martedì 2 aprile 2019

Esenzione dal Ticket

Sono molti i cittadini che sono esentati dalla quota di partecipazione alla spesa sanitaria (ticket). Le modalità di esenzione sono diverse, per specifiche condizioni e per categorie di cittadini:

Esenzione ticket per donne in gravidanza

L'esenzione è limitata alle prestazioni previste dal D.M. 10-09.98: Tutela della maternità.-
L'esenzione per gravidanza è ottenibile se muniti del tesserino rilasciato dai Servizi della ASL (es. Consultori familiari) della ASL.-



Esenzione per reddito e/o per fasce di età

È esenzione totale e riguarda:
  • Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro nell'anno fiscale precedente
  • Disoccupati e loro familiari a carico, con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro (incremento a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico)
  • Titolari di assegno (ex pensione) sociale, e loro familiari a carico
  • Titolari di pensioni al minimo, con più di 60 anni e loro familiari, con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulterori 516 euro per ogni figlio a carico.-
Il diritto all'esenzione dal pagamento del ticket, per fasce di età e/o per reddito (il reddito va inteso lordo ed è riferito all'anno fiscale precedente) deve essere autocertificato dal cittadino (o in caso di impossibilità da un suo familiare) sul retro della ricetta e al momento della fruizione delle prestazioni.-
Il termine "disoccupato" è riferito esclusivamente al cittadino che abbia cessato per qualunque motivo (licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a tempo determinato) un'attività di lavoro dipendente e sia iscritto all'Ufficio del lavoro in attesa di nuova occupazione.-

Esenzione per invalidità

L' esenzione totale riguarda:
  • Invalidi di guerra titolari di pensione diretta vitalizia dalla 1a alla 5a categoria
  • Invalidi civili al 100%
  • Invalidi civili superiori ai 2/3
  • Minori di 18 anni con indennità di frequenza o di accompagnamento (legge 289/90)
  • Ciechi e sordomuti
  • Grandi invalidi per servizio 1a categoria invalidi per servizio dalla 2a alla 5a categoria
  • Grandi invalidi per lavoro
  • Invalidi di lavoro con riduzione della capacità lavorativa superiore ai 2/3 (dal 67% al 100%)
Esenzione limitata alle prestazioni correlate alla patologia o status:
  • Invalidi di guerra dalla 6a alla 8a categoria
  • Invalidi di lavoro con riduzione della capacità lavorativa inferiore ai 2/3
  • Invalidi per servizio dalla 6a alla 8a categoria
  • Infortunati sul lavoro, cittadini affetti da malattie professionali
Il tesserino di esenzione del ticket per invalidità (tesserino giallo a validità annuale) viene rilasciato presso gli appositi sportelli A.SL. dietro presentazione di un documento di riconoscimento valido, del codice fiscale, del documento di iscrizione al S.S.N. e della documentazione inerente la specifica patologia.-

Esenzione per patologie croniche e/o invalidanti

Esenzione limitata alle prestazioni correlate alla patologia o staus, riguarda cittadini riconosciuti affetti da particolari patologie croniche ai sensi del D.M. 28.05.99 n. 329.
Il Tesserino di esenzione ticket per i cittadini affetti da patologie croniche e/o invalidanti (tesserino giallo a validità annuale), viene rilasciato presso gli sportelli A.S.L. presentando: documento di identità valido, codice fiscale, Documento di iscrizione al S.S.N., certificazione specialistica, attestante la patologia, rilasciata da strutture sanitarie pubbliche o accreditate (presidi ospedalieri o poliambulatori)

Esenzione ticket per patologie rare

Esenzione limitata a: indagini finalizzate all'accertamento delle malattie rare e indagini genetiche sui familiari dell'assistito, eventualmente necessarie per la diagnosi di malattia rara di origine genetica, effettuate presso i presidi della Rete; tutte le prestazioni appropriate ed efficaci per il trattamento ed il monitoraggio della malattia già accertata e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti. Cittadini riconosciuti affetti da malattie rare.
Il tesserino di esenzione ticket per i cittadini affetti da patologie rare (tesserino giallo a validità annuale) viene rilasciato a vista, presso gli sportelli A.S.L. presentando la seguente documentazione: documento di riconoscimento valido, codice fiscale, documento d'iscrizione al S.S.N., certificazione rilasciata dei Centri della rete per le malattie rare o da strutture sanitarie pubbliche o accreditate.-

Altre esenzioni

  • Cittadini affetti da HIV o sospetti di esserlo, (cittadini danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati)- esenzione limitata alle prestazioni correlate alla patologia o status
  • Donatori di sangue – esenzione limitata alle prestazioni connesse alle attività di donazione
  • Donatori di organi e tessuti – esenzione limitata alle prestazioni connesse alle attività di donazione e alle prestazioni finalizzate al controllo della funzionalità dell'organo residuo
  • Vittime del terrorismo e della criminalità organizzata e deportati dai campi di sterminio – esenzione totale
  • Cittadini sottoposti a restrizione delle libertà (D.lgs. n. 230 del 22.06.99) – esenzione totale
  • Giovani al di sotto dei 18 anni che si avviano all'attività sportiva agonistica nelle società dilettantistiche – esenzione limitata all'accertamento dei requisiti d'idoneità
  • Prevenzione dei tumori femminili e del colon – retto – prevenzione dei tumori in età giovanile in soggetti a rischio (+ di 45 anni) (L. n. 388 del 23.12.2000) – esenzione limitata alle prestazioni correlate alla patologia o status
  • Cittadini esenti per malattie croniche e rare che devono essere inseriti nelle liste d'attesa per il trapianto – esenzione limitata alle prestazioni necessarie all'iscrizione nelle liste d'attesa

Decreto legge n. 98 del 15 luglio 2011

Nuovi ticket
A partire dalla data di entrata in vigore del provvedimento vengono introdotti i seguenti ticket:
10 euro - Specialistica e diagnostica (visite specialistiche e analisi mediche, da cui sono esenti gli anziani e gli affetti da particolari patologie
25 euro - Codice bianco al pronto soccorso
10 euro - Facoltativo per le regioni sulle ricette
Le regioni (che già hanno applicato forme di compartecipazione per queste prestazioni) possono evitare l'applicazione dei ticket mediante il ricorso a fondi propri o ad altre differenti forme di compartecipazione.-
Saranno le regioni che presentano situazioni di disavanzo a dare applicazione ai ticket, mentre quelle “virtuose” si avvarranno di mezzi propri, risparmiando i cittadini.- 


Le Tipologie di esenzione per reddito da riportare nella ricetta sono le seguenti:
(ai sensi dell'art. 8 comma 16 della legge 537/1993 e successive modificazioni ed integrazioni)
E01 = Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni appartenente ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 36.151,98 euro.-
E02 = Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,00 euro per ogni figlio a carico.-
E03 = Titolari di assegno (ex pensione) sociale e loro familiari a carico.-
E04 = Titolari di pensione al minimo, di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,00 euro per ogni figlio a carico.- 

DAL 1 GENNAIO 2013 ENTRANO IN VIGORE LE ESENZIONI REGIONALI

E13: lavoratori in Cassa Integrazione Guadagni straordinaria, in Cassa Integrazione Guadagni in deroga, in contratto di solidarietà difensivo, in mobilità, e loro familiari a carico, con una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale o indennità, non superiore ai massimali mensili previsti dalla Circolare INPS n. 20 dell’8.2.2012.
I cittadini interessati a queste nuove esenzioni sono tenuti ad autocertificarsi presso l’ASL di competenza territoriale che rilascerà la relativa attestazione.
Non sono modificate le altre esenzioni, sia regionali che nazionali. In particolare permane l’esenzione E02, relativa a disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito lordo complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.
Si ricorda che l'autocertificazione perde immediatamente validità al cessare delle condizioni in essa dichiarate.Si precisa che saranno svolti i dovuti controlli sulla veridicità delle dichiarazioni presentate dai cittadini. 



Elenco delle esenzioni totali ticket

C01: Invalidi civili al 100% di invalidità senza indennità di accompagnamento (ex art.6 comma1 lett.d del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C02: Invalidi civili all 100% di invalidità con indennità di accompagnamento (ex art.6 comma1 lett.d del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C03: Invalidi civili con riduzione della capacità lavorativa >2/3- dal 67% al 99% di invalidità (ex art.6 comma 1 lett.d del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C04: Invalidi civili < di 18anni con indennità di frequenza ex artt.1 Legge n.289/90 (ex art.5 comma 6 del D.Lgs n.124/98)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C05: Ciechi assoluti o con residuo visivo non superiore ad un decimo ad entrambi gli occhi - con eventuale correzione - riconosciuti dall’apposita Commissione invalidi Ciechi Civili - ai sensi dell’art.6 comma 1 lett.f del D.M.01.02.1991
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
C06: Sordomuti (da intendersi coloro che sono colpiti da sordità dalla nascita o prima dell'apprendimento della lingua parlata)-ai sensi dell'art. 6 comma 1 lett. f del D.M. 01/02/1991(ex art. 7 Legge n. 482/68 come modificata dalla Legge n. 68/99)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
E01: Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
E02: Disoccupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.
E03: Titolari di assegno (ex pensione) sociale – e loro familiari a carico - (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.
E04: Titolari di pensione al minimo, con più di 60 anni – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.
F01: Prestazioni a favore dei detenuti ed internati (ex art. 1 comma 6 del D.Lgs 22/06/1999, n.230)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche
G01: Invalidi di guerra appartenenti alla categoria dalla 1^ alla 5^ titolari di pensione diretta vitalizia e deportati in campo di sterminio (ex art.6 comma1 lett.a del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A. Tutti i cittadini in questa categoria hanno inoltre diritto di ritirare gratuitamente i medicinali appartenenti alla classe C su prescrizione del medico che ne attesti la comprovata utilità.
L01: Grandi invalidi del lavoro – dall’80% al 100% di invalidità (ex art.6 comma 1 lett.B del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
L02: Invalidi del lavoro con riduzione della capacità lavorativa >2/3- dal 67% al 79% di invalidità (ex art.6 comma 1 lett.b del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci.
S01:Grandi invalidi per servizio appartenenti alla 1^cat.- titolari di specifica pensione (ex art.6 comma1 lett.c del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
S02: Invalidi per servizio appartenenti alla cat. dalla 2^ alla 5^ (ex art.6 comma1 lett.c del D.M.01.02.1991)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A
V01: Vittime del terrorismo e della criminalità organizzata (ex art. 15 L. n.302/90; art. 5 comma 6 del D.Lgs. 124/1998); vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice con invalidità < 80% e loro familiari (ex art. 9 della l. 206/2004), vittime del dovere e familiari superstiti (ex. DPR 7luglio 2006, n. 243)
Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A. Tutti i cittadini in questa categoria hanno inoltre diritto di ritirare gratuitamente i medicinali appartenenti alla classe C su prescrizione del medico che ne attesti la comprovata utilità.-

Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it
Iscriviti alla CGIL. Perché? Perché è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

170 commenti:

  1. Salve,

    Sono Marcello, 26 anni, e ho un'importante questione da porLe:

    Ho da alcuni anni l'esenzione sanitaria E02 in quanto sono disoccupato (ho lavorato in passato) e regolarmente iscritto al collocamento.
    Tuttavia, ho letto che la suddetta esenzione deve anche rispettare il requisito di reddito inferiore a 8.263,31 € (il nostro nucleo è composto da tre persone: io, e i miei genitori: quindi 11.878,51 €) ma il nostro ISR (Indicatore Situazione Reddituale) è di 16,800 € in quanto mio padre prende 1,400 € di pensione svizzera (in Italia ha lavorato solo due anni come operatore ecologico, quindi immagino che sia una cifra irrilevante ciò che prende dai contributi italiani) e adesso sono preoccupatissimo in quanto ho fatto molte analisi e visite con questa esenzione e vorrei capire se la pensione svizzera vale o non vale ai fini dell'esenzione, se l'ASL ha poteri di controllo sulla pensione estera e se devo aspettarmi delle sanzioni amministrative.


    Nell'attesa,

    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marcello!
      Se tuo padre prende due pensioni, e cioè una svizzera + una italiana, per legge deve presentare ogni anno la dichiarazione dei redditi, quindi deve dichiarare entrambi i redditi da pensione.-

      Elimina
  2. Ciao,sono la signora Adamo ed ho 44 anni ;in questi anni ho usufruito dell'esenzione per reddito E02 perché dissoccupata e regolarmente iscritta all'ufficio di collocamento del mio territorio...ora dal 6 novembre ho avuto fatto un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato / parziale più precisamente di 4 ore settimanali per un totale di 16 ore al mese con un basta paga di circa 120 al mese...la categoria è di operaia addetta alle pukizie dell' ufficio. Ho solo questo contratto quindi volevo chiederti se posso rientrare sempre nella possibilità di poter continuare ad usufruire di questa esenzione o meno...visto che questi tipo di contratti non si l'obbligo della ditta di comunicare l'assunzione all ufficio di collocamento e non ho nemmeno il modello CU come i lavoratori dipendenti. .cordiali saluti..spero in una risposta chiara..grazie in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con un contratto di lavoro di sole 4 ore settimanali conservi lo stato di disoccupazione e rientri nei limiti di reddito, quindi hai ancora diritto all'esenzione dal ticket E02.-

      Elimina
  3. Salve,sono Aldo,volevo un informazione, nel 2018 mia madre ha chiuso la sua ditta individuale e si è iscritta al centro per l'impiego e ha dato immediata disponibilità al lavoro, subito dopo siamo andati all'asl e abbiamo fatto l'esenzione e02,ad oggi mi sorge un dubbio il nostro nucleo familiare è composto di 3 persone io 17 anni mia madre e mia sorella che possiede una ditta individuale in fase di chiusura senza reddito, l'esenzione però c'è la mia mamma ed io essendo minorenne il nostro caf ci ha detto che non sa se a mia sorella gli spetta l'esenzione essendo che ha una ditta che però non lavora, ci tengo a precisare che mia sorella è iscritta anche al centro per l'impiego il dirigente del centro ci ha detto che si è potuta scrivere perchè anche se ha una ditta non ha un reddito lavorativo, infatti il nostro isee e di € 3.55, ad oggi volevo sapere se quest'esenzione spetterebbe anche a mia sorella o se prima bisognerebbe chiudere la ditta oppure essendo nel nostro nucleo non spetterebbe anche a noi .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aldo!
      Tua sorella ha diritto all'esenzione dal ticket solo se è sicura che non percepirà alcun reddito dalla ditta individuale, anche se rimane aperta.-

      Elimina
    2. Sono sempre Aldo, inanzitutto grazie della risposta, si siamo sicurissimi che non ha percepito e percepirà nessun reddito anche perchè e quasi in fase di chiusura, le volevo sottolineaere che il nostro caf non ci ha permesso di poter fare l'esenzione a mia sorella perchè dice che mia sorella anche se non ha un reddito essendo che ha una ditta non è disoccupata essendo possessore di partita iva, e ci ha spiegato che l'esenzione e02 riguarda i soli disoccupati per cui ci ha detto che non rientra per quest'esenzione finchè non chiuderà la ditta. Le volevo dire anche dato che mi sta dicendo che mia sorella potrà usufruire di tale esenzione essendo che mia madre giorno 1 aprile dovrà rinnovare l'esenzione e possibile inserire i dati di mia sorella nel modulo o mia sorella deve fare un modulo a nome suo ? Grazie.

      Elimina
  4. Buonasera Gianfranco,
    Ho letto quasi tutte le sue risposte cosi da non chiederle la stessa cosa.
    Volevo sapere se potevo uscire dall esenzione tiket dei miei genitori?
    Visto che loro sono disoccupati da anni e usufruiscono dell esenzione E02.
    Io finora usufruivo anche io,
    Ma ora e un anno che lavoro e superero i 2.000 annui.e quindi volevo capire in questo caso come faccio a pagare il tiket regolarmente,lo faccio perdere anche a loro?
    Non ho mai fatto il 730
    Grazie dell attenzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per farti togliere l'esenzione dal ticket devi rivolgerti direttamente alla ASL di zona comunicando che lavori, in modo da non creare problemi ai tuoi genitori.-

      Elimina
    2. Ma lo perdono anche loro?

      Elimina
    3. Perche ho letto che e in base al reddito?

      Elimina
    4. NO!
      Se ora lavori non sei più a carico dei tuoi genitori, quindi non hai più diritto all'esenzione, mentre per loro il diritto permane perché ai fini del diritto all'esenzione dal ticket non fai più parte del loro nucleo familiare.-

      Elimina
  5. Buongiorno Gianfranco,
    mio figlio ora ha 20 anni e lavoricchia un po', ci siamo accorti che aveva un esenzione C02 per l'invalidità che aveva per dislessia, ma che nel 2014 non gli era più stata riconosciuta da INPS. Ora facendo per la prima volta degli esami per reclutarsi come militare, ci siamo accorti di questa esenzione che usciva automaticamente. Sono riuscita a toglierla contattando vari enti locali ATS e uff. invalidi, ma mi sto chiedendo a chi devo dire di questi esami non pagati a chi pagarli, se in questi posti usciva esenzione in automatico?
    Non vorrei che poi arrivasse una cartella onerosa da pagare, a chi mi posso rivolgere per pagare ora il dovuto senza interessi?
    grazie dell'attenzione
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra!
      Quando alla ASL si accorgeranno che tuo figlio ha utilizzato un'esenzione alla quale non aveva più diritto gli richiederanno tutti gli importi dovuti, senza maggiorazioni o penali.-
      Purtroppo non puoi rivolvere preventivamente la questione con la ASL perché quasi certamente non puoi fornire l'elenco delle prestazioni effettuate con gli importi dovuti.-

      Elimina
  6. Salve Gianfranco,noi siamo una famiglia di 4 componenti 2 adulti e 2 bambini di 9 e di 3 anni.Io sono dipendente e percepisco gli assegni per tutti i componenti,la domanda e'a mia moglie spetta l'esenzione visto che e'a mio carico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusi dimenticavo dei 2 figli eventualmente spetta solo alla minore di 6 anni

      Elimina
    2. Nella tua famiglia l'esenzione dal ticket spetta solo alla minore di 6 anni.-

      Elimina
  7. Salve Aldo,siamo una famiglia di 3 persone lavora solo mia moglie con contratto subordinato di 9 ore quindi nn fiscalmente a carico nel 730 come carico di famiglia risulta solo mia figlia con reddito complessivo di 5500e io e mia figlia abbiamo esenzione 02 mia moglie può richiederlo da sola oppure no

    RispondiElimina
  8. Scusa Aldo il reddito complessivo è di 5500e compreso mia moglie ma nel mio 730 non è inserito perché nn e fiscalmente a mio carico ho solo mia figlia di 8 anni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Anche tua moglie ha diritto all'esenzione dal ticket E02.-

      Elimina
    2. Grazie ma mia moglie ha un contratto di 9 ore a settimana con un Cud di 4800e anno nn a mio carico può richiedere eswnzione lo stesso

      Elimina
    3. Con un contratto di sole 9 ore settimanali di lavoro, tua moglie conserva lo stato di disoccupata con tutto quello che ne consegue.-

      Elimina
    4. E perché asl mi hanno detto di no basta che risulta che tua moglie e assunta non avete diritto a esenzione tutta la famiglia nonostante non è a mio carico e lei lavora solo 38 ore mensili con un Cud di 390 annuo sono stati dei grandi disonesti o incompetenti Grazie signor Aldo

      Elimina
    5. Scusate il Cud 2018 e stato di 3950e

      Elimina
    6. Sì fa un reddito annuale di 3950e e assunta dal 2011 con un contratto parziale verticale di 9 ore settimanali 38 ore mensili ma nn fa il reddito al caf nn glielo fanno fare e nn e a mio carico nn chiedo detrazioni per carico ho solo mia figlia

      Elimina
    7. La Circolare Ministeriale n.34/2015 ha chiarito che è in condizione di "non occupazione" chi non svolge attività lavorativa, in forma subordinata , parasubordinata o autonoma ovvero chi, pur svolgendo una tale attività, ne ricavi un reddito annuo inferiore al reddito minimo escluso da imposizione.-

      Elimina
  9. buona sera Gianfranco sono stato assunto per due mesi da gennaio 2019 a tempo determinato , il contratto mi scade il 10 aprile 2019 devo richiedere esenzione e02 con isee e reddito sono a posto , dovro' fare la richiesta alla asl l'11 aprile ? la ringrazio anticipatamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Puoi richiedere l'esenzione dal ticket E02 dopo la scadenza del contratto.-

      Elimina
  10. Avvocato buonasera da ottobre 2018 non sono più in contratto di solidarietà.Per il 2019 ho diritto ancora alla E02

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      Per il 2019 non hai più diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  11. Buonasera, ho prenotato. Una un esame diagnostico a marzo e mi è stato dato per la prossima settima. Non ho ancora rinnovato l'esenzione (e02) dovrò pagare il ticket?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Presumo che il medico abbia richiesto l'esame diagnostico in esenzione E02 quindi non dovrai pagare il ticket, ma se non rinnovi l'esenzione dovrai successivamente restituire alla ASL l'importo dovuto e non pagato.-

      Elimina
  12. Ciao Gianfranco, c'è qualcosa che non mi torna: nella risposta del 6 aprile hai dato la seguente risposta"Con un contratto di sole 9 ore settimanali di lavoro, tua moglie conserva lo stato di disoccupata con tutto quello che ne consegue."
    Anche il 23 febbraio 2019 scrivevi"Con un contratto di lavoro di sole 4 ore settimanali conservi lo stato di disoccupazione e rientri nei limiti di reddito, quindi hai ancora diritto all'esenzione dal ticket E02.
    Invece in un post più vecchio(19 luglio 2018) hai risposto l'opposto:"Le esenzioni dal ticket E02 ed E94 sono legate, oltre che al reddito, anche allo stato di disoccupazione, quindi nel momento in cui si viene assunti, anche se con un contratto part-time, si perde il diritto.
    Anche il 18 settembre 2018 hai risposto:"Purtroppo la normativa prevede che l'esenzione E02 spetta solo se, e fino a quando si è disoccupati, quindi se si lavora anche saltuariamente se ne perde il diritto.
    Scusa se ho ho fatto un copia e incolla di alcune tue risposte ma mia cugina il prossimo mese verrà assunta con un contratto part-time di 400 euro al mese penso prenderà all'anno crca 5600 euro compreso 13° e 14° e leggendo le tue risposte siamo un pò confuse e visto che all'asl hanno già detto che basta che si lavora anche guadagnando 3000 euro l'anno si perde il diritto all'esenzione.
    Mi puoi chiarire meglio anche in base alle tue risposte precedenti mia cugina può continuare ad avere l'esenzione E02 avendo un contratto part-time?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Circolare Ministeriale n.34/2015 ha chiarito che è in condizione di "non occupazione" chi non svolge attività lavorativa, in forma subordinata , parasubordinata o autonoma ovvero chi, pur svolgendo una tale attività, ne ricavi un reddito annuo inferiore al reddito minimo escluso da imposizione.

      Elimina
    2. Grazie, mi puoi dire quanto è il reddito minimo escluso da imposizione e se mia cugina rientra?

      Elimina
    3. Scusa mi dimenticavo di dirte perchè l'asl ha detto a mia cugina che se lavora non spetta l'esenzione E02 qualunque sia il reddito.

      Elimina
    4. Il reddito minimo escluso da imposizione è un reddito inferiore a 8.000 euro lordi all'anno.-
      Quello che ti è stato detto alla ASL non è corretto, perché una persona potrebbe avere solo un contratto chiamata in essere dal quale ricava magari un reddito irrisorio perché viene chiamato solo 4 o 5 giorni al mese, quindi questa persona non può essere certo considerata come occupata.-

      Elimina
    5. Sono daccordo pienamente con te, ma come faccio a farglielo capire e sopratutto farmi rilascire l'esenzione, visto che per questa impiegata asl non ci spetta

      Elimina
    6. Solitamente per chiedere l’esenzione del ticket il cittadino deve presentare diversi documenti a seconda della propria situazione. Ad esempio, chi chiede l’esenzione per motivi legati al reddito deve presentare l’autocertificazione dove sono indicati i dati personali e il reddito complessivo del nucleo familiare (riferito ovviamente all’anno precedente a quello in cui si chiede l’esenzione). Se invece si richiede l’esenzione perché disoccupati bisogna portare l’indicazione del Centro per l’impiego dove si è iscritti.
      A questi va poi allegata una copia del documento d’identità, nonché dichiarare di essere consapevoli delle conseguenze - penali - qualora si stia dichiarando il falso.
      Il tutto va consegnato alla ASL di appartenenza alla Regione che rilascerà un certificato provvisorio in scadenza il 31 marzo di ogni anno.-
      Una volta consegnata la documentazione dovrai pretendere dalla ASL, in caso di diniego, una risposta scritta motivata.-

      Elimina
  13. Buongiorno Volevo chiederle...
    Siamo una famiglia composta da 4 persone con 2 figlie minorenni
    Ho sempre usufruito del reddito 02 perché mio marito reddito basso e io disoccupata licenziata.
    Attestazione isee è il seguente 7594.26 però da 1 mese sono stata assunta con un contratto categorie protette par time per 12 mesi volevo sapere se abbiamo ancora diritto di esenzione 02 dato che isee entra ancora nei parametri. Quindi non dovrei usufruire dell'esenzione l'anno prossimo. Grazie attendo risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'esenzione E02 è legata allo stato di disoccupazione quindi appena inizia un'attività lavorativa se ne perde il diritto.-

      Elimina
  14. Gentile Gianfranco, mio padre, 89 anni, non ha reddito (nemmeno derivante da pensione) ed è fiscalmente a carico di mio fratello, che compare nello stesso stato di famiglia, e che percepisce un reddito da lavoro dipendente. Vorrei sapere se mio padre ha diritto all'esenzione dai ticket sanitari per reddito. Grazie anticipatamente per la sua risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Esenzione E01:
      Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A

      Elimina
  15. Salve dottore, sono disoccupato ed iscritto al centro per l'impiego, con immediata disponibilità al lavoro. Il mio ultimo regolare contratto di lavoro risale al 2011. Le volevo chiedere se per essere esente ticket può essere valere isee 2019, da cui risulta un reddito familiare di 3.500€, o va considerato il 730 del 2018, dove il reddito imponibile supera i 12.000€ per via della pensione percepita da mia mamma, la quale è deceduta Prima di presentare la suddetta nuova isee. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leandro!
      Purtroppo tu non hai diritto all'esenzione dal ticket!
      Infatti il termine "disoccupato" è riferito esclusivamente al cittadino che abbia cessato per qualunque motivo (licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a tempo determinato) un'attività di lavoro dipendente e sia iscritto all'Ufficio del lavoro in attesa di nuova occupazione.-
      Siccome il tuo ultimo rapporto di lavoro risale al 2011, attualmente tu non sei disoccupato ma inoccupato.-

      Elimina
  16. Grazie per la solita solerzia e gentilezza che ha nel rispondere.

    RispondiElimina
  17. Buona sera , ho ricevuto dal asll che devo pagare il ticchet e anche penalisazioni per 2014 io e mia moglie che e a mio carico nel 2013 io sono stato disocupatto fino a giugno quando sono entrato in pensione con la minima.Nel 2014 ero in pensione devo pagare questi soldi?(400 euro)non devo mangiare un mese grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mario!
      Purtroppo SI
      Si ha diritto all'esenzione dal ticket solo se e fino a quando di è disoccupati, quindi una volta che si va in pensione non si hanno più i requisiti di legge, in quanto trovare un nuovo lavoro o andare in pensione è la stessa cosa.-

      Elimina
  18. si ,pero la E04 dice pensionati con la minima oltre 60 anni (sono nato in 51 )e famigliari a carico con redito sotto 11mila euro,grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mario!
      Se tu avevi diritto alla E04 non avresti dovuto richiedere l'esenzione con la E02, perché sono due tipi diversi di esenzione dal ticket.-

      Elimina
  19. Salve, sono stata alla Asl per rinnovare la mia esenzione E02 e quella dei miei figli E01. Quella dei miei figli è stata regolarmente rinnovata mentre quella mia è stata bloccata perché nell'anno 2016 rif redditi 2015 risultavo sopra soglia in quanto facevo parte del nucleo fiscale dei miei genitori. Ho portato documentazione 730 e cud dei miei genitori dove ho dimostrato che entrambi non hanno percepito detrazioni. Ora dovranno redigere un verbale e a breve mi chiameranno e potrò tranquillamente ricevere la mia esenzione. Ha detta del caf io in quell'anno dovevo essere a carico dei miei perché il mio cud non superava i 2800. Ora mi chiedo come devo comportarmi? Io ho anche fatto un cambio di indirizzo nel 2016.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'ultima domanda..negli anni a seguire fino ad oggi ho sempre ottenuto la mia esenzione ma è capitato che lavorassi per 4 giorni. In questo caso mi toccherà pagare le prestazioni in quanto non mi spettava l'esenzione o l'importante è che non abbia avuto una visita gratuita in quei giorni? La ringrazio.

      Elimina
    2. Se nel 730 dei tuoi genitori risulta che non hanno percepito detrazioni sei a posto, anche se potevi essere a loro carico.-
      L'importante è che tu non abbia avuto una visita gratuita nei giorni di lavoro.-

      Elimina
    3. La ringrazio per la sua risposta!!! Purtroppo però la situazione non si è conclusa. Ho firmato il verbale mi hanno ridato l'esenzione ma oggi ho ricevuto una chiamata dalla finanza per questo problema. Ho un appuntamento per lunedì. Io nel 2015 ho lavorato ma nel 2016 no. L'asl mi ha contestato prestazioni di tutto l'anno 2016. Controllando poi ho scoperto che ho un cud 2017 rif anno 2016 dove ho lavorato per 4 giorni. Sono riuscita a trovare anche la busta paga dello stesso ma come data di assunzione è dell'anno 2015. Quindi mi chiedo è colpa mia che qualcuno ha sbagliato il cud? Come mi devo comportare ? Oppure loro interessa il fatto che ho lavorato nel 2015?

      Elimina
    4. NO!
      Non è copa tua se qualcuno ha sbagliato il CUD, quindi all'appuntamento di lunedì porterai tutta la documentazione per dimostrare che non hai lavorato nel 2016, ma il problema per il 2015 ovviamente rimane.-

      Elimina
    5. Nel 2015 non avevo esenzione. Hanno visto solo i redditi per quell'anno.(ed il mio che era di 2200) Da come ho capito a loro interessa il fatto che abbia lavorato nel 2016. Certo che ricevere una chiamata dalla finanza non è affatto bello! Cosa significa che risulto indagata? Quindi presumo che mi hanno fatto una busta paga falsa!!! Speriamo riesca a risolvere la situazione!! Male che va pago e basta anche se quelle erano tutte prestazioni che ho fatto in gravidanza!!! Non erano lo stesso esenti?

      Elimina
    6. Purtroppo è normale!
      Infatti se hai ricevuto per errore un CUD riferito a un periodo antecedente rispetto a quello di competenza è giusto che la Finanza indaghi per verificare cos'è effettivamente successo.-

      Elimina
  20. Salve, mia madre ha 85 anni e pensione di reversibilità pari a €.8.500 annui. A che esenzione ha diritto e cosa qual è la differenza fra validità specialistica ambulatoriale e assistenza farmaceutica?.
    Grazie
    Giovanni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanni!
      Esenzione E01:
      Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.-

      Elimina
    2. Ciao Giovanni!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  21. Buongiorno,
    disoccupato, in mobilità fino all'anno scorso, con familiari a carico e nei limiti reddito. Mia moglie lavora occasionalmente (non subordinato) con lettere incarico di prestazione autonoma (questa volta 6 mesi) ma entro i 2840,39 e quindi sempre fiscalmente a carico. Oltre che per me e per i miei figli posso richiedere l'esenzione E02 anche per mia moglie e poi richiederne l'annullamento nel caso superasse tale limite?
    L'asl non lo ritiene possibile senza analizzare tipo di lavoro e retribuzione.
    Grazie.
    Cordiali saluti.
    Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandro!
      Purtroppo è corretta la comunicazione della ASL!
      Infatti è vero che è possibile richiedere le detrazioni fiscali per il coniuge a carico e restituirle all'Erario in caso di superamento dei limiti con la dichiarazione dei redditi dell'anno successivo, ma il discorso è diverso per l'esenzione dal ticket.-
      Intanto la frase "Mia moglie lavora occasionalmente (non subordinato) con lettere incarico di prestazione autonoma", non è chiara e si presta a più interpretazioni, quindi è legittima la richiesta di fornire la documentazione inerente il tipo di lavoro e la relativa retribuzione.-

      Elimina
    2. Gentilissimo Gianfranco,
      ringrazio per la celerissima risposta.
      Purtroppo capisco che non è possibile appellarsi alla nota del ministero della salute:
      "Per "familiari fiscalmente a carico" si intendono i familiari per i quali l'interessato gode di detrazioni fiscali (in quanto titolari di un reddito annuo inferiore a 2.840,51 euro). Le categorie di familiari a carico sono definite dall’art. 12 del TUIR (Testo unico imposte sui redditi)."
      Lì non si fa riferimento ad attività lavorativa e quindi pensavo che in caso di reddito minimo ed entro quel limite il coniuge potesse rientrare nell'esenzione.
      Anche in questa situazione devo però sempre comunque considerare il coniuge per l'incremento della soglia di reddito a 11362,05. Esatto?
      Ringraziando nuovamente,
      cordiali saluti.
      Alessandro

      Elimina
  22. salve ho 60 anni compiuti a marzo, una reversibilità di mio marito(deceduto improvvisamente per un infarto) di 561 euro mensili ed un figlio a carico, posso avere l'esenzione per reddito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'esenzione per reddito (E01) parte al compimento dei 65 anni d'età anagrafica.-

      Elimina
  23. Buonasera vorrei chiederle alcune informazioni se possibile. La Asl mi chiede di pagare delle prestazioni avendo usufruito ingiustamente dell'esenzione E02 specificando che in quell'anno risultavo essere a carico fiscale dei miei genitori e quindi superavo la soglia. Mi chiedo ma se non hanno percepito detrazioni e assegni e nel 730 non risulto come mai allora i miei redditi (2220) vengono sommati ai loro? Forse perché non superando redditi di 2800 dovevo essere per legge a loro carico? Quindi in questo caso non avevo diritto all'esenzione E02 ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esenzione E02:
      Disoccupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni).-
      Purtroppo questo significa che ai fini del diritto all'esenzione dal ticket contano anche i tuoi redditi, anche se i tuoi genitori non avevano richiesto le detrazioni per te, pur avendone diritto.-

      Elimina
  24. Buonasera, mi scusi l'ignoranza ma gentilmente mi può chiarire alcune domande che per me che ho vissuto tanto tempo al estero non sono molto chiare?
    Il quesito e sono disoccupata ho 57 anni e percepisco la naspi, mio marito lavora e percepisce circa 1500 euro mensili non ho figli non sono a carico di mio marito. Ho diritto al esenzione del ticket? Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Tuo marito lavora, quindi non avete diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  25. buongiorno, nel 2013 sono rimasta a casa dal lavoro e per un anno in mobilità ,di conseguenza mi hanno dato esenzione E13, , dopo la mobilità non sono riuscita a trovare lavoro e da allora sono disoccupata, sono andata dal medico poco tempo fa e ho scoperto che ho ancora la stessa esenzione. E' giusta questa cosa? io non ho mai fatto richiesta di esenzioni o altro,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sei disoccupata e iscritta al Centro per l'Impiego in attesa di occupazione, hai ancora diritto all'esenzione E13 fino a quando non ti verrà revocata.-

      Elimina
  26. Buongiorno, a novembre 2018 mi sono state prescritte delle visite in regime di esenzione E02, sono stata prenotata per oggi che è 13 giugno 2019. Il 6 maggio 2019 sono stata assunta con un contratto a tempo determinato part time per 8 mesi. Alla cassa ticket un impiegato mi ha detto che avevo ancora diritto all'esenzione perché al momento in cui avevo fatto l'impegnativa l'esenzione era valida, un altro invece mi ha detto che dovevo pagare perché stavo lavorando e avevo perso il diritto all'esenzione anche se la visita era stata prenotata quando ne avevo diritto. Ho pagato e via per non avere problemi. Avendo altre visite da fare sempre prenotate con la suddetta esenzione, quale impiegato ha ragione? Non è colpa mia se purtroppo le visite non le fanno in tempi brevi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini del diritto all'esenzione dal ticket conta la data in cui viene effettuata la prestazione, a prescindere quindi dalla data di prenotazione della stessa.-

      Elimina
    2. Dottore, mi permetto di farle notare che sta dando una risposta non corretta... Il Decreto Ministeriale 11.12.2009 dice testualmente che l'esenzione si verifica all'atto della prescrizione medica e non della prestazione. E' sancito dalla Legge già da 10 anni ed è anche ovvio che sia così, perchè i tempi di attesa a volte sono lunghissimi e se nel frattempo la situazione economica del paziente cambia non gli si può imputare niente, visto che nel momento in cui ha prenotato era esente

      Elimina
    3. Ciao Cristiano!
      In teoria è vero, ma in pratica è un po più complicato, nel senso che la ASL verifica dopo 4 o 5 anni se si aveva o meno diritto all'esenzione, e come data di riferimento ha solo la data della prestazione e non quella della prenotazione.-
      Bisognerebbe quindi in questi casi essere in grado di dimostrare che nel momento della prenotazione si aveva diritto all'esenzione.-

      Elimina
  27. Buonasera, nel 2018 ho percepito la discoll fino a giugno 2018, a settembre ho lavorato con la collaborazione occasionale, il mio reddito complessivo è stato di 7600 euro nel 2018. A febbraio 2019 mi è stato fatto un contratto a progetto per 12 mesi, non lavoro costantemente ma all'occasione. Ad aprile ho richiesto l'esenzione e02, ma leggendo un po' su internet mi è venuto il dubbio, ho letto la specifica in cui precisa disoccupato e visto che anche se occasionalmente lavoro, non sono più disoccupata? Se possibile vorrei sapere se ne ho diritto, il mio nucleo familiare è composto solo da me. Al centro per l'impiego risulto ancora disoccupata fino a che non supero gli 8000 euro? Grazie per la risposta. Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusi dottore, volevo chiederle un'altra cosa, se nel 2019 dovessi superare gli 8000 euro sarà un problema per l'esenzione attuale? Con i contratti a progetto a volte si lavora per tutto il mese a volte una settimana al mese, è difficile stimare un guadagno mensile purtroppo. Grazie di nuovo.

      Elimina
    2. Un contratto a progetto deve prevedere un compenso per una prestazione per tutta la durata del contratto stesso, quindi il guadagno se non mensile almeno annuale deve essere chiaro.-
      Comunque con un contratto a progetto in essere non si è disoccupati, a prescindere dal reddito, e non si ha quindi diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
    3. Grazie per la risposta, purtroppo il compenso non è chiaro, ho un pagamento orario di 6.70 €/h, non si può prospettare nessun compenso ne mensile ne annuale nella mia situazione. Ora cosa devo fare per annullare l'esenzione del ticket? Per ora ho preso solo 2 scatole di compresse per l'ipertensione e nient'altro, spero non ci saranno problemi per l'autocertificazione che ho rilasciato anche se già avevo un contratto a progetto e non risultavo più disoccupata. Grazie di nuovo per la risposta, sempre gentilissimo e molto chiaro. Le auguro una buona serata.

      Elimina
    4. Scusi di nuovo il disturbo, ma se invece di annullare l'esenzione e 02 evito di utilizzarla ci sono problemi? I farmaci per l'ipertensione li prendo con l'esenzione per patologia anche se costano di più e con l'esenzione e02 non mi faccio prescrivere più niente. Si può lasciare l'esenzione e02 o è meglio che l'annullo? Grazie in anticipo per le sue risposte sempre molto affidabili.

      Elimina
    5. Per evitare ogni problema ti consiglio di presentarti direttamente alla sede ASL di zona per far annullare l'esenzione E02 in quanto non ne hai più i requisiti di legge.-

      Elimina
  28. Grazie di nuovo per la risposta, buona serata.

    RispondiElimina
  29. Salve io ho lavorato nel 2017 per 6 mesi nel 2018 ho richiesto la e02 in quanto disoccupato e non speravo il reddito rinnovata a marzo 2019 ora qualche giorno fa al ritiro del 730 mi hanno detto che siccome avevo reddito zero mi hanno messo a carico di mia madre senza chiedermi se avevo esenzioni o no che prende 1100 euro di pensione ora vorrei sapere cosa succede cosa rischio penalmente devo pagare tutti i medicinali presi? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente tra un paio d'anni, quando la ASL avrà effettuato i relativi controlli, ti richiederà indietro il totale dei ticket non pagati, senza alcuna conseguenza ne di carattere civile ne di carattere penale.-

      Elimina
  30. Salve, vorrei un chiarimento in merito all'esenzione E02
    Pochi mesi fa mio marito ha ottenuto quest'esenzione perché è stato licenziato, preoccupati di conseguenze legali preventivati abbiamo chiesto al funzionario dell'Asl nel caso mio marito o io nel corso dell'anno avremmo ottenuto un'impiego come ci saremmo dovuti comportare, il funzionario ci ha detto che se l'impiego fosse stato un part-time di massimo 750€ mensili allora non ci saremmo dovuti preoccupare di richiedere la cessione del ticket, caso contrario, con un importo superiore allora avremmo dovuto dichiarare nell'immediato il tutto direttamente all'Asl per la revoca perché altrimenti avremmo avuto conseguenze penali.
    Sinceramente questa cosa non mi fa state molto tranquilla e non so se fidarmi di quel funzionario, sono 2 settimane che mio marito è in prova in una piccola azienda e gli hanno promesso quel tipo di contratto (part-time 750€) cosa dovrei fare? Fidarmi oppure andare all'Asl nel momento in cui realmente firmerà il contratto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esenzione E02
      Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,00 euro per ogni figlio a carico.-
      Questo significa che se tuo marito supera il periodo di prova, anche se con un contratto part-time, perde lo stato di disoccupazione e deve quindi richiedere la revoca dell'esenzione.-

      Elimina
  31. Buona sera. Ho una domanda
    Io sono disoccupata dal 2012 e ho l'esenzione e90, da giugno 2019 dopo anni di convivenza ci siamo sposati, lui lavora, posso continuare ad usufruirne o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Con decorrenza dalla data del matrimonio, visto che tuo marito lavora, non hai più diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  32. Buongiorno, avrei bisogno di sapere se percependo la naspi (per stagione estiva di 3 mesi)e avendo redditto 2018 di 5000 euro ho diritto all'esenzione e02..grazie per una sua eventuale risposta..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esenzione E02:
      Disoccupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.-

      Elimina
  33. Buongiorno Sig. Gianfranco,
    come molti anch'io ho ancora dubbi sul diritto della E02 mentre si percepisce la NASpI.
    A luglio del 2018 lei ha risposto che la NASpI fa reddito e quindi è come se si stesse lavorando. Alla ASL mi hanno detto lo stesso e quando ho chiesto di mostrarmi dove era specificato questo mi hanno consigliato di andare a ricercare nel sito del Ministero della Salute. Io l'ho fatto è ho trovato quel che segue:

    Decreto 11 dicembre 2009 del Ministero dell'Economia e delle Finanze riguardo la verifica delle Esenzioni in base al reddito.

    "7. Il certificato provvisorio nominativo di esenzione, di cui al comma 6, viene rilasciato dall'Azienda sanitaria locale, tramite le specifiche funzionalità' messe a disposizione dal Sistema tessera sanitaria, solo a seguito di presentazione da parte dell'assistito
    di:
    a) autocertificazione del diritto all'esenzione per reddito con
    riferimento al reddito complessivo ed al nucleo familiare riferito
    all'anno precedente a quello di erogazione delle prestazioni;
    b) autocertificazione della condizione di percettore di pensione integrata al minimo ovvero di pensione sociale o di ASSEGNO SOCIALE OVVERO DELLO STATO DI DISOCCUPAZIONE, con l'indicazione del servizio
    competente di cui all'art. 1, comma 2, lettera "

    Nel punto B mi sembra di capire che per chi percepisce la pensione sociale o l'assegno per disoccupazione c'è diritto alla E02.
    Per cortesia mi aiuti a capire se sto interpretando correttamente.
    Grazie mille

    RispondiElimina
  34. P.S. Vedo che il 25-09-2019 un utente Unknown le ha fatto la stessa domanda, ma lei ha copiato quel che dice nel sito del Ministero della Salute

    http://www.salute.gov.it/portale/esenzioni/dettaglioContenutiEsenzioni.jsp?lingua=italiano&id=1019&area=esenzioni&menu=vuoto

    il che non è chiaro o completo. Questo stesso testo l'ho fatto vedere ai funzionari della ASL che pero hanno aggiunto ed insistito nel fatto che ricevere la NASpI è uguale ad avere un lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è quello di capirsi su cosa significa essere disoccupati!
      Ovviamente non troverai scritto da nessuna parte che chi percepisce l'indennità di disoccupazione, agli effetti del diritto all'esenzione dal ticket non è da considerarsi disoccupato, quindi dobbiamo andare ad interpretazione della normativa.-
      C'è una differenza tra un disoccupato che non percepisce alcuna indennità, e un disoccupato che percepisce l'indennità di disoccupazione.-
      Infatti il primo non ha alcun reddito da lavoro, mentre il secondo percepisce un'indennità e per il periodo indennizzato si ritrova anche i contributi figurativi come se lavorasse, quindi alle conclusioni puoi arrivarci da solo.-

      Elimina
  35. Buonasera,io lavoro e mia moglie no.fino allo scorso mese abbiamo convissuto e lei aveva esenzione e02.ora che siamo sposati ho fatto richiesta moglie a carico.lei non ha più diritto all'esenzione perché io lavoro (indipendentemente dal reddito)? Era corretto averla prima oppure no? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La convivenza non ha alcun valore giuridico, quindi tua moglie prima di sposarsi era nubile e pertanto se rientrava negli altri requisiti aveva diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  36. Salve,non capisco bene come funziona E02. In caso di due coniugi senza figli , con uno che lavora e l'altro disoccupato quale è il requisito primario? Stato di disoccupato, reddito, coniuge a carico?

    RispondiElimina
  37. Nemmeno al distretto ulss dove presento la domanda hanno saputo rispondere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esenzione E02:
      Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,00 euro per ogni figlio a carico.-
      Questo significa che se uno dei due coniugi lavora, non hanno diritto all'esenzione nessuno dei due.-

      Elimina
  38. Certo che è un controsenso, il nucleo familiare è penalizzato mentre il singolo o convivente ha più vantaggi.

    RispondiElimina
  39. Buongiorno... ho un'esenzione E12 x disoccupazione... mi sono accorta che nel compilare il modulo ho inserito una data sbagliata di cessazione lavoro... posso incombere in qualche sanzione? Posso eventualmente correggere tale errore? Grazie anticipatamente... Cordialmente Agostina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Agostina!
      Se la data di cessazione del rapporto di lavoro segnalata cambia di pochi giorni o mesi rispetto a quella effettiva è ininfluente, altrimenti devi ripresentarti alla ASL per la rettifica.-

      Elimina
  40. Buongiorno, sono Maria Di Vito, le porgo anticipatamente il mio ringraziamento per i suoi chiarimenti Il 6 febbraio 2019 mi sono recata alla asl di mia competenza a Roma e mi hanno rilasciato il cedolino dell'E02, in quanto io ho certificato che il mio reddito relativo al 2018 era inferiore a 8263 euri e che a febbraio al centro per l impiego risulto disoccupata, in quanto faccio prestazioni di lavoro occasionale con ritenuta di acconto del 20% sempre della durata inferiore a 6 mesi consecutivi. Al Centro per l impiego mi hanno chiarito che solo lavorando per 6 mesi consecutivi risulterei occupata. Verso settembre 2019, il mio medico di base mi ha detto che non gli risultava più l E02 al pc. In data 31 ottobre 2019, mi sono recata di nuovo all' asl per capire cosa fosse successo. Mi hanno detto che avrei dovuto riconfermare l E02 a marzo 2019,dolosoltanto un mese. Mi hanno riconfermato l'E02 fino a marzo 2020. Quindi,per loro risulto senza Esenzione E02 da febbraio 2019 al 31 ottobre 2019.Domanda: secondo lei é giusto quanto asserito dall'asl? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria!
      Purtroppo SI!
      Per l'esenzione E02 non c'è un automatismo nel senso che è annuale e ogni anno va quindi rinnovata, ovviamente se esistono ancora i requisiti di legge.-

      Elimina
    2. Mi scusi tanto il ritardo con il quale la ricontatto. Purtroppo non capisco. Il mio ragionamento é questo: se io ho richiesto l'E02 a febbraio 2019 perché già sapevo che il 730 relativo al 2018 non avrebbe superato gli 8263 euri, perché a marzo 2019,dopo un mese avrei dovuto riconfermare l'E02? Secondo me l'esenzione E02 é relativa a tutto il 2019,non essendo cambiata la situazione occupazionale ed essendo relativa al 2018.Perché, invece, a marzo 2019 avrei dovuto riconfermare l'E02,trattandosi sempre del reddito 2018?Le chiedo gentilmente di rispiegarmelo. Grazie mille

      Elimina
    3. Ciao Maria!
      I cittadini che usufruiscono dell’esenzione ticket per reddito, devono rinnovarla ogni anno. Di solito, la validità annuale intercorre dal 1° aprile al 31 marzo dell’anno successivo anche se può essere prorogata.-
      Questo significa che le richieste effettuate a gennaio o febbraio valgono fino a marzo e quindi devono essere rinnovate ad aprile.-

      Elimina
    4. Ciao Maria!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  41. Buonasera, dopo aver letto diversi siti rimango ancora con dei dubbi.
    Vorrei avere l'esenzione per il ticket, ma non ho la certezza di avere i requisiti.
    Sono stata assunta per 4 mesi nel 2015 e dopo la fine del contratto a tempo determinato mi sono recata al centro per l'impiego per la disponibilità a lavoro (ad oggi sono ancora disoccupata). Nel contempo mio padre dal 2015 è titolare di pensione come artigiano la cui mensilità comprende una parte di assegno sociale. Dal 2015 non risulto più a carico dei miei.
    Mi chiedo se rientrando a carico dei miei potrei usufruire della 03 oppure ad oggi ho i requisiti per la 02.
    In attesa porgo cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Tu non hai i requisiti ne per la 03 perché tuo padre percepisce una pensione di vecchiaia, ne per la 02 perché a tutt'oggi tu risulti inoccupata e non disoccupata.-

      Elimina
  42. Grazie per la celere risposta. Solo che non capisco la sua risposta.
    Inoccupato non è colui che non ha mai lavorato?
    Io al centro per l'impiego risulto disoccupata. .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il termine "disoccupato" è riferito esclusivamente al cittadino che abbia cessato, in tempi recenti, per qualunque motivo (licenziamento, dimissioni, cessazione di un rapporto a tempo determinato) un'attività di lavoro dipendente e sia iscritto all'Ufficio del lavoro in attesa di nuova occupazione.-
      Questo significa che ai fini del diritto all'esenzione dal ticket, dopo 2 anni di inattività si passa da disoccupati a inoccupati.-

      Elimina
  43. Oh ora mi è tutto chiarissimo!!! Grazie mille

    RispondiElimina
  44. salve, vi chiedo chiarimenti in merito all'E02, precisamente: se durante l'usufruimento dell'E02 SI VIENE ASSUNTO E POI LICENZIATO PER MANCATO SUPERAMENTO PERIODO DI PROVA DI LAVORA DURATO SOLO 15 GG, SI PERDE IL DIRITTO ALL'E02? SE SI,L'ESENZIONE E' RIFERITA SOLO A QUEI 15 GG DI PROVA (RIBADISCO NON SUPERATA) OPPURE PER I RESTANTI GIORNI DELLO STESSO ANNO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si ha diritto all'esenzione E02 solo per i 15 giorni lavorati, ma bisogna riscriversi al Centro per l'Impiego appena cessato il rapporto di lavoro, per conservare il diritto all'esenzione per il periodo successivo.-

      Elimina
    2. salve, ho controllato documenti vecchi ed ho riscontrato che mio marito si è subito riscritto al collocamento,(dopo il periodo di prova non superato di 15 gg) ora vorrei sapere se dovevo di nuovo fare richiesta dell'esenzione E02 oppure no

      Elimina
    3. SI!
      Quando si è assunti si perde il diritto all'esenzione dal ticket E02, quindi appena cessa l'attività lavorativa bisogna richiedere il ripristino dell'esenzione.-

      Elimina
  45. Salve io ho bisogno di chiederle una cosa ..io sono disoccupata ma faccio lavori a destra e a sinistra x vivere ..sono e vivo da sola non ho reddito ..ho un esenzione R03 ...ma devo pagare tutto visite ..analisi ecc..ho problemi al ginocchio e devo fare infiltrazioni che io non posso purtroppo pagare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sei disoccupata e fai solo qualche lavoro saltuario, purtroppo non hai diritto ad un altro tipo di esenzione dal ticket, quindi l'unico consiglio che posso darti è quello di rivolgerti ai servizi sociali del tuo Comune di residenza, per farti consigliare al meglio sul da farsi.-

      Elimina
  46. Buongiorno avvocato, vorrei sapere se il TFR e stipendi arretrati pressi dal fondo di garanzia fanno reddito per esenzione e02

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il reddito del nucleo familiare è dato dalla somma dei singoli redditi complessivi prodotti dai componenti il nucleo. Per reddito “complessivo” si intende il reddito riportato nella dichiarazione dei redditi, al lordo degli oneri deducibili:
      • reddito certificato mediante il modello CUD: Parte B, punto 1 del Cud
      • reddito dichiarato nel modello 730: rigo 11, prospetto di liquidazione mod.730-3
      • reddito dichiarato nel modello Unico persone fisiche: rigo RN1.-

      Elimina
  47. Buonasera,
    avrei bisogno di un chiarimento.
    Mi è arrivata una contestazione per aver presentato un'autocertificazione E02 per l'anno 2015 che ha avuto controllo negativo.
    Per aver diritto all'esenzione E02 devo essere disoccupata ok.
    Nel 2014 ho lavorato 10 mesi su 12 percependo un reddito complessivo di euro 5660.
    Nel 2015 ho lavorato solo 4 mesi (Gennaio e da Settembre a dicembre), percependo 3660 euro.
    Avevo esenzione E02 che scadeva nel mese di marzo 2015. Di fatto quando ho rinnovato l'esenzione ero disoccupata a marzo 2015, e le prescrizioni e le prestazioni che mi contestano sono dei mesi di maggio, giugno e luglio, mesi in cui effettivamente ero disoccupata. Ho ripreso sul finire di settembre a lavorare.
    Adesso cosa potrei fare? posso pretendere qualcosa? non mi è chiaro ad oggi quale sia la contestazione se effettivamente io in quei mesi ero davvero disoccupata.Non sono a carico di nessuno.
    La ringrazio per la Sua cortese risposta, così da orientarmi anche per gli anni a venire dopo il 2015, in cui la situazione è sicuramente stata la stessa.
    GRazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ha diritto all'esenzione dal ticket solo se si è disoccupati e solo per il periodo in cui si è disoccupati, quindi va richiesta o rinnovata all'inizio di ogni anno, per sospenderla al momento in cui si inizia un'attività lavorativa.-
      Presumo quindi che tu hai richiesto una qualche prestazione sanitaria in un periodo in cui lavoravi, e quindi non ne avevi diritto, ma questa è una verifica che puoi fare solo tu.-

      Elimina
  48. Buongiorno,
    sono disoccupato dal dicembre 2019 per trasferimento azienda e successivo licenziamento. Sono regolarmente iscritto al Centro per l'Impiego ed attualmente usufruisco della NaspI. Vivo con mia mamma pensionata al minimo ultranovantenne senza essere a mio carico. Ho diritto all'esenzione del ticket per il periodo in cui rimarro' disoccupato?
    Grazie per la cortese risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esenzione E02:
      Disoccupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.-

      Elimina
    2. Grazie per la gentile risposta, ma la NaspI deve essere considerata reddito perchè per i primi 3 mesi percepisco circa 700 euro e poi diminuirà del 3% per ogni mese successivo? Grazie ancora

      Elimina
    3. SI!
      La NASPI costituisce reddito come l'attività lavorativa, e come l'attività lavorativa genera un CUD.-

      Elimina
    4. Grazie ancora. Ma mi rimane n dubbio sull'esenzione E02 per il reddito dato che sono disoccupato dal dicembre 2019
      e non so quanto sarà il mio reddito (NaspI) 2020. Fino a quando non raggiungerò gli 8.263,31 di reddito sono esente o non posso proprio richiedere l'esenzione prevedendo forse di superare detto importo per l'anno 2020?
      Inoltre potrei eventualmente richiedere l'esenzione E90:
      Disoccupati - e familiari a carico - che abbiano cessato un lavoro dipendente o autonomo, in possesso di Dichiarazione di immediata disponibilità presentata al Centro per l'Impiego di competenza, con reddito del nucleo familiare fiscale fino a 27.000 euro?
      Ringrazio ancora per la sua disponibilità

      Elimina
    5. Ai fini del diritto all'esenzione dal ticket per l'anno 2020 fanno fede i redditi del 2019.-

      Elimina
  49. Una mia paziente ha un'esenzione ma non è stata scritta nella ricetta. Ha usufruito della prestazione a dicembre e ormai l'impegnativa è stata consegnata all'ASL di competenza. Come si deve comportare?dobbiamo farla pagare? E nel caso, Come riusciamo a farle recuperare la somma pagata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La richiesta dl rimborso del ticket è fattibile entro 30 giorni dalla data prevista per l'erogazione. Per richiedere il rimborso del ticket, il cittadino può recarsi in un punto Cup o allo Sportello Unico distrettuale dell'Azienda. Lì troverà i moduli prestampati per compilare la richiesta. Insieme al modulo da compilare, il cittadino dovrà presentare le seguenti documentazioni: l'originale della ricevuta di versamento del ticket; la certificazione sull'impegnativa se si tratta di esenzione per patologia oppure un'autocertificazione in altri casi di esenzione. Anche una persona diversa dal diretto interessato, se munita di delega scritta, può presentare la richiesta di rimborso.-

      Elimina
  50. Buongiorno, io sono disoccupata ed ho già usufruito in passato dell'esenzione E90, volevo richiederla anche quest'anno ma ho mio figlio che ha fatto qualche lavoretto qua e là, volevo sapere se quello che ha guadagnato mio figlio devo sommarlo al reddito della famiglia, oppure non fa cumulo? Comunque non ha raggiunto nemmeno 1000 euro anno scorso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Ai fini del diritto all'esenzione dal ticket anche il reddito di tuo figlio devi sommarlo al reddito della famiglia.-

      Elimina
  51. Buongiorno, la mia esenzione e scaduta a settembre, ma ho visto che il medico ha fatto le ricette con l esenzione che non ho rinnovato. Cosa mi potrebbe succedere? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se per il 2020 hai ancora diritto all'esenzione non ci sono problemi, nel senso che devi solo richiedere il rinnovo, mentre se non ne hai più diritto quando alla ASL se ne accorgeranno ti richiederanno indietro l'importo dell'esenzione goduta ma non spettante.-

      Elimina
  52. Buongiorno,
    sono una casalinga di 55 anni a carico di mio marito che è in pensione e ha 65 anni.Ha il diritto di essenzione se prende 1050 € al mese? Grazie mille per la risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esenzione E01:
      Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.-

      Elimina
  53. Salve.
    Sono disoccupato dal 2013. Sono sposato, ma vivo con i miei genitori a causa della disoccupazione.
    Volevo sapere, nonostante mio padre ha esenzione E01 (ha 79 anni), se io posso richiedere esenzione, assieme a mia moglie, visto che siamo a carico di mio padre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Esenzione E01 = Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni appartenente ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 36.151,98 euro.-
      Non rientrate nella E01 perché avete meno di 65 anni.-

      Elimina
  54. Salve volevo un informazione, siccome io e mio marito abbiamo entrambi l'esecuzione E02 per disoccupati, mio marito a dicembre ha ricevuto il contratto di lavoro part time di 4 ore a tempo indeterminato, volevo sapere se io posso usare ancora il mio ticket essendo ancora disoccupata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Non essendo più tuo marito disoccupato, avete perso entrambi il diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  55. Gentile signor Gianfranco,le scrivo per chiederle da diversi anni per disoccupazione ho percepito l esenzione ticket,ora ho appena iniziato un contratto di lavoro autonomo occasionale qualche ora alla settimana,chiedo se ora non ho più diritto della esenzione ticket.. Grazie,cordialmente saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non capisco cosa intendi per contratto di lavoro autonomo occasionale, cioè se hai aperto una partita IVA o se ti riferisci a prestazioni occasionali, in quanto nel primo caso hai perso il diritto all'esenzione dal ticket mentre nel secondo caso no.-

      Elimina
  56. buongiorno sig. Censori sono disoccupata e mio figlio non sta lavorando dall'agosto 2018, suo padre non versa alcun assegno di mantenimento, vorrei sapere a chi è a carico mio figlio e se posso fare l' esenzione e 02

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tu sei disoccupata tuo figlio non può essere a tuo carico, quindi presumo che sia a carico di suo padre.-
      Per quanto riguarda l'esenzione potresti aver diritto all'esenzione:
      Esenzione E02: Disoccupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)
      Esenzione per tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche e per tutti i farmaci di classe A.

      Elimina
    2. grazie sig Censori.La dicitura "disoccupati e loro familiari a carico" confonde le idee. Come ha ribadito lei, se una persona è disoccupata non può avere familiari a carico! Le ho detto che il padre non provvede al manenimento del figlio e non ce l'ha a carico, mi chiarisca questa situazione per favore.Grazie

      Elimina
    3. Per disoccupati e loro familiari a carico si intende disoccupati indennizzati, cioè che percepiscono la NASPI e che quindi possono avere i figli a carico.-
      Il fatto che il padre non provvede al mantenimento del figlio e non ce l'ha a carico è ininfluente ai fini del diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
    4. Salve ancora, sig. Censori. Dunque mio figlio, non essendo a carico di nessuno e disoccupato, potrà fare la E 02 ?

      Elimina
    5. SI!
      Tuo figlio ha diritto all'esenzione E02.-

      Elimina
  57. Buongiorno,il mio isee è di 2€ e qualcosa, ho però appena iniziato a lavorare .Ho ancora diritto all'estensione? Ho due figli di 14 e 15 anni e nessun aiuto da parte del padre in quanto disoccupato, che non fa più parte del nucleo familiare
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Si ha diritto all'esenzione dal ticket solo se si è disoccupati, quindi il diritto cessa nel momento in cui si trova un nuovo lavoro.-

      Elimina
  58. Buongiorno,
    ho ricevuto un'avviso bonario in quanto non mi spettava l'esenzione, quindi ho pagato la cifra richiesta, la stessa cifra pagata è considerabile spesa medica e la posso detrarre nel mio 730?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Si possono portare in detrazione con la dichiarazione dei redditi di quest'anno solo le spese mediche sostenute lo scorso anno e non quelle relative agli anni precedenti.-

      Elimina
  59. buongiorno avvocato ,io o fatto una auotercificazione e stavo lavorando ,adesso mi anno tolto il tiket .perche devo pagare prima lanno che o gotuto quell anno che non mi attoccava . adesso sono disoccupato da 9 anni , come devo fare .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe!
      Purtroppo se in passato hai goduto di un'esenzione dal ticket alla quale non avevi diritto, devi restituire l'importo dei ticket dovuti.-
      Se non puoi farlo perché sei disoccupato, ti consiglio di rivolgerti ai servizi sociali del Tuo Comune di residenza per farti consigliare al meglio sul da farsi.-

      Elimina
    2. Buongiorno
      volevo sapere riguardo all'esenzione del ticket sanitario in quanto ad ottobre sono stato assunto part time a 4 ore ed il contatto prosegue nel 2020 come sono messo con l'esenzione e02 che avevo?
      grazie

      Elimina
    3. Ciao Roberto!
      Purtroppo con decorrenza dalla data di assunzione tu non hai più diritto all'esenzione dal ticket.-

      Elimina
  60. Buongiorno....
    sono iscritta alla Camera del lavoro dal 2010.e non ho mai trovato lavoro fisso..ed abito con mia madre pensionata (850€)....volevo sapere se posso avere l esenzione E02...
    Grazie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Si ha diritto all'esenzione dal ticket solo se si perso il lavoro in tempi recenti, altrimenti non si più disoccupati ma inoccupati.-

      Elimina
  61. Ciao io percepisco della esenzione e12 per disocupazione, dal 04-07 ho un contratto di 40 ore settimanali fino al 18-07 quindi sono 15 giorni poi a agosto sara un nuovo contratto di una settimana sempre 40 ore e anche a novembro un contrato di una sertimana con le stesse 40 ore, poi rimango disoccupata di nuovo, per caso devo andare a cancellare le esenzioni e poi rinnovare?
    Oppure per questo periodo di lavoro che in totale saranno piu o meno 30 giorni non devo fare nulla visto che poi rimango ancora disoccupata?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In teoria dovresti cancellare e poi rinnovare l'esenzione ogni volta, ma in pratica non devi usare l'esenzione nei giorni in cui lavori, perché non ne hai diritto.-

      Elimina
    2. Grazie mille...molto gentile...

      Elimina

I commenti rimarranno disabilitati nel fine settimana.