lunedì 21 ottobre 2013

Modello RED

Il Modello reddituale (Modello RED) è una dichiarazione che permette all’INPS di verificare se esistono i presupposti per corrispondere ai contribuenti le pensioni agevolate vincolate al reddito.

Alcune prestazioni previdenziali e assistenziali sono corrisposte in un importo che varia in relazione all’ammontare dei redditi posseduti dal pensionato e, in alcuni casi, dal coniuge e dai figli.

Le prestazioni previdenziali e assistenziali legate ai redditi sono, per esempio:
  • le integrazioni al trattamento minimo;
  • le maggiorazioni sociali sulle pensioni;
  • gli assegni di invalidità;
  • i trattamenti di famiglia;
  • le pensioni sociali;
  • gli assegni sociali;
  • le prestazioni per invalidità civile;
  • la somma aggiuntiva di cui all’art. 5 del D.L. 2/7/2007 (quattordicesima).

La scadenza è il 28 febbraio 2015, entro la quale i pensionati invalidi civili e chi ha la pensione sociale o l’assegno sociale devono dichiarare all’INPS la loro particolare situazione.

Chi sono gli interessati e cosa devono dichiarare:
  • Le persone che hanno l’assegno mensile per invalidità parziale devono dichiarare se lavorano o non lavorano. Perché se il reddito supera i limiti di reddito indicati dalla legge si perde la prestazione.
  • Le persone con indennità di accompagnamento devono dichiarare se sono o no ricoverate gratis. Perché il ricovero gratuito fa perdere l’accompagno.
  • I titolari di pensione sociale e di assegno sociale devono dichiarare se sono residenti in Italia in modo stabile e continuativo e i titolari di assegno sociale, in aggiunta, se sono ricoverati gratis presso qualche istituto e se pagano la retta.
  • Se si tratta di disabili intellettivi o minorati psichici basta inviare un certificato medico che attesti la condizione patologica degli interessati.

Le dichiarazioni vanno trasmesse solo per via telematica collegandosi direttamente al sito INPS (a condizione che si abbia il codice personale PIN). Per chi non è esperto, sono a disposizione gratuita i CAF e i professionisti abilitati e convenzionati con l’INPS, ai quali si deve consegnare la lettera INPS nella quale è riportato il codice a barre dell’interessato. Chi non risponde costringe gli uffici a bloccare il pagamento della pensione.-

REDDITI DA PENSIONE

Devono e essere integrati solo per le ulteriori prestazioni estere eventualmente percepite dal pensionato nel corso dell’anno richiesto:

Devono essere indicati per ogni trattamento pensionistico:
  • l’importo, al netto di eventuali arretrati corrisposti nell’anno ma di competenza degli anni precedenti, dei trattamenti di famiglia e degli eventuali contributi previdenziali;
  • il numero dei mesi di percezione della pensione;
  • lo Stato estero e l’Ente che eroga il trattamento pensionistico.
Gli importi delle pensioni devono essere esposte nella valuta del Paese che eroga il trattamento.


REDDITI NON PENSIONISTICI

Se il pensionato ha conseguito altri redditi, deve indicare i redditi conseguiti nell’anno richiesto:
  • in paesi diversi dall'Italia, al lordo di eventuali ritenute fiscali ed espressi nella valuta dello Stato nel quale il pensionato risiede;
  • in Italia, al lordo di eventuali ritenute fiscali ed espressi in euro.

I redditi devono essere dichiarati distintamente per le seguenti tipologie:
  • da lavoro dipendente;
  • da lavoro autonomo, professionale e di partecipazione;
  • da immobili (esclusa la casa di abitazione);
  • da capitali;
  • arretrati riferiti ad anni precedenti (compresi eventuali arretrati di pensioni estere riferiti ad anni precedenti);
  • rendite vitalizie o a tempo determinato a titolo oneroso;
  • redditi assistenziali. 

Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it.
Iscriviti alla CGIL. Perché? Perché è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

Gianfranco Censori

80 commenti:

  1. Buongiorno Gianfranco, mia suocera tutti gli anni fa la dichiarazione dei redditi, però l'inps gli chiede sempre di fare la domanda icrc. é normale? Ha la reversibilità, una pensione d'invalidità e l'accompagno. Deve farla perchè ha l'accompagno?
    Se non avesse quest'ultimo facendo la dichiarazione dei redditi è esonerata dal red e da Icrc?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanni!
      La dichiarazione dei redditi evita di inviare il RED, mentre con l'ICRIC si deve comunicare all'INPS se ci sono stati ricoveri in strutture di lungo degenza a titolo gratuito, perché in questo caso viene sospeso il pagamento dell'indennità di accompagnamento per la durata del ricovero.-

      Elimina
  2. Buongiorno Giovanni,

    la pensione di reversibilità di coniuge + figlio inabile è soggetta a riduzioni?

    in caso di redditi del figlio inabile superiori in un determinato anno a 16.500, il figlio inabile perde il diritto alla pensione o per quell'anno il diritto è sospeso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incomulabilità con redditi del beneficiario:
      - Con un reddito superiore a 3 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, calcolato in misura pari a 13 volte l'importo mensile in vigore al 1° gennaio è prevista una riduzione del 25% dell'importo della pensione di reversibilità.
      - Con un reddito superiore a 4 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, calcolato in misura pari a 13 volte l'importo mensile in vigore al 1° gennaio è prevista una riduzione del 40% dell'importo della pensione di reversibilità.
      - Con un reddito superiore a 5 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, calcolato in misura pari a 13 volte l'importo mensile in vigore al 1° gennaio è prevista una riduzione del 50% dell'importo della pensione di reversibilità.-

      Elimina
  3. Buongiorno avvocato,
    la nonna 83enne, titolare di pensione della Coltivatori Diretti, integrata al minimo e con maggiorazione, percepisce circa 600 euro. Fa annualmente la dichiarazione dei redditi mod.730. Deve fare anche il modello RED, non avendo altri redditi oltre quelli dichiarati nel 730, quindi negativa?
    Grazie infinite
    Giuseppina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppina!
      NO!
      Chi presenta il mod. 730 non deve fare il RED perché l'INPS rileva i redditi dalla dichiarazione dei redditi.-

      Elimina
  4. Gentile Dott.Censori,vorrei sapere se una rendita Inail per infortunio su lavoro al 30% (la prendo da 47 anni)che equivale a euro 330 per 12 mensilità,va dichiarata sul modello RED.La saluto e la ringrazio per la risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      La rendita INAIL per infortunio sul lavoro non va dichiarata all'INPS sul modello RED perché non costituisce reddito.-

      Elimina
  5. Egregio Sig.Gensori la rendita INAIL e la stessa cosa che l inail eroga sotto la dicitura rendita per inabilità permanente infortunio,grazie per la risposta

    RispondiElimina
  6. gentile sig Censori, sono un dipendente pubblico. Mio figlio usifruisce di una indennità di frequenza. Contemporaneamente ha ottenuto una borsa di studio erogata dall'inps (bando superemedia). La domanda è: "La borsa di studio va inserità nel red che l'inps mi richiede? è considerata un reddito? Grazie anticipatamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Nel RED vanno indicati tutti i redditi:
      Per il 2019 il limite di reddito personale annuo per il diritto all'indennità di frequenza, è fissato a 4.906,72 euro e l’importo dell’assegno mensile è pari a 285,66 ed è erogato per 12 mesi.

      Elimina
  7. Salve vorrei un info. Sono invalida al 75% percepisco l assegno di invalidità da molti anni ormai. Ho sempre fatto il red xe lavoravo. Quest anno ho preso la maternità da dicembre ad aprile 2019. Scaduto il contratto il 30 aprile nn più rinnovato sto percependo ora la naspi di circa 600 euro mensili. Di maternità percepivo 300 euro al mese. Una domanda quando dovrò fare il red essendo appunto che sto percependo la naspi ce il rischio che perdo l assegno di invalidità? Grazie x la sua risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando hai presentato la domanda per la NASPI dovevi comunicare che percepivi l'assegno di invalidità e che dovendo scegliere optavi per la NASPI, in modo che l'assegno di invalidità doveva essere sospeso per il periodo di di durata della NASPI.-
      Se la comunicazione non è stata effettuata, quando all'INPS se ne accorgeranno ti richiederanno indietro quello che hai percepito in più che non ti spettava.-

      Elimina
  8. salve io non ho fatto il red del 2o15 mi anno tolto 180 euro al mese poi ho scoperto che mi mandavano ad un indirizzo sbagliato e non ho mai ricevuto nessun sollecito ho fatto ricorso tramite patronato il 10 maggio 2019 ed ancora ad oggi non ho risposta 7 ottobre 2019 quanto tempo devo aspettare ho gia pagato 18 rate grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito l'INPS provvede ad evadere una pratica nel giro di 75/90 giorni, ti consiglio quindi o di far fare un sollecito al patronato o di presentarti direttamente allo sportello INPS di zona.-

      Elimina
  9. buona sera , ho ricevuto dal INPS UNA lettera CHE DEVO FARE LA DICHIARAZIONE DEI reditti DEL 2017 sono pensionato dal 2013 e mi e stato detto che devo fare la dichiarazione solo se mi e chiesta e la prima volta che ricevo la lettera
    che rediti devo dichiarare se ho solo la pensione minima e una pensione al estero di 200 euro.Ho mia moglie a carico e lei ha una pensione al estero di 150 euro,in italia niente grazie mille, Mateo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la normativa prevede che in caso di più di un reddito, va presentata la dichiarazione dei redditi (UNICO o 730), e nel tuo caso anche la pensione estera costituisce reddito a prescindere dall'importo della stessa.-

      Elimina
  10. sono Ilaria, volevo sapere se ho una casa al estero devo dichiarare per il red o 730 ? non ho benefit

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria!
      Purtroppo SI!
      Anche la casa all'estero costituisce reddito, anche se non se ne hanno benefit, quindi devi presentare il 730 e va dichiarata anche per il RED.-

      Elimina
  11. Buongiorno sig. Censori,
    vorrei chiedere a lei un informazione.
    Mia madre lavora per il suo marito, con un contratto CSUPER. Il marito deve fare la dichiarazione RED, quindi deve inserire anche i redditi del coniuge, cioè mia madre.
    Per informazione, in quale delle categorie di redditi deve essere inserita?
    Poi, se è il marito che guadagna soldì per la famiglia - poi ha un contratto con sua moglie e quindi è il suo datore di lavoro - non significa che già dichiariamo 2 volte gli stessi redditi che girano all'interno della famiglia?
    Grazie in anticipo per la sua risposta,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La normativa prevede che non sia possibile instaurare un contratto di lavoro domestico tra coniugi. Riporta l’INPS, infatti, che il coniuge è escluso dall'obbligo assicurativo, in quanto le prestazioni offerte si presumono gratuite e dovute per affetto, infatti, ai sensi dell’art.143 c.c , tra i doveri dei coniugi vi è quello reciproco di assistenza materiale e di collaborazione nell'interesse della famiglia, incompatibile con un parallelo rapporto di lavoro domestico.-

      Elimina
    2. Se invece il marito che non è autosufficiente e quindi fruisce dell'indennità di accompagnamento - e' possibile instaurare un contratto di lavoro domestico tra coniugi.

      Quindi torno alla mia domanda precendente:

      1. Se inseriamo nella dichiarazione RED anche il reddito della moglie - non significa che già dichiariamo 2 volte gli stessi redditi che girano all'interno della famiglia?

      1. Poi, in quale delle categorie di redditi dovrebbe essere inserita? Come "Lavoro dipendente prestato in Italia"?


      Grazie infinite per la sua disponibilità e risposta.

      Elimina
  12. Buongiorno Dott. Censori. Nel 2018 mi è pervenuta una lettera da parte dell' INPS che così recitava: la informiamo che nel periodo che va dal 01/01/2011 al 31/12/2011 sono stati pagati ****,** in più sulla sua pensione cat. INVCIV per i seguenti motivi:
    revoca definitiva delle prestazioni collegate al reddito ai sensi dell'art. 13 comma 6 lettera c) della legge n. 122 del 2010.
    Sono titolare di pensione di invalidità civile parziale, ho sempre presentato 730 congiuntamente a mio marito seppur dichiarando il solo reddito che possiedo, cioè quello da abitazione principale, ed ho sempre presentato mod. ICLAV dichiarando di non aver mai prestato alcuna attività lavorativa. Non ho tuttavia mai presentato mod. RED non ritenendolo obbligatorio e ritenendo di essere dispensata dalla presentazione del mod. RED in virtù della presntazione del 730. Ho presentato domanda di ricostituzione basata sulla presentazione del 730 che è stata rigettata. Che fare?
    Ringraziandola in anticipo, porgo cordiali saluti
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria!
      Purtroppo il fatto che si presenti il 730 non significa che non possono esserci errori di calcolo, perché solo a posteriori l'INPS riesce a verificare il reddito effettivo che potrebbe essere diverso da quello preventivamente stimato.-
      Nel tuo caso quindi il problema è solo quello di verificare se il calcolo effettuato dall'INPS è corretto, e ti consiglio eventualmente di rivolgerti a un patronato per una verifica.-

      Elimina
  13. Sono separato dal 1996,possediamo un appartamento dove la ex ha la residenza e quindi a sua totale disposizione.
    Vorrei sapere sé la rendita dell'immobile fa cumulo con reddito da pensione Inps categoria.io
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Se è proprietario dell’ex casa coniugale, l’ex coniuge non assegnatario dovrà comunque dichiararla ai fini dell’Irpef in rapporto alla sua quota di possesso. Contrariamente, l’ex coniuge assegnatario, qualora non fosse proprietario dell’immobile, non dovrebbe dichiarare alcun reddito.-

      Elimina
  14. salve e sopratutto grazie per questo servizio ,per il red volevo farle una domanda su questi benedetti interesse da buoni fruttiferi o polizze vita(ma siamo nel 2020 non sarebbe il caso che se lo vadano a prendere loro?)nel red ( percepisco reversibilità,assegno sociale da assegno d'invalidità dopo i 67 anni ,quatordicesima di luglio e i 150 euro di dicembre legge 388/200) si devono mettere gli interessi maturati o quelli liquidati ?cioè 10.000 investiti(buono fruttifero) 100 euro piu o meno di interessi ogni anno che però non vengono incassati che si fa li si deve dichiarare lo stesso ? vi assicuro che ce molta confusione su sta cosa alle volte anche negli addetti ai lavori ...poi se un buono è cointestato e il mio cointestatario va ad incassare a nome suo il buono (dematerializzato in un conto che e anche cointestato con lui )per quanto i soldi vengano messi nel conto cointestato io c'entro?devo dichiarare gli interessi nel red? grazie ancora per il servizio e scusatemi se ho chiesto troppo .....saluti

    RispondiElimina
  15. ps.premetto che l'inps non mi ha mai chiesto il red (faccio il 730) ed ho controllato nel bustone ho solo la richiesta per il fatto dei ricoveri e basta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non deve essere presentata nessuna dichiarazione se la situazione reddituale del pensionato e quella degli eventuali familiari, per i quali è richiesta la dichiarazione, è stata integralmente dichiarata al fisco mediante il mod. 730 o il mod. UNICO.-

      Elimina
  16. Buongiorno gentilissimo Dottor Gianfranco,
    ho ricevuto una mail dall'INPS che mi invita a trasmettere la Dichiarazione reddituale -RED semplificato- opzione anno 2020 (dichiarazione redditi per l'anno 2019) riferita ai redditi di mia madre, invalida al 100% con assegno di accompagnamento.
    Premetto che:
    - è stato già presentato il mod 730 all'Agenzia delle Entrate;
    - sul 730 NON vanno dichiarati gli interessi dei conti correnti (peraltro parliamo di cifre irrisorie, qualche decina di euro);
    - mia madre possiede solo redditi di pensione INPS (la sua, la reversibilità di mio padre e l'accompagnamento), l'abitazione principale e appunto qualche decina di euro di interessi sul c/c;
    - mia madre ha a carico mio fratello che risiede con lei ed è disoccupato e prende quindi la detrazione per familiari a carico.
    La domanda è, anche se non fosse obbligatorio (forse dovrebbe essere così...?) e volessi presentare comunque il mod. RED, quale opzione devo selezionare in fase di dichiarazione sul sito dell'INPS? La scelta è tra le seguenti:
    - "Non ho altri redditi oltre alle seguenti pensioni";
    - "Non ho altri redditi rilevanti per le prestazioni in godimento precedentemente indicate oltre a quelli già dichiarati integralmente all’Agenzia delle Entrate";
    - "Se lei è stato in possesso dei redditi elencati precedentemente, è tenuto ad effettuare la dichiarazione completa all'INPS, indicando il relativo importo accanto a ciascuna voce reddituale presente nel pannello 'Redditi/Modifica Redditi' che risulterà abilitato selezionando questa opzione".
    La ringrazio anticipatamente per il prezioso contributo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mimmo!
      In effetti tua madre avendo fatto il 730 non è tenuta a presentare il RED; comunque se vuoi comunque presentarlo devi selezionare l seguente opzione:
      "Non ho altri redditi rilevanti per le prestazioni in godimento precedentemente indicate oltre a quelli già dichiarati integralmente all'Agenzia delle Entrate".-

      Elimina
  17. Buongiomo. Sono invalida al 100% e percepisco la pensione di invalidità da parte dell'inps. E' sempre stato il mio unico reddito in quanto non ho mai lavorato e mai percepito altri redditi. Fino al 2017 ricevevo dall'inps la richiesta di presentare la dichiarazione dei redditi che presentavo tramite caf , poi non ho più ricevuto nulla e non ho più presentato nulla. Ho comunque continuato a ricevere la pensione regolarmente.. Ora mi chiedo, visto che la mia situazione reddituale non è mai cambiata, deve presentare dichiarazione dei redditi o red semplificato? Mel caso di red alla domanda "Rinuncia alla presentazione della dichiarazione reddituale?" devo mettere si o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi inviare all'INPS il RED semplificato e devi rispondere "SI" alla domanda "Rinuncia alla dichiarazione reddituale", in quanto non presenti la dichiarazione dei redditi.-

      Elimina
  18. Salve Dottore e' sempre un piacere scriverle ,anche se e' per chiederle consulenze che mi sono state sempre utili. D'altronde non poteva essere diversamente perche' LEI E' UN OTTIMO PROFESSIONISTA NEL SETTORE. Vorrei, se non le dispiace , mi "sbrogliasse" questa matassa. Ho ricevuto dall'inps una richiesta di inviare il RED o qualcosa di simile che attesti eventuali ricoveri ospedalieri nel 2019, nonche'redditi extra pensione( sono invalido da 12 anni) Ma che significa? Anche quelli del CAF dove sono assistito, si sono chiesti la stessa cosa. MI hanno detto che non devo fare nulla perche' io presento regolarmente il 730 ogni anno. Dottore, a questo punto cosa mi consiglia: ho timore ,come e' successo ad un mio amico. l'inps gli ha sospeso la pensione di invalidita'. MI SCUSO DI AVERLE SCRITTO UN PAPELLO, MA L'HO FATTO PERCHE' HO FIDUCIA IN LEI. GRAZIE. DISTINTI SALUTI RENATO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Renato!
      Ti ringrazio per i complimenti!
      In effetti hanno ragione quelli del CAF nel senso che i redditi l'INPS può verificarli dal 730, come possono verificare direttamente gli eventuali ricoveri ospedalieri.-
      Comunque per scrupolo puoi chiamare il numero verse dell'INPS:
      Il Contact center è raggiungibile componendo il numero 803 164, gratuito da telefono fisso e il numero 06 164 164 da cellulare.-

      Elimina
  19. Salve,vorrei un chiarimento.
    Sono invalido civile e l'Inps dopo qualche anno mi ha chiesto di compilare il Red semplificato.
    Nel dichiarare la pensioni sono comparse sia la mia che quella di reversibilità di mia madre di cui sono a carico.
    Entrambe però solo col mio nome (abbiamo il libretto di risparmio cointestato).Ho trasmesso la dichiarazione così richiesta.Ho commesso un errore o è normale? Grazie per un' eventuale risposta.

    RispondiElimina
  20. Salve , volevo farle una domanda mia madre invalida al 100%nel 2018 a venduto la casa di abitazione prima casa ora che devo chiedere la maggiorazione al milione devo fare il Red c'è la possibilità che Inps gli richiede indietro la pensione di invalidità e se sì mi auguro solo quella del 2018, mi dimenticavo di dirle che prende pure accompagnamento ma accompagnamento non andando col reddito non dovrebbe avere niente a che fare con la rendita della casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini del diritto alla maggiorazione la prima casa di residenza è ininfluente.-

      Elimina
  21. Salve dottore sono invalido civile 100% e percepisco sia la naspi che l'assegno d'invalidità praticamente quest'anno ho fatto il 730 senza fare il modulo red perché il caf mi ha detto che inutile farlo secondo voi mi hanno consigliato bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Salvatore!
      SI!
      Chi fa il 730 è esonerato dal presentare il modello RED perché l'INPS rileva i redditi dalla dichiarazione dei redditi.-

      Elimina
  22. un pensionato separato dal coniuge deve indicare su modello RED anche i redditi dell'ex coniuge?? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      Un pensionato separato non deve indicare sul modello RED i redditi dell'ex coniuge, ovviamente se la separazione non è solo fittizia, cioè se oltre alla sentenza di separazione c'è stato anche un cambio di residenza di uno dei due ex coniugi.-

      Elimina
  23. Stimatissimo Dr. Gianfranco Censori,

    Mia madre è titolare delle seguenti pensioni:

    - Categoria [SO] (PENS. AI SUPERSTITI, DEI LAV. DIP.)
    - Categoria [INAIL] (RENDITA INDIRETTA EROGATA DALL'INAIL)

    Gradirei cortesemente sapere quale di queste va indicata nella dichiarazione RED.

    La ringrazio per la gentile attenzione e per il prezioso supporto.

    Cordialità,

    Francesco da Brescia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco!
      Devono essere indicati per ogni trattamento pensionistico:
      l’importo, al netto di eventuali arretrati corrisposti nell’anno ma di competenza degli anni precedenti, dei trattamenti di famiglia e degli eventuali contributi previdenziali;
      il numero dei mesi di percezione della pensione;

      Elimina
    2. Stimatissimo Dr. Gianfranco Censori,

      La ringrazio per la Sua gentile risposta e per il chiarimento: in sostanza mi pare di capire che nel RED devo indicare gli importi delle pensioni percepite da mia madre, sia quella di categoria SO che INAIL ( mia madre, oltre alle pensioni summenzionate, non ha percepito alcun trattamento di famiglia o altri contributi previdenziali ).

      La ringrazio ancora per la gentile attenzione e per il prezioso supporto.

      Cordialità,

      Francesco da Brescia

      Elimina
    3. Stimatissimo Dr. Gianfranco Censori,

      Grazie ancora per la sempre gentilissima attenzione e supporto. In quale casella - del " Red semplificato " devo indicare tali redditi? Forse in " Altri redditi assoggettabili a IRPEF "? Oppure non posso optare per la versione semplificata del RED?

      Grazie ancora e cordialità,

      Francesco da Brescia

      Elimina
    4. Ciao Francesco!
      Altri redditi assoggettati a IRPEF!

      Elimina
    5. Stimatissimo Dr. Gianfranco Censori,

      Grazie ancora di tutto.

      Cordialità,

      Francesco da Brescia

      Elimina
    6. Ciao Francesco!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  24. Stimatissimo Dr. Gianfranco Censori,

    Oltre a quanto detto sopra, mi permetto di segnalarLe che nel modulo RED di mia madre presente nel sito internet dell'INPS mi viene indicato:

    ---

    Gentile SIGNORA
    per l'anno 2018 lei risulta titolare delle seguenti prestazioni collegate al reddito erogate dall’INPS:

    Integrazione al minimo ex articolo 6 della legge n. 638/1983. Pensioni con decorrenza anteriore al 1° febbraio 1994

    Incumulabilità della pensione ai superstiti con i redditi ex articolo 1, comma 41, L. 335/1995

    ---

    La ringrazio ancora per la gentile attenzione e per il prezioso supporto.

    Cordialità,

    Francesco da Brescia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stimatissimo Dr. Gianfranco Censori,

      Grazie ancora di tutto.

      Cordialità,

      Francesco da Brescia

      Elimina
    2. Ciao Francesco!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  25. Buongiorno mio fratello invalido all'80 per cento e che vive con mia mamma pensionata deve presentare il Red? Premetto che mia mamma ha fatto il 730 e qualche anno fa quando era ancora vivo mio padre faceva il Red poi però le è stato detto dal CAF che se la situazione reddituale non fosse cambiata non avrebbe più dovuto farlo. È così? Grazie

    RispondiElimina
  26. Premetto che mio fratello e mia mamma non hanno altri redditi oltre alla pensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indipendentemente dalla presentazione della dichiarazione dei redditi (730 o Unico), il pensionato è obbligato alla presentazione del RED, qualora sia titolare di uno dei seguenti redditi:
      - reddito derivante da rapporti di lavoro dipendente prestato all’estero;
      - redditi di lavoro autonomo, anche se presenti nella dichiarazione dei redditi;
      - reddito derivante da prestazioni coordinate e continuative o a progetto;
      - redditi di capitale quali interessi bancari, postali, dei BOT, dei CCT e altri titoli di Stato o altri proventi di quote di investimento ecc.;
      - prestazioni assistenziali in danaro erogate dallo Stato o altri Enti Pubblici;
      - altri redditi non assoggettabili all’IRPEF;
      - pensioni erogate da Stati esteri;
      - rendite e vitalizi o a tempo determinato costituite a titolo oneroso erogate da soggetti in Stati esteri.-

      Elimina
  27. Grazie mille per la sua risposta

    RispondiElimina
  28. Buongiorno Dott. Censori.

    Devo inviare il modello RED per mio padre per gli anni 2018 e 2019.
    Lui è titolare di un conto corrente dove gli viene accreditata la pensione e non ha altri redditi, gli interessi sul c/c sono negativi in entrambi gli anni.
    A questo c/c è collegato un Dossier Titoli in regime amministrativo unicamente a me intestato dove tengo 2-3 azioni e ogni tanto mi diletto a fare trading, uno di questi titoli nel 2019 ha staccato un dividendo di 268 euro netti ed è stato ovviamente accreditato sul c/c.
    Quindi le volevo chiedere, se nel 2018 credo si possa barrare l’opzione “Non possiede altri redditi rilevanti ai fini della prestazione, oltre alla pensione erogata dall’INPS”, come devo comportarmi per il 2019? Quel dividendo va indicato o essendo una cifra modesta non è così rilevante farlo?

    La ringrazio anticipatamente e le porgo cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Il dividendo va indicato comunque, anche se l'importo è irrisorio.-

      Elimina
  29. La ringrazio molto per la risposta

    RispondiElimina
  30. Mio suocero percepisce da INPS sia una pensione VOART di vecchiaia che una rendita INAIL, per infortunio sul lavoro, esente codice 7 su CUD. Nel modello RED deve comunque inserire questa rendita INAIL anche se esente? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La rendita INAIL non deve essere indicata nel modello di dichiarazione fiscale (730/Unico) ma invece deve essere presente nel modello RED (e di conseguenza per il pensionato sussiste l’obbligo di presentazione del modello RED).-

      Elimina
  31. Buon giorno dottore io sono invalido all 100 per disturbi psichi devo fare obbligatoriamente il red o basta il certificato medico. Grazie anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi fare obbligatoriamente il RED perché all'INPS sono già al corrente della tua invalidità, ma vogliono conoscere annualmente l'entità dei tuoi redditi.-

      Elimina
    2. Grazie mille per la risposta, io il red non lo mai presentato e neanche la dichiarazione redditi. Comunque io non ho ma superato il tetto dei 16 mila euro. Però ad oggi ho ricevuto l'aumento io il mio reddito del 2020 comunque inferiore al tetto degli 8.000. Sto cercando di rimediare a tutto ma non so da dove cominciare.

      Elimina
    3. Ti consiglio di rivolgerti a un patronato per farti tutelare ed assistere per il meglio.-

      Elimina
  32. Gentile Dott. Censori ho ancora dei dubbi perché, ho visto successivamente, in un precedente post del 13 marzo 2019, ad quesito quasi analogho, aveva risposto che la rendita INAIL esente non era da inserire in RED. Oppure ho capito male io?
    Mio suocero che non fà 730 ha ricevuto il sollecito da INPS per presentare il RED relativo ai redditi 2018 entro 1 marzo, e quindi sono stato obbligato a presentarlo.
    Ieri pomeriggio (prima di porle il quesito) ho presentato il RED tramite un vostro CAF. Nel quale non ho dichiarato la rendita INAIL. DEVO farlo correggere? Grazie per l'attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe!
      Purtroppo SI!
      Anche se è ininfluente la rendita INAIL va dichiarata ai fini del RED perché l'INPS non è al corrente.-

      Elimina
    2. Scusi se prolungo un pó la questione. Come fà L'INPS a non conoscere la presenza di questa rendita se è lei stessa che la invia a mio suocero con un mandato di pagamento unico? È solo nel cedolino on line che sono specificati e distinti le origini ed il valore di ogni importo. Comunque oggi pomeriggio ho chiamato l'lnps. Queste le risposte.
      Primo operatore- Secondo lui (?) durante la procedura on line di compilazione doveva comparirmi quali sono i redditi conosciuti all'INPS, ed in base a questi valutare quali aggiungere. Poi mi ha detto aspetti un attimo e la chiamata si è interrotta.
      Secondo operatore- Secondo lei (?) è da riportare nel RED perché anche se non è tassato è un reddito aggiuntivo e quindi và dichiarato. Poi ha messo giù senza attendere replica.
      Terzo operatore- Non è da aggiungere al RED perché è una RENDITA che INPS riceve da INAIL, quindi conosce, che trasmette e paga a mio suocero. Credo che mercoledì 24 tornerò al CAF per chiarire la situazione. Grazie ancora. Cordiali.

      Elimina
  33. Aggiungo solo che nel 730 precompilato del 2020 (che mio suocero non ha dato seguito) pur arrivando all'agenzia delle entrate correttamente il CUD da INAIL quell'importo non viene inserito in nessun campo. Infine: nel CUD che ho scaricato dal sito dell'INAIL quella rendita non è inserita nel paragrafo REDDITI, ma nel paragrafo ALTRI DATI col il campo REDDITI ESENTI codice =7.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe!
      Penso che la risposta te la sei data da solo, nel senso che nel CUD dell'INAIL la rendita risulta, anche se nel campo "Redditi esenti", quindi dovresti inserirla anche se ininfluente.-
      E' ovvio comunque che essendo ininfluente se non la inserisci non cambia nulla a livello pratico; ma è solo una questione di carattere formale.-

      Elimina
  34. Grazie per la pazienza ma non è solo formale. Il paragrafo del RED è quello F. Non c'è un campo in cui si può dire quella rendita da dove proviene. Si mette il valore annuo e basta. Si rischia di aggiungere un reddito in doppio e di perdere parzialmente un diritto. Sto continuando a fare ricerche per capire qualcosa in più.
    Nella lettera INPS ci comunica che mio suocero usufruisce di prestazioni collegate al REDDITO erogate da INPS . E che per continuare ad averle deve comunicare all'istituto la situazione reddituale che incide sul diritto o sulla misura della prestazione stessa (Art. 13, comma 6, lettera C, del decreto - legge n. 78/2010, convertito con modifiche dalla legge 30 n. 122/2010).
    Non dice quali siano queste prestazioni di cui usufruisce (sarebbe stato più semplice) ma presumo per esclusione che sia la rendita inail per infortunio sul lavoro. Anche se non mi sembra congruente completamente perché la rendita che ha mio suocero ha lo scopo di essere risarcitoria di un danno. Solo che anziché essere stata erogata in unica soluzione è stato scelto di renderla vitalizia. Quindi i redditi RILEVANTI da comunicare presumo che siano altri, cioè quelli che possono incidere su questo diritto. Inoltre nelle istruzioni per compilare il RED, tra gli esempi di redditi da esplicitare, non viene mai scritto 'rendite inail'. Grazie ancora per l'attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe!
      Se mercoledì andrai al CAF, visto che la questione è controversa, provvederanno loro per la trasmissione del RED all'INPS e a prescindere da quello che decideranno tu sarai comunque esonerato da ogni responsabilità.-

      Elimina
  35. Buongiorno. Oggi sono andato dal CAF e mi ha confermato che la rendita INAIL non và inserita nel RED. Le dichiarazioni inoltre vengono inviate da CAF a INPS a fine campagna. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe!
      OK!
      Ti ringrazio per la precisazione che potrebbe essere utile ad altri visitatori e visitatrici del blog.-

      Elimina