giovedì 25 luglio 2013

ISE - ISEE - ISEEU

ISE (Indicatore della situazione economica)

L’indicatore della situazione economica è il valore assoluto dato dalla somma dei redditi e da una quota (20%) dei patrimoni.-

Redditi e patrimoni si riferiscono a tutti i componenti del nucleo familiare.

ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente)

È uno strumento capace di misurare l’effettiva situazione patrimoniale e di reddito dei cittadini che richiedono sia prestazioni sociali che agevolazioni tariffarie su servizi di pubblica utilità.

Si ottiene combinando e valutando tre elementi: il reddito, il patrimonio e la composizione del nucleo familiare.

Il risultato che si ottiene è un valore economico, espresso in moneta corrente, che determina il diritto all’accesso a prestazioni o agevolazioni.-

I cittadini presentano la documentazione necessaria (Dichiarazione dei redditi, Stato di famiglia, Copia del contratto di affitto o dati catastali immobili o terreni di proprietà nonché l’eventuale capitale residuo del mutuo), ad un CAF che provvede alla elaborazione, al calcolo e alla trasmissione dei dati in via telematica all’INPS.

L’ISEE viene utilizzato quando un cittadino ritiene di avere i requisiti e quindi il diritto ad accedere a prestazioni sociali agevolate in denaro o in servizi.

Può servire a ridurre il costo delle seguenti prestazioni:
  • Asili nido
  • Università
  • Trasporto scolastico
  • Centri estivi
  • Integrazioni di rette per l’accoglienza in strutture residenziali o semi residenziali per anziani
  • Assistenza domiciliare
  • Telesoccorso
  • Servizi ai disabili

Può servire ad ottenere altre importanti provvidenze a carattere nazionale:

Il Calcolo dell’ISEE


ISE = somma tra il reddito (redditi complessivi ai fini IRPEF + proventi agrari + rendimento del patrimonio mobiliare – detrazione canone annuale di locazione) + il 20% del patrimonio (patrimonio immobiliare + patrimonio mobiliare).

ISEE = ISE / scala di equivalenza

Variabili:
Rendimento del patrimonio mobiliare anno 2007 = 3,95% annuo
Canone di affitto: si può detrarre fino ad un massimo di euro 5.164,57 annuo
Patrimonio mobiliare (depositi bancari, postali, BOT etc.), detrarre la franchigia di euro 15.493,71.
Patrimonio immobiliare: per la casa di abitazione si può detrarre la franchigia di euro 51.645,68.

SCALA DI EQUIVALENZA:
Numero componenti 1 - Parametro 1,00
Numero componenti 2 - Parametro 1,57
Numero componenti 3 - Parametro 2,04
Numero componenti 4 - Parametro 2,46
Numero componenti 5 - Parametro 2,85

Maggiorazioni applicabili alla scala di equivalenza:
  • Nucleo familiare in cui sono presenti figli minori e un solo genitore = (+ 0,20).
  • Presenza di una persona con handicap psicofisico permanente = (+ 0,50).
  • Nucleo familiare con figli minori in cui entrambi i genitori abbiano lavorato per almeno 6 mesi nel periodo in cui fanno riferimento i redditi = (+ 0,20).


SIMULAZIONI


  • simulazione n. 1

Reddito complessivo euro 25.000,00.
Valore ICI casa di abitazione euro 100.000,00.
Nucleo familiare n. 4 componenti

Redditi = 25.000,00 +
Patrimonio 100.000.00 – 51.645,68 x 20% = 9.670,86 +
Valore ISE = 34.670,86 =
Scala di equivalenza = 2,46 :
Valore ISEE (34.670,86 : 2,46) = 14.093,85 =


  • simulazione n. 2

Reddito complessivo euro 20.000,00.-
Valore ICI casa di abitazione euro 100.000,00.-
Mutuo residuo 2° appartamento euro 25.000,00.-
Nucleo familiare n. 3 componenti
Redditi = 20.000,00 +
Casa di abitazione 100.000,00 - 51.645,68 x 20% = 9.670,86 +
2° appartamento euro 25.000,00 x 20% = 5.000,00 +
Valore ISE 34.670,86 =
Scala di equivalenza = 2,04 :
Valore ISEE (34.670,86: 2,04) = 16.995,52 =


  • simulazione n. 3

Reddito complessivo euro 15.000,00.-
Canone affitto mensile euro 500 x 12 = euro 6.000,00 annue
Nucleo familiare n. 2 componenti

Redditi = 15.000,00 +
Canone affitto massimo detraibile = 5.164,16 +
Valore ISE = 9.835,43 =
Scala equivalenza = 1,57 :
Valore ISEE (9.835,43 : 1,57) = 6.264,61 =


  • simulazione n. 4

Reddito complessivo euro 13.000,00.-
Patrimoni mobiliari euro 20.000,00.-
Nucleo familiare n. 4 componenti

Reddito complessivo = 13.000,00 +
Patrimonio mobiliare (20.000,00 - 15.493,71 x 20%) = 901,26 +
Patrimonio mobiliare (20.000,00 x 3,95%) = 790,00 +
Valore ISE = 14.691,26 =
Scala di equivalenza = 2,46 :
Valore ISEE = 5.972,06 =


  • simulazione n. 5

Reddito complessivo euro 13.000,00.-
Patrimonio mobiliare euro 15.000,00.-
Nucleo familiare n. 1 elemento

Reddito complessivo 13.000,00 +
Patrimoni mobiliari (15.000,00 - 15.493,71 x 20%) = ———-
Patrimoni mobiliari (15.000,00 x 3,95%) = 592,50 +
Valore ISE = 13.592,50 =
Scala equivalenza = 1,00 :
Valore ISEE = 13.592,50 =


ISEEU

L'ISEEU è un ricalcolo dell'ISEE che tiene conto di alcuni criteri specifici previsti per l'Università dal DPCM 9 Aprile 2001:
  • i redditi e i patrimoni dei fratelli/sorelle sono calcolati al 50%; 
  • sono presi in considerazione redditi e patrimoni posseduti all'estero; 
  • lo studente avente nucleo familiare a se stante potrà essere considerato tale solo qualora si verifichino le condizioni dello studente indipendente. 
Lo studente sarà considerato indipendente e pertanto non si terrà conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine bensì di quella derivante dal nuovo nucleo familiare, qualora sussistano entrambe le seguenti condizioni:
  • residenza, risultante dall’evidenza anagrafica, esterna all’unità abitativa della famiglia di origine, stabilita da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda e in un immobile non di proprietà di un componente del nucleo familiare di origine; 
  • redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7391,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona. 
Qualora non si verifichino entrambe le condizioni sopra richiamate, debitamente documentate, si tiene conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine.

Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it
Iscriviti alla CGIL. Perchè? Perchè è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

Gianfranco Censori

82 commenti:

  1. Gentilissimo Gianfranco,
    leggendo alcuni commenti precedenti mi è parso di capire che ai fini della dichiarazione DSU per l’ISEE i canoni dell’affitto per l’alloggio del figlio universitario fuori sede, possono essere detratti.
    Però mi rimane un dubbio che ti vado a rappresentare.
    Ti faccio l’esempio della mia famiglia con tre componenti (madre, padre e figlio) con residenza anagrafica in una casa di proprietà nel comune X. Il figlio studente universitario, pur risiedendo nel comune X, per motivi di studio è costretto ad abitare nel comune Y sede della sua università situata a 400 Km di distanza pagando un canone.
    Ai fini ISEE è possibile usufruire contestualmente della franchigia per l’abitazione principale e della detrazione per l’affitto del figlio?
    Leggendo le tua risposte mi parrebbe di si, ma provando ad usare il simulatore INPS sembra che questa situazione non sia contemplata. Il simulatore famigliaonline, al contrario la contempla.
    Spero di aver posto la domanda in modo chiaro e che tu possa fugare il mio dubbio.
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca!
      Purtroppo NO!
      Se il figlio non cambia residenza non si può portare in detrazione il canone di affitto.-

      Elimina
  2. Salve, mi servirebbe una mano per un caso particolare. Nel 2013 abbiamo chiesto e ottenuto un anticipo del tfr di mia madre (dipendente Poste Italiane) per l'acquisto della prima casa ma, per intoppi burocratici, siamo riusciti a concludere solo nel 2014. Al 31/12/2014, l'anticipo concesso, già tassato, era depositato interamente sul suo cc. Devo dichiarare l'anticipo come patrimonio mobiliare nell'Isee? Grazie per l'attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe!
      Purtroppo SI!
      Ai fini della certificazione ISE - ISEE va dichiarato anche il saldo del conto corrente al 31/12/2013.-

      Elimina
  3. Salve. Mio padre possiede delle azioni Tercas che però sono state bloccate in quanto la banca sta attraversando una situazione di crisi. Lui non può ritirare o utilizzare quei soldi (è in corso un'azione legale). Vanno inseriti nel modello isee? Inoltre bisogna inserire le carte prepagate? La ringrazio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ambra!
      Purtroppo SI!
      Ai fini della certificazione ISE - ISEE vanno dichiarate sia le azioni possedute che il saldo delle carte prepagate al 31/12/2013.-

      Elimina
  4. Buonasera sig. Censori, volevo chiederle un paio di cose:
    1) se dovessi fare l'iseeu come studente indipendente per esempio in data 1° settembre 2014, verrebbero presi in considerazione i redditi prodotti nel 2012 e nel 2013 oppure dal 1°settembre 2012 al 1°settembre 2014?
    2) non posso far fare l'isee a mia madre (invalida e con handicap al 100%) perche mio padre si rifiuta di fornire i suoi dati. ne inps ne caf mi hanno saputo rispondere. che cosa si può fare?
    La saluto e la ringrazio per la sua disponibilità.
    Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandro!
      1) Lo studente sarà considerato indipendente e pertanto non si terrà conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine bensì di quella derivante dal nuovo nucleo familiare, qualora sussistano entrambe le seguenti condizioni:
      - residenza, risultante dall’evidenza anagrafica, esterna all’unità abitativa della famiglia di origine, stabilita da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda e in un immobile non di proprietà di un componente del nucleo familiare di origine;
      - redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7391,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.
      Qualora non si verifichino entrambe le condizioni sopra richiamate, debitamente documentate, si tiene conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine.-
      I redditi di rifermento sono comunque quelli del 2013.-
      2) Purtroppo non c'è soluzione al Tuo problema, nel senso che se Tuo padre si rifiuta di fornire i suoi dati, Tu non puoi richiedere la certificazione ISE - ISEE con tutto quello che ne consegue.-

      Elimina
    2. La ringrazio delle risposte che mi ha fornito, tuttavia non riesco a decifrare la dicitura "fiscalmente dichiarati da almeno due anni". in sede di dichiarazione isee devo presentare il CUD del 2012 e del 2013 o la dichiarazione dei redditi relativi a questi anni?. non riesco a capire l'arco temporale a cui si deve fare riferimento.inoltre mi conferma che la disoccupazione è considerata un reddito da lavoro come prevede il TUIR ? Grazie

      Elimina
    3. Ciao Alessandro!
      - SI! Per essere considerato indipendente devi presentare la dichiarazione dei redditi degli ultimi due anni cioè 730/2014 per i redditi del 2013 e 730/2013 per i redditi del 2012.-
      - SI! L'indennità di disoccupazione è considerata come reddito.-

      Elimina
  5. Gentile sig. Censori,
    se due studenti sono sposati ma nessuno dei due soddisfa le condizioni per essere considerati dall'università come indipendenti, a quale nucleo familiare vengono riportati ai fini dell'isee? cioè: ciascuno al proprio nucleo o entrambi ad uno dei due nuclei d'origine?
    grazie dell'attenzione
    ms

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini della certificazione ISE - ISEE se due studenti sono sposati ma nessuno dei due soddisfa le condizioni per essere considerato come indipendente, ognuno dei due farà riferimento alla famiglia di origine, quindi il proprio nucleo familiare sarà costituito dal coniuge + la propria famiglia di origine, perché si presume che i genitori mantengano il figlio o la figlia, ma non il suo coniuge.-

      Elimina
  6. Buongiorno Sig. Gianfranco,
    volevo gentilmente chiederle se ha un'idea quando entrera in vigore il nuovo ISEE , inoltre se nel nuovo ISEE bisognierà dichiarare anche l'accompagnatoria , e i contributi regionali erogati dal comune a titolo di sostegno a persona invalida non autossufficiente.
    Grazie saluti Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luca!
      Purtroppo al momento nessuno può darti una risposta perché non si sa se e quando verranno approvate le relative norme attuative, quindi al momento ai fini della certificazione ISE - ISEE è ancora in vigore la vecchia normativa, e non è pertanto il caso di pensare a quello che prevederà la nuova.-

      Elimina
  7. Buongiorno!sono Andrea! Ho acquistato una casa l anno scorso all asta giudiziaria con una DIA aperta nel 2003 (aperta per passare l immobile da ufficio ad uso abitazione) e mai chiusa,ho provveduto tramite il mio geometra a presentare una scia in sanatoria con piccole modifiche rispetto al progetto originale(eliminazione di un muro non portante) ho pagato la multa (4000euro circa) ed ora ho sistemato l immobile con le varie certificazioni (elettrico-idraulico) ho messo tutto a fattura e ho sostenuto una spesa ingente..posso usufruire del bonus fiscale ristrutturazione?
    Il mio geometra mi dice di si perché i lavori sono stati fatti dopo la multa ed aver presentato la scia in sanatoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Puoi usufruire del del bonus fiscale per ristrutturazione, ma devi aver seguito la procedura corretta, cioè i pagamenti delle fatture devono essere stati effettuati con bonifico bancario e con la giusta causale inerente la ristrutturazione edilizia.-

      Elimina
  8. Buonasera, per errore il mio ISEU è stato fatto a nome di mio padre, e non mio che sono studente, come posso ovviare al problema??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teoricamente non è un problema perché la sostanza non cambia, in quanto la certificazione ISE - ISEEU contiene i dati di tutto il nucleo familiare, a prescindere quindi da chi la richiede.-
      Comunque se all'università non dovesse andar bene per una questione di carattere formale, puoi richiedere al CAF che ha emesso l'ISEE di stamparne una nuova copia con l'intestazione a tuo nome.-

      Elimina
  9. Buona sera ,vivo con mio padre ( pensionato ) e a giugno 2014 abbiamo richiesto ad un caaf della nostra città il modello isee per chiedere agevolazioni per l'iscrizione università . Ho una partita iva e quindi un reddito .Quest'ultimo non è stato comunicato !!! come è possibile rettificare il modello isee ? Avrò delle sanzioni ? Il caaf è chiuso fine a fine settembre ! come poss risolvere questo problema ??? grazie a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo solo il CAAF che ha emesso la certificazione ISE - ISEE può provvedere per la rettifica, quindi non puoi fare altro che attendere la riapertura del CAAF.-
      Riguardo alle sanzioni se ti viene in tempo aspetta l'ISEE corretto, altrimenti una nuova rettificato trasmetterai all'università anche il nuovo certificato aggiornato.-

      Elimina
  10. Buongiorno, devo compilare online la dichiarazione per il calcolo ISEU per le tasse universitarie ed ho un dubbio: il mio nucleo familiare è composto da tre persone, io e i miei genitori, ma nella dichiarazione dei redditi 2013 compilata dai miei genitori a marzo di quest'anno è stato inserito anche mio fratello per le detrazioni fiscali, poiché è disoccupato ( iscritto nelle liste di disoccupazione di Roma) e risulta senza reddito da un anno e mezzo, anche se è residente in altra abitazione, di proprietà di mia madre, situata nello stesso condominio della nostra abitazione principale. Devo inserire anche nella dichiarazione ISEU il nome di mio fratello o solo i componenti del nucleo familiare corrispondente allo stato di famiglia? grazie Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia!
      NO!
      Ai fini della certificazione ISE - ISEEU va dichiarato il reddito e il patrimonio mobiliare e immobiliare di tutti i componenti lo stesso nucleo familiare, cioè di tutti quelli che hanno la stessa residenza, quindi nel tuo caso Tuo fratello non c'entra.-

      Elimina
    2. Mi scusi se insisto, ma l'art. 3 del DPCM 3.12.2013 Regolamento per l'applicazione dell'ISEE , indica che il figlio maggiorenne non convivente con i genitori e a loro carico ai fini IRPEF, nel caso non sia coniugato e non abbia figli, fa parte del nucleo familiare dei genitori. Anche nelle precedenti disposizioni in materia - DPCM 7.5.1999 n.221 - viene indicato il nucleo familiare composto dalla famiglia anagrafica e dai soggetti considerati a suo carico ai fini IRPEF. Perché non dovrebbe essere inserito nel nucleo familiare mio fratello, se i miei genitori provvedono a mantenerlo e fruiscono delle detrazioni fiscali anche per lui oltre che per me? Mi perdoni se insisto, ma non sono affatto convinta che non debba essere conteggiato ai fini della scala di equivalenza.
      Grazie
      Giulia

      Elimina
    3. Ciao Giulia!
      In effetti hai ragione e mi scuso con te per la precedente risposta piuttosto superficiale, infatti ti riporto quello che risulta nel sito dell'INPS:
      Ai fini dell’I.S.E.E. ogni persona può appartenere ad un solo nucleo familiare.
      Fanno parte del nucleo familiare:
      - il dichiarante;
      - il coniuge anche se non risulta nello stato di famiglia;
      - i figli minori, anche se a carico ai fini IRPEF di altre persone, che risiedono con il proprio genitore;
      - i minori in affidamento preadottivo o temporaneo;
      - i figli maggiorenni che sono a carico ai fini IRPEF(*)
      - tutte le persone presenti nello stato di famiglia anagrafico;
      - i figli minori del coniuge non residente con le persone presenti nello stato di famiglia, nonché i maggiorenni a carico IRPEF (*), e i minori a lui affidati dal giudice;
      - le persone a carico ai fini IRPEF (*) anche se non presenti nello stato di famiglia del dichiarante;
      - i figli minori che convivono con le persone a carico ai fini IRPEF non presenti nello stato di famiglia, se non affidati a terzi;
      - le persone che ricevono assegni alimentari, non risultanti da provvedimenti dell’autorità giudiziaria, dalla persona di cui sono a carico;
      *)I figli maggiorenni di genitori divorziati o separati, a carico ai fini IRPEF di più persone, rientrano nel nucleo della persona della cui famiglia anagrafica fanno parte. Se non fanno parte della famiglia anagrafica di alcuna di esse, si considerano componenti il nucleo della persona tenuta agli alimenti ai sensi del codice civile; in presenza di più persone obbligate agli alimenti nello stesso grado, si considerano componente il nucleo della persona tenuta agli alimenti in misura maggiore.

      Elimina
  11. buonasera ,devo fare ise per l università ,mia madre a un contratto di assicurazione a vita intera del gruppo generali devo dichiararlo, perchè gli dicono che è un investimento a gestione separata ,quindi non va messa . grazie

    RispondiElimina
  12. sono sempre lucia ,ma cosa vuol dire investimento a gestione separata grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia!
      NO!
      Ai fini della certificazione ISE- ISEEU un contratto di assicurazione a vita intera non va dichiarato, perché non rientra ne nel reddito ne nel patrimonio familiare.-
      La gestione separata è una delle possibili modalità di investimento utilizzate dalle compagnie di assicurazione. Si definisce “separata” in quanto le risorse sono gestite separatamente rispetto alle altre attività della compagnia.-

      Elimina
  13. buongiorno. Puoi dirmi come calcolare i valori ISEEU e ISPEU in attesa della certificazione ufficiale ed avendo la certificazione ISEE?.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ISEEU è un ricalcolo dell'ISEE che tiene conto di alcuni criteri specifici previsti per l'Università dal DPCM 9 Aprile 2001:
      - i redditi e i patrimoni dei fratelli/sorelle sono calcolati al 50%;
      - sono presi in considerazione redditi e patrimoni posseduti all'estero;
      - lo studente avente nucleo familiare a se stante potrà essere considerato tale solo qualora si verifichino le condizioni dello studente indipendente.
      Lo studente sarà considerato indipendente e pertanto non si terrà conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine bensì di quella derivante dal nuovo nucleo familiare, qualora sussistano entrambe le seguenti condizioni:
      - residenza, risultante dall’evidenza anagrafica, esterna all’unità abitativa della famiglia di origine, stabilita da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda e in un immobile non di proprietà di un componente del nucleo familiare di origine;
      - redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7391,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.
      Qualora non si verifichino entrambe le condizioni sopra richiamate, debitamente documentate, si tiene conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine.

      Elimina
    2. quindi, è esatto dire che,in assenza di redditi e patrimoni di fratelli/sorelle e/o posseduti all'estero il valore ISEE corrisponde al valore ISEEU. Stessa cosa anche per il valore ISPEU uguale al valore ISP della certificazione ISEE? la ringrazio molto per la disponibilità. Renato.

      Elimina
  14. Sono invalido al 100% con accompagnatoria.Finora ci siamo arrangiati per la mia stuazione di non deambulante, con la parentela, ora la situazione è assai peggiorata e vorrei chiedere l'asssegno di cura per prendermi un/a badante.Ho qualche risparmio in un libretto postale. La domanda:nell'ise devo dichiarare il capitale o solo gli interessi al 31/12 dell'anno precedente a quello che inoltreremo la domanda?Sono in affitto ,,,,,
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo entrambi!
      Infatti ai fini della certificazione ISE - ISEE va dichiarato il saldo dei conti correnti e dei libretti a risparmio al 31 dicembre dell'anno precedente come patrimonio mobiliare e gli interessi maturati nell'anno precedente.-

      Elimina
  15. buonasera ,sono sempre lucia mi scusi se insisto, ma al caf mi dicono che il contratto di assicurazionea vita intera va dichiarato, perchè sono formea assicurative di risparmio,quindi soldi come es. buono postale ecc. ,quindi nel calcolo ise va messo .grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia!
      Purtroppo è vero!
      Infatti il contratto di assicurazione vita intera è comunque una forma di investimento, perché l'importo versato può essere destinato agli eredi, può essere riscattato dal contraente o si potrà richiedere una rendita annua, va quindi dichiarato ai fini della certificazione ISE - ISEE.-

      Elimina
  16. sono sempre io lucia,mi aveva già risposto il 15 agosto dicendomiche un contratto di assicurazione a vita intera ,per l ise non andava dichiarato, perchè non rientra ne nel reddito familiare nenel patrimonio familiare . non ci capisco più niente .mi scusi di nuovo grazie .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia!
      Purtroppo mi ero sbagliato e Ti chiedo scusa!
      Infatti non avevo tenuto conto che la polizza di Tua madre non è una semplice polizza assicurativa, ma offre la possibilità di un riscatto della quota versata, ed è quindi una forma di investimento.-

      Elimina
  17. Buonasera, io dovrei compilare il modello TC per l'università e da quest anno serve ISEEU . Io sono in possesso della dichiarazione sostitutiva unica e tramite un sito che riporta l'università posso calcolare l ISEEU .. ora detto ciò io sono figlia di separati quindi io e mia sorella siamo a carico di mia madre che da marzo 2013 lavora in germania ma percepisce un minimo di stipendio: dal 6/03/13 al 30/11/13 un totale di 6.411 in Germania non ha potuto effettuare nemmeno la dichiarazione dei redditi siccome è il minimo. Visto che per calcolare ISEEU serve sapere anche redditi percepiti all estero dovrei usare quella cifra oppure essendo il minimo sarebbe superfluo
    ? Grazie mille in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Ai fini della certificazione ISE - ISEEU vanno dichiarati anche i redditi percepiti all'estero, a prescindere dall'importo degli stessi, quindi devi dichiarare anche il reddito di 6.411 euro che Tua madre ha percepito in Germania.-

      Elimina
  18. Buongiorno, il mio nucleo familiare è composto da 3 persone (io sono la figlia) fra le quali è presente un componente con invalidità 100%; di conseguenza il mio parametro è 2,54, giusto? Questo parametro vale solo per l'ISEE o anche per l'ISEEU? Chiedo perché al CAF dove mi sono rivolta sostengono che nell'ISEEU non possono riportare l'invalidità di mia madre e quindi utilizzano come parametro 2,04. Grazie tante in anticipo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano!
      La scala di equivalenza è la stessa sia per l'ISEE, che per l'ISEEU quindi presumo che sia solo un problema del Tuo CAF che non dispone di un programma applicativo adeguato, e spero solo che la differenza non Ti incida più di tanto.-

      Elimina
    2. Come immaginavo, la differenza incide abbastanza purtroppo, vedrò di farglielo capire, grazie tante!

      Elimina
  19. Buonasera, sono una studentessa e devo fare la certificazione iseeu per l'università. Oggi al CAAF mi hanno chiesto anche i depositi bancari al 31/12. Non ho però capito in che modo influenzino la certificazione e se la influenzano nel nostro caso. Mio padre avrà sicuramente avuto circa 2000€ Nel conto corrente tra stipendio e tredicesima, quindi questi 2000€ verranno aggiunti ai 21 mila del reddito dichiarato nel 730, diventando dunque 23mila, o no visto che logicamente sono parte di quei 21 mila essendo appunto stipendio più tredicesima? Spero di essermi spiegata bene.
    Grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia!
      Certificazione ISE - ISEEU!
      Incidenza patrimonio mobiliare, cioè totale depositi familiari al 31/12/2013!
      Esempio totale euro 20.000:
      Patrimonio mobiliare (20.000,00 - 15.493,71 x 20%) = 901,26
      Patrimonio mobiliare (20.000,00 x 3,95%) = 790,00

      Elimina
  20. Buonasera.
    Il reddito da inserire nell'ISEE, guardando il CUD è:
    parte B e quadro 1
    oppure parte B e quadro 1 meno 5 (cioè meno le ritenute irpef)?

    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il reddito da inserire nell'ISEE dal CUD è quello che risulta nella parte B quadro 1, cioè il reddito lordo.-

      Elimina
  21. Salve, vorrei porle un quesito.
    Da più di due anni abito in una casa di mia proprietà in cui una coinquilina mi paga un affitto regolarmente registrato della cifra di € 300 mensili. Vorrei sapere se tali condizioni sono sufficienti per essere considerata studente indipendente ai fini della dichiarazione Iseeu Per il pagamento delle tasse universitarie. La ringrazio anticipatamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Floriana!
      Purtroppo NO!
      Ai fini dell'ISEEU lo studente sarà considerato indipendente e pertanto non si terrà conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine bensì di quella derivante dal nuovo nucleo familiare, qualora sussistano entrambe le seguenti condizioni:
      - residenza, risultante dall’evidenza anagrafica, esterna all’unità abitativa della famiglia di origine, stabilita da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda e in un immobile non di proprietà di un componente del nucleo familiare di origine;
      - redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7391,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.-

      Elimina
    2. Grazie mille!
      Solo una cosa non mi è chiara..Essendo nel mio caso soddisfatta la condizione delle residenza, nel caso in cui il ricavo dell' affitto raggiungesse in futuro la cifra annua indicata nel secondo requisito, in quel caso potrebbe essere considerato reddito proprio?
      La ringrazio ulteriormente!

      Elimina
    3. Ciao Floriana!
      SI!
      Nel caso in cui il ricavato dell'affitto raggiungesse in futuro la cifra di 7.391,00 euro annuali ai fini dell'ISEEU saresti considerata indipendente.-

      Elimina
    4. Ciao Floriana!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  22. Buongiorno, dovrei presentare domanda per borsa di studio universita 1 anno, mi si richiede isee 2013. Mio padre nel 2013 ha avuto reddito da lavoro per 32.000 euro. Purtroppo dal 1 gennaio 2014 e' stato collocato in cassa integrazione a zero ore ed A oggi, ha percepito solo 6 mesi da parte dell inps. Il reddito lordo ricevuto per i 6 mesi e di circa 7.000 euro. Si puo' fare qualcosa? Grazie e saluti.

    RispondiElimina
  23. Mi scusi ma non ho posto la domanda in maniera chiara, il problema e che con reddito isee 2013 non avrei diritto alla borsa di studio, essendo variata la condizione reddituale durante 2014 e' possibile chiedere di fare domanda con redditi anno in corso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Ai fini della certificazione ISE- ISEE per quest'anno fanno fede i redditi del 2013, quindi i redditi del 2014 incideranno solo l'anno prossimo.-

      Elimina
  24. Buongiorno Gianfranco, mia cugina lavorerà per una cooperativa per soli 3 mesi (ha già iniziato in luglio) e le è stato richiesto (solo adesso) il mod. Isee. Abita da sola e la casa è di sua proprietà, da cui risulta una certa rendita annuale. La mia domanda è : se il mod Isee è uno strumento utile ai fini di varie agevolazioni sociali (non le ha chieste e non le pretende) che c'entra il mod. Isee con il lavoro? La ringrazio e la saluto.
    Emma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emma!
      In effetti la Tua domanda è pertinente!
      Infatti la cooperativa per la quale lavorerà Tua cugina non ha alcun titolo per richiederle la certificazione ISE - ISEE, ed è anzi una violazione della sua privacy, quindi non deve assolutamente consegnarla.-

      Elimina
  25. Buongiorno Gianfranco, la mia situazione mi sembra paradossale vivo con la mia convivete la quale ha un figlio che stà per iscriversi all'università. Dobbiamo compilare il modello ISEE. Specifico che precedentemente abbiamo creato un nucleo familiare composto da me, la mia compagna ed i due figli di lei, mi è stato detto che il padre naturale del ragazzo viene esonerato da qualsiasi obbligo economico. Di conseguenza devo mettere tutto il mio stato patrimoniale positivo o negativo per la compilazione di detto modulo, soprattutto la situazione della mia azienda di cui sono un socio al 33%. Potrei anche creargli un danno se io guadagnassi più del padre naturale, in quanto pagherà la quota universitaria nella misura del 50% di sua spettanza e l'altro 50% di spettanza a carico della mia convivente. Vorrei quello che prevede la legge nella situazione in cui ci troviamo. Nel frattempo la saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini della certificazione ISE - ISEE fa fede lo stato di famiglia quindi vanno dichiarati redditi e patrimonio di tutti i componenti lo stesso nucleo familiare come risulta in anagrafe, a prescindere pertanto dal legame che esiste tra di loro.-

      Elimina
  26. La ringrazio per la risposta

    RispondiElimina
  27. Buongiorno. Sono una studentessa universitaria con residenza diversa da quella della famiglia di origine. Mi sposo il prossimo 2 ottobre e poichè la mia situazione economica cambierà totalmente vorrei sapere se (dopo il matrimonio) posso presentare l'ISEE 2013 di mio marito invece che quello dei miei genitori. Se presentassi l'ISEE 2013 dei miei genitori il conguaglio ammonterebbe ad una cifra assurda che tra l'altro non potrei neppure permettermi. Le iscrizioni all'università scadranno il 1° Dicembre per cui posso tranquillamente aspettare di sposarmi e poi presentare l'iscrizione comprensiva dell'ISEEU.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Se presenterai l'ISE - ISEEU dopo il matrimonio, faranno fede i redditi e il patrimonio di Tuo marito.-

      Elimina
  28. Salve, avrei bisogno di un'informazione. Fino a due mesi fa abitavo con mia madre, ma ora abito con i miei nonni in un'altra regione. In questo periodo dovrei iscrivermi all'università, quindi tra pochi mesi dovrò consegnare l'ISEE, ma di chi? Di mia madre? Dei miei nonni? O dovrei farlo io in quando maggiorenne? Attendo una Vostra risposta, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca!
      - Se Tu non disponi di un reddito autonomo sufficiente a mantenerti agli studi, ai fini della certificazione ISE - ISEE fanno fede i redditi e il patrimonio di Tua madre, anche se hai la residenza insieme ai Tuoi nonni.-

      Elimina
  29. Buonasera ,
    piccolo quesito , coppia di fatto con conto corrente cointestato ,ma nel corrente anno abbiamo residenza diverse e conto corrente separato , ai fini della dichiarazione isee cosa devo dichiarare.
    Graie Vince
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non siete sposati e non avete la stessa residenza, non c'è alcun legame giuridico tra di Voi, quindi ai fini della dichiarazione ISE - ISEE risulterai solo Tu, e dovrai dichiarare il 50% del saldo al 31/12/2013 del conto corrente cointestato.-

      Elimina
  30. Salve sig Gianfranco, ho una domanda, da luglio 2014 ho iniziato a lavorare, e dopo 15 giorni ho cambiato residenza per non fare cumulo con i redditi dei miei genitori, la mia domanda è ora che dovrò iscrivermi all'anno successivo dell 'università dovrò presentare un mio ISE personale oppure l' ISE dei miei genitori con me a carico, come gli anni scorsi??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanni!
      Purtroppo all'università dovrai ancora presentare l'ISE - ISEE insieme a quello dei Tuoi genitori; infatti per poter presentare un Tuo ISE personale i requisiti necessari sono i seguenti:.-
      Redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati da almeno due anni, non inferiori a € 7391,00 annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.-

      Elimina
  31. salve,
    ho cambiato residenza a novembre 2013 e ora vivo sola.
    nel 2012 ho un cud di 4.000 €.
    nel 2013 ho un cud di 9.000€.

    prima di novembre 2013 appartenevo al nucleo familiare dei miei (mio padre,mia madre, mia sorella)

    Le chiedo:
    mio padre nei prossimi giorni dovrà fare il nuovo isee, io compariro nel suo o dovrò farne uno mio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini della certificazione ISE- ISEE fa fede lo stato di famiglia attuale e i redditi dello scorso anno, quindi Tu non comparirai più nell'ISE - ISEE di Tuo padre.-
      Invece per quanto ti riguarda il discorso è diverso, nel senso che bisogna vedere se ti serve ed eventualmente per che cosa ti serve.-

      Elimina
  32. Salve, abito da sola e nel 2013 ho avuto un reddito di circa 5000 €. Ho fatto l'isee da sola quest'anno vista la nuova residenza. Ma per l'iseeu mi hanno detto che non ho i requisiti di studente indipendente e devo farla con la famiglia di origine. I miei genitori sono separati, io sono a carico di mia madre, si fa per dire visto che ho 28 anni, in procinto di sposarmi, per l'iseeu quindi devo portare la documentazione di mia madre? E se si che cosa solamente i suoi redditi e patrimoni? Visto che mia madre ha residenza dai suoi genitori perché accudisce il fratello invalido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Ai fini della certificazione ISE - ISEEU, non avendo i requisiti per essere considerata autonoma, oltre ai Tuoi redditi dovrai dichiarare anche i redditi e patrimonio di tua madre.-

      Elimina
  33. Salve, devo presentare l'ISEE per la borsa di studio. Nel 2013 ha prodotto reddito soltanto mia madre perché mio padre non ha lavorava e quindi nell'ISEE del 2013 risulta con reddito 0. Adesso invece lavora e ha un contratto da febbraio del 2014 ora mi chiedo quando l'ente della borsa di studio andrà a controllare i dati come si dovrà comportare ? risulterà nei dati che mio padre lavora dal 2014 e che effettivamente nel 2013 era senza un impiego ? grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è problema!
      Ai fini della certificazione ISE- ISEE di quest'anno, fanno fede i redditi dei componenti il Tuo nucleo familiare dello scorso anno, mentre i redditi di quest'anno incideranno solo sull'eventuale certificazione che richiederai il prossimo anno.-

      Elimina
  34. Salve, ho fatto la dichiarazione Isee circa un mese fa. Nel frattempo ho fatto la richiesta per la borsa di studio e sono risultato idoneo. Ora però vengo a sapere dell'esistenza di un mini conto corrente intestato a mia madre, si parla di una cifra di circa 2000 euro al 31/12. Ora posso rifare la dichiarazione isee? La differenza fra l'Isee fatto un mese fa e quello che potrei nel caso rifare ora sarà di qualche decina di euro (ho fatto la simulazione su internet), e riguardo alla borsa di studio rimango sempre nella stessa fascia. Spero che non si creino problemi presentando i nuovi dati Isee all'ente che da la borsa di studio.
    La ringrazio anticipatamente della risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Devi rivolgerti allo stesso CAF che Ti ha presentato la certificazione ISE- ISEE per la rettifica, e consegnare la certificazione corretta all'Ente che da la borsa di studio.-

      Elimina
  35. Buongiorno, le spiego il mio problema. Ho contratto matrimonio civile 11 mesi fa e da 9 mesi sono residente a Milano. Prima studiavo a Palermo. Adesso sto per scrivermi al terzo anno, sempre a Palermo, e prenderò una casa in affitto.
    Volevo porle due domande:
    - A quale isee devo fare riferimento? Quello di mio marito o quello della mia famiglia di origine?
    - Posso richiedere lo sgravio fiscale in 730 per l'affitto della casa essendo che vivo a tutti gli effetti nel comune di Milano da 9 mesi?
    Grazie per la risposta

    RispondiElimina
  36. Buonasera dottore, mi sorge un dubbio. ..dovrò fare a giorni l'isee e quindi devo dichiarare i miei redditi e patrimonio. Io ho una casa di proprietà ma da un mese non ci abito più e abito invece in una casa in affitto con la mia famiglia. Ai fini del calcolo isee la casa di proprietà mi verrà valutata come prima abitazione essendo l'unica che possiedo oppure come seconda casa. Dovrò pagare la tari e l'imu?

    RispondiElimina

I commenti rimarranno disabilitati nel fine settimana.