domenica 25 febbraio 2024

Assegno di Vedovanza su Pensione di Reversibilità dal 01/07/2023 al 30/06/2024

Valori dal 01/07/2023 AL 30/06/2024 (circ. 55 del 09/06/2023 INPS)

È previsto che sulla pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.-

Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).-

Il beneficio deve essere collegato al solo stato di inabilità della vedova/o superstite.-

L'INPS con circ. n. 98/98, nel prenderne atto, ha affermato che l'assegno può essere riconosciuto nei limiti della prescrizione quinquennale.-

Successivamente con circ. 11/99 ha chiarito che i richiedenti ultrasessantacinquenni, in possesso di certificazione medica ASL che attesti gravi difficoltà a svolgere compiti e funzioni dell'età, saranno convocati a visita medica; necessario almeno 80% invalidità.-

Invece, il riconoscimento del 100% di invalidità civile, può essere ritenuto probante ai fini dell'accoglimento della domanda e quindi del diritto di percepire gli assegni familiari.- 

Requisiti:

L'assegno di vedovanza spetta se si possono far valere i requisiti di seguito indicati:

  1. Titolarità di una pensione ai superstiti da lavoro dipendente (settore privato o pubblico). Sono escluse le reversibilità dei lavoratori autonomi (SR, SoArt, Socom).
  2. Essere inabili a proficuo lavoro. La valutazione spetta ai sanitari dell’INPS ma se si è in possesso di verbali delle Commissioni di invalidità civile con riconoscimento di accompagnamento o di invalidità civile, si è esonerati da visite c/o uffici sanitari dell’INPS.
  3. Possedere redditi inferiori al limite annualmente determinati.-


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2023 al 30/06/2024 (circ. 55 del 09/06/2023 INPS) :

Reddito familiare fino a euro 31.569,47 = euro 52,91

Reddito familiare da 31.569,48 fino a euro 35.413,24 = euro 19,59

Reddito familiare da 35.413,25 non spettano assegni familiari  

------------------------------------------------------------------------------------------- 

Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili
Periodo dal 01/07/2022 al 30/06/2023:

Reddito familiare                       fino a euro 29.203,95 = euro 52,91
Reddito familiare da 32.759,71 non spettano assegni familiari 
Reddito familiare da 29.203,96 fino a euro 32.759,70 = euro 19,59


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2021 al 30/06/2022:
Reddito familiare                       fino a euro 28.659,42 = euro 52,91
Reddito familiare da 28.659,43 fino a euro 32.148,87 = euro 19,59
Reddito familiare da 32.148,88 non spettano assegni familiari  


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2020 al 30/06/2021:
Reddito familiare                       fino a euro 28.659,42 = euro 52,91
Reddito familiare da 28.659,43 fino a euro 32.148,87 = euro 19,59
Reddito familiare da 32.148,88 non spettano assegni familiari  


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili
Periodo dal 01/07/2019 al 30/06/2020:

Reddito familiare                       fino a euro 28.516,84 = euro 52,91
Reddito familiare da 28.516,85 fino a euro 31.988,93 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.988,94 non spettano assegni familiari  


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili
Periodo dal 01/07/2018 al 30/06/2019:

Reddito familiare fino a euro 28.206,57 = euro 52,91
Reddito familiare da 28.206,58 fino a euro 31.640,88 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.640,89 non spettano assegni familiari


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili
Periodo dal 01/07/2017 al 30/06/2018:

Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili
Periodo dal 01/07/2016 al 30/06/2017:

Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili
Periodo dal 01/07/2015 al 30/06/2016:

Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari


Periodo dal 01/07/2014 al 30/06/2015:

Reddito familiare fino a euro 27.843,98 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.843,99 fino a euro 31.234,15 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.234,16 non spettano assegni familiari



Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it.

Iscriviti alla CGIL. Perché? Perché è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

80 commenti:

  1. buongiorno dottore mamma ha fatto domanda per assegno di vedovanza a ottobre 2021 ha 100 di invalidita legge 104 e accompagnamento inps gli ha detto che verra liquidata entro fine anno 2022 con arretrati mi auguro di 5 anni!!!prende reversibilita di mio padre ex indap e in piu mamma e malata oncologica.. gli arretrati saranno di 5 anni???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Gli arretrarti partiranno dalla data di presentazione della domanda all'INPS.-

      Elimina
    2. mi stranizza la cosa ---eppure qualcuno che conosco li ha presi per 5 anni gli arretrati sarebbe un controsenso

      Elimina
    3. Una volta che l’INPS ti riconosce l’assegno di vedovanza, il tuo diritto è retroattivo di 5 anni. Ciò significa che se negli anni precedenti ne avevi diritto ma hai richiesto l’assegno solo ora, hai diritto agli arretrati.
      Il problema quindi è di verificare la data del verbale di riconoscimento dell'indennità di accompagnamento, e se la domanda dell'assegno di vedovanza è stata compilata correttamente.-

      Elimina
    4. buongiorno dottore il verbale lho rivisto e l accompagnamento a mamma e dato al 29/07/2019 ho ricontrollato la domanda del inps de trattamento familiare
      quindi presumo diano 4 anni di arretrati !!!!eventualmente non dovessero darli ma danno solo da quando e stata fatta la domanda possiamo andarli a chiedere??la ringrazio anticipatamente

      Elimina
    5. Ti spettano gli arretrati da agosto 2019 quindi se la domanda è stata presentata in modo corretto non dovrebbero esserci problemi, in caso contrario va ripresentata una nuova domanda all'INPS.-

      Elimina
    6. grazie e gentikissimo

      Elimina
  2. Arretrati. Una volta che l'INPS ti riconosce l'assegno di vedovanza, il tuo diritto è retroattivo di 5 anni. Ciò significa che se negli anni precedenti ne avevi diritto ma hai richiesto l'assegno solo ora, hai diritto agli arretrati.

    RispondiElimina
  3. Da notare che, al momento che la prescrizione è quinquennale, il richiedente può avere diritto a 5 anni di arretrati del cosiddetto assegno di vedovanza.

    RispondiElimina
  4. Buongiorno, madre di 78 anni non invalida... può percepire lo stesso l'assegno di vedovanza? Preciso che prende già la reversibilità SO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina!
      Purtroppo NO!
      Per il diritto all'assegno di vedovanza è necessaria un'invalidità almeno dell'80%.-

      Elimina
  5. Egr. sig Censori, mi suocero è deceduto in data 15/02/2019 e mia suocera di conseguenza precepisce la pensione di reversibilità categoria SOART. Essendo la stessa invalida civile al 100 % riconosciuta con tanto di verbale Inps dal 14/09/2017 ed anche titolare di legge 104 ( sempre con tanto di verbale Inps, visita del 5/2/2018, chiedo: HA DIRITTO ALL'ASSEGNO DI VEDOVANZA, ripeto pensione categoria SOART

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'assegno di vedovanza è previsto solo sulla pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  6. Buongiorno, mia madre ha 83 anni vedova dal 2020 e ha una invalidità 100% con accompagnamento legge 104. Io vivo con lei . Chiedo se può ottenere il reddito di vedovanza, se verrà chiamata a fare una visita di controllo per ricevere questa indennità del reddito di vedovanza, anche se nel verbale è scritto permanente e non rivedibile. Chiedo inoltre se il reddito a cui si fa riferimento è solo quello di mia madre (reversibilità del marito) oppure si conteggia anche il mio (figlio convivente maggiorenne). Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assegno di vedovanza è previsto solo sulla pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti).-
      E' possibile che venga chiamata a visita e il reddito sul quale viene calcolato è solo quello personale.-

      Elimina
  7. Buonasera una domanda?se io sono vedova con due figli di 5 ed 15 anni prendo solo 257 euro come reversibilità per i figli
    E possibile così poco ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensione di reversibilità:
      Quanto spetta:
      - 60% al coniuge
      - 70% solo un figlio
      - 20% a ciascun figlio minorenne se c’è anche il coniuge
      - 40% a ciascun figlio minorenne, se sono solo i figli ad averne diritto
      - 15% a ciascun genitore, fratello e sorella inabili
      In ogni caso la somma delle quote non può superare il 100% della pensione che sarebbe spettata al lavoratore.-

      Elimina
  8. Buongiorno Dottor Censori, mia mamma 86enne percepisce l'assegno di vedovanza, attualmente vive sola con l'aiuto di una badante. A luglio si trasferirà definitivamente da mia sorella, perché non più in grado di stare sola. Potrà continuare a percepire l'assegno di vedovanza o sarebbe meglio avvisare subito l'INPS dato che farà parte di un nucleo familiare di altre due persone e il reddito familiare supererà i 32000 euro? Grazie per la Sua attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è problema!
      Tua madre potrà continuare a percepire l'assegno di vedovanza, senza variazione di importo, anche se cambierà residenza e andrà a vivere con sua figlia.-

      Elimina
  9. Mia suocera, ha presentato domanda per l'assegno di vedovanza sulla pensione di reversibilità all'ex inpdap gentilmente,volevo sapere quanto tempo occorre dalla presentazione della domanda al pagamento e se c'è differenza di tempi tra INPS e INPDAP
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'INPS dovrebbe provvedere a liquidare una pratica nel giro di 90 giorni dalla data di presentazione della domanda, ma se provvede in ritardo purtroppo non possiamo fare altro che sollecitare periodicamente.-

      Elimina
    2. Quando la pratica la lavora l'ex inpdap invece dell'inps i tempi di pagamento sono sempre 90 giorni?
      GRAZIE

      Elimina
    3. Grazie per la gentilezza e la disponibilità

      Elimina
  10. Salve Sig. Censori, Vorrei PorLE una domanda.
    Una mia familiare ha tutti i requisiti per chiedere all'INPS l'assegno di vedovanza, in particolare ha una invalidità civile al 100% certificata tramite verbale INPS con data di presentazione della domanda: marzo 2022. Volendo chiedere gli arretrati di tale assegno a partire dall'aprile 2022 ad oggi, di quali anni di pensione di reversibilità dobbiamo chiedere la ricostituzione?
    Grazie per la cortese attenzione.
    Cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assegno di vedovanza spetta dal momento in cui si presenta la domanda ma, se si possono far valere i requisiti, (verbale di invalidità civile), si possono ottenere gli arretrati fino a 5 anni.-

      Elimina
    2. Ritengo che basti ricostituire la reversibilità in oggetto partendo dall'anno 2021 affinchè l'INPS possa accreditare gli arretrati dell'assegno di vedovanza a partire dall'aprile 2022 (verbale di invalidità civile); è così?

      Elimina
    3. Non capisco che significa ricostituzione partendo dall'anno 2021; comunque nel tuo caso la decorrenza degli arretrati sarà da aprile 2022.-

      Elimina
    4. scusi se mi sono espresso male ma è la prima volta che mi approccio a questo argomento, cerco di spiegare i miei dubbi in modo elementare.
      posso ottenere questo assegno solo se presento una domanda di "trattamento di famiglia", giusto? nell'area inps di pertinenza mi spunta un menù sulla sinistra, tra cui c'è la voce "redditi". se ci clicco sopra, mi si presenta una tabella con titolo "anni dichiarati" e la possibilità di abilitare la compilazione dei redditi di ciascun anno. credo che se mi limito a compilare, per es., solo il 2022 indicando i redditi percepiti in tale anno, l'inps non mi potrà dare gli arretrati di questo assegno a partire dall'aprile 2022, cioè dal 1^ mese immediatamente successivo la data di presentazione della domanda di invalidità, giusto?
      ciò detto, in questa tabella "anni dichiarati", quali anni devo abilitare e compilare per ottenere tutti gli arretrati di questo assegno per il mio particolare caso?

      Elimina
    5. L'importo dell'assegno di vedovanza è legato al reddito quindi devi dichiarare i redditi del 2020 (01/04/2022-30/06/2022), redditi 2021 (01/07/2022-30/06/2023) e redditi 2022 (01/07/2023-30/06/24).-
      Comunque per queste pratiche io consiglio di rivolgersi a un patronato per evitare errori e quindi ritardi nell'erogazione.-

      Elimina
    6. Purtroppo al mio caf di riferimento non erano neppure a conoscenza di questo assegno.
      Permetta un'altra domanda: riguardo i redditi del 2023 non devo comunque inserire una "previsione"? Di contro, se metto la spunta su sì in "rinuncio a dichiarare i redditi per tutti i soggetti" per i redditi 2023 credo succedano problemi, quindi comunque devo compilare i redditi per il 2023. Come stanno le cose?

      Elimina
    7. Non ti vengono richiesti i redditi del 2023 ma i redditi del 2022 come risultano nella dichiarazione dei redditi del 2023.-

      Elimina
    8. Credo di essermi spiegato male un'altra volta. Io mi riferisco a questa tabella https://imgbox.com/NyBsDXJk
      Sul manuale "PROCEDURA OPERATIVA - DOMANDA DI PENSIONE ONLINE" che si può scaricare dal sito INPS qui
      https://servizi2.inps.it/servizi/PrestazioniPensionisticheOnline/(S(kwas4rpy5l2ors3ylyikvhvy))/PDFDaScaricare/ManualeCittPPO.pdf
      a pag.65 c'è il capitolo "redditi" che tratta appunto della sezione a cui mi voglio riferire e c'è scritto: "Entrati nel quadro ‘Redditi’ apparirà un elenco di anni (in ordine decrescente) nel quale risulterà già spuntato l’anno in corso (dato obbligatorio, attraverso il quale indicare il reddito previsto)".
      Per questo motivo ho inteso "reddito previsto" (sul manuale INPS) come una "previsione" forfettaria dei redditi dell'anno d'imposta corrente, ovvero del 2023, che oltretutto è obbligatorio.
      Volevo dire questo, siamo d'accordo?

      Elimina
    9. Va indicato il reddito presunto dell'anno in corso , che ovviamente può essere solo una stima, basandosi magari su quello che è stato il reddito dello scorso anno.-

      Elimina
  11. Molte grazie, solo un'ultima domanda. Ci sono altre agevolazioni o servizi o il qualsiasi altro beneficio che la mia familiare, che vive in casa di riposo, può ottenere avendo già la disabilità grave (L.104/92 art.3 c.3), la invalidità civile con accompagnamento, un isee socio-sanitario pari a 18 mila euro e la pensione INPS di reversibilità, oltre questo assegno di vedovanza? Al mio CAF mi hanno detto che si possono portare in deduzione alcune spese sanitarie avendo la disabilità grave, altro non si può. Volevo invece chiedere a lei se si può fare altro. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A livello nazionale non è previsto altro, puoi eventualmente consultare i servizi sociali del comune di residenza per verificare se è previsto qualcosa a livello locale.-

      Elimina
  12. Buonasera Gianfranco,e tanti complimenti per quello che fa da anni per tutti noi...vorrei chiederle,se,mia mamma (78 anni)che percepisce reversibilita' di 780€ (dal 2009) e invalida al 100x 100 da Marzo 2021 con accompagnamento da Marzo 2022 avrebbe diritto anche ad un assegno per la sua invalidita'(non so' come si chiama) oppure chiedere la minima ( ha solo 587 settimane per requisito contributivo collegato all'eta' e 614 per requisito contributivo in alternativa' all'eta' .Il suo primo contributo risale al al Gennaio 1960 e l'ultimo ad Aprile 2000,e non ha nessun altra entrata e non possiede nulla.Gtazie mille come sempre ,aspetto con ansia una sua risposta GRAZIE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti!
      Tua madre non ha diritto alla pensione di vecchiaia perché non ha versato almeno 20 anni di contributi, e non ha diritto ad altre pensioni di invalidità previste solo per chi non ha compiuto i 67 anni d'età.-.-
      È previsto però che sulla pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.-

      Elimina
  13. Grazie mille come sempre! se si riferisce all assegno di vedovanza l abbiamo già richiesto .Grazie mille ancora! 🙏

    RispondiElimina
  14. Buongiorno. La ringrazio per le sue risposte che aiutano molti disabili in particolare in difficolta economiche e in questo periodo.
    Vorrei chiederLe tre domanda se possibile:
    Mio fratello, maggiorenne, orfano di entrambi genitori, percepisce la reversibilità dal giorno del decesso del padre (già pensionato exinpdap) defunto 12/2018, inabile totale ad un proficuo lavoro e invalido al 74% con verbale mef 7/2019, in seguito disabile grave 104 art.3 com.3 invalido 84% dal 7/2022. Può Mio fratello chiedere l'assegno di vedovanza? Nel caso da che mese è anno partono gli arretrati e sarà sottoposto a visita dall'Inps dinuovo? Grazie

    RispondiElimina
  15. Vorrei aggiungere:
    Può chiedere anche gli arretrati ANF e da che mese e anno eventualmente nel ns caso gli spettano? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      È previsto dalla normativa che solo sulla pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) + ex INPDAP siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.-
      L'interessato potrebbe essere chiamato a visita e la decorrenza la stabilisce l'INPS.-

      Elimina
    2. Grazie della risposta. l'INPS però ha rigettato la domanda fatta dal CAF, perché dice non era invalido al 100% con accompagnamento o in possesso del verbale commissione medica di inabilità a qualsiasi attività lavorativa. Mi sorge il dubbio che l'inabilità non sia del tipo di quella richiesta dall'INPS, o che nonostante abbia avuto il riconoscimento dal giorno del decesso del genitore defunto della reversibilità per foglio insbile al lavoro a seguito della acquisizione del MEF nel 2019 dell'inabilità totale ad un proficuo lavoro, non sia considerato inabile dal giorno del decesso del genitore. Perché hanno rigettato la domanda? Spero in una sua parere... grazie

      Elimina
    3. Inabilità e invalidità sono due cose diverse perché si può essere inabili ad un proficuo lavoro ma avere nello stesso tempo un'invalidità inferiore all'80%, quindi l'INPS si è regolata correttamente in base alla normativa in essere.-

      Elimina
  16. Buongiorno per richiedere assegno di vedovanza per una persona con accompagnamento e pensione superstiti lavoro dipendenti come deve essere lo stato di famiglia ?? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini del diritto all'assegno di vedovanza, lo stato di famiglia è ininfluente.-

      Elimina
  17. Buonasera, gentilmente un chiarimento riguardo l'assegno di vedovanza, o un dubbio che non capisco, mia mamma a una pensione di reversibilità ex inpdap e poi inps era impigato all' ospedale il consorte, mia mamma a un invalidità del 64% a un eta di 82 anni vive da sola ma a bisogno assistenza, a delle patologie a un sacco di documenti di visite per problematiche tipo ipocusia, ora le chiedo sig. Gianfranco se ne vale la pena presentare la domanda essendo che non a 80% d' invalidità?, il medico chedovrà anche certificare (apponendo la relativa crocetta) che la persona che non è in grado di compiere gli atti quotidiani della vita , non so se con i documenti che a disposizione si puo fare come se fosse un aggravamento ,secondo me devo parlare con il medico di famiglia mia mamma a 5 anni di contributi artgiano ma l' inps non da pensione, minimo 15 anni, le chiedo se posso presentare domanda con 64% d'invalidità, con il reddito ci rientra e SS3 lo devo pagare non lo se ne vale la pena , neanche domanda di accompagnamento posso fare perche diambula grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel caso di tua madre l'unica opzione possibile è quella di presentare all'INPS una domanda di aggravamento per far aumentare la percentuale di invalidità.-

      Elimina
  18. Buonasera, gentilmente avrei bisogno di una conferma in merito alla percezione dell'assegno di vedovanza. Mia madre ottantaseienne, invalida grave 100% senza accompagno dall'anno 2012, è titolare di pensione di reversibilità categoria SO di circa €. 7.000,00 lordi. A queste condizioni può presentare la richiesta dell'assegno e degli arretrati dei cinque anni precedenti? E' necessario allegare alla pratica il certificato medico modello SS3? Verrà comunque chiamata dall'INPS per visita. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assegno di vedovanza 2023: ecco quali documenti servono
      - Un documento che attesti la data di vedovanza.
      - Il documento che recita la categoria e il numero della pensione di reversibilità da lavoro dipendente che si sta percependo.
      - Il verbale o documento equipollente che dimostri l'invalidità totale o al 100%
      Nel caso di tua madre non è quindi necessario il certificato SS3, si possono richiedere 5 anni di arretrati e per quanto riguarda la chiamata o meno a visita deciderà l'INPS in base alla documentazione presentata.-

      Elimina
  19. Salve, dopo 2 richieste dell'assegno di vedovanza ci sono stati negati gli arretrati dei 5 anni precedenti pur avendo i requisiti di invalidità 100%, 104 e accompagnamento già dal 2011 (età di mia madre 83 anni).Ho preso appuntamento inps ma sono stata chiamata al telefono e hanno ribadito che la inabilità al lavoro è stata riconosciuta dal 2021 (momento della prima domanda) e l'ufficio sanitario ha reputato che mia madre non ne ha diritto (pur avendo allegato tutti i verbali della Asl). Non abbiamo inserito il modello SS3 (il caf non c'è lo ha chiesto). Pensa sua questo il problema? La signora dell'INPS dice di rifare la richiesta inserendo questo modello compilato dal medico di famiglia. Lei cosa ne pensa? La ringrazio in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rossella!
      Vi consiglio di ritornare al CAF che a suo tempo vi ha presentato la domanda per far richiede un riesame allegando questa volta il modello SS3.-

      Elimina
  20. Salve, vorrei porre 2 quesiti su questo trattamento, posto che il medico ha inviato il certificato SS3 ed il patronato ha inviato questa domanda:
    - in quale sezione dell'area riservata inps è possibile reperire il certificato SS3 inviato dal medico in formato digitale? ho provato a vedere in fascicolo telematico ma non c'è, c'è solo il certificato medico introduttivo di quando abbiamo chiesto la invalidità.
    - per quanto ne so, è necessario dichiarare i redditi degli anni precedenti per poter avere gli arretrati e difatti ho fornito questi dati al patronato, vorrei sapere in quale sezione dell'area riservata inps posso visionare i dettagli di questa domanda inviata dal patronato. ho già visto in fascicolo telematico ma c'è scritta solo la data d'invio, inoltre ho provato nella sezione "le mie domande", cioè dove io stesso potrei compilarla, ma non c'è.
    Un grazie anticipato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il certificato SS3 è stato trasmesso all'I NPS dal medico e quindi solo il medico può verificarne il contenuto, e lo stesso discorso vale per la domanda trasmessa dal patronato nel senso che solo il patronato può verificarne i dettagli.-
      Non capisco a cosa ti servono certi dettagli ma puoi eventualmente richiederli direttamente al medico e al patronato.-

      Elimina
  21. Mi chiedevo solo se si potessero avere i pdf di questi 2 documenti dal sito INPS, tutto qui, esattamente come è stato possibile per il certificato medico introduttivo (ap68) quando il medico l'aveva trasmesso per la invalidità... non è una questione di sfiducia, ci mancherebbe altro :-)

    Vorrei chiederle un'altra cosa.
    Ammettiamo che, precedentemente, io stesso (tramite SPID) abbia inviato questa domanda dalla mia area riservata INPS però abbia dimenticato di allegare il certificato SS3 e dunque sia stata rigettata. Inoltre, come detto, adesso il patronato ne ha inviata una nuova con SS3. In uno scenario del genere, adesso sarebbe possibile per me, sempre accedendo con SPID, aggiungere SS3 alla domanda che mi avevano rigettato chiedendone un riesame per velocizzare i tempi di evasione, oppure ormai quella nuova del patronato ha sostituito quella mia vecchia e non si può più aggiungere nulla, ovvero chiederne un riesame?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il patronato per poter inviare una nuova domanda ha prima dovuto far annullare la precedente e ti consiglio quindi di non prendere iniziative autonome, per la serie: a ognuno il suo mestiere.-

      Elimina
  22. Buonasera dott. Censori, mia mamma 82 anni è stata riconosciuta invalida al 100% ad aprile 2023 con decorrenza della domanda gennaio 2022. Ha fatto domanda per assegno di vedovanza ad ottobre 2023 e gli sono stati riconosciuti gli arretrati solo per l'anno 2023. Le chiedo se gli arretrati decorrono dalla data di riconoscimento dell' invalidità (quindi gennaio 2022) o per 5 anni da quando ha presentato la domanda dell' assegno di vedovanza? Grazie anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La data di decorrenza dell'assegno di vedovanza la stabilisce l'INPS in base alla data di presentazione della domanda e in base alla data di riconoscimento dell'invalidità.-

      Elimina
  23. Buonasera, vorrei esporre un caso pratico relativo agli Assegni al Nucleo Familiare (ANF).

    Situazione familiare (persone conviventi e nello stesso stato di famiglia):

    A) più di sessantacinque anni, vedova, inabile al 100% (invalido ultrasessantacinquenne con impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore (L. 508/88)), titolare di pensione di reversibilità del marito superstiti dei lavoratori dipendenti (SO), pensione propria di vecchiaia dei commercianti e indennità di accompagnamento (prestazioni invalidi civili). Fiscalmente non familiari a carico.

    B) figlia di A: più di sessantacinque anni, divorziata, inabile al 100% (invalido con totale e permanente inabilità lavorativa 100% e con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani (L. 18/80)), titolare di pensione di invalidità dipendente dello Stato e indennità di accompagnamento (prestazioni invalidi civili). Fiscalmente non familiari a carico.

    C) unico figlio di B e nipote di A, maggiorenne, non inabile. Fiscalmente non familiari a carico.

    A quali ANF hanno diritto (singolarmente e/o congiuntamente) i soggetti A, B e C? E quali sono le tabelle a cui fare riferimento per le soglie reddituali?

    Ringraziando, saluto cordialmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili
      Ovviamente il discorso vale per A + B in quanto C ai fini ANF non fa parte del nucleo familiare e non ha diritto agli assegni familiari.-

      Elimina
    2. Le soglie reddituali di cui alla Tab. 19 sono da riferirsi singolarmente al reddito di A e al reddito di B oppure complessivamente ai redditi di A + B?
      Ringraziando, saluto cordialmente.

      Elimina
    3. In altre parole A e B hanno diritto ad un ANF ciascuno per la cui soglia reddituale si fa riferimento singolsrmente al reddito di A e al reddito di B oppure ad solo ANF per la cui soglia reddituale si fa riferimento alla somma del reddito di A e del reddito di B?
      Ringraziando, saluto cordialmente.

      Elimina
    4. Per soglia reddituale si fa riferimento alla somma del reddito di A + quello di B.-

      Elimina
    5. Perché al reddito della nonna vedova ed invalida al 100% deve sommarsi anche il reddito della figlia (mia mamma)? Solo perché vivono assieme? Convivo anche io con loro eppure il mio reddito non incide. Non si può fare domanda solo per nonna che ha un reddito inferiore a euro 31.569,47? La ringrazio.

      Elimina
    6. Chi presenta la domanda deve dichiarare i suoi redditi e i redditi dei familiari per i quali richiede gli assegni familiari.-

      Elimina
    7. Quello che volevo sapere è se uno può chiederli solo per sè dichiarando solo il proprio reddito pur convivendo con altri familiari. La ringrazio.

      Elimina
    8. Non esistono assegni familiari solo per se stessi a meno che non si sia vedovo/a con invalidità superiore all'80%.-

      Elimina
    9. Si la nonna è vedova, invalida al 100% e il reddito della pensione è superiore al 70% del suo reddito complessivo. In questo caso può chiedere l'ANF tabella 19 solo per lei dichiarando il solo suo reddito pur convivendo con altri familiari?

      Elimina
    10. SI!
      La nonna può richiedere l'ANF per se stessa dichiarando solo i suoi redditi.-

      Elimina
  24. Buongiorno,vorrei chiedere gentilmente un chiarimento riguardo l'assegno di vedovanza.io prendo 640 eu pero vorrei andare lavorare anche fisso opure stagionale 600-700/ mese . dopo non e che mi tolgono via la l'assegno di vedovanza ? fina che paga posso prendere per non perdere l'assegno di vedovanza ??? grazie mille anticipamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assegno di vedovanza:
      Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili
      Periodo dal 01/07/2023 al 30/06/2024 (circ. 55 del 09/06/2023 INPS) :
      - Reddito familiare fino a euro 31.569,47 = euro 52,91
      - Reddito familiare da 31.569,48 fino a euro 35.413,24 = euro 19,59
      - Reddito familiare da 35.413,25 non spettano assegni familiari

      Elimina
  25. Buonasera mi scusi questo tabela a me non mi riguarda ,sono 52 anni...5 anni sono vedova non ho nessuno e vorrei andare a lavorare pero mi hanno detto se oltre da mia l'assegno di vedovanza che 630 eu e vado lavorare per esempio per 600 eu al mese =1230 dopo mi possono tirare via da l'assegno di pensione redito o ridurre ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammontare dei redditi:
      - Reddito fino a euro 20.087,73 nessuna riduzione
      - Reddito da euro 20.087,74 a euro 26.783,64 - riduzione del 25%
      - Reddito da euro 26.783,65 a euro 33.479,55 - Riduzione del 40%
      - Reddito da euro 33.479,55 - Riduzione del 50%

      Elimina
    2. Buongorno anche tredicesimo gli conta dentro questo 20.087,73 ????

      Elimina
    3. SI!
      Conta anche la tredicesima e comunque puoi verificare il tuo reddito dal 730 o dal CUD.-

      Elimina