giovedì 25 luglio 2013

ISE - ISEE - ISEEU

ISE (Indicatore della situazione economica)

L’indicatore della situazione economica è il valore assoluto dato dalla somma dei redditi e da una quota (20%) dei patrimoni.-

Redditi e patrimoni si riferiscono a tutti i componenti del nucleo familiare.

ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente)

È uno strumento capace di misurare l’effettiva situazione patrimoniale e di reddito dei cittadini che richiedono sia prestazioni sociali che agevolazioni tariffarie su servizi di pubblica utilità.

Si ottiene combinando e valutando tre elementi: il reddito, il patrimonio e la composizione del nucleo familiare.

Il risultato che si ottiene è un valore economico, espresso in moneta corrente, che determina il diritto all’accesso a prestazioni o agevolazioni.-

I cittadini presentano la documentazione necessaria (Dichiarazione dei redditi, Stato di famiglia, Copia del contratto di affitto o dati catastali immobili o terreni di proprietà nonché l’eventuale capitale residuo del mutuo), ad un CAF che provvede alla elaborazione, al calcolo e alla trasmissione dei dati in via telematica all’INPS.

L’ISEE viene utilizzato quando un cittadino ritiene di avere i requisiti e quindi il diritto ad accedere a prestazioni sociali agevolate in denaro o in servizi.

Può servire a ridurre il costo delle seguenti prestazioni:
  • Asili nido
  • Università
  • Trasporto scolastico
  • Centri estivi
  • Integrazioni di rette per l’accoglienza in strutture residenziali o semi residenziali per anziani
  • Assistenza domiciliare
  • Telesoccorso
  • Servizi ai disabili

Può servire ad ottenere altre importanti provvidenze a carattere nazionale:

Il Calcolo dell’ISEE


ISE = somma tra il reddito (redditi complessivi ai fini IRPEF + proventi agrari + rendimento del patrimonio mobiliare – detrazione canone annuale di locazione) + il 20% del patrimonio (patrimonio immobiliare + patrimonio mobiliare).

ISEE = ISE / scala di equivalenza

Variabili:
Rendimento del patrimonio mobiliare anno 2007 = 3,95% annuo
Canone di affitto: si può detrarre fino ad un massimo di euro 5.164,57 annuo
Patrimonio mobiliare (depositi bancari, postali, BOT etc.), detrarre la franchigia di euro 15.493,71.
Patrimonio immobiliare: per la casa di abitazione si può detrarre la franchigia di euro 51.645,68.

SCALA DI EQUIVALENZA:
Numero componenti 1 - Parametro 1,00
Numero componenti 2 - Parametro 1,57
Numero componenti 3 - Parametro 2,04
Numero componenti 4 - Parametro 2,46
Numero componenti 5 - Parametro 2,85

Maggiorazioni applicabili alla scala di equivalenza:
  • Nucleo familiare in cui sono presenti figli minori e un solo genitore = (+ 0,20).
  • Presenza di una persona con handicap psicofisico permanente = (+ 0,50).
  • Nucleo familiare con figli minori in cui entrambi i genitori abbiano lavorato per almeno 6 mesi nel periodo in cui fanno riferimento i redditi = (+ 0,20).


SIMULAZIONI


  • simulazione n. 1

Reddito complessivo euro 25.000,00.
Valore ICI casa di abitazione euro 100.000,00.
Nucleo familiare n. 4 componenti

Redditi = 25.000,00 +
Patrimonio 100.000.00 – 51.645,68 x 20% = 9.670,86 +
Valore ISE = 34.670,86 =
Scala di equivalenza = 2,46 :
Valore ISEE (34.670,86 : 2,46) = 14.093,85 =


  • simulazione n. 2

Reddito complessivo euro 20.000,00.-
Valore ICI casa di abitazione euro 100.000,00.-
Mutuo residuo 2° appartamento euro 25.000,00.-
Nucleo familiare n. 3 componenti
Redditi = 20.000,00 +
Casa di abitazione 100.000,00 - 51.645,68 x 20% = 9.670,86 +
2° appartamento euro 25.000,00 x 20% = 5.000,00 +
Valore ISE 34.670,86 =
Scala di equivalenza = 2,04 :
Valore ISEE (34.670,86: 2,04) = 16.995,52 =


  • simulazione n. 3

Reddito complessivo euro 15.000,00.-
Canone affitto mensile euro 500 x 12 = euro 6.000,00 annue
Nucleo familiare n. 2 componenti

Redditi = 15.000,00 +
Canone affitto massimo detraibile = 5.164,16 +
Valore ISE = 9.835,43 =
Scala equivalenza = 1,57 :
Valore ISEE (9.835,43 : 1,57) = 6.264,61 =


  • simulazione n. 4

Reddito complessivo euro 13.000,00.-
Patrimoni mobiliari euro 20.000,00.-
Nucleo familiare n. 4 componenti

Reddito complessivo = 13.000,00 +
Patrimonio mobiliare (20.000,00 - 15.493,71 x 20%) = 901,26 +
Patrimonio mobiliare (20.000,00 x 3,95%) = 790,00 +
Valore ISE = 14.691,26 =
Scala di equivalenza = 2,46 :
Valore ISEE = 5.972,06 =


  • simulazione n. 5

Reddito complessivo euro 13.000,00.-
Patrimonio mobiliare euro 15.000,00.-
Nucleo familiare n. 1 elemento

Reddito complessivo 13.000,00 +
Patrimoni mobiliari (15.000,00 - 15.493,71 x 20%) = ———-
Patrimoni mobiliari (15.000,00 x 3,95%) = 592,50 +
Valore ISE = 13.592,50 =
Scala equivalenza = 1,00 :
Valore ISEE = 13.592,50 =


ISEEU

L'ISEEU è un ricalcolo dell'ISEE che tiene conto di alcuni criteri specifici previsti per l'Università dal DPCM 9 Aprile 2001:
  • i redditi e i patrimoni dei fratelli/sorelle sono calcolati al 50%; 
  • sono presi in considerazione redditi e patrimoni posseduti all'estero; 
  • lo studente avente nucleo familiare a se stante potrà essere considerato tale solo qualora si verifichino le condizioni dello studente indipendente. 
Lo studente sarà considerato indipendente e pertanto non si terrà conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine bensì di quella derivante dal nuovo nucleo familiare, qualora sussistano entrambe le seguenti condizioni:
  • residenza, risultante dall’evidenza anagrafica, esterna all’unità abitativa della famiglia di origine, stabilita da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda e in un immobile non di proprietà di un componente del nucleo familiare di origine; 
  • redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7391,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona. 
Qualora non si verifichino entrambe le condizioni sopra richiamate, debitamente documentate, si tiene conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine.

Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it
Iscriviti alla CGIL. Perchè? Perchè è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

Gianfranco Censori

100 commenti:

  1. Mi scusi ma non ho posto la domanda in maniera chiara, il problema e che con reddito isee 2013 non avrei diritto alla borsa di studio, essendo variata la condizione reddituale durante 2014 e' possibile chiedere di fare domanda con redditi anno in corso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Ai fini della certificazione ISE- ISEE per quest'anno fanno fede i redditi del 2013, quindi i redditi del 2014 incideranno solo l'anno prossimo.-

      Elimina
  2. Buongiorno Gianfranco, mia cugina lavorerà per una cooperativa per soli 3 mesi (ha già iniziato in luglio) e le è stato richiesto (solo adesso) il mod. Isee. Abita da sola e la casa è di sua proprietà, da cui risulta una certa rendita annuale. La mia domanda è : se il mod Isee è uno strumento utile ai fini di varie agevolazioni sociali (non le ha chieste e non le pretende) che c'entra il mod. Isee con il lavoro? La ringrazio e la saluto.
    Emma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emma!
      In effetti la Tua domanda è pertinente!
      Infatti la cooperativa per la quale lavorerà Tua cugina non ha alcun titolo per richiederle la certificazione ISE - ISEE, ed è anzi una violazione della sua privacy, quindi non deve assolutamente consegnarla.-

      Elimina
  3. Buongiorno Gianfranco, la mia situazione mi sembra paradossale vivo con la mia convivete la quale ha un figlio che stà per iscriversi all'università. Dobbiamo compilare il modello ISEE. Specifico che precedentemente abbiamo creato un nucleo familiare composto da me, la mia compagna ed i due figli di lei, mi è stato detto che il padre naturale del ragazzo viene esonerato da qualsiasi obbligo economico. Di conseguenza devo mettere tutto il mio stato patrimoniale positivo o negativo per la compilazione di detto modulo, soprattutto la situazione della mia azienda di cui sono un socio al 33%. Potrei anche creargli un danno se io guadagnassi più del padre naturale, in quanto pagherà la quota universitaria nella misura del 50% di sua spettanza e l'altro 50% di spettanza a carico della mia convivente. Vorrei quello che prevede la legge nella situazione in cui ci troviamo. Nel frattempo la saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini della certificazione ISE - ISEE fa fede lo stato di famiglia quindi vanno dichiarati redditi e patrimonio di tutti i componenti lo stesso nucleo familiare come risulta in anagrafe, a prescindere pertanto dal legame che esiste tra di loro.-

      Elimina
  4. La ringrazio per la risposta

    RispondiElimina
  5. Buongiorno. Sono una studentessa universitaria con residenza diversa da quella della famiglia di origine. Mi sposo il prossimo 2 ottobre e poichè la mia situazione economica cambierà totalmente vorrei sapere se (dopo il matrimonio) posso presentare l'ISEE 2013 di mio marito invece che quello dei miei genitori. Se presentassi l'ISEE 2013 dei miei genitori il conguaglio ammonterebbe ad una cifra assurda che tra l'altro non potrei neppure permettermi. Le iscrizioni all'università scadranno il 1° Dicembre per cui posso tranquillamente aspettare di sposarmi e poi presentare l'iscrizione comprensiva dell'ISEEU.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Se presenterai l'ISE - ISEEU dopo il matrimonio, faranno fede i redditi e il patrimonio di Tuo marito.-

      Elimina
  6. Salve, avrei bisogno di un'informazione. Fino a due mesi fa abitavo con mia madre, ma ora abito con i miei nonni in un'altra regione. In questo periodo dovrei iscrivermi all'università, quindi tra pochi mesi dovrò consegnare l'ISEE, ma di chi? Di mia madre? Dei miei nonni? O dovrei farlo io in quando maggiorenne? Attendo una Vostra risposta, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca!
      - Se Tu non disponi di un reddito autonomo sufficiente a mantenerti agli studi, ai fini della certificazione ISE - ISEE fanno fede i redditi e il patrimonio di Tua madre, anche se hai la residenza insieme ai Tuoi nonni.-

      Elimina
  7. Buonasera ,
    piccolo quesito , coppia di fatto con conto corrente cointestato ,ma nel corrente anno abbiamo residenza diverse e conto corrente separato , ai fini della dichiarazione isee cosa devo dichiarare.
    Graie Vince
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non siete sposati e non avete la stessa residenza, non c'è alcun legame giuridico tra di Voi, quindi ai fini della dichiarazione ISE - ISEE risulterai solo Tu, e dovrai dichiarare il 50% del saldo al 31/12/2013 del conto corrente cointestato.-

      Elimina
  8. Salve sig Gianfranco, ho una domanda, da luglio 2014 ho iniziato a lavorare, e dopo 15 giorni ho cambiato residenza per non fare cumulo con i redditi dei miei genitori, la mia domanda è ora che dovrò iscrivermi all'anno successivo dell 'università dovrò presentare un mio ISE personale oppure l' ISE dei miei genitori con me a carico, come gli anni scorsi??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanni!
      Purtroppo all'università dovrai ancora presentare l'ISE - ISEE insieme a quello dei Tuoi genitori; infatti per poter presentare un Tuo ISE personale i requisiti necessari sono i seguenti:.-
      Redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7391,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.-

      Elimina
  9. salve,
    ho cambiato residenza a novembre 2013 e ora vivo sola.
    nel 2012 ho un cud di 4.000 €.
    nel 2013 ho un cud di 9.000€.

    prima di novembre 2013 appartenevo al nucleo familiare dei miei (mio padre,mia madre, mia sorella)

    Le chiedo:
    mio padre nei prossimi giorni dovrà fare il nuovo isee, io compariro nel suo o dovrò farne uno mio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini della certificazione ISE- ISEE fa fede lo stato di famiglia attuale e i redditi dello scorso anno, quindi Tu non comparirai più nell'ISE - ISEE di Tuo padre.-
      Invece per quanto ti riguarda il discorso è diverso, nel senso che bisogna vedere se ti serve ed eventualmente per che cosa ti serve.-

      Elimina
  10. Salve, abito da sola e nel 2013 ho avuto un reddito di circa 5000 €. Ho fatto l'isee da sola quest'anno vista la nuova residenza. Ma per l'iseeu mi hanno detto che non ho i requisiti di studente indipendente e devo farla con la famiglia di origine. I miei genitori sono separati, io sono a carico di mia madre, si fa per dire visto che ho 28 anni, in procinto di sposarmi, per l'iseeu quindi devo portare la documentazione di mia madre? E se si che cosa solamente i suoi redditi e patrimoni? Visto che mia madre ha residenza dai suoi genitori perché accudisce il fratello invalido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Ai fini della certificazione ISE - ISEEU, non avendo i requisiti per essere considerata autonoma, oltre ai Tuoi redditi dovrai dichiarare anche i redditi e patrimonio di tua madre.-

      Elimina
  11. Salve, devo presentare l'ISEE per la borsa di studio. Nel 2013 ha prodotto reddito soltanto mia madre perché mio padre non ha lavorava e quindi nell'ISEE del 2013 risulta con reddito 0. Adesso invece lavora e ha un contratto da febbraio del 2014 ora mi chiedo quando l'ente della borsa di studio andrà a controllare i dati come si dovrà comportare ? risulterà nei dati che mio padre lavora dal 2014 e che effettivamente nel 2013 era senza un impiego ? grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è problema!
      Ai fini della certificazione ISE- ISEE di quest'anno, fanno fede i redditi dei componenti il Tuo nucleo familiare dello scorso anno, mentre i redditi di quest'anno incideranno solo sull'eventuale certificazione che richiederai il prossimo anno.-

      Elimina
  12. Salve, ho fatto la dichiarazione Isee circa un mese fa. Nel frattempo ho fatto la richiesta per la borsa di studio e sono risultato idoneo. Ora però vengo a sapere dell'esistenza di un mini conto corrente intestato a mia madre, si parla di una cifra di circa 2000 euro al 31/12. Ora posso rifare la dichiarazione isee? La differenza fra l'Isee fatto un mese fa e quello che potrei nel caso rifare ora sarà di qualche decina di euro (ho fatto la simulazione su internet), e riguardo alla borsa di studio rimango sempre nella stessa fascia. Spero che non si creino problemi presentando i nuovi dati Isee all'ente che da la borsa di studio.
    La ringrazio anticipatamente della risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Devi rivolgerti allo stesso CAF che Ti ha presentato la certificazione ISE- ISEE per la rettifica, e consegnare la certificazione corretta all'Ente che da la borsa di studio.-

      Elimina
  13. Buongiorno, le spiego il mio problema. Ho contratto matrimonio civile 11 mesi fa e da 9 mesi sono residente a Milano. Prima studiavo a Palermo. Adesso sto per scrivermi al terzo anno, sempre a Palermo, e prenderò una casa in affitto.
    Volevo porle due domande:
    - A quale isee devo fare riferimento? Quello di mio marito o quello della mia famiglia di origine?
    - Posso richiedere lo sgravio fiscale in 730 per l'affitto della casa essendo che vivo a tutti gli effetti nel comune di Milano da 9 mesi?
    Grazie per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. - Ai fini della certificazione ISE - ISEE fa fede lo stato di famiglia quindi devi dichiarare i redditi di Tuo marito.-
      - SI! Puoi chiedere lo sgravio fiscale in 730 dell'affitto della casa di Palermo.-

      Elimina
  14. Buonasera dottore, mi sorge un dubbio. ..dovrò fare a giorni l'isee e quindi devo dichiarare i miei redditi e patrimonio. Io ho una casa di proprietà ma da un mese non ci abito più e abito invece in una casa in affitto con la mia famiglia. Ai fini del calcolo isee la casa di proprietà mi verrà valutata come prima abitazione essendo l'unica che possiedo oppure come seconda casa. Dovrò pagare la tari e l'imu?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende dalla residenza!
      Se hai cambiato residenza in Comune, la casa di tua proprietà ti verrà valutata come seconda casa, con tutto quello che ne consegue anche a livello di TARI e di IMU.-

      Elimina
    2. Grazie per la sua risposta. Si, ho cambiato la residenza e non è nella casa di proprietà. La tari si dovrà pagare anche per le seconde abitazioni?
      A presto e ancora grazie.

      Elimina
    3. Essendo la tassa che colpisce chi produce rifiuti, e il cui gettito andrà destinato allo smaltimento, a essere soggetti al pagamento della Tari saranno proprietari, inquilini di residenze private, così come i titolari di imprese commerciali o industriali.-

      Elimina
  15. Salve, ho lavorato presso un ente di formazione con contratto a progetto ad ore. Il contratto diceva che il pagamento sarebbe avvenuti a fine progetto. Io ho terminato a febbraio e fin adesso non ho ricevuto nulla. Dopo varie chiamate al direttore non ho ancora risolto nulla, mi dice sempre che aspettano i finanziamenti della regione. La cosa strana è che loro iniziano sempre progetti di formazione senza avere soldi , è possibile? Se i fondi non arrivano mai , sempre se è vero, io non avrò mai i soldi che avanzo? C'è un modo x capire se Liro hanno avuto i fondi x il corso di formazione? Come ni devo comportare? Devo andare al patronato e fare una vertenza? Grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max!
      Mi viene il dubbio che Tu sia stato truffato!
      Infatti se il progetto è terminato a febbraio non è possibile che l'ente non abbia ancora ricevuto i finanziamenti, e comunque se nel contratto a progetto era previsto che il pagamento doveva essere effettuato a fine progetto, tu dovevi comunque essere retribuito nei termini.-
      A questo punto Ti consiglio di rivolgerti a sindacato per farti tutelare ed assistere per il meglio, prima che magari l'ente "sparisca dalla circolazione".-

      Elimina
  16. Buona sera,
    leggendo un articolo sul Tfr in busta paga su Repubblica.it rilevo la seguente notizia:
    "Ebbene, anche in quest’ultimo caso di tasse ridotte, salirebbe il reddito. Non quello imponibile ai fini Irpef, ma quello Isee. Che proprio dal 2015 ricomprende nel suo calcolo, giustappunto, anche tutti i redditi a tassazione separata, come appunto il Tfr, oggi esclusi" da cui deduco che nell'ISEE 2014 il Tfr, in quanto reddito a tassazione separata, debba essere escluso.
    Mi conferma questa indicazione?
    Ho già fatto calcolare l'ISEE2014, ma per effetto del Tfr liquidatomi dall'INPS nel 2013, in quanto la ditta in cui lavoravo è fallita, esso è schizzato al di sopra dei 20.000 € e per questo ho perso molti benefici: bonus gas, bonus elettrico, borsa di studio per mia figlia oltre che il raddoppio delle tasse universitarie.Consideri che la mia famiglia è composta di 6 persone, 4 figli ancora a carico, padre disabile in dialisi con contratto lavorativo a termine e stipendio intorno a 1500 €,madre insegnante, casetta di proprietà (per fortuna!), insomma non ricchi sfondati!
    Mi dà conforto?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero!
      Ai fini della certificazione ISE - ISEE non sono da computare gli emolumenti arretrati relativi a prestazioni di lavoro o pensione, il trattamento di fine rapporto (TFR) e le indennità equipollenti.-

      Elimina
  17. Grazie, ma a questo punto, visto che il Tfr mi è stato liquidato dall'Inps ovviamente sul conto corrente, come posso far in modo che non venga considerato nel "Patrimonio mobiliare"?
    Grazie nuovamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enzo!
      Adesso Tu pretendi un po troppo!
      Il trattamento di fine rapporto non vale come reddito ma vale come patrimonio se la somma rimane depositata in banca, perché il saldo al 31 dicembre va comunque dichiarato a prescindere dalla provenienza.-

      Elimina
    2. Grazie Gianfranco per la risposta, ma non ti pare un controsenso?
      Nel 2014 dove dovrebbe essere un importo come il TFR di 23 anni di lavoro se non in banca? Sotto il materasso?
      Quindi l'importo TFR non rientra nell'Isee perchè soggetto a tassazione separata, ma ci entra perchè è sul conto o è investito.
      Insomma, cornuto e mazziato...
      Beati i furbi (e gli evasori) che "provvedono" in altro modo!

      Elimina
    3. Ciao Enzo!
      Concordo con te, ma purtroppo è quello che prevede la normativa!

      Elimina
  18. Buonasera signor Censori,volevo chiederLe gentilmente un'informazione.
    Vivo da sola,ho residenza da sola non più con i miei da più di 2 anni..non lavoro,solo stagionale da circa 4/5 anni x 3 mesi poco più..guadagnando circa 1200€ al mese.
    Che cifra dovrei riportare sul modulo ISEE ISPEE che mi chiede l'università,x iscrivermi alla magistrale? ,non vivendo più con i miei e vivendo da sola,cambiando la residenza non sono più considerata nel nucleo familiare giusto?Grazie mille
    Cordiali Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra!
      Ai fini della certificazione ISE- ISPEE Lo studente sarà considerato indipendente e pertanto non si terrà conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine bensì di quella derivante dal nuovo nucleo familiare, qualora sussistano entrambe le seguenti condizioni:
      - residenza, risultante dall’evidenza anagrafica, esterna all’unità abitativa della famiglia di origine, stabilita da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda e in un immobile non di proprietà di un componente del nucleo familiare di origine;
      - redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7391,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.
      Qualora non si verifichino entrambe le condizioni sopra richiamate, debitamente documentate, si tiene conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine.-

      Elimina
  19. Salve, oggi sono andata al caf a chiedere il calcolo dell'ISEE ai fini dell'università. Nel calcolo mi hanno chiesto anche li soldi che mia madre aveva in banca sul conto corrente, cosa che non mi è mai stata chiesta prima da altri caf. Chi dice esatto? Grazie.
    Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dimenticavo, posso far correggere l'isee (nel caso si possa) da altro caf?

      Elimina
    2. ho letto che va inserito anche ciò che si ha in banca, grazie comunque.

      Elimina
    3. Purtroppo è vero!
      Ai della certificazione ISE - ISEE va dichiarato anche il saldo dei c/c e dei depositi bancari e postali in essere al 31 dicembre dello scorso anno di tutti i componenti il nucleo familiare.-

      Elimina
  20. Salve, vorrei avere un'informazione sull'ISEEU. sto provando a fare una simulazione per farmi un'idea sulle tasse universitarie da pagare. Ma i valori isee e iseeu si equivalgono? cioè se ad es. ho un isee di 13000, l'iseeu quanto sarà? grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ISEEU è un ricalcolo dell'ISEE che tiene conto di alcuni criteri specifici previsti per l'Università dal DPCM 9 Aprile 2001:
      - i redditi e i patrimoni dei fratelli/sorelle sono calcolati al 50%;
      - sono presi in considerazione redditi e patrimoni posseduti all'estero;
      - lo studente avente nucleo familiare a se stante potrà essere considerato tale solo qualora si verifichino le condizioni dello studente indipendente. -
      Se nel tuo caso non c'è nessuna delle 3 varianti, il valore dell'SEE e dell'ISEEU si equivalgono.-

      Elimina
    2. Io vivo con mia sorella, quindi rientriamo nella prima variante e nella terza. a questo punto l'ISEEU sarà molto diverso dall'ISEE? grazie ancora!

      Elimina
    3. Visto che stai provando a fare una simulazione di calcolo dell'ISEE, basta che aggiungi il reddito e il patrimonio di Tua sorella calcolati al 50%, ed otterrai il valore ISEEU.-

      Elimina
  21. Buongiorno sig. Gianfranco , volevo chiederle un chiarimento, ho fatto un ise con reddditi 2013 presso un caf per l'università , e avendo un contatto di locazione a partire da agosto 2013 nell'ise mi è stato calcolato solo cinque mesi. E' giusto ho dovevano calcolarmi il canone annuo indicato sul contratto
    grazie Mario95

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mario!
      SI!
      E' giusto!
      Infatti se nel 2013 hai pagato solo 5 mesi di affitto, è corretto che ai fini della certificazione ISE - ISEE risultino solo i 5 mesi del 2013.-

      Elimina
  22. Buongiorno sig. Censori, nel caso di reddito di mio fratello l'ISEEU è esattamente la metà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      Ai fini dell'ISEEU solo il reddito e il patrimonio di Tuo fratello vanno calcolati al 50%.-

      Elimina
  23. Salve! ma se ho dimenticato di portare dei documenti per calcolare l'isee, mi faranno problemi al Caf? l'ho fatto solo una settimana fa e non l'ho ancora utilizzato...grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in pratica avevamo dimenticato il saldo del deposito postale di risparmio! essendo da poco più di un anno che lo abbiamo, non ci era venuto in mente!!!

      Elimina
    2. Per evitate possibili multe o sanzioni Ti consiglio di ritornare al CAF che ti ha emesso l'ISEE per richiedere una rettifica della certificazione.-

      Elimina
    3. Grazie mille per la pronta risposta! Gentile come sempre... andrò al CAF domani mattina, ma si può rettificare senza problemi? grazie ancora.

      Elimina
    4. E' possibile che al CAF non non siano particolarmente "felici" di rettificare la Tua certificazione ISE - ISEE ma per legge sono obbligati a farlo.-

      Elimina
    5. In effetti ho notato. Mi hanno detto di ripassare lunedì. Ma credo che andrà tutto bene! Sig. Censori, davvero grazie per le risposte sempre utili e prontissime. Un saluto, Luca.

      Elimina
    6. Ciao Luca!
      Ti ringrazio per i complimenti!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  24. Buona sera, Le chiedo la cortesia di un consiglio: e' possibile ottenere un rimborso parziale delle tasse universitarie di Genova pagate nel 2013-14, rettificando l'ISEEU presentato nel 2013 sui redditi 2012 , cui mancava una consistente voce di detrazione? Quale norma nel caso andrebbe citata nella domanda, visto che telefonicamente l'ateneo non lo ritiene ammissibile? Molte grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Le regole in questi casi le stabiliscono autonomamente gli atenei, quindi se la normativa interna dell'ateneo non consente rimborsi di tasse universitarie in seguito a rettifiche dell'ISE - ISEEU non puoi farci nulla.-

      Elimina
  25. Mille grazie per la gentile risposta.

    RispondiElimina
  26. Buongiorno Gianfranco, io ho un quesito che non riesco a risolvere: per fare domanda come studente indipendente, per il primo requisito è tutto ok, per il secondo, nell'anno 2012 ho guadagnato più di 10000 euro e sono a posto, per il 2013 ho un reddito di 4000 circa ma ho anche ricevuto il tfr di 7000 euro circa, il tfr non rientra nel calcolo dell'isee ma è un reddito da lavoro dipendente fiscalmente dichiarato quindi anche il secondo requisito per fare domanda come studente indipendente dovrei averlo o no? Grazie Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paolo!
      SI!
      Il TFR, ai fini della certificazione ISE - ISEEU può essere considerato come reddito assimilato a quello da lavoro dipendente.-

      Elimina
  27. buona sera io ho fatto certificato ISE mese di ottobre per avere bonus gas e luce mese di ottobre eramo 3 presona ma fine del mese di novembre diventiamo 5 poso rinovare di nuovo certificato ISE fine novembre per ricevere piu bonus per luce e gas

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Se a novembre cambierà il numero dei componenti il Tuo nucleo familiare, potrai richiedere una nuova certificazione ISE - ISEE.-

      Elimina
  28. Salve. Nonostante abbia compilato l'ISEE, come ogni anno, per ottenere l'agevolazione tariffaria per la mensa della scuola elementare di mio figlio, ho avuto l'amara sorpresa che il Comune dove è situata la scuola non accetta tale dichiarazione da parte deelle famiglie residenti in altro Comune (NB La scuola è ubicata sul confine vicino alla mia abitazione).
    Il Comune dove si trova la scuola ha preferito agevolare i propri residenti dato che la legge glielo consente inserendo in fascia massima i NON RESIDENTI. Non potendo intervenire presso il comune, vorrei sapere se ci sono altri tipi di agevolazioni che possano contribuire ad alleviare il carico economico familiare. La Regione in questione è la Toscana, il mio comune di residenza è Firenze e l'indicatore ISEE è di € 9.144,00. (In famiglia siamo due coniugi e tre figli)
    PS Mi avevano parlato di particolari agevolazioni per chi è sotto i € 15.000,00.

    RispondiElimina
  29. Una precisazione: La Scuola è parificata e paritaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto riguarda eventuali altre agevolazioni previste a livello locale ti consiglio di rivolgerti ai servizi sociali del tuo Comune di residenza.-

      Elimina
  30. Salve....ho un problema. Ho presenteto un ISEE standard per un ragazzo maggiorenne che vive da solo nella casa di sua proprietà (quindi residenza) e nonostante non abbia redditi non è stato messo a carico del proprio genitore.
    Adesso vengo a conoscenza che l'isee che dovevo presentare era per le tasse universitarie, quindi avrei dovuto presentare l'ISEEU dove egli non può essere considerato studente indipendente dal proprio nucleo familiare, quindi da dichiarante diventerebbe componente del nucleo familiare del padre.
    Come posso rimediare l'errore?
    1)Posso presentare un Iseeu con dichiarante il padre e il ragazzo come componente il nucleo familiare (in questo caso l'inps potrebbe bloccarmelo dato che il suo codice fiscale compare in un isee autonomo già presentato come dichiarante)?
    2)oppure posso correggere isee del ragazzo e spostarlo da dichiarante a componente il nucleo familiare del padre?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è problema!
      Siccome per le tasse universitarie è necessario l'ISEEU Tu devi presentare all'università l'ISEEU in sostituzione dell'ISEE che avevi già presentato.-
      Con l'INPS non ci sono problemi nel senso che le due certificazioni per legge sono entrambe valide, e l'importante è che venga usata ogni volta quella giusta in base al tipo di agevolazione richiesta.-

      Elimina
    2. Grazie Gianfranco per la risposta.
      La cosa strana è che nel sito dell'università La Sapienza (uniroma1) non si parla mai di iseeu ma solo ed esclusivamente di isee.
      A questo punto ti faccio un'ultima domanda:
      -la scelta tra isee ed iseeu è deliberata dalle singole università (nel senso che alcune università possono scegliere di accogliere l'isee) o invece per legge in ambito universitario si deve sempre ed esclusivamente parlare di iseeu?
      grazie ancora

      Elimina
    3. Purtroppo SI!
      La scelta tra ISEE e ISEEU può essere decisa autonomamente da ogni singola università.-

      Elimina
    4. Però se come dici la scelta tra l'isee e l'isseu è decisa autonomamente dalle università......allora La Sapienza ha deliberatamente deciso di accettare l'isee e non l'iseeu.....quindi l'isee del ragazzo dichiarante con nucleo familiare indipendente(non convivente con i genitori e non a carico) dovrebbe essere accettata anche se non vengono rispettati i parametri dello studente indipendente propri dell'iseeu....giusto?

      Elimina
    5. SI!
      Se l'università accetta l'ISEE non bisogna rispettare i parametri dell'ISEEU.-

      Elimina
  31. Ciao Gianfranco, devo fare l'iscrizione anni successivi al primo presso la Sapienza. Siccome dall anno scorso mio padre ha comprato una casa e l'ha intestata a me, quindi ho fatto un cambio residenza ed ora risulto come nucleo familiare da solo e non lavoro. Ho richiesto l'isee al caf e mi ha dato un isee che è pari a zero. La Sapienza richiede l'isee e non l'iseeu. Ora io cosa devo inserire? Il mio isee (pari a 0)oppure quello dei miei genitori (Che è diverso da zero)? Però il mio dubbio è se non faccio parte del nucleo familiare dei miei genitori come posso presentare il loro isee? Se fanno un controllo io risultò a parte? Ho fatto queste domande in segreteria ma non mi hanno saputo rispondere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo Tu devi presentare l'ISEEU!
      L'ISEEU è un ricalcolo dell'ISEE che tiene conto di alcuni criteri specifici previsti per l'Università dal DPCM 9 Aprile 2001:
      - i redditi e i patrimoni dei fratelli/sorelle sono calcolati al 50%;
      - sono presi in considerazione redditi e patrimoni posseduti all'estero;
      - lo studente avente nucleo familiare a se stante potrà essere considerato tale solo qualora si verifichino le condizioni dello studente indipendente.
      Lo studente sarà considerato indipendente e pertanto non si terrà conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine bensì di quella derivante dal nuovo nucleo familiare, qualora sussistano entrambe le seguenti condizioni:
      - residenza, risultante dall’evidenza anagrafica, esterna all’unità abitativa della famiglia di origine, stabilita da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda e in un immobile non di proprietà di un componente del nucleo familiare di origine;
      - redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7391,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.
      Qualora non si verifichino entrambe le condizioni sopra richiamate, debitamente documentate, si tiene conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine.

      Elimina
    2. Sono anche io uno studente della Sapienza ed è l'unica università che richiede espressamente l'ISEE e non nomina mai l'ISEEU, proprio per far pesare il reddito di fratelli\sorelle al 100%. Mi chiedo però una cosa: se vogliono l'ISEE e non l'ISEEU, le regole che per l'ISEEU definiscono uno studente indipendente valgono anche per l'ISEE?

      Elimina
    3. Grazie Gianfranco, finalmente ho delle risposte concrete.. Però il fatto è che io non posso presentare l iseeu perché la Sapienza chiede l isee..

      Elimina
    4. Se l'università richiede espressamente l'ISEE non bisogna rispettare i parametri dell'ISEEU.-

      Elimina
  32. Salve, mi trovo in una situazione analoga a quella della persona che ha scritto precedentemente. Ho una casa di proprietà in cui ho la residenza, non ho reddito e ai fini dell'Irpef risulto mantenuta da mia madre (inoltre percepisco un mantenimento da mio padre, deciso in sede di divorzio). Nello stato di famiglia di mia madre (differente dal mio) c'è anche mia sorella, la quale è economicamente autonoma (risulta nell'Irpef) pur vivendo a casa. Ho capito che dovrò dichiarare i conti, le proprietà e il 730 di mia madre oltre alla mia proprietà e ai miei conti, ma devo portare anche il CUD di mia sorella e i suoi conti al 31/12/2013? Ho domani pomeriggio l'appuntamento al Caf ma, visto che loro mi hanno dato informazioni poco chiare e anche sbagliate, volevo chiederle un aiuto perché è l'unico che è riuscito a spiegarmi chiaramente ciò che devo fare! La ringrazio anticipatamente per la risposta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se l'università richiede espressamente l'ISEE non bisogna rispettare i parametri dell'ISEEU, quindi reddito e patrimonio di tutti i componenti il Tuo nucleo familiare come risulta dallo stato di famiglia.-

      Elimina
  33. Salve, vorrei una informazione, devo iscrivermi all'università, mi sono sposata a giugno, devo mettere il valore dell'Isee, vorrei sapere se devo fare riferimento all'isee dei miei genitori, o di mio marito. Io non lavoro, e siamo in separazione dei beni. La ringrazio in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini della certificazione ISE - ISEE fa fede lo stato di famiglia attuale e i redditi e patrimonio del 2013 dei componenti il nucleo familiare, quindi nel tuo caso devi inserire i redditi e patrimonio di tuo marito.-

      Elimina
  34. Buongiorno, a breve cambierò lavoro, tra dicembre e gennaio riceverò la liquidazione TFR per 27 anni di lavoro dipendente, vorrei sapere se con la nuova legge per l'ISEE dovrò dichiarare questo reddito. Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabriella!
      La Tua è una bella domanda!
      Infatti al momento nessuno è in grado di dirti se a gennaio andrà o no in vigore la nuova normativa ISE- ISEE.-

      Elimina
  35. Buonasera,ho smarrito la copia dell'autocertificazione isee e devo consegnarla alla guardia di finanza per un accertamento.Dove posso recuperarla?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per richiedere una copia della certificazione ISE - ISEE smarrita puoi rivolgerti al CAF che a suo tempo l'ha emessa.-

      Elimina
  36. Buongiorno Dottore,avendo i due criteri per fare la certificazione per l'università da solo mi sono rivolto ad un caaf come l'anno scorso. Volevo precisare che ho la residenza alla casa della mia ex ragazza in un altra città dove ha la residenza anche lei.Io ho un contratto alla citta' dove studio.Mi è stato chiesto di includere lei nel mio nucleo.Cosa dovrei fare? La ringrazio anticipatamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo devi attenerti a quello che Ti ha richiesto il CAF in quanto ai fini della certificazione ISE - ISEE fa fede lo stato di famiglia quindi se Tu hai la stessa residenza della Tua ex ragazza devi includere anche Lei.-

      Elimina
  37. Buonasera,vorrei sapere se nel nuovo ISEE,uscito in gazzetta ufficiale che andra' in vigore da gennaio 2015,le borse di studio universitarie vanno inserite ,e vengono sommate come reddito.
    La ringrazio
    Antonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonia!
      Al momento le norme attuative inerenti il nuovo ISEE non sono state ancora pubblicate, quindi solo all'inizio del prossimo anno conosceremo in dettaglio tutta la normativa.-

      Elimina

I commenti rimarranno disabilitati nel fine settimana.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.