martedì 7 maggio 2013

Carta Acquisti - Social Card

Per effetto dell'adeguamento al tasso di inflazione ISTAT sono stati modificati gli importi di reddito e l'indicatore ISEE che regolano l'accesso alla Carta Acquisti (social card 2013). A partire, dunque, dal 1 gennaio 2013 per i cittadini che presentano domanda per ottenere tale beneficio, dovrà essere utilizzata la nuova modulistica con i limiti ISEE e reddituali aggiornati.

La Carta Acquisti è completamente gratuita e funziona come una normale carta di pagamento elettronica, con la differenza che le spese, invece che essere addebitate al titolare della carta, sono addebitate e saldate direttamente dallo Stato.
Vale 40 € al mese e viene caricata ogni due mesi con 80 €. Può essere utilizzata per il sostegno della spesa sanitaria e alimentare, presso gli esercizi commerciali convenzionati e abilitati al circuito Mastercard, e permette perfino di pagare le utenze domestiche (gas ed elettricità) presso gli Uffici Postali. Non è abilitata per prelevare contanti.

La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o alle famiglie con bambini di età inferiore ai 3 anni in possesso di particolari requisiti oggettivi.
In particolare i cittadini di età pari o superiore a 65 anni dovranno avere i seguenti requisiti:
  • non godere di trattamenti pensionistici, ovvero godere di trattamenti di importo inferiore a euro 6.701,34 nell'anno precedente alla presentazione della domanda, se di età pari o superiore a 65 anni e inferiore a 70 anni; 
  • se di età pari o superiore a 70 anni, godere di trattamenti di importo inferiore a euro 8.935,12 nell'anno precedente alla presentazione della domanda;
  • avere un ISEE (L'Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a euro 6.701,34.
  • non essere da solo o insieme al coniuge (indicato nel quadro 4):
    • intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
    • intestatario/i di utenze elettriche non domestiche;
    • intestatario/i di più di una utenze del gas;
    • proprietario/i di più di un autoveicolo;
    • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
    • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo o di cat. catastale C7;
    • titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a euro 15.000, non fruire di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni, per ricovero in Istituti di cura di lunga degenza o detenzione in Istituti di pena. 

Le famiglie con bambini di età inferiore a 3 anni di cittadinanza italiana dovranno:
  • avere un ISEE (l'Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a euro 6.701,34;
  • non essere, da solo o insieme all'esercente la potestà genitoriale/soggetto affidatario e all'altro esercente la potestà genitoriale/soggetto affidatario:
    • intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
    • intestatario/i di più di una utenza elettrica non domestica;
    • intestatario/i di più di due utenze del gas;
    • proprietario/i di più di due autoveicoli;
    • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
    • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo o di cat. catastale C7;
    • titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 €. 
Chi avendone i requisiti volesse richiederlo può recarsi in un qualsiasi Ufficio Postale abilitato, e presentare:
  • uno dei due Moduli di richiesta compilato in ogni sua parte:
    • Beneficiario con 65 anni o più – Modulo A006/13 (Istruzioni)
    • Beneficiario minore di 3 anni – Modulo B006/13 (Istruzioni)
  • l'originale e una fotocopia del proprio documento di identità;
  • un'attestazione ISEE in corso di validità, anche in fotocopia, relativa al beneficiario. L'ISEE è un coefficiente che serve a misurare la situazione economica complessiva del Suo nucleo familiare. Per avere un’attestazione ISEE (che dovrà allegare alla domanda) l’interessato può recarsi presso il Comune di residenza, l’INPS o un Centro di Assistenza Fiscale (CAF).




Che cos'è
La Social Card avrà un colore azzurro e sarà anonima, simile al bancomat. La potrà usare chiunque, il titolare della carta o un suo parente. Potrà essere utilizzata in tutti i negozi abilitati al circuito Mastercard.-

A chi spetta
  • Anziani, cittadini e residenti italiani tra i 65 e 69 anni con redditi o pensione fino a 6.000 euro l'anno.-
  • Anziani, cittadini e residenti italiani oltre i 70 anni con redditi o pensione fino a 8.000 euro l'anno.-
  • Famiglie con figli sotto i 3 anni, con un indicatore ISEE di 6.000 euro.-
Gli ultra 65enni dovranno avere redditi pensionistici sotto i 6mila euro (8mila se ultra 70enni), essere incapienti ed avere un indicatore ISEE familiare complessivo sotto i 6mila euro. Dovranno avere una sola casa di abitazione insieme al coniuge, una sola utenza di elettricità e gas, un solo autoveicolo, avere meno di 15mila euro in banca (o alle poste), parametri analoghi per le famiglie con bimbi piccoli.-

Quanto vale
La carta sarà caricata ogni due mesi con un importo di 80 euro (cioè 40 euro al mese).-
Chi presenterà la domanda entro il 31 dicembre avrà diritto anche a tre mesi di arretrato, dunque si troverà sulla carta in partenza 120 euro.-

Come si ottiene
A gestire l'operazione saranno le Poste che hanno iniziato ad inviare le lettere alle persone che si presume potranno richiederla a partire da dicembre. In pratica una volta ricevuta la lettera ci si dovrà presentare all'ufficio postale del proprio quartiere con la stessa lettera, la domanda e il modello ISEE compilato. Nella generalità dei casi verrà consegnata subito la Carta Acquisti che sarà utilizzabile dal secondo giorno lavorativo.-

Come si usa
La card potrà essere utilizzata per effettuare i propri acquisti in tutti i negozi alimentari e i supermercati abilitati. Potrà servire anche per usufruire della tariffa sociale dell'ENEL. Ma il suo utilizzo ai fini sociali sarà esteso anche ad altre attività.
Intanto i negozi convenzionati che sostengono il programma acquisti faranno uno sconto sulla spesa effettuata con la Card. Per ora lo sconto è fissato al 5% ma non detto che non possa aumentare.-

Quanto dura
La copertura finanziaria prevista al momento arriva solo all'anno 2009. Il governo però ha assicurato che per gli anni successivi i soldi ci saranno sicuramente.
Sulla tessera viene indicata una data di scadenza, come per una nornmale carta di credito. Si suppone che, terminato il periodo di validità, potrà essere rinnovata. In caso che si smagnetizzi o che si deteriori, si può sempre chiedere la sostituzione agli uffici postali. L'eventuale cifra ancora da spendere viene trasferita sulla nuova carta.-

L'iter burocratico (o la corsa ad ostacoli):
- Attendere lettera del ministero e dell'INPS con la modulistica
- Prenotare al CAF appuntamento per farsi rilasciare il certificato ISEE
- Recarsi in comune per richiede lo stato di famiglia x ISEE
- Recarsi al CAF, con la documentazione necessaria, per ritirare ISEE
- Compilare la modulistica, se muniti di una laurea idoena
- Presentare la documentazione alla posta X consegna SOCIAL CARD
- Ritirare dopo qualche giorno tessera SOCIAL CARD
- Cercare supermercati o negozi convenzionati per utilizzarla
- Fare la spesa e consegnare SOCIAL CARD alla cassa digitando il PIN
- Ripetere le varie operazioni ogni due mesi

-------------------------

A proposito di “elenco dei poveri”

Un episodio di vita vissuta!

Era la vigilia di natale del 1960, io avevo 10 anni e mio padre mi accompagnò in Comune - sala consigliare - C'era molta gente, tanti bambini come me e tanti genitori, mi ricordo di un uomo vestito di nero con una tunica bianca – il Parroco - un altro ben vestito con una fascia tricolore – il Sindaco - un uomo con una divisa militare – un Carabiniere - e altre autorità.
Al centro della sala una montagna di regali.
Finiti i discorsi di circostanza un uomo vestito di bianco – un Vigile - ad un certo punto, chiama noi bambini presenti per nome e cognome e consegna un regalo ad ognuno.
Viene il mio turno, mi consegnano un bel pacco che orgoglioso mi porto via senza scartare.
Arrivato a casa lo apro e trovo un bel trenino elettrico della “Lima”, formato da una motrice, due vagoni e diversi pezzi di binari, mio padre mi aiuta a unire i binari e appena pronta la pista mi metto a giocare felice.
Finite le vacanze ritorno a scuola, si parla tra bambini dei regali ricevuti e io racconto ai miei compagni del bel dono ricevuto. Uno dei miei compagni con tono di scherno mi dice: “Se hai ricevuto il regalo in Comune vuol dire che sei povero!”
E io: “Che significa?”
Lui: “Vuol dire che tuo padre è iscritto nell'elenco dei poveri del Comune e a natale il Comune regala dei giocattoli ai figli dei poveri del paese.”
Al ritorno a casa cerco mio padre e gli dico: “Papà il trenino non mi interessa più, voglio distruggerlo”
E Lui: “Perché?”
Gli spiego quello che mi hanno detto a scuola e lui mi risponde tranquillo: “Vedi figliolo essere poveri non è un disonore, né una cosa della quale ci dobbiamo vergognare, ma vuol dire solo che abbiamo momentaneamente bisogno di un sostegno economico. Che colpa ha tuo padre se è stato costretto dal Duce a combattere una guerra assurda in Africa, se si è ammalato e quindi ora non può più fare né il contadino come prima di partire per la guerra, né altri lavori pesanti, ma deve tirare avanti con una misera pensione per invalidi di guerra? E Tua madre è costretta a fare tutti i lavoretti domestici che trova in giro per aiutare il bilancio familiare?”
Io: “Ho capito papà, da oggi non ti chiederò più regali costosi ma, per favore in futuro non portarmi più in quel posto e io comunque questo trenino voglio distruggerlo lo stesso”
Lui: “Va bene sono sicuro che hai capito il mio messaggio, sono d'accordo con te e ti prometto che non ti porterò più in Comune la vigilia di natale e ti auterò anche a distruggere il trenino.”
Prende un martello ed inizia a rompere prima la motrice poi i vagoni, io nel frattempo rompo i binari e gettiamo via il tutto. Il giorno dopo appena ritorno a casa dalla scuola mio padre mi viene incontro e mi dà una fionda. Mi dice: “Questa è in sostituzione del trenino, te l'ho fatta io e quindi non mi è costata nulla.”
Era un rametto d'albero, a forma di Y, adattato e intagliato, con allacciati due elastici formati da pezzi di camera d'aria di bicicletta e un pezzettino di cuoio legato in fondo, preso da un vecchio paio di scarpe.
Penso sia il più bel regalo che ho ricevuto da mio padre, se non altro perché me lo ricordo ancora, e forse se cerco in giro trovo ancora da qualche parte quel pezzettino di legno intagliato.

-------------------------

Sono trascorsi quasi cinquant'anni e la storia si ripete?
Questa volta con gli anziani, con una tessera dei poveri?
40 euro al mese, ci diranno dove spenderli e come spenderli? E la nostra dignità? E la nostra privacy?
E se tra i sessantenni di oggi che hanno bisogno della CREDIT CARD ci sono anche quelli che cinquantanni fa da bambini hanno ricevuto come me questi regali?
Ho descritto questo episodio solo per cercare di spiegare la differenza tra un diritto a ricevere aiuti da parte delle istituzioni, per poter condurre una vita dignitosa (anche per chi non ha mezzi sufficienti) e il ricevere invece una carta che si configura come una schedatura e quindi un'inutile umiliazione.
Il precedente governo di centro-sinistra ha concesso una mensilità di pensione in più a chi si trovava in stato di necessità, senza tanti clamori nel rispetto della dignità delle persone; il governo di centro-destra offre invece una scheda che consente degli sconti di prezzo o altri vantaggi ma che identifica i destinatari di questi benefici come poveri e quindi bisognosi di un'elemosina da parte della collettività.

Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito “www.cgil.it
Iscriviti alla CGIL. Perchè? Perchè è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.


Gianfranco Censori

80 commenti:

  1. dottor censore la ringrazio della risposta ,ma lei non mi ha risposto se le pensioni che le ho desritto fanno reddito per questa carta e cioè pensione di invalidità,rendita inail e l accompagno spero di essere stato chiaro grazie ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo SI!
      Ai fini della certificazione ISEE vanno considerate sia la pensione di invalidità, che la rendita INAIL che l'indennità di accompagnamento.-

      Elimina
  2. Buonasera qualcuno sa se sono state ricaricate le social card oppure quando è prevista la ricarica.
    Grazie
    Saluti Cristiano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiano!
      La ricarica dovrebbe essere effettuata a giorni, infatti di solito viene effettuata tra il giorno 15 e il 20 del mese.-

      Elimina
    2. La ringrazio sempee molto gentile.
      Saluti

      Elimina
    3. Ciao Cristiano!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  3. buona sera... vorrei sapere se rimane credito sulla carta acquisti, una volta ke si caricano gli 80 euro successivamente si azzerano quelli rimasti o si accumulano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se rimane un credito sulla carta acquisiti il credito si accumula anche dopo l'accredito degli 80 euro della ricarica successiva.-

      Elimina
  4. Buona sera Dr. Censori mio padre inabile totale al lavoro con 100% e inabilità totale
    nato a ottobre del 1949 gli dovrebbe spettare una maggiorazione ad oggi percepisce
    € 381 centesimo più o meno, le chiedo due cortesie dove vorrei avere delucidazione;
    Essendo inabile totale e non supera il reddito di 16.430,00 per tutti gli anni addietro da quanto gli dovrebbero spettare le maggiorazioni sociali il suo reddito è intorno ai 10.000,00 euro annuì
    Il secondo quesito è al compimento dei 67 anni e tre mesi se non ricordo male per avere la maggiorazione bisogna fare richiesta all'INPS di competenza.
    Ringraziandovi per la vostra gentile e cortese attenzione alle nostre migliaia di richieste le porgo i miei più sinceri saluti.
    Cordialmente
    Francesco Calabrese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fracnesco!
      MAGGIORAZIONI SOCIALI
      Chi vive con una sola pensione o quasi può avere qualcosa in più della pensione minima.
      La legge riconosce, infatti, le cosiddette maggiorazioni sociali, che variano in base all’età del pensionato. La quota aggiuntiva è di 25,83 euro al mese per coloro che hanno dai 60 ai 64 anni, di 82,64 euro per chi ha un’età che si colloca tra 65 e i 69 anni.
      Dai 70 anni in su l’integrazione è di 136,44 euro. I 70 anni richiesti si possono ridurre fino a 65, in ragione di un anno per ogni cinque di contributi versati. Per gli invalidi totali l’età minima è di 60 anni.
      Per i non coniugati il limite di reddito personale è dato dall’ammontare del trattamento minimo, più l’importo annuo della maggiorazione.
      Mentre per i coniugati il reddito della coppia non deve superare il limite personale, maggiorato dell’importo dell’assegno sociale (448,61 euro mensili nel 2015).
      Quali redditi
      Sia per la pensione minima che per la maggiorazione sociale, è il caso di ricordare che l’Inps considera tutti i redditi di qualsiasi natura, compresi quelli esenti o tassati alla fonte come gli interessi bancari e postali, i rendimenti da Bot e altri titoli.
      Nel computo rientrano anche le rendite INAIL e gli assegni assistenziali.
      In altre parole bisogna denunciare tutto con la sola eccezione dei redditi provenienti da:
      - la casa di abitazione;
      - le pensioni di guerra;
      - l’assegno di accompagno;
      - i trattamenti di famiglia;
      - i sussidi erogati da Enti Pubblici senza carattere di continuità
      Limiti di reddito anno 2016:
      da 60 a 64 anni - Personale 6.866,86 - Coniugale 12.697,62.-
      da 65 a 69 anni - Personale 7.605,39 - Coniugale 13.436,15.-
      da 70 anni in poi-Personale 8.291,66 - Coniugale 14.110,19.-

      Elimina
  5. B giorno,sig Gianfranco vorrei gentilmente una informazione riguardo tantum 275 per i nati nel 2014/carta sia.inoltre vorrei sapere essendo già in possesso della carta acquisti ordinaria con 80€ ogni due mesi,vorrei sapere si devo rifare la domanda o viene caricata per il bimestre del 2017 in automatico? E sino a quando sara questo contributo della tantum? Isse 996€ 5 componenti in famiglia di cui 3 bambini, in affito, e senza lavoro,ho fatto la domanda della carta sia ,vorrei sapere quando arriveranno le risposte...sarà(questo anno) .grazie in anticipo per la sua risposta. Buona Giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La carta acquisti verrà ricaricata automaticamente nel 2017 dopo che verrà rinnovata la certificazione ISE - ISEE.-
      L'importo Carta Acquisti SIA 2016, dipende dal numero dei componenti nucleo familiare beneficiario. Nello specifico, spettano:
      - 1 componente: 80 euro
      - 2 componenti: 160 euro a famiglie monogenitoriali con 1 figlio minore a carico;
      - 3 componenti: 240 euro alle Famiglie monogenitoriali con 2 figli minori a carico, o famiglie con 2 genitori e 1 figlio minore a carico;
      - 4 componenti: 320 euro alle Famiglie monogenitoriali con 3 figli minori, o famiglie con 2 figli;
      - 5 componenti o più: 400 euro alle Famiglie monogenitoriali con 4 o più figli, o famiglie con 3 o più figli minori a carico.
      Decorrenza domande:
      I tempi di attuazione della carta SIA, sono i seguenti:
      - Dal 2 settembre 2016: ossia, entro 45 giorni dall’entrata in vigore del Decreto interministeriale del 26 maggio 2016, i cittadini possono iniziare a presentare la domanda Carta SIA 2016;
      - Entro due mesi dalla domanda: i beneficiari, ricevono il primo accredito delle somme SIA;
      - Entro 60 giorni dal primo accredito del primo bimestre: 90 giorni per le richieste presentate entro il 31 ottobre 2016, deve essere attivato il progetto personalizzato.

      Elimina
  6. La ringrazio per la sua cordiale risposta! Inoltre vorrei sapere si a esempio si la risposta mi arrivasse in positivo, ma non mi interessa più e non voglio accettare, posso respingerla?? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non riesco a capirti!
      La carta SIA può esserti concessa, ma solo se richiesta, quindi se non ti interessa non vedo perché tu debba presentare la domanda, pertanto se presenti la domanda non vedo perché tu debba poi respingerla!

      Elimina
  7. B giorno,sig gianfranco le spiego perchè vorrei respingere la carta si me venisse concessa .ho visto tanti mess in un altro post dedicato a questa carta sia dove tantissime persone parlano le stesse cose,a esempio che verrà tolta la s.card ,di 80€ ,verra fermata o adirittura tolta l ass 3 figli,poi quello che mi a colpito di piú inviaranno ass sociale a casa per verificare la situazioni di disagio,cosi levanno i propri figli.a questo io mi chiedo si vale la pena accettare questa carta si mi venisse concessa? Nn li vedo i guadagni ,poi siccome ai nati nel anno 2014 verrà caricata con una tantum ,perdo anche questa? Una altima domanda cioè il prossimo gennaio nn daranno piú il aas 3 figli corrispondente al anno prescedente 2016? Mi scuso per la mancanza di ortografia,e li chiedo per favore di aiutarmi a capire si queste cose sono certe o meno.la ringrazio per la sua disponibilità e gentilezza! Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono dimentiata di dire che la domanda l ho fatta a settembre,poi volevo sapere si x questo mese verrà acreditato l importo per s.card ordinaria oppure nn ? Grazie ancora!

      Elimina
    2. Non devi dar retta a quello che dicono alcune persone che sicuramente non sono bene informate, quindi attendi tranquillamente l'esito della domanda e puoi stare tranquilla perché non dietro c'è alcuna fregatura e non perdi nulla di tutto quello che hai elencato.-

      Elimina
  8. Molto gentile la ringrazio ancora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bgiorno avv,volevo dirle che la carta sia,E stata conscesa ,sono già andata a retirarla alle poste,sto solo aspettando il pin.Pero ho qualche dubbio questa domanda la avevo fatta il 09/sett in quel periodo nessuno di noi stava lavorando, ma questa sett hanno presso a lavorare mio marito con un contratto part-time,con 600 euro.vorrei sapere cosa succede con la Sia? Poi come funziona il proggetto del comune mi chiamano loro o devo andare io?perche io cmq posso andar a lavorare. L ho fatta io questa domanda...la Ringrazio le auguro buona giornata!

      Elimina
    2. Siccome Tuo marito non è più disoccupato dovete comunicare al vostro Comune di residenza la ripresa dell'attività lavorativa da parte di tuo marito, e il Comune deciderà se ci saranno ancora i requisiti per il diritto alla carta SIA, con tutto quello che ne consegue.-

      Elimina
  9. Salve signor Censori vorrei sapere quando caricano il mese di Novembre grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricarica dovrebbe essere effettuata tra il 15 e il 20 di novembre.-

      Elimina
  10. Salve...vorrei chiedere un informazione...mia figlia ha fatto 3 anni a ottobre...l ultima volta hanno ricaricato le carte a settembre.ora quel mese scoperto me lo ricaricano a novembre oppure no

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      A novembre ti ricaricheranno il mese di ottobre.-

      Elimina
  11. Salve mio figlio ha compiuto 3 anni a settembre volevo chiederle se mi ricaricheranno il mese di ottobre e novembre oppure no?

    RispondiElimina
  12. Salve sig Censori, vorrei un consiglio. Ho un figlio che compirà 3 anni il 10/04/2017, che ha i requisiti per usufruire della carta acquisti (isee ancora valido). La carta acquisti è scaduta a giugno, quando mi sono recata alla posta per chiederne la sostituzione mi ha risposto che essendo già scaduta dovevo rivolgermi ad un caf, che mi ha rimandato alla posta, che mi ha mandato all'Inps, perché secondo la posta risultava che non avevo più diritto al sussidio. L'Inps mi ha invece risposto che non riscontra alcuna irregolarità e infatti sta continuando a ricaricare la carta ogni due mesi e che la sostituzione è di competenza della posta.
    SA suggerirmi un modo per non perdere i sussidi di questi mesi, anche alla posta risulta che sulla carta sono accreditati 245 euro, ma siccome il computer dice sostituzione non ammessa non sa come operare.
    Grazie per l'attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il blocco della Carta Acquisti può però avvenire, per chissà quale misterioso motivo, anche se vi siete ricordati di rinnovare l’ISEE, e anche se il vostro reddito è inferiore alla soglia prevista. A questo punto è bene chiamare immediatamente il numero verde INPS 803164 tenendo a portata di mano il numero di protocollo INPSISEE2015 per segnalare il disguido.-

      Elimina
  13. Salve sig Gianfranco,sono andata al mio comune di residenza,la domanda per la carta Sia é stata accettata..ma in comune nn sanno dire piú niente.x quanto tempo,quanto mi verrà versato? Io vorrei sapere gentilmente si questa carta arriverà entro questo anno oppure non?? La ringrazio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito l'INPS provvede al pagamento dopo circa 60/90 giorni dalla data di ricezione da parte del Comune della relativa documentazione.-

      Elimina
  14. Ok grazie, anche si la domanda ê stata fatta il primi giorni di settembre??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel Tuo caso presumo che a questo punto sia solo una questione di giorni!

      Elimina
  15. Buon giorno avvocato,
    Volevo chiedere se legale dopo un turno di lavoro dalle 14.30/22 rientrare subito al mattina con un controturno dalle 7/14.30.
    Grazie mille...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      Non è legale!
      Limite giornaliero dell'orario di lavoro.
      Il decreto legislativo 66/2003 ha abolito il precedente limite giornaliero dell'orario di lavoro. Dal momento che la legge stabilisce che il lavoratore ha diritto a 11 ore di riposo consecutivo ogni 24 ore, si ricava che la differenza tra le 24 ore e le 11 di riposo rappresenta il limite giornaliero pari a 13 ore, ferme restando le pause.-

      Elimina
  16. Io percepisco una pensione sociale avendo 67 anni e carta aquisti da 80 euro ogni 2 mesi,la carta aquisti mi sarà caricata a gennaio oppure dopo ISEI perderò il mese di gennaio ?E inutile che vado a vedere in posta ?quanto scade a gennaio la documentazione da presentare al CAF X ISEI,grazie x la risposta e scusi il disturbo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo fino a quando non rinnoverai la certificazione ISE - ISEE la carta acquisti non ti verrà ricaricata.-

      Elimina
  17. Buongiorno Sig.Gianfranco.Mia madre ha usufruito della social card sin dal momento in cui è stata istituita ma quando nel 2015 le è stata riconosciuta indennità di accompagnamento ,la social card le è stata revocata . Ieri ho letto che il tar del Lazio ha stabilito con una sentenza del 2016 che l'indennità di accompagno non rientra nel calcolo del reddito relativo ai limiti per la social card.
    Posso allora ripresentare la domanda?cosa mi consiglia di fare?al caf non mi hanno saputo rispondere.
    la ringrazio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la sentenza di un TAR regionale non fa legge, quindi senza un intervento legislativo del Parlamento è inutile farsi illusioni.-

      Elimina
  18. Buon giorno,avvocato! 01 maggio 2017 compio 70 anni e mi spetta la maggiorazione ( prendo assegno sociale 448 euro al mese),invalida 67%. Vivo con figjio di 41 anni, invalido 74%.Isee - circa 2000.Ho Social Card. Però è bloccata per un assurdo motivo: INPS ha fatto calcolo del reddito già per 2017 (con la presunta maggiorazione da giugno) sarà il superamento del limite.Ma da giugno il limite sara 9000 al posto di 6000!Adesso prendo 448 euro e sono sotto il limite e da giugno prenderò 638 euro e sarò ancora sotto il limite!Adesso sono più povera che domani e mi hanno tolto questi 40 euro ! Appena arriviamo alla fine del mese.Spero ricevere la risposta. Distinti saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la motivazione che ti è stata data non è valida, ti consiglio quindi di chiarire meglio la questione con l'INPS, recandoti però personalmente alla sede INPS di zona, perché le informazioni telefoniche non sempre sono attendibili.-

      Elimina
  19. Grazie per la risposta,é stato molto gentile. Sono stata alla sede di zona ( vivo a Sondrio).Mi dicono che la carta è bloccata da Roma e che comincerò a prendere 40 euro dopo il compimento di 70 anni!Dove devo cercare la giustizia? Distinti saluti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi viene il sospetto che all'INPS ci sono dei funzionari che non ci dormono di notte, per cercare tra le pieghe delle leggi dei cavilli, che gli consentano di penalizzare ulteriormente chi ha già difficoltà economiche a tirare avanti.-

      Elimina
  20. Buona sera! Sono assolutamente d'accordo. Ma questo caso è fuori della logica: il limite mi mettono da una 69 enne invece il reddito - da 70enne per lo stesso anno. Incredibile e ridicolo se non ci fosse molto triste... Grazie e tante belle cose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo di questi tempi non ci si può meravigliare più di nulla!

      Elimina
  21. Egregio dr Censori ,avrei bisogno di avere una gentile informazione: rinnovato l'isee a chi consegnarlo? E in che modo? Grazie tante e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti riferisci alla carta acquisiti e tu ne sei già in possesso, ed hai rinnovato l'ISEE nel 2017, sei a posto in quanto l'INPS ne è già in possesso e provvederà quindi automaticamente tra qualche giorno per la ricarica.-

      Elimina
  22. Grazie Gianfranco, sei sempre gentilissimo.

    RispondiElimina
  23. SALVE AVVOCATO
    HO UNA DOMANDA IMPORTANTE DA FARLE IO PRENDO OGNI MESE 160 EURO BONUS BEBE'
    HO FATTO LA DOMANDA PER SOSTEGNO AL REDITTO REGIONALE DOVE LA PRIMA VOLTA MI HANNO DATO 170 EURO AL MESE DOPO DI CHE LA SECONDA VOLTA LA META'MOTIVO PERCHE' PRENDO BONUS BEBE' E HO CARTA ACQUISTI
    LA MIA DOMANDA PER LA CARTA ACQUISTI NON E' STATA ACCETTATA
    E' VERO CHE ADESSO SOMMANO TUTTO ED IN BASE A QUESTO DANNO IL CONTRIBUTO?
    GRAZIE

    RispondiElimina
  24. SALVE AVVOCATO
    Inoltre il richiedente non deve essere (da solo o insieme al coniuge) proprietario (o proprietari, nel qual caso condivida questa condizione col marito o con la moglie)di una quota superiore o uguale al 25% di più di un’abitazione (immobile ad uso abitativo)
    QUESTO REQUISITO PER CHIEDERE LA CARTA ACQUISTI,MI PUO SPIEGARE PER FAVORE IN PAROLE SEMPLICI COSA VUOLE DIRE QUESTO?
    CORDIALI SALUTI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi dire che il diritto alla carta acquisiti, uno dei requisiti necessari, è che non si può avere una percentuale di proprietà di una seconda casa superiore al 25% della stessa.-

      Elimina
    2. HO CAPITO
      GRAZIE,LEI COME AL SOLITO MOLTO PREPARATO

      Elimina
  25. Buonasera, scusate sapete quando viene ricaricata la carta acquisti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verifichiamo insieme tutte le date delle ricariche nell’ anno 2017.
      - Il 12/01/2017 sono stati accreditati i mesi di novembre e dicembre 2016;
      - il giorno 07/03/2017 la Tua Carta Acquisti è stata ricaricata dei mesi di gennaio e febbraio 2017;
      - Il 06/05/2017 sono stati pagati i mesi di marzo ed aprile 2017;
      - il 12/07/2017 sono stati accreditati i mesi di maggio e giugno 2017;
      - il giorno 11/09/2017 sono stati ricaricati sulla Carta Acquisti i mesi di luglio ed agosto 2017;
      - il 14/11/2017, accredito sulla Carta Acquisti per CONTRIBUTO STATALE dei mesi settembre ed ottobre 2017;

      Elimina
  26. Egr. Dott. Censori. Le sarei grato se con quanto le elenco, posso richiedere la Social card . Sul mio modello Isee : Somma dei redditi dei componenti del nucleo euro +7.820,00 ISP Euro 0.00 ISR Euro 1.820,00 I S E 1.820,00 ISEE ORDINARIO L'indicatore della situazione economica equivalente economica ( ISEE) E' il seguente : Euro 708,17. Chiudo ringraziandola anticipatamente, segnalandole la cosa piu' importante per darmi una corretta risposta( meno male che me ne sono ricordato) e'che da circa 15 giorni ho varcato la soglia dei 70anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o alle famiglie con bambini di età inferiore ai 3 anni in possesso di particolari requisiti oggettivi.
      In particolare i cittadini di età pari o superiore a 65 anni dovranno avere i seguenti requisiti:
      - non godere di trattamenti pensionistici, ovvero godere di trattamenti di importo inferiore a euro 6.701,34 nell'anno precedente alla presentazione della domanda, se di età pari o superiore a 65 anni e inferiore a 70 anni;
      - se di età pari o superiore a 70 anni, godere di trattamenti di importo inferiore a euro 8.935,12 nell'anno precedente alla presentazione della domanda;
      - avere un ISEE (L'Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a euro 6.701,34.-

      Elimina
  27. salve avvocato
    ho fatto la domanda per carta acquisti nel 2017 ed e' stata respinta per mancanza nei requisti
    adesso con l'isee nuovo posso di nuovo rifare la domanda o rimane attiva quella precedente ?
    cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda per la carta acquisti è stata respinta in base ai requisiti dello scorso anno, quindi se quest'anno con il nuovo ISE - ISEE rientri nei requisiti puoi presentare una nuova domanda.-

      Elimina
  28. SALVE AVVOCATO
    HO BISOGNO DEL SUO AIUTO,PER COMPILARE IL MODULO C'E' QUESTO REQUISITO E VORREI CHE MI SPIEGASSI COSA VUOLE DIRE

    DI NON ESSERE PROPRIETARIO,NEPPURE DELLA NUDA PROPRIETA',DI ALTRO ALLOGGIO,OVUNQUE UBICATO (PURCHE' NON DICHIARATO INAGIBILE,CON ESCLUSIONE DELLE QUOTE DI PROPRIETA' NON RICODUCIBILI ALL'UNITA'RICEVUTE PER SUCCESSIONE EREDITARIA

    GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Significa che per il diritto alla carta acquisiti non bisogna essere proprietari di altri immobili oltre alla prima casa di residenza.-

      Elimina
    2. per l’erogazione di contributi integrativi a favore di conduttori per il pagamento dei canoni
      di locazione di immobili adibiti ad uso abitativo.( non essere proprietario, neppure della nuda proprietà, di altri alloggi, ovunque ubicati, purché non dichiarati inagibili,
      con esclusione delle quote di proprietà non riconducibili all'unità ricevuti per successione ereditaria, della nuda proprietà
      di alloggi il cui usufrutto è in capo a parenti entro il secondo grado e degli alloggi, o quote degli stessi, assegnati
      in sede di separazione personale o di divorzio al coniuge o convivente. Tali requisiti vanno riferiti a tutti i componenti
      il nucleo familiare;

      SALVE AVVOCATO
      VORREI UNA SPIEGAZIONE SEMPLICE PER QUESTO REQUISITO

      GRAZIE

      Elimina
    3. MI SCUSI AVVOCATO
      VORREI UNA SPIEGAZIONE PER LA FRASE CHE DICE CO ESCLUSIONE DELLE .........

      CORDIALI SALUTI

      Elimina
    4. Quello che ti interessa è "DI NON ESSERE PROPRIETARIO,NEPPURE DELLA NUDA PROPRIETA',DI ALTRO ALLOGGIO,OVUNQUE UBICATO (PURCHE' NON DICHIARATO INAGIBILE)"; il resto sono situazioni particolari non di interesse generale.-

      Elimina
  29. salve dottore, nel 2018 mia figlia compie 18 anni.
    è sempre a carico va a scuola e quindi senza reddito.
    ai fini del calcolo dell'isee che farò quest'anno inciderà qualcosa questo cambiamento oppure vedrò questo cambiamento sul CUD del 2018?

    Inoltre chiedo se sul reddito complessivo e avendo la casa di proprietà si applica una franchigia. se "si" di che importo è.
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena!
      Ai fini della certificazione ISE - ISEE l'età di tua figlia è ininfluente, e sulla casa di proprietà se si tratta dell'abitazione principale è prevista una franchigia di 52.500 euro.-

      Elimina
  30. salve avvocato
    ho fatto la domanda per carta acquisti con esito positivo il 17/01 ed e' stata ricaricata dopo due settimane
    adesso la prossima ricarica quando sara'
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricarica della carta acquisti viene effettuata ogni 2 mesi.-

      Elimina
  31. SALVE AVVOCATO
    HO UNA DOMANDA CHE RIGUARDA IL PREMIO ALLA NASCITA' DI 800 EURO
    PER LE MAMME NON COMUNITARIE CHE NON HANNO IL PERMESSO PER LUNGA DURATA
    C'E UNA SENTENZA DEL TRIBUNALE DI MILANO CHE HA ESTESO IL BONUS PER TUTTE LE MAMME A PRICENDERE DAL PERMESSO DI LUNGA DURATA OPPURE NO
    LE RISULTA QUESTO?
    GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      L'INPS ha recepito le diverse sentenze favorevoli quindi sta attrezzandosi per accettare le domande del premio alla nascita anche per le mamme non comunitarie non in possesso del permesso di soggiorno di lunga durata.-

      Elimina
  32. scusi se la disturbo di nuovo
    ho avuto la certezza leggendo la circolare che l'inps ha esteso il bonus a tutte le mamme
    pero' nella circolare parlavano delle domande che sono state rispinte
    il mio problema questo quando noi siamo andati al patronato cgil non mi hanno lasciato fare la domanda per via del permesso di mia moglie che non e' a lunga durata
    quindi la domanda noi la abbiamo fatta quindi adesso noi facciamo parte di questa circolare oppur no?
    sito dell'inps premio alla nascita' estensione del beneficio
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Ti consiglio di ritornare all'INCA - CGIL per presentare o ripresentare di nuovo la domanda.-

      Elimina
  33. Salve Censori,

    per i limiti di reddito relativi alla Carta Acquisti over 65 è incluso anche l'accompagnamento? Grazie e buona giornata. Luigi Pietroboni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      L'indennità di accompagnamento non costituisce reddito, infatti non viene inclusa nella certificazione unica rilasciata dall'INPS.-

      Elimina
  34. Buon pomeriggio Avvocato,
    avrei bisogno del suo aiuto prima di imbattermi nella corsa allo scarica barile da parte degli Enti per una corretta informazione.
    Nel 2011 avevo presentato isee per rinnovo pagamenti su carta acquisti... mi dissero che non mi spettava più ma solo ieri ho saputo facendo una giacenza media alle poste di un libretto che ho un credito di Euro 567,22.Alle poste mi han detto che la carta è scaduta nel 2015.....All' inps mi hanno confermato che poi i pagamenti sono rientrati...questi soldi li posso recuperare? se si mi potrebbe indirizzare come??? Grazie infinite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi presentare un ricorso all'INPS ma devi fornire tutta la documentazione del periodo, e ti consiglio comunque di non farti troppe illusioni.-

      Elimina
  35. dott. buona sera vi volevo chiedere se alla mia ex moglie (che ha i nostri due bambini nel nucleo familiare) spetta esenzione ticket da reddito dato che sono io che sul mio stipendio percepisco gli assegni per bambini
    grazie e buon lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      La tua ex moglie non ha diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina

I commenti rimarranno disabilitati nel fine settimana.