venerdì 24 giugno 2022

Assegni Nucleo Familiare dal 01/07/2022 al 30/06/2023

Secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo 29 dicembre 2021 n. 230, che ha istituito l'Assegno Unico Universale, per i figli a carico le regole sull'ANF sono state modificate. L'AUU ha abrogato dal 1° marzo 2022 l'assegno per il nucleo familiare per i nuclei con figli e orfanili. Dunque i nuovi livelli di reddito familiare riguardano esclusivamente i nuclei con familiari diversi come stabilito dalla circolare INPS n. 65 del 30/05/2022 e cioè:

Coniugi

Fratelli

Sorelle

Nipoti

Conseguentemente all'introduzione dell'Assegno Unico Universale, la rivalutazione dell'ANF sui requisiti di reddito è stata predisposta solo con riferimento a specifiche categorie: Ovvero quelle per i nuclei familiari:

Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili diversi dai figli.-

Tab. 20A – Nuclei familiari con entrambi i coniugi e senza figli (I n cui sia presente almeno un fratello, sorella o nipote inabile).-

Tab. 20B - Nuclei monoparentali senza figli (in cui sia presente almeno un fratello, sorella o nipote inabile).-

Tab. 21A - Nuclei familiari senza figli (in cui non siano presenti componenti inabili).-

Tab. 21B – Nuclei monoparentali senza figli con almeno un fratello, sorella o nipote (in cui non siano presenti componenti inabili.-

Tab. 21C – Nuclei familiari senza figli (in cui sia presente almeno un coniuge inabile e nessun altro componente inabile).-

Tab. 21D – Nuclei monoparentali senza figli con almeno un fratello, sorella o nipote (in cui solo il richiedente sia inabile).-


Tab. 21A – Nuclei familiari con entrambi i genitori, senza figli, assenza di inabili.-

Reddito familiare annuo da euro 00.000,00 a euro 14.228,97 = euro 46,48

Reddito familiare annuo da euro 14.228,98 a euro 17.785,43 = euro 36,15

Reddito familiare annuo da euro 17.785,44 a euro 21.341,90 = euro 25,82

Reddito familiare annuo da euro 21.341,91 a euro 24.896,98 = euro 10,33

Reddito familiare annuo da euro 24.896,99 non spettano assegni familiari

------------------------------------------------------------------------------------------------

Il decreto-legge 8 giugno 2021, n. 79 riconosce agli aventi diritto all’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF), a decorrere dal 1° luglio e fino al 31 dicembre 2021, una maggiorazione di 37,5 euro per ciascun figlio, per i nuclei familiari fino a due figli, e di 55 euro per ciascun figlio, per i nuclei familiari di almeno tre figli.

L'assegno è corrisposto alle seguenti categorie: Lavoratori dipendenti Lavoratori iscritti alla gestione separata Lavoratori agricoli Lavoratori domestici Lavoratori di ditte cessate, fallite o inadempienti Titolari di NASPI o di disoccupazione agricola

La maggiorazione è riconosciuta anche in presenza di figli maggiorenni inabili, e di figli di età compresa tra i 18 e i 21 anni se studenti o apprendisti e appartenenti a nuclei numerosi.-

Si precisa che l'assegno per il Nucleo Familiare non è compatibile con l'Assegno Unico Temporaneo per i figli minori.-

ASSEGNI FAMILIARI dal 01/07/2021 al 30/06/2022 (circ.92 del 30/06/2021 INPS)

Tab. 11 – Nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore, in cui non siano presenti componenti inabili.-

Tab. 12 – Nuclei familiari con un solo genitore e almeno un figlio minore in cui non siano presenti componenti inabili.-

Tab. 13 – Nuclei familiari orfanili composti solo da minori non inabili.-

Tab. 14 - Nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile e nuclei familiari con entrambi i genitori, senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile.-

Tab. 15 – Nuclei familiari con un solo genitore e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile e nuclei familiari con un solo genitore, senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile.-

Tab. 16 – Nuclei familiari orfanili composti da almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile.-

Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili.-

Tab. 20A – Nuclei familiari con entrambi i coniugi e senza figli (I n cui sia presente almeno un fratello, sorella o nipote inabile).-

Tab. 20B - Nuclei monoparentali senza figli (in cui sia presente almeno un fratello, sorella o nipote inabile).-

Tab. 21A - Nuclei familiari senza figli (in cui non siano presenti componenti inabili).-

Tab. 21B – Nuclei monoparentali senza figli con almeno un fratello, sorella o nipote (in cui non siano presenti componenti inabili.-


Tab. 21A – Nuclei familiari con entrambi i genitori, senza figli, assenza di inabili.-

Reddito familiare annuo da euro 00.000,00 a euro 13.963,66 = euro 46,48

Reddito familiare annuo da euro 13.963,67 a euro 17.453,81 = euro 36,15

Reddito familiare annuo da euro 17.453,82 a euro 20.943,96 = euro 25,82

Reddito familiare annuo da euro 20.943,97 a euro 24.432,76 = euro 10,33

Reddito familiare annuo da euro 24.432,77 non spettano assegni familiari



In questo articolo riporteremo informazioni utili sugli assegni per il nucleo familiare, con validità da luglio 2021 a dicembre 2021.

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Assegni Per il nucleo Familiare 

L'assegno per il nucleo familiare è previsto per aiutare le famiglie dei lavoratori dipendenti, pubblici e privati e dei pensionati da lavoro dipendente, i cui nuclei familiari sono composti da più persone e i cui redditi sono al di sotto delle fasce di reddito massime stabilite dalla legge.

A decorrere dal 1° aprile 2019, la domanda di Assegno per il Nucleo Familiare dei dipendenti privati di aziende non agricole deve essere presentata direttamente all’INPS esclusivamente in modalità telematica.
La domanda di Assegno per il Nucleo Familiare deve essere presentata dal lavoratore all’INPS attraverso il servizio online dedicato o tramite i servizi telematici offerti dagli enti di patronato.

A chi spetta

Spetta ai lavoratori dipendenti in attività, ai disoccupati indennizzati, ai lavoratori cassaintegrati, ai lavoratori in mobilità, ai lavoratori in malattia o in maternità e ai pensionati ex lavoratori dipendenti; spetta anche ai lavoratori con contratto a termine.
Per averne diritto è necessario che il reddito familiare non superi determinati limiti, stabiliti ogni anno dalla legge; è costituito da quello del richiedente e di tutte le persone che compongono il nucleo familiare, prodotto nell'anno solare precedente; decorre dal I° luglio di ogni anno ed ha valore fino al 30 giugno dell'anno successivo.

Redditi

Ai fini del diritto all'assegno familiare si considera la somma dei redditi complessivi assoggettati all'IRPEF di tutti i componenti, compresa la casa di abitazione, gli assegni familiari periodici corrisposti dal coniuge separato o divorziato, i redditi i redditi esenti da imposta, e quelli soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d'imposta o imposta sostitutiva, (ad esempio, le borse di studio, la pensione e l'assegno sociale, indennità per ciechi, sordomuti, invalidi civili, Interessi dei depositi e dei c/c bancari e postali,interessi di CCT, BOT e i proventi da investimento).
Rientrano tra i redditi soggetti ad imposta sostitutiva e pertanto vanno computati nel reddito familiare i premi alla produttività solo qualora il loro ammontare superi complessivamente il limite di 1.032,91 euro al lordo delle ritenute, riferito all'intero nucleo.
In caso di perdite d'esercizio derivanti dalla partecipazione ad una società di persone in contabilità ordinaria o semplificata è possibile detrarre, ai fini dell'assegno per il nucleo familiare, dal reddito di lavoro dipendente di uno dei componenti il nucleo le perdite di esercizio derivanti dalla sua partecipazione ad imprese in contabilità semplificata, ma non quelle provenienti da imprese in contabilità ordinaria.
Invece non si computano: Il trattamento di fine rapporto, i trattamenti di famiglia, le rendite vitalizie erogate dall'INAIL, le pensioni di guerra, le pensioni tabellari ai militari di leva vittime di infortunio, le indennità di accompagnamento, le indennità di trasferta, l'assegno di mantenimento dei figli.

Periodo di riferimento del reddito

Il reddito familiare da considerare ai fini della corresponsione degli assegni per il nucleo familiare è quello conseguito nell'anno solare precedente il 1° luglio di ogni anno e rimarrà in vigore fino al 30 giugno dell'anno successivo (esempio per il periodo dal 01/07/2020 al 30/06/2021 fanno fede i redditi dell'anno 2019).

Per chi spetta

Fanno parte del nucleo familiare: il coniuge anche se non convivente, i figli minorenni, i figli maggiorenni inabili, fratelli sorelle e nipoti inabili e familiari residenti all'estero di cittadino straniero (solo se esiste un rapporto di reciprocità con lo Stato di provenienza o sia stata stipulata una convenzione in materia di ANF).
Per i nuclei familiari numerosi, composti cioè da almeno 4 figli o equiparati di età inferiore a 26 anni, si avrà diritto all'assegno al nucleo familiare oltre che per i figli minori anche per i maggiori di anni 18 (compiuti) ed inferiore a 21 anni purché studenti o apprendisti.

Incidenza in percentuale del reddito da lavoro dipendente

L'assegno per il nucleo familiare non spetta se la somma dei redditi da lavoro dipendente e/o assimilati, da pensione o da altra prestazione previdenziale derivante da lavoro dipendente è inferiore al 70% del reddito familiare complessivo.

Chi paga

Ai lavoratori in attività l'assegno familiare viene pagato dal datore di lavoro in occasione del pagamento della retribuzione. Il datore di lavoro chiede poi all'INPS il rimborso delle somme pagate. Per colf, operai agricoli dipendenti, disoccupati ecc., l'assegno viene pagato direttamente dall'INPS.
Ai pensionati l'assegno familiare viene pagato direttamente dall'INPS insieme alla rata di pensione.

L'autorizzazione dell'INPS

In generale, il datore di lavoro corrisponde l'assegno al nucleo familiare al dipendente che ne fa richiesta e che dimostra di averne diritto.
Però in alcuni casi particolari la corresponsione dell' assegno per il nucleo familiare è subordinata ad una preventiva autorizzazione da parte dell'INPS, da richiedere esclusivamente per via telematica con il mod. ANF42 (l'autorizzazione è necessaria ad esempio in caso di figli di divorziati o separati legalmente o del coniuge già divorziato, figli dell'altro coniuge nati da precedente matrimonio sciolto per divorzio, fratelli, sorelle e nipoti, soggetti maggiorenni inabili, o per i nipoti intesi come i figli dei figli se i genitori sono senza redditi).

Assegno per il Nucleo Familiare ai Lavoratori Parasubordinati

È una prestazione istituita per aiutare le famiglie dei lavoratori parasubordinati iscritti alla Gestione Separata, di cui all'art.2, comma 26, legge 335/95, che non siano iscritti ad altre forme pensionistiche obbligatorie e non siano pensionati.
L’importo dell’assegno varia, come per i lavoratori dipendenti, in base al numero dei componenti, alla tipologia e al reddito complessivo percepito dal nucleo stesso, secondo quanto stabilito nelle tabelle reddituali pubblicate ogni anno.
I redditi da dichiarare sono, oltre quelli la cui dichiarazione è già prevista per i lavoratori dipendenti, anche quelli derivanti dalle attività indicate all’art. 2, c. 26, L.335/95.
Pertanto, in questo caso, il reddito complessivo del nucleo familiare deve essere composto, per almeno il 70%, da reddito derivante da lavoro dipendente ed assimilato o da reddito derivante dalle attività indicate all’art. 2, c. 26, L.335/95. In caso di nuclei a composizione reddituale mista, è data la possibilità di considerare realizzato il requisito del 70% di redditi da lavoro dipendente ed assimilato con la somma dei redditi da lavoro dipendente e dei redditi derivanti da attività di lavoro parasubordinato.
Ai lavoratori in questione l'assegno familiare sarà corrisposto per tutto il periodo che, ai fini previdenziali, risulti coperto dalla specifica contribuzione, comprensiva dell’aliquota contributiva aggiuntiva dello 0,72% (0,50% fino al 6/11/07), specificamente introdotta dalla legge 449/97, art. 59, comma 16, per il finanziamento delle prestazioni di maternità e degli assegni per il nucleo familiare.
La domanda deve essere presentata esclusivamente attraverso uno dei seguenti canali:
  • WEB - servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino munito di PIN attraverso il portale dell’Istituto - servizio di “Invio OnLine di Domande di prestazioni a Sostegno del reddito”, funzione ANF Gestione Separata; 
  • Patronati - attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi; 
  • Contact Center - attraverso il numero 803164 gratuito da rete fissa o il numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico. 
A decorrere dal 1° febbraio dell’anno successivo a quello per il quale vengono richiesti gli assegni. Qualora la domanda venga presentata per un periodo pregresso, gli arretrati spettanti vengono corrisposti nel limite massimo di 5 anni (prescrizione quinquennale).


Assegno Familiare ai Lavoratori Domestici

I lavoratori domestici hanno diritto alla corresponsione dell’ assegno per il nucleo familiare, ma a differenza dei lavoratori subordinati il pagamento non avviene da parte del datore di lavoro, bensì direttamente dall’INPS. La richiesta va quindi effettuata direttamente all’INPS via internet, tramite accesso alla propria area riservata sul portale www.inps.it o tramite patronato.
L'assegno per il nucleo familiare è pagato direttamente dall’INPS con due rate semestrali posticipate secondo la modalità scelta dall’interessato nel modello di domanda (bonifico presso l’Ufficio Postale, accredito sul conto corrente bancario o postale).
La misura dell’assegno varia oltre che in base al reddito lordo complessivo e al numero dei componenti il nucleo familiare anche in base alle ore di lavoro.
Ai lavoratori domestici spettano tanti assegni familiari giornalieri quanti ne risultano dal quoziente che si ottiene dividendo per quattro il numero delle ore di lavoro risultanti dalla contribuzione complessivamente versata o dovuta nel trimestre, da uno o più datori di lavoro, e per un massimo di sei assegni giornalieri per ogni settimana.


ASSEGNI FAMILIARI dal 01/07/2020 al 30/06/2021 (circ. 60 del 21/05/2020 INPS)

Tab. 11 – Nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore, in cui non siano presenti componenti inabili.-
Tab. 12 – Nuclei familiari con un solo genitore e almeno un figlio minore in cui non siano presenti componenti inabili.-
Tab. 13 – Nuclei familiari orfanili composti solo da minori non inabili.-
Tab. 14 - Nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile e nuclei familiari con entrambi i genitori, senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile.-
Tab. 15 – Nuclei familiari con un solo genitore e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile e nuclei familiari con un solo genitore, senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile.-
Tab. 16 – Nuclei familiari orfanili composti da almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile.-
Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili.-
Tab. 20A – Nuclei familiari con entrambi i coniugi e senza figli (I n cui sia presente almeno un fratello, sorella o nipote inabile).-
Tab. 20B - Nuclei monoparentali senza figli (in cui sia presente almeno un fratello, sorella o nipote inabile).-
Tab. 21A - Nuclei familiari senza figli (in cui non siano presenti componenti inabili).-
Tab. 21B – Nuclei monoparentali senza figli con almeno un fratello, sorella o nipote (in cui non siano presenti componenti inabili.- 
 

Tab. 21A – Nuclei familiari con entrambi i genitori, senza figli, assenza di inabili.-

Reddito familiare annuo da euro 00.000,00 a euro 13.963,66 = euro 46,48
Reddito familiare annuo da euro 13.963,67 a euro 17.453,81 = euro 36,15
Reddito familiare annuo da euro 17.453,82 a euro 20.943,96 = euro 25,82
Reddito familiare annuo da euro 20.943,97 a euro 24.432,76 = euro 10,33
Reddito familiare annuo da euro 24.432,77 non spettano assegni familiari




Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate sugli assegni familiari puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it. Iscriviti alla CGIL. Perché? Perché è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

170 commenti:

  1. Salve,

    ho inoltrato la richiesta di rinnovo ANF per il 2021/2022 il 6/7 scorso. Ancora oggi lo stato è su "Segnalazione/Verifica".

    Da premettere che ho cambiato lavoro nel 2020 con inizio nuovo contratto di lavoro a partire dal 01/07/2020.

    Devo rifare l'autorizzazione? Ho provato ma non permette di inviare la domanda. Devo inserire i dati dei miei due bambini e anche quello di mia moglie?

    Chi mi può aiutare per rinnovare l'autorizzazione?

    Grazie infinite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domanda inoltrata 17 giugno ferma a segnalazione/verifica niente quest'anno inps sta dormendo intanto questo mese è saltato...retroattivi?Sì certo ma questo mese i soldi saranno meno...personalmente adirò le vie legali contro la sede di competenza

      Elimina
    2. Purtroppo fino a metà giugno l'INPS non sapeva come regolarsi a livello di ANF in vista dell'entrata in vigore dell'assegno unico, quindi da fine giugno in poi sono state presentate una "marea" di domande che l'INPS ha bisogno di tempo per evaderle.-

      Elimina
  2. Salve e grazie per la Sua risposta.

    Ma lei ha dovuto rifare anche la domanda di Autorizzazione? elì che è complicato. Oltre i miei due bambini, devo includere anche mia moglie? Il fatto è che....dove trovo la voce coniuge?

    finchè non si fa questa autorizzazione lo sto della pratica rimarrà sempre in segnalazione/verififca.

    Poco fa ho cercato di accedere al sevicio su myinps e dice che è momentaneamente non disponibile! Andiamo male, molto male....

    Grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per praticità i commenti alle mie risposte vanno inseriti come "rispondi" alle mie risposte, altrimenti non riesco a risalire alle domande iniziali.-

      Elimina
  3. Ho fatto la domanda il 27 giugno, ora 28 luglio scopro che la domanda è in segnalazione/verifica senza motivazione. Non ho mai fatto autorizzazioni, non rientrando in una delle categorie specifiche, e ho compilato il modello come l'anno precedente... devo preoccuparmi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo fino a metà giugno l'INPS non sapeva come regolarsi a livello di ANF in vista dell'entrata in vigore dell'assegno unico, quindi da fine giugno in poi sono state presentate una "marea" di domande che l'INPS ha bisogno di tempo per evaderle.-

      Elimina
  4. Salve. Ho presentato domanda Anf il 28 di giugno. Ho controllato ma la domanda ad oggi è in stato segnalazione/verifica. Io non devo autorizzare nulla come gli altri anni. Devo preoccuparmi? Che posso fare? Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo fino a metà giugno l'INPS non sapeva come regolarsi a livello di ANF in vista dell'entrata in vigore dell'assegno unico, quindi da fine giugno in poi sono state presentate una "marea" di domande che l'INPS ha bisogno di tempo per evaderle.-

      Elimina
  5. Buonasera, ho fatto richiesta ANF e sul sito Inps mi dice domanda accolta? Devo avvisare io il mio datore di lavoro oppure lo fa direttamente l'Inps?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi avvisare il datore di lavoro che la domanda è stata accolta, anche se lo rileverà direttamente consultando il cassetto previdenziale aziendale.-

      Elimina
  6. Salve. Ho presentato domanda anf sulla disoccupazione il 2 luglio. È stata acquisita l'8 luglio. Siccome sono separata l'autorizzazione anf è stata già inserita la prima volta che chiesi gli assegni ossia gennaio 2020. Ad oggi la nuova domanda è stata respinta (nucleo non autorizzato). Com'è possibile? Sul sito risulta ancora acquisita ma linps ha mandato questa comunicazione. (Reiezione anf prest nucleo non autorizzato). Attendo una risposta. Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano!
      L'INPS all'atto della presentazione della domanda di ANF verifica se l'autorizzazione è ancora in corso di validità, quindi nel tuo caso o è scaduta o c'è stata una qualche variazione, tipo cambio d residenza, quindi solo l'INPS stessa può darti un'informazione precisa in merito.-

      Elimina
  7. Buongiorno dott.Censori
    Volevo sapere nel mio cud nella voce tassazione separata e specificato un importo di euro 1500 circa, rigo 512 , devo inserirlo anche come reddito quindi sommato ai redditi di lavoro dipendente nel compilare la domanda di assegno familiare? Cordialmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca!
      SI!
      Ai fini del calcolo degli assegni familiari vanno dichiarati anche i redditi soggetti a tassazione separata.-

      Elimina
  8. Salve Dott. cosa significa "la domanda è stata respinta:redditi dichiarati non corrispondenti alle risultanze istruttorie"? sono un lavoratore dipendente con 2 figli ed è da 14 anni che percepisco gli assegni, ma quest'anno non l'hanno accettata per il motivo sopra, come devo fare?. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michele!
      Presumo che ci sia stato un errore nella compilazione della domanda di ANF infatti l'INPS può collegarsi con l'Agenzia delle Entrate e verificare se i redditi dichiarati corrispondono a quelli risultanti nella dichiarazione dei redditi o nella certificazione unica.-

      Elimina
    2. Salve ho lo stesso problema, ma i redditi dichiarati non sono quelli presenti sul 730 dell' anno precedente?....abbiamo sempre fatto nello stesso modo e mai avuto problemi, nel caso non accettassero nuovamente la richiesta, posso farmeli erogare il nella disoccupazione agricola che richiederò a marzo 2022?
      Ovviamente facendo prima la richiesta per il passaggio dal mio compagno a me dell' autorizzazione.
      Grazie infinite

      Elimina
    3. Nella domanda di ANF per il periodo dal 01/07/2021 al 30/06/2022 vanno dichiarati i rediti del 2020 risultanti nel 730/2021.-

      Elimina
  9. Buonasera Avv.to Sartori, a Settembre riceveró un aumento do 37,5 euro sugli ANF , sará solo fino al 31 Dicembre?A Gennaio li toglieranno di nuovo?Saranno sostituiti dall'assegno unico o torneró a ricevere 137,5 euro per l unica figlia minorenne?
    Ringrazio
    Saluti
    Cristian

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da gennaio dell'anno prossimo andrà in vigore l'assegno unico per tutti, cioè dipendenti, autonomi e disoccupati, che non sarà più legato ai redditi dell'anno precedente ma dall'ISEE, quindi l'importo sarà diverso rispetto all'attuale.-

      Elimina
    2. Grazie per l'aiuto Dott.Censori.
      Saluti

      Elimina
  10. Buonasera Avv.to Sartori, ho dimenticato di chiederle se riceveró i 978 euro del Bonus Irpef (pensione Lorda 738 mensili, tra 8 e 28 Mila euro annui)...se SI quando dovrei riceverli?
    Saluti
    Cristian

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusi...Censori*...il T9 inganna.

      Elimina
    2. Se non risultano calcolati sulla pensione potrai recuperare l'importo con la dichiarazione dei redditi del prossimo anno.-

      Elimina
    3. Grazie ancora per l'aiuto.
      Saluti

      Elimina
  11. Buonasera dott. Censori, mio marito il 1 luglio ha presentato la domanda per l'assegno familiare ma nella busta paga di agosto non l'ha percepita. È possibile che l'operatore Caf abbia sbagliato presentando l'assegno unico? (Mio marito è un lavoratore dipendente)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mese di agosto non è ancora finito quindi presumo che tuo marito ha ricevuto ad agosto la busta paga di luglio, è quindi possibile che riceverà gli ANF a settembre con la busta paga di agosto, compresi ovviamente anche gli arretrati di luglio.-

      Elimina
    2. Grazie dott.Censori per aver risposto alla mia domanda�� quindi per lei è impossibile che il caaf abbia sbagliato presentando la domanda assegno unico giusto?

      Elimina
    3. In effetti non credo che il CAF abbia sbagliato perché non possono non sapere la differenza tra assegno per il nucleo familiare e assegno unico.-

      Elimina
    4. Grazie mille�� tanti saluti

      Elimina
  12. Gentilissimo Dott.Censori, ad oggi il sito dell'INPS riporta lo stato dell'ANF "Segnalazione/Verifica". Io non rientro nelle casistiche dell'autorizzazione preventiva. Possibile, come ha detto più volte lei, che sia dovuto ancora a semplici ritardi per la troppa mole di lavoro dei funzionari INPS? In questo caso, visto che per questo mese non ho ricevuto l'assegno, come funziona per ricevere l'assegno di Luglio? Devo fare una domanda particolare o in automatico, quando rientrerà a regime, l'INPS la sommerà a quella del prossimo mese? Io la domanda l'ho fatta in tempo, essendo dipeso da loro il mancato pagamento, dovrebbero in automatico versare l'arretrato? Grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicola!
      Non mi dici quando hai presentato la domanda perché il ritardo di un mese o un mese e mezzo ci può stare, mentre se è di più può esserci stato un qualche errore nella compilazione della domanda.-
      Comunque in caso di errori l'INPS manda delle comunicazioni e la decorrenza sarà dal 1° luglio quindi verranno corrisposti automaticamente anche gli eventuali arretrati.-

      Elimina
    2. Grazie per la risposta. Ho presentato la richiesta il 6 Luglio 2021. Comunque ho inviato richiesta di spiegazioni con il servizio INPS RISPONDE. Il mio patronato ha ricontrollato la richiesta e mi ha detto di non aver rilevato nessun errore..speriamo rispondano presto. Grazie ancora.

      Elimina
    3. Ciao Nicola!
      In effetti per una domanda presentata il 6 luglio dovrebbe già esserci una risposta, ma se il patronato ti ha confermato che non risultano errori vuol dire che c'è solo un ritardo e che quindi la tua pratica dovrebbe essere definita i prossimi giorni.-

      Elimina
  13. Salve, ho rinnovato anf inizi luglio, la pratica esce in segnalazione verifica necessita l'autorizzazione per una delle mie figlie perché e nata prima del matrimonio.. mi sono informata ed ho avuto risposte differenti, alcuni mi dicono di presentare l'autorizzazione altri che non c'è di bisogno dopo essersi sposati, cosa dovrei fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non capisco da chi ti sei informata!
      Infatti se l'INPS ti fa una richiesta tu devi solo evaderla perché sono loro che dettano le regole, quindi se non richiedi l'autorizzazione per la figlia nata prima del matrimonio la tua domanda di ANF non verrà evasa.-

      Elimina
    2. Salve, io ho lo stesso problema. Anf ricevuti regolarmente per 4 anni. Quest'anno mi chiedono autorizzazione per figlia nata una settimana prima del matrimonio. Provato a richiedere l'autorizzazione ma è stata respinta senza specificare motivazione. I call center una volta dice che serve e un'altra NO.

      Elimina
    3. Spero che gli uffici dell'INPS riaprano presto al pubblico visto che quasi tutti i lavoratori privati sono rientrati in servizio in azienda e solo i pubblici continuano a lavorare da casa.-
      Comunque il tuo problema non è di chiedere ai call center se serve o no l'autorizzazione ma di conoscere la motivazione per la quale è stata respinta, quindi devono esaminare la tua pratica e non darti una risposta generica.-

      Elimina
  14. Buongiorno. Siamo una famiglia di 4, rinnovati ANF in 2020 senza qualsiasi problema. Questo anno, i lo rinnovò e INPS mi inviai lettera che "nucleo non autorizato. La cosa interessante è che, i non ha chiesto per Autorizzazione prima che. Non Ho cambiato Commune anche. Che potrebbe essere il problema?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito l'INPS manda questa comunicazione quando è necessaria un'autorizzazione preventiva dell'INPS per i figli se i genitori non sono coniugati, o è necessario un rinnovo se l'autorizzazione è scaduta.-
      Se invece siete regolarmente coniugati allora è possibile che ci sia stato un errore nella compilazione della domanda.-

      Elimina
  15. Salve. Ho la domanda in stato lavorazione da calcolare cosa significa? È stata accolta? Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domanda in stato di lavorazione significa che la pratica è ancora in sospeso e quindi devi attendere che venga evasa.-

      Elimina
  16. Buona sera, ho fatto domanda ed e stata respinta x redditi dichiarati non corrispondenti alle risultanze istruttorie. Può spiegarmi il significato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella domanda di ANF vanno dichiarati tutti i redditi, di entrambi i coniugi se si è coniugati, che vengono verificati dall'INPS collegandosi con l'agenzia delle Entrate, presumo quindi che nel tuo caso i dati non coincidono.-

      Elimina
    2. Stesso problema mio ma io non sono coniugata convivo eppure me l'anno respinta perché

      Elimina
    3. Ciao Michaela!
      Presumo che nel tuo caso ci sia un problema con l'autorizzazione da parte dell'INPS necessaria per i genitori non coniugati.-

      Elimina
  17. Buongiorno Gianfranco,ho notato che dal sito inps è possibile scaricare in pdf la ricevuta per la domanda inerente gli ANF. Mentre quando l'inps conferma il tuo diritto a riceverli quindi accetta la tua richiesta, questa conferma appare su due pagine internet con il dettaglio voci, la cosa strana è che non sono scaricabili in pdf ma vanno salvate come pagine internet e non capisco il perché. Questo spesso crea problemi nel fare lo screenshoot e inoltrarlo ai consulenti del lavoro. Con l'odierno consulente trovo difficoltà nel fargli capire che non ci sono documenti pdf da scaricare, mentre il vecchio consulente quando gli allegavo gli screenshoot presi dal mio profilo online inps me li pagava. subito.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei tu che devi comunicare i dati al datore di lavoro ma è il suo consulente del lavoro che deve scaricarli direttamente prelevandoli dal cassetto previdenziale, quindi il tuo compito è solo quello di informarlo che la domanda è stata presentata ed accolta.-

      Elimina
    2. Il punto è che a lui nel cassetto previdenziale non risultano, mentre nel mio profilo inps risulta che la domanda è stata accolta, con tutti i dettagli della pratica.

      Elimina
    3. Strano!
      Per quello che ne so, quando l'INPS evade una pratica di ANF, deve risultare simultaneamente sia al lavoratore che al datore di lavoro, quindi o il consulente non ti dice la verità o c'è un disguido che deve comunque chiarire lui con l'INPS.-

      Elimina
  18. Ciao Censori, ho rinnovato ANF a giugno, ma l'INPS mi ha mandato una lettera che afferma il nucleo non autorizzato. Ho scoperto che il patronato ha commesso un errore ma è stato risolto. Sul sito web di INPS, lo stato della domanda è accolta a settembre. È possibile ricevere ANF arretrati dai mesi di luglio e agosto o devo richiederlo? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è problema!
      Presumo che nella domanda sia stata indicata come decorrenza degli ANF la data del 1° luglio 2021, quindi gli arretrati ti verranno corrisposti automaticamente.-

      Elimina
  19. Buon giorno, l'ho stato di lavorazione della domanda anf risulta segnalazione/verifica, Secondo voi c'è qualche problema?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Segnalazione/verifica significa che l'INPS sta esaminando la pratica e quindi tra qualche giorno dirà se è tutto a posto o se c'è un qualche problema.-

      Elimina
  20. Al stato di lavorazione c'è Anagrafica familiare eccezione cosa significa ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Significa che l'INPS sta rilevando un'anomalia sul nucleo familiare e che quindi dovrebbero segnalarti di cosa si tratta.-

      Elimina
  21. Buon giorno, ho fatto domanda 7giorni fa,e da circa 4 mi dice che segnalazione/variazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In caso di genitori coniugati l'INPS di solito evade una pratica di ANF nel giro di un paio di settimane, mentre nel caso di genitore celibe/nubile, separato/a o divorziato/a i tempi possono arrivare fino a un mese o due.-

      Elimina
  22. Buongiorno il 7 /7 /2021 ho fatto domanda come al solito x anf tramite patronato...ho l autorizzazione al diritto degli assegni che scade 2023,ho sollecitato l Inps tramite email il 10/09 ora sto ancora in segnalazione/verifica...cosa succede?a parte aspettare come sto già facendo?, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo all'INPS sono in ritardo nell'evasione delle pratiche di ANF quindi non puoi fare altro che attendere o sollecitare ulteriormente l'evasione della tua pratica.-

      Elimina
  23. Buongiorno ,

    la mia azienda mi ha comunicato che scaricando il report pagamenti anf , per la mia richiesta risultano pagamenti paria zero euro mentre sulla mia domanda accolta risultano che dovrei percepire oltre 100 euro al mese. ho girato la domanda evasa alla mia azienda e per loro l'errore sta nell'aver dichiarato di percepire trattamenti di famiglia , praticamente sono stati dichiarati l'importo anf percepito fino al 30 giugno 2021 , per l'azienda devo dichiarare che non percepisco nessun trattamento di famiglia se no va in conflitto con il nuovo pagamento anf. ho fatto richiesta variazione anf , domanda in stato protocollo ok, ora quali potrebbero essere i tempi per essere nuovamente accolta e sbloccarsi i pagamenti sempre se il problema sia come dice la mia azienda?? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Presume che il problema sia effettivamente dovuto all'errata compilazione della domanda di ANF e avendo effettuato la variazione nel giro di 20/30 giorni la tua pratica dovrebbe essere evasa.-

      Elimina
  24. Buongiorno,
    ho inserito nuovamente la richiesta di anf dip includendo i miei figli e mia moglie, inizilamente mi hanno indicato come Nucleo non autorizzato, ora la pratiche ' in segnalazione/verifica. Essendo sposato mi chiedo ma di che tipo di autorizzazione hanno bisogno ? l'autorizzazione anf e' da chiedere anche se sposati ?
    grazie per la risposta
    cordialmente
    marcello morando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marcello!
      NO!
      L'autorizzazione ANF non è da richiedere se si è sposati!
      Comunque la pratica in segnalazione/verifica significa solo che non è stata ancora esaminata da parte dell'INPS e quindi devi solo attendere e sperare che provvedano a breve termine.-

      Elimina
  25. Salve, ad una collega la pratica di richiesta anf risulta tuttora in lavorazione nonostante sia stata presentata sin dallo scorso luglio, ora al caf le hanno presentato una nuova richiesta ex novo, prontamente respinta dall inps causa sovrapposizione delle 2 pratiche... Che può fare? Grazie mille, elisabetta Cicognani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisabetta!
      In effetti se una pratica risulta in lavorazione non bisogna presentare una nuova domanda ma eventualmente bisogna sollecitare la sede INPS di competenza per l'evasione della stessa.-

      Elimina
  26. Buonasera Gianfranco, I redditi da regime forfettario vanno inseriti qualli compresi nel quadro LM 22? (LM6 regime di vantaggio) E nello specifico LM 22 rigp 3 reddito lordo?, oppure LM 22 rigo 5 reddito netto?
    Grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nello specifico devi indicare l'importo indicato al rigo LM22 rigo 5.-

      Elimina
  27. Buonasera Gianfranco, leggo dal suo sito che la domanda per gli ANF va datata dal
    1 luglio 2021 fino al 31 dicembre 2021, questo perche dal nuovo anno entrerà in vigore l'assegno unico per i figli?
    Io però ho anche letto da altre fonti che gli ANF finiranno da giugno 2022. Non mi è chiaro quindi se la domanda anf può essere fatta anche nel 2022.
    Grazie
    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio!
      In teoria a gennaio dovrebbe andare in vigore l'assegno unico, ma in pratica probabilmente ci sarà un rinvio; comunque nella domanda di ANF va indicato il periodo dal 01/07/2021 al 30/06/2022 in modo che si è al riparo da ogni sorpresa.-

      Elimina
  28. Chiedo scusa mi chiamo Primo. Mia mamma 86 anni vedova attualmente percepisce 51.00 euro per ANF quale Vedova per inabile al Proficuo lavoro. Sento parlare di assegno Unico. Ma per le categorie come mia mamma senza figli o nuclei con sole due persone (Coniugi) gli ANF nel 2022 continueranno ad essere pagati? oppure si perderà il beneficio. Si parla solo di ANF per figli ma nessuno parla di queste situazioni. 50 Euro per un pensionato sono pochi ma costituiscono un bell'aiuto?. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Primo!
      La tua è una bella domanda!
      Infatti l'assegno unico è previsto per chi ha figli minorenni e forse verrà esteso fino al compimento dei 21 anni, ma nessuno parla degli ANF per le persone anziane invalide vedove e per gli invalidi maggiorenni; presumo quindi che resteranno ma lo sapremo con certezza presumibilmente a fine anno.-

      Elimina
  29. Buonasera ho percepito dei compensi per una prestazione occasionale e mi è stato dato un cud. Questo compenso va inserito nella domanda anf in altri redditi, oppure come lavoro dipende ed assimilati? Va inserito l'ammontare lordo?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I compensi per una prestazione occasionale vanno dichiarati, inserendo l'importo lordo, come "altri redditi".-

      Elimina
  30. Buongiorno,
    Ho fatto la richiesta all'INPS è stata accolta, però l'azienda non paga. Come devo procedere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi confermare all'azienda che la tua domanda di ANF è stata accolta e che devono quindi provvedere al pagamento; in caso contrario provvederai ad informare l'INPS del mancato pagamento.-

      Elimina
  31. Salve sig. Gianfranco, io ho sempre fatto isee del nucleo familiare a nome di mia moglie perché avendo avuti bambini piccoli rientrava nei vari bonus. La mia domanda è: nel 2022 appena rinnovo isee conviene farla a mio nome visto che a richiedere l'assegno unico sarò io, se rimane sempre a nome di mia migliore e risultano anche i miei redditi e di tutto il nucleo si crea incompatibilità nella domanda che andrò a fare? Grazie e una buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauro!
      Non ha importanza chi richiede l'ISEE perché comprende comunque i redditi e il patrimonio di tutto il nucleo familiare.-

      Elimina
  32. Gianfranco buongiorno,avrei bisogno di informazioni riguardo il nuovo assegno unico .
    Io ho sempre percepito Anf x mia figlia e detrazioni varie al 100% in busta paga.mia figlia minorenne fa parte del mio nucleo familiare. Ora richiedono isee!!
    La situazione mia è la seguente:
    Io ho sempre avuto residenza diversa da quella della mia compagna e nostra fglia; nello specifico:
    Io risiedo come da stato di famiglia con i miei genitori;
    Mia figlia risulta invece vivere con la mia compagna e suo zio in un altro comune.
    Cambia qualcosa? Isee mio come lo calcolo? Bastano i miei redditi , oppure rientrano anche quelli con cui ho residenza?
    Grazie

    RispondiElimina
  33. Le do una precisazione.....Io, la mia compagna e mia figlia abitiamo insieme anche se io ho una residenzadiversa!!, come nucleo familiare risulto io e mia figlia, invece come stato di famiglia risulto io ed i miei genitori...mia figlia no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea!
      Ai fini ISE-ISEE fa fede la residenza, cioè fanno parte dello stesso nucleo familiare tutti quelli che all'anagrafe risultano insieme, e se ci sono dei figli minorenni va aggiunto anche l'altro genitore anche se non convivente.-

      Elimina
  34. Grazie per la risposta !
    Le chiedo quindi ...riguardo all assegno unico come mi devo gestire? Chi deve fare la domanda? Io o la mia compagna? Io ho un isee di 18000, devo aggiungere anche quello di mio padre con la quale risulto ho la residenza?
    O è meglio la presenti la mia compagna ( che risiede con mia figlia) ad isee 0 ma residente con suo zio a reddito isee sopra i 40000 euro?
    Ho letto che sono previste delle maggiorazioni per i primi tre anni per chi già percepiva ANF ( che sarei solo io) ma non ci ho capito molto.....cosa mi consiglia?
    Grazie per la.risposta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea!
      La domanda per l'assegno unico va presentata dal genitore convivente con i figli.-

      Elimina
  35. Buongiorno,al rinnovo della domanda fatta in ritardo (settembre 2021)l INPS é la seconda volta che rifiuta gli assegni familiari a mio marito, comunicando che sono stati respinti perché i dati non corrispondo con i dati anagrafici del comune.
    Premetto che gli assegni precedenti sono stati regolarmente assegnati.
    Ci siamo recati al. Nostro comune di residenza ~ risultiamo sotto lo stesso stato di famiglia ttt é quattro.
    Fino lo scorso Anno provvedeva all autorizzazione per gli assegni dei 2 figli minori.
    Primo figlio nato nel 2017
    L ultimo nato a novembre 2020.
    Sposati a giugno 2021
    Domanda scaduta a giugno 2020, rinnovata a settembre 2021

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quest'anno l'INPS prima di erogare gli ANF effettua un confronto tra i dati indicati nella domanda e quelli risultanti all'anagrafe del Comune di residenza, presumo quindi che nel tuo caso ci sia una discordanza o sulla data del matrimonio o su qualche altro dato, ti consiglio quindi di stampare il dettaglio della domanda presentata a suo tempo e confrontare tutti i dati inseriti con l'anagrafe.-

      Elimina
  36. Buongiorno Gianfranco, volevo chiederle se per il nuovo "assegno unico universale 2022" esiste già una procedura: tipo faccio l'isee 2022 e poi invio la domanda allegando l'isee? Conosce un sito con un tutorial per fare richiesta? Grazie mille Michele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michele!
      La procedura esiste già perché per i lavoratori autonomi e gli inoccupati è già andato in vigore dal mese di luglio, quindi a gennaio prima bisognerà fare l'ISEE e presentare poi la domanda per via telematica, se si è in possesso dello SPID, collegandosi al sito dell'INPS, o rivolgendosi eventualmente a un patronato.-

      Elimina
  37. Buonasera Gianfranco volevo chiederle siccome ho fatto domanda per gli ANF come data di richiesta devo mettere fino al 31 dicembre oppure come sempre inserisco fino a 30 giugno? Grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi mettere come scadenza 30 giugno 2022 anche se in pratica gli ANF ti verranno corrisposti fino a febbraio perché a marzo partirà l'assegno unico.-

      Elimina
  38. Buonasera Gianfranco,essendo un lavoratore agricolo a tempo determinato 151gg. volevo chiederti, dato che la domanda di disoccupazione agricola viene presentata all'INPS,a gennaio 2022 relativa a l'anno 2021,anche gli ANF 2021 saranno percepiti nel 2022;se posso mettere la spunta nella richiesta dell'assegno unico alla voce *Dichiaro di avere diritto alla maggiorazione essendo che il mio nucleo familiare ha percepito gli ANF nel corso del 2021*

    RispondiElimina
  39. Per il 2022 gli ANF mi saranno erogati fino al mese di febbraio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Gli assegni familiari ti saranno erogati fino mese di febbraio 2022 e da marzo andrà in vigore l'assegno unico.-

      Elimina
  40. Salve Sig.GianFranco, le volevo chiedere un informazione per la compilazione assegno unico universale.
    Per la maggiorazione dei genitori che presentano entrambi reddito da lavoro, secondo lei se io ho reddito nel 2021 da naspi e mia moglie da lavoro autonomo devo segnare nella domanda dove dice se i genitori entrambi hanno reddito da lavoro? Per ottenere una maggiorazione di 30€ a figlio minore.

    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauro!
      SI!
      Se entrambi i genitori (indifferente che siano sposati, conviventi, non conviventi, separati o divorziati) percepiscono reddito da lavoro c’è diritto ad una maggiorazione sull’assegno unico pari a 30 euro al mese per ogni figlio, ma solo per ISEE fino a 15mila euro. Per ISEE superiore la maggiorazione diminuisce fino ad annullarsi per ISEE superiore a 40mila euro.-

      Elimina
  41. Salve dottore mi può dare una spiegazione di questa frase.. Redditi dichiarati non corrispondenti alle risultanze istruttorie dal 01.07.2021 al 30.06.2022 grazie anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuol dire che i redditi dichiarati nella domanda di ANF non corrispondono con quelli risultanti nella dichiarazione del redditi.-

      Elimina
    2. Grazie della risposta dottore. Quindi il CAF a sbagliato a fare la domanda deli ANF o la dichiarazione dei redditi.come posso risolvere questo problema o a sbagliato l'imps......

      Elimina
    3. La dichiarazione dei redditi non dovrebbe essere sbagliata e comunque l'INPS non avrebbe titolo per entrare nel merito della stessa, quindi è sbagliata la domanda di ANF che va rettificata da chi l'ha presentata all'INPS.-

      Elimina
  42. Buona sera dottore volevo provi un'altro mio problema mia moglie a 40 anni percepisce una pensione di invalidità per sordomuti, l anno scorso le avevano dato un aumento in automatico senza fare domanda. A dicembre ci siamo accorti che non gli si erano accreditati la tredicesima e neanche l'aumento che le avevano dato. Dopo umese le è arrivata una raccomandata dell'INPS dicendo che la sua pensione è stata ricalcolata dal primo gennaio 2019 sulla base della sua dichiarazione dei redditi per l'anno 2019. Il ricalcolo comprende la revoca della maggiorazione sociale. volevamo sapere la causa di questo cambiamento. Io sono un lavoratore dipendente e la dichiarazione dei redditi è stata fatta
    Dal mio CAF. Ma mia moglie non a nessun altro reddito oltre alla sua pensione di invalidità. Cosa può essere successo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maggiorazioni sociali!
      Limiti di reddito anno 2021:
      - da 60 a 64 anni - Personale 7.038,33 - Coniugale 13.021,97.-
      - da 65 a 69 anni - Personale 7.776,86 - Coniugale 13.760,50.-
      - da 70 anni in poi-Personale 8.476,26 - Coniugale 14.459,90.-

      Elimina
  43. Non è che percaso c'entrano anche i miei assegni familiari visto che melanno bloccati dicendo redditi dichiarati non corrispondenti alle risultanze istruttorie per caso può essere tutto collegato con il problema di mia moglie di cui vi avevo parlato al messaggio precedente. Vi ringrazio in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teoricamente non dovrebbe esserci un nesso tra le due questioni!
      Spero comunque che vi siate rivolti allo stesso patronato e CAF per tutte le pratiche di entrambi, altrimenti presumo che ci sarà uno scaricabarile e non ne uscirete in tempi brevi.-

      Elimina
  44. Quindi per mia moglie il problema della revoca della maggiorazione è per il reddito? Comunque per le pratiche mi sono rivolto allo stesso CAF. Grazie tantissimo buona serata



    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Per il diritto alla maggiorazione sociale contano anche i tuoi redditi.-

      Elimina
  45. Salve signor Gianfranco le volevo cortesemente chiedere io ho fatto domanda anf il27/07/21 ora inps mi dice che la domanda è respinta perché i redditi dichiarati non corrispondono alle istruttorie
    Io ho fatto ciò che faccio ogni anno presento 730 e anf insieme noi fino alla busta paga di 12/21 li abbiamo percepiti la ringrazio in anticipo cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se i dati inseriti nella domanda di ANF non corrispondono con i dati inseriti nella dichiarazione dei redditi presumo che ci sia stato un errore nella compilazione della domanda di ANF.-

      Elimina
  46. Buona sera Gianfranco, da giugno 2021 prendo la pensione sociale e un mio amico mi ha detto che potrei fare la domanda per avere gli assegni familiari. Se si, ti informo che il mio nucleo è formato da me e mia moglie che non lavora. Se faccio la domanda mi spettano gli arretrati dal 1° luglio 2021? Però nel 2020 eravamo senza reddito, avevamo solo un misero reddito di alcuni terreni agricoli di mia moglie e io ho il reddito di cittadinanza. Mentre da luglio 2022 se posso fare la domanda per gli assegni avrò il reddito di 6 mesi di pensione sociale. Cosa mi consigli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non sono previsti assegni familiari per i percettori della pensione o assegno sociale.-

      Elimina
  47. Salve. Famiglia con solo marito che lavora, moglie a carico e due figli a carico. Per i figli ci sarà da marzo solo l'assegno unico. Per la moglie resteranno le detrazioni e anche gli assegni familiari. Corretto? Bisognerà fare una nuova domanda per gli assegni familiari o fino a giugno sarà ancora valida quella vecchia? Ed eventualmente a quale tabella anf si dovrà fare riferimento? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assegno unico sostituisce solo le detrazioni e gli ANF per i figli fino a 21 anni d'età, quindi per il coniuge a carico rimane tutto invariato (Tabella 21A).-

      Elimina
    2. Grazie della risposta. Io la richiesta per gli anf l'ho fatta direttamente al datore di lavoro (dipendente pubblico) per il periodo luglio 2021 - giugno 2022. Quindi da marzo dovrei percepire per mia moglie gli importi indicati nella tab. 21A senza dover fare nessuna richiesta? In riferimento alla tabella 21A quanti componenti del nucleo familiare si devono considerare? Solo io e mia moglie o anche i figli?

      Elimina
    3. Devi ripresentare una nuova domanda di ANF per tua moglie, con decorrenza dal 1° marzo, quindi solo per 2 componenti il nucleo familiare.-

      Elimina
  48. Buongiorno Gianfranco siccome io ero abituato a fare domanda per gli assegni familiari una volta all'anno per prenderli tutti in una volta, posso fare fare lo stesso per l'assegno unico? Nel caso fosse possibile il periodo per fare domanda annuale e sempre giugno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      Non è possibile!
      L'assegno unico viene corrisposto direttamente e mensilmente da parte dell'INPS e se non si presenta la domanda entro i termini previsti si perde il diritto agli arretrati.-

      Elimina
  49. Buonasera dott. Censori.
    Volevo chiedere una informazione. E' stato tanto pubblicizzato L'AUU che avrebbe aiutato le famiglie e nessuna ci avrebbe perso.
    Nel mio caso non è proprio andata così. Mi spiego meglio.
    Ho sempre percepito Anf con maggiorazione (tab. 14) per mia moglie disabile al 100 e con due figli a carico l'importo mensile era superiore all'assegno Unico Universale che percepirò dal mese di marzo. Inoltre non ho più le detrazioni per i miei figli.
    Posso richiedere al mio datore di lavoro l'applicazione della tabella 21c per limare le perdite? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      L'assegno unico sostituisce solo ANF e detrazioni fiscali per i figli fino al compimento dei 21 anni d'età, quindi puoi richiedere le detrazioni e gli ANF per tua moglie in base alla tabella INPS n. 21/C.-

      Elimina
    2. Nella tabella 21/C come componenti del nucleo familiare devo prendere 4 (io, mia moglie e 2 figli) oppure 2?
      Grazie

      Elimina
    3. Solo 2 cioè tu e tua moglie.-

      Elimina
  50. Buonasera il termine per la presentazione della domanda quando scade? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La decorrenza dell'assegno unico è dal 1° marzo e se si presenta la domanda entro il 30 giugno si avrà diritto anche agli arretrati.-

      Elimina
  51. salve , sto compilando la domanda anf...arrettrati nel mio caso... dove sta scritto vicino a redditi da lavoro dipendente assimilati...vedo scritto altri redditi...tipo quello della casa, ma lo devo inserire oppure lascio stare quel reddito...per noi è abitazione principale,non abbiamo altre case e nulla. l unico reddito è lo stipendio. attendo sue risposte grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini del calcolo degli assegni familiari, nella domanda va indicato anche il reddito della prima casa di residenza.-

      Elimina
  52. Buonasera grazie sempre per la sua disponibilità,volevo choederle siccome ho fatto già domanda per gli ANF come ogni anno dal 21/06/2021 al 21/07/2022, ora percepirò fino a luglio solo l'assegno di mia moglie? Poi dal 21/07/2022 dovrò sempre rifare la domanda solo per mia moglie indicando come nucleo familiare io e lei?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al momento sappiamo che gli ANF ti verranno corrisposti solo fino a febbraio, e da marzo in poi presumo che dovrai presentare una nuova domanda fino a giugno solo per tua moglie, oltre ovviamente alla domanda per l'assegno unico per i figli.-

      Elimina
  53. Ciao Gianfranco, ho letto la risposta che hai dato a Nico il 3 febbraio alle 12.06, dove in pratica gli hai detto di fare una domanda per l'assegno unico per i figli e una domanda per l'ANF per sua moglie con tabella 21A mettendo solo 2 componenti(lui e la moglie). Allora posso farlo anch'io. Ho già fatto la domanda per l'assegno unico per i miei due figli, quindi visto che rientro nei limiti di reddito(Io e mia moglie abbiamo un reddito di 17000, 12000 io e 5000 mia moglie) secondo le tue risposte posso presentare un'altra domanda per l'ANF mettendo solo due componenti(io e mia moglie) e prendere cosi altri 36.15 come da tabella 21A. Mi confermi che si può fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al momento sappiamo che gli ANF ti verranno corrisposti solo fino a febbraio, e da marzo in poi presumo che dovrai presentare una nuova domanda fino a giugno solo per tua moglie, oltre ovviamente alla domanda per l'assegno unico per i figli.-

      Elimina
  54. buongiorno Gianfranco, le domande per ANF vanno fatte sempre dal primo luglio di ogni anno o vanno fatte nelle stesse date com per l'assegno unico dal primo marzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura!
      Gli ANF vanno sempre dal mese di luglio al mese di giugno dell'anno successivo, mentre l'assegno unico va dal mese di marzo al mese di febbraio dell'anno successivo.-

      Elimina
  55. Salve Sig censori io essendo precettore del RDC l'assegno temporaneo non mi viene corrisposto dal 1/8/2021 in quanto licenziato,perché ho presentato domanda A.n.f. dal 1/7/2021 al 30/06/2022 e mi dicono di variare la domanda, come si fa a variare la domanda .A.N.F.? Grazie mille x la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sei stato licenziato presumo che percepisci gli ANF sulla NASPI quindi non avevi diritto all'assegno temporaneo.-

      Elimina
    2. Ho finito ad agosto volevo solo sapere come si fa a variare la domanda ANF per data?

      Elimina
    3. Se la domanda l'hai presentata tramite un patronato è lo stesso patronato che deve provvedere per la rettifica, se invece l'hai presentata da solo devi inviare una nuova domanda per i periodi corretti.-

      Elimina
  56. Buongiorno Gianfranco, volevo chiederle se sapeva i tempi di elaborazione della domanda assegno unico familiari. Ho presentato la domanda (dopo aver fatto isee) a metà gennaio 2022 sono andato a controllare ma é ancora in stato di elaborazione. Grazie mille. Michele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michele!
      L'assegno unico decorrerà dal 1° marzo 2022 e i primi pagamenti verranno effettuati direttamente da parte dell'INPS verso fine marzo.-

      Elimina
  57. Grazie mille Gianfranco! Un saluto Michele

    RispondiElimina
  58. Buongiorno,
    approfitto delle sue conoscenze e della sua disponibiità per fare una domanda. Mio marito ha preso gli ANF fino a giugno 2021, poi non avevamo più i requisiti per fare domanda per l'anno 2021-2022. Nella domanda per l'assegno unico posso mettere le spunta su "Dichiaro di avere diritto alla maggiorazione essendo che il mio nucleo familiare ha percepito gli ANF nel corso del 2021?"
    grazie mille in anticipo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Per i nuclei familiari è prevista una maggiorazione il cui importo va calcolato sulla componente familiare e fiscale, che spetta, però soltanto ai nuclei familiari con ISEE fino a 25mila euro che, però, nel corso del 2021 (per tutto l'anno) hanno fruito effettivamente dell’assegno al nucleo familiare.-

      Elimina
  59. Buongiorno Gianfranco,
    nel richiedere gli assegni familiari del 2021 per mio figlio minore oltre il mio reddito devo riportare nella domanda anche il suo assegno di accompagnamento?
    Grazie, Grace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      L'assegno di accompagnamento non costituisce reddito.-

      Elimina
  60. Salve,
    mio marito è deceduto a luglio del 2019. La domanda ANF per il periodo dal 01/07/2020 al 30/06/2021 mi è stata respinta per nucleo non autorizzato, mentre quelle per i periodi successivi sono state accolte. Dovevo richiedere l'autorizzazione del nucleo a causa del decesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      Presumo che ci sia stato un errore nella compilazione della domanda, e la dicitura nucleo non autorizzato è una comunicazione generica, devi quindi consultare la sede INPS di zona per verificare qual è stato l'errore.-

      Elimina
  61. Buongiorno Sig. Censori, le chiedo una conferma per quanto riguarda l'assegno unico. Nella mia domanda ho flaggato la maggiorazione in quanto entrambi genitori lavoratori. La mia domanda è la seguente: A inizio marzo io sono in Naspi devo comunicare la variazione all'inps e quindi eliminare il falg alla domanda "entrambi genitori lavoratori"? grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essere in NASPI, ai fini del calcolo dell'assegno unico equivale ad essere lavoratore, quindi non devi comunicare alcuna variazione all'INPS.-

      Elimina
  62. perfetto grazie mille.
    Sempre disponibile.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  63. buonasera, percepisco anf su naspi, nella domanda ho inserito i redditi complessivi (che non sono altro che la somma di c1 + c2 del modello 730) ..... la pratica è stata respinta perchè i redditi non risultano corrispondenti alle risultanze istruttorie ..... potrebbe spiegarmi dove sta l'anomalia? per caso avrei dovuto inserire solo i redditi del quadro c1? inoltre nella domanda ho inserito anche i redditi di mio marito redditi complessivi del modello unico... grazie per la sua disponibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini del calcolo degli assegni familiari va inserito il reddito lordo complessivo risultante nel riepilogo della dichiarazione dei redditi.-

      Elimina
  64. Salve!Vorrei sapere se si può rifare la domanda all’inps sul ANF 2021-2022.Ho fatto al caf la domanda,ma non e stata accolta.mancanza di requisiti,si scriveva sul sito.Ma cio non e possibile assolutamente.abbiamo tre figli,e non e cambiato nulla rispetto agli anni scorsi.Posso rifare la domanda all inps perché è stato secondo un problema loro?ho provato a scrivere a l’inps,hanno letto solo la domanda,e siamo in attesa di un riscontro,da 3 mesi ormai.Niente chiamata,niente soluzione,e niente soldi che ci spettano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Presumo che ci sia stato un errore nella compilazione della domanda, quindi prima di ripresentarne una nuova devi chiarire con l'INPS il motivo per cui è stata respinta, altrimenti verrà respinta di nuovo.-
      Trovo comunque strano che prima ti rivolgi a un CAF per la compilazione della domanda e poi cerchi da solo di risolvere il problema, in quanto è compito del CAF di verificare e provvedere per eventuali correzioni.-

      Elimina
  65. Buongiorno Dott. Censori,
    ho un dubbio per la compilazione dell'assegno unico.
    Mia figlia a 23 anni ed è disoccupata, ho letto nelle istruzioni che spetta per figli fino a 21 anni. Quindi anche se è disoccupata io non posso inserirla nella mia domanda? grazie e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'assegno unico spetta solo per i figli fino all'età di 21 anni.-

      Elimina
  66. come immaginavo. Grazie mille sempre disponibile. Buona giornata

    RispondiElimina
  67. Salve tramite caf ho fatto domanda anf. Ma mi esce segnalazione verifica. Cosa vuol dire? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal primo marzo di quest'anno per i figli fino a 21 anni non sono più previsti gli ANF ma l'assegno unico, quindi se la tua domanda riguarda altri familiari vuol dire che la pratica è in corso di verifica e di solito nel giro di un mese dalla data di presentazione della domanda l'INPS risponde; ovviamente se comprende anche i figli minorenni la domanda verrà respinta.-

      Elimina