rientro anche negli €8200 di tetto per rientrare nella E02 . Alla asl della mia città non hanno saputo darmi una risposta esaustiva e mi hanno liquidata dicendo che l 'esenzione spetta ai soli licenziati e non a chi si è dimesso spontaneamente. É veramente cosi ?grazie in anticopo
    Una mamma speranzosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente NO!
      Esenzione E02:
      Disoccupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.
      Il termine "disoccupato" è riferito esclusivamente al cittadino che abbia cessato per qualunque motivo (licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a tempo determinato) un'attività di lavoro dipendente e sia iscritto all'Ufficio del lavoro in attesa di nuova occupazione.-
      Nel tuo caso poi, le dimissioni presentate entro l'anno di vita del bambino sono parificate per legge al licenziamento, e danno infatti diritto all'ASPI quindi Ti consiglio di ritornare alla ASL per chiarire la questione.-

      Elimina
    2. La ringrazio per la risposta, anch'io supponevo di rientrare nei requisiti per la E02 ,in oltre al patronato dove mi sono rivolta per la disoccupazione mi avevano informato a tal riguardo e quando l 'ho fatto presente alle operatrici della asl mi hanno risposto che i patronati non sanno n iente in merito ad esenzioni e che essere considerata disoccupata dopo le dimissioni spontanee entro l 'anno del bambino non mi da diritto a chiedere l 'esenzione.tutto questo ovviamente molto scocciate. Dove posso trovare la documentazione ufficiale per non andare a mani vuote ?complimenti per l 'efficenza e l 'efficacia del suo blog !!

      Elimina
  38. Buongiorno, l'anno scorso dopo essermi iscritta al centro per l'impiego come disoccupata mi sono recata all'asl per richiedere l'esenzione E12..
    Nessun problema, fino a quando non mi è stato proposto di lavorare con un contratto determinato intermittente "o a chiamata".
    La mia domanda è: La mia esenzione è ancora valida?
    La ringrazio anticipatamente!

    RispondiElimina

I commenti rimarranno disabilitati nel fine settimana.