mercoledì 10 settembre 2014

Pensione di vecchiaia - Sistema Retributivo e Misto

È una prestazione economica erogata, a domanda, in favore dei lavoratori dipendenti e autonomi, che hanno:

  • raggiunto l'età stabilita dalla legge;
  • perfezionato l'anzianità contributiva e assicurativa richiesta;
  • cessato il rapporto di lavoro alle dipendenze di terzi alla data di decorrenza della pensione, fermo restando che, qualora la rioccupazione intervenga presso diverso datore di lavoro, non occorre una soluzione di continuità con la precedente attività lavorativa.

La pensione di vecchiaia decorre dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale l’assicurato ha compiuto l'età pensionabile. Nel caso in cui a tale data non risultino soddisfatti i previsti requisiti di anzianità assicurativa e contributiva, la pensione decorre dal primo giorno del mese successivo a quello in cui vengono raggiunti tali requisiti. Infine, su richiesta dell’interessato, la pensione decorre dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale è stata presentata la domanda.

Ai fini del conseguimento della prestazione pensionistica è richiesta la cessazione del rapporto di lavoro dipendente. La pensione anticipata decorre dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.

Ai fini del conseguimento della prestazione pensionistica è richiesta la cessazione del rapporto di lavoro dipendente. Non è, invece, richiesta la cessazione dell'attività svolta in qualità di lavoratore autonomo.


Sistema Retributivo


Si applica ai lavoratori e alle lavoratrici che al 31/12/1995 avevano un'anzianità contributiva pari o superiore a 18 anni.Possono richiedere la pensione di vecchiaia gli uomini che abbiano compiuto 65 anni di età e le donne che abbiano compiuto 60 anni ed abbiano un'anzianità contributiva di almeno 20 anni.
Rimangono ancorati al vecchio requisito dei 15 anni di anzianità contributiva coloro che:

  • al 31 dicembre 1992 avevano già raggiunto i 15 anni di contributi
  • al 31 dicembre 1992 avevano già compito l'età pensionabile
  • erano stati autorizzati ai versamenti volontari prima del 31/12/1992
  • con almeno 25 anni di assicurazione, siano stati occupati per almeno 10 anni anche non consecutivi, per periodi inferiori a 52 settimane nell'anno solare

L'importo della pensione viene calcolato in base agli anni e all'entità dei contributi versati; per farsi un'idea sommaria si può calcolare un 2% del proprio stipendio da moltiplicare per gli anni di lavoro; esempio 25 anni di contributi e uno stipendio di euro 1.200,00 la pensione sarà di circa di euro 600,00 mensili (1.200 x 50%).

Sistema Misto o Pro Rata

Si applica ai lavoratori o alle lavoratrici che al 31/12/1995 avevano un'anzianità contributiva inferiore a 18 anni.-Il sistema misto rimane ancorato alle regole del sistema retributivo fatto salvo le modalità di calcolo della pensione che sono in pro rata.-
Ovvero con il sistema retributivo per i contributi versati entro il 31 dicembre 1995 e con il sistema contributivo per il resto dei contributi.-
La legge offre la possibilità a coloro che sono stati assunti prima del 31 dicembre 1995 di scegliere la pensione calcolata esclusivamente con il sistema contributivo a condizione che abbiano una contribuzione pari o superiore a 15 anni di cui almeno 5 versati nel sistema contributivo (e cioè successivi al dicembre 1995). Non possono esercitare l'opzione coloro che al 31 dicembre 1995 avevano già raggiunto i 18 anni di contributi.

Pensioni di vecchiaia dal 2018 in poi


Anno    Lavoratrici - Lavoratrici - Lavoratrici -  Lavoratori  - Lavoratori
            pubblico       s. privato      s. privato      s. pubblico    settore
            impiego        dipendenti     autonome     s. privato       autonomo


2018   66+7 mesi     66+7 mesi    66+7 mesi    66+7 mesi     67+4 mesi
2019   66+11 mesi   66+11 mesi  66+11 mesi  66+11 mesi   66+11 mesi
2020   66+11 mesi   66+11 mesi  66+11 mesi  66+11 mesi   66+11 mesi
2021   67+2 mesi     67+2 mesi    67+2 mesi    67+2 mesi     67+2 mesi
2022   67+2 mesi     67+2 mesi    67+2 mesi    67+2 mesi     67+2 mesi
2023   67+5 mesi     67+5 mesi    67+5 mesi    67+5 mesi     67+5 mesi
2024   67+5 mesi     67+5 mesi    67+5 mesi    67+5 mesi     67+5 mesi
2025   67+8 mesi     67+8 mesi    67+8 mesi    67+8 mesi     67+8 mesi
2026   67+8 mesi     67+8 mesi    67+8 mesi    67+8 mesi     67+8 mesi
2027   67+11 mesi   67+11 mesi  67+11 mesi  67+11 mesi   67+11 mesi
2028   67+11 mesi   67+11 mesi  67+11 mesi  67+11 mesi   67+11 mesi
2029   68+1 mese    68+1 mese   68+1 mese   68+1 mese    68+1 mese
2030   68+1 mese    68+1 mese   68+1 mese   68+1 mese    68+1 mese
2031   68+3 mesi     68+3 mesi    68+3 mesi    68+3 mesi     68+3 mesi
2032   68+3 mesi     68+3 mesi    68+3 mesi    68+3 mesi     68+3 mesi
2033   68+5 mesi     68+5 mesi    68+5 mesi    68+5 mesi     68+5 mesi
2034   68+5 mesi     68+5 mesi    68+5 mesi    68+5 mesi     68+5 mesi
2035   68+7 mesi     68+7 mesi    68+7 mesi    68+7 mesi     68+7 mesi
2036   68+7 mesi     68+7 mesi    68+7 mesi    68+7 mesi     68+7 mesi
2037   68+9 mesi     68+9 mesi    68+9 mesi    68+9 mesi     68+9 mesi
2038   68+9 mesi     68+9 mesi    68+9 mesi    68+9 mesi     68+9 mesi
2039   68+11 mesi   68+11 mesi  68+11 mesi  68+11 mesi   68+11 mesi
2040   68+11 mesi   68+11 mesi  68+11 mesi  68+11 mesi   68+11 mesi
2041   69+1 mese    69+1 mese   69+1 mese   69+1 mese    69+1 mese
2042   69+1 mese    69+1 mese   69+1 mese   69+1 mese    69+1 mese
2043   69+3 mesi     69+3 mesi    69+3 mesi    69+3 mesi     69+3 mesi
2044   69+3 mesi     69+3 mesi    69+3 mesi    69+3 mesi     69+3 mesi
2045   69+5 mesi     69+5 mesi    69+5 mesi    69+5 mesi     69+5 mesi
2046   69+5 mesi     69+5 mesi    69+5 mesi    69+5 mesi     69+5 mesi
2047   69+7 mesi     69+7 mesi    69+7 mesi    69+7 mesi     69+7 mesi
2048   69+7 mesi     69+7 mesi    69+7 mesi    69+7 mesi     69+7 mesi
2049   69+9 mesi     69+9 mesi    69+9 mesi    69+9 mesi     69+9 mesi
2050   69+9 mesi     69+9 mesi    69+9 mesi    69+9 mesi     69+9 mesi

------------------------------------------------------------------------------------------

Pensioni di vecchiaia dal 2014 al 2017


Anno    Lavoratrici - Lavoratrici - Lavoratrici -  Lavoratori  - Lavoratori
            pubblico       s. privato      s. privato      s. pubblico    settore
            impiego        dipendenti     autonome     s. privato       autonomo

2014   66+3 mesi     63+9 mesi    64+9 mesi    66+3 mesi     66+9 mesi
2015   66+3 mesi     63+9 mesi    64+9 mesi    66+3 mesi     66+9 mesi
2016   66+7 mesi     65+7 mesi    66+1 mese   66+7 mesi     67+4 mesi
2017   66+7 mesi     65+7 mesi    66+1 mese   66+7 mesi     67+4 mesi

Su questo articolo possiamo trovare le norme non più in vigore sulle Pensioni di vecchiaia.

Vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it
Iscriviti alla CGIL. Perché? Perché è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

80 commenti:

  1. Buon pomeriggio signor Censori. Le ho scritto già in passato ed è stato chiarissimo e gentilissimo, per cui mi affido a lei per un altro dubbio. Papà, classe 1952, luglio, è un cosiddetto quindicenne per aver versato i 15 anni di contributi entro il 1992. Ha solo quelli, è disoccupato ed ha varie patologie: diabete mellito, cardiopatia ischemica pregressa e vari interventi alla vescica. Potrebbe ottenere un anticipo pensionistico??? Grazie e ancora tanti cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti!
      Purtroppo NO!
      Tuo padre essendo nato a luglio del 1952, potrà andare in pensione di vecchiaia al raggiungimento dei 66 anni + 11 mesi d'età, quindi a luglio del 2019.-
      Potete comunque consultare il medico di famiglia per verificare se in base alle patologie di tuo padre, ci sono i presupposti per richiedere l'indennità di accompagnamento.-

      Elimina
  2. Signor Censori buongiorno,
    approfitterei anch'io della sua gentilezza. Mio padre è nato nel febbraio del 1951, con gli anni figurativi lavorati in Germania maturerebbe 20 anni di contributi, 15 dei quali versati entro il 1992. Da settembre 2016 l'assegno di invalidità si è tramutato in assegno sociale. La mia domanda è: quando avrebbe diritto alla pensione di vecchiaia, lasciando chiaramente l assegno sociale?
    la ringrazio anticipatamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tuo padre, essendo nato a febbraio del 1951, potrà andare in pensione di vecchiaia al compimento dei 66 anni + 7 mesi d'età, quindi a ottobre del 2017.-

      Elimina
  3. Signor Censori buongiorno, si è saputo qualcosa in merito all' adeguamento alla speranza di vita per andare in pensione? come già scritto in precedenza mio padre è nato il primo luglio del 1952 e appartiene ai quindicenni della deroga amato per i 15 anni di contributi entro il 1992... Andrà in pensione a 66 anni e 7 mesi o a 67? Nel ringraziarla per le preziose consulenze le porgo i miei più cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo adeguamento si è verificato nel 2013 ed è stato pari a 3 mesi (cfr: decreto 6 dicembre 2011) mentre il secondo adeguamento ha avuto luogo nel 2016 ed è stato pari a 4 mesi (cfr: decreto 16 dicembre 2014). Il prossimo adeguamento avverrà il 1° gennaio 2019. Da quella data in poi gli adeguamenti avranno cadenza biennale: 2021, 2023, 2025 e così via (gli aumenti sono stimati in circa 2-3 mesi a biennio).-

      Elimina
  4. SALVE SIG.CENSORI..ho avuto la risposta un paio di mesi fa da parte ITL di LATINA (ho fatto richiesta 8°SALVAGUARDIA) IL TESTO si presenta cosi ACCOGLIMENTO ISTANZA...la presente decisione viene redatta in 3 copie autentiche di cui una inviata all'istante una conservata agli atti della Commissione e una trasmessa all'INPSper la verifica degli ulteriori requisiti per l'accesso al monitoraggio di cui all'articolo1,comma216 della leggen.232/2016...ecco a tutt'ora non ho avuto risposta ,le chiedo il significato e come lei interpreta.GRAZIE ..SALUTI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel tuo caso significa che la pratica è ancora in sospeso in attesa di completare l'iter burocratico.-
      Comunque se la tua pratica è seguita da un patronato, ti consiglio di far sollecitare l'evasione della stessa.-

      Elimina
  5. Sig censori buonasera,vorrei sapere questo se possibile. Sono inv civ 100% con accompagnamento percepisco poco meno di 800 euro al mese.Ho fatto richiesta all'inps per la pensione integrativa ,per salire un po con la pensione minima.l'inps mi ha mandato i mav e di conseguenza accettato la mia richiesta,per un totale di 4.600 euro di mav totali da pagare.Praticamente in 1 anno e mezzo..( quello che volevo sapere sig censori é, mi conviene pagare questa somma per salire alla minima? Perché come ho gia detto percepisco la somma di inv civ + accompagno. Spero di essere stato chiaro! La ringrazio anticipatamente per la risposta! Augurandole una buona serata. Grazie Alessandro.p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandro!
      Ti consiglio di rivolgerti a un patronato per farti fare una simulazione di calcolo della nuova pensione, in modo da poter valutare costi e benefici.-

      Elimina
  6. io sono del 1970 ho 25anni di contributi vorrei sapere di quanto ammonterà la pensione di vecchiaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In base alla normativa attuale, essendo nato nel 1970, andrai in pensione di vecchiaia al raggiungimento dei 69 anni d'età quindi nel 2039, e mi pare pertanto un po prematuro parlare oggi di importo di pensione, che sarà legato all'entità dei contributi che hai già versato e che verserai in futuro.-

      Elimina
  7. Buonasera signor Censori, sono Salvatore, nato 1/7/1952, con 15 anni di contributi entro il 1992...Rientro nell' ape sociale? O devo aspettare l' età normale per la vecchiaia? Grazie mille, cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Salvatore!
      Purtroppo devi aspettare l'età normale per la pensione di vecchiaia, quindi andrai in pensione al compimento dei 67 anni d'età e cioè a settembre 2019.-

      Elimina
  8. Signor Censori buon pomeriggio e buon mese di agosto. Scusate il periodo ma volevo chiedervi a punto sta il decreto per l' età pensionabile. nel 2019 aumenterà? Grazie in anticipo e cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo ancora non ci sono notizie certe!
      Infatti i sindacati premono per il blocco, l'INPS per bocca del Presidente Boeri paventa rischi di sostenibilità del sistema previdenziale e il Governo quindi sta ancora riflettendo sul da farsi.-

      Elimina
    2. Ok grazie mille ci aggiorniamo. Sempre al top complimenti per la sua competenza.

      Elimina
  9. Buonasera signor Censori. volevo un aiuto da lei in merito a questa situazione. Mio zio percepisce la pensione minima di 501 euro e mia zia non percepisce nulla. Se mio zio venisse a mancare la reversibilità per zia a quanto ammonterebbe? Inoltre lei, poi raggiunta l' età potrebbe fare anche domanda di assegno sociale? Scusi della confusione,spero di essere stato chiaro. Io sono Luca e nel ringraziarla anticipatamente vi saluto e vi auguro buone vacanze!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luca!
      Se Tuo zio venisse a mancare, a tua zia spetterebbe il 60% della sua pensione, e al raggiungimento dell'età pensionabile, in assenza di altri redditi, avrebbe diritto all'assegno sociale per differenza, cioè considerando anche la pensione di reversibilità.-

      Elimina
    2. Salve signor Censori quindi non è vero che anche la pensione di reversibilità può essere integrata al minimo? Ad ogni modo grazie, la sua competenza ci è di grande aiuto.Saluti Luca.

      Elimina
    3. Ciao Luca!
      La pensione di reversibilità può essere integrata al minimo, al raggiungimento dell'età pensionabile, e se rientra nei limiti di reddito.-

      Elimina
  10. buon pomeriggio signor Censori, mi chiamo Aldo e volevo chiederle una cosa molto importante per me. Io posseggo 15 anni di contributi al 1992 di cui 27 settimane sono figurativi da disoccupazione. Se dovessi mancare a mia moglie toccherebbe la pensione di superstite indiretta? Grazie mille la saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aldo!
      SI!
      Con 15 anni di contributi versati al 31/12/1992, avrai diritto alla pensione di vecchiaia, e quindi in caso di decesso anticipato tua moglie avrebbe diritto alla pensione ai superstiti.-

      Elimina
    2. Ok grazie mille signor Censori, a me quelle 27 settimane di disoccupazione mi preoccupavano, quindi valgono anche per la pensione di superstite. Che dire grazie ancora e cordiali saluti, Aldo.

      Elimina
    3. Ciao Aldo!
      SI!
      I contributi figurativi valgono anche per la pensione ai superstiti.-

      Elimina
  11. Buon pomeriggio signor Censori, mi chiamo Camilla e sono nata ad agosto del 52.... ho letto di tante esperienze nel blog e anche io sono una ex lavoratrice con 15 anni di contributi al 1992.. ma mi chiedevo non rientro in nessuna agevolazione? non potrei chiedere prima assegno sociale e poi passerei alla pensione di vecchiaia? Grazie dell' aiuto la saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Camilla!
      Essendo nata ad agosto del 1952, con 15 anni di contributi versati entro il 31/12/1992, da una simulazione di calcolo mi risulta che tu hai già raggiunto i requisiti per la pensione di vecchiaia, ti consiglio quindi di rivolgerti al più vicino ufficio INCA - CGIL per una verifica della tua situazione contributiva.-

      Elimina
    2. Signor Censori buongiorno, mi aggancio alla signora Camilla per chiederle, ma è cambiato qualcosa? io sono Salvatore le ho scritto recentemente e sono nato il 1 luglio 1952 e sono anche io un quindicenne della prima deroga amato.... A me il simulatore mi dice luglio 2019 perché? Grazie e cordiali saluti.

      Elimina
    3. Ciao Salvatore!
      Purtroppo è una questione di "sesso"!
      Nel senso che avresti dovuto nascere donna!
      A parte le battute, l'anticipo pensionistico, o meglio la deroga, è un'agevolazione concessa alle sole donne nate nel 1952.-

      Elimina
    4. Ok grazie mille signor Censori. Meglio veramente riderci su....pur essendo, a mio parere tutto allucinante. Speriamo che almeno blocchino l'aumento dell'età... Grazie della sua splendida competenza, un cordiale saluto.

      Elimina
    5. Ciao Salvatore!
      Ti ringrazio per i complimenti!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  12. Signor Censori buon pomeriggio e buone fatte ferie. Volevo chiederle: quando si saprà se ci sarà l' innalzamento di vita per i requisiti di pensione di vecchiaia? Un settembre 52 quando andrà in pensione???Grazie e mille saluti da Massimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo!
      Il governo ne sta discutendo in questi giorni con le organizzazioni sindacali, quindi avremo notizie più precise i prossimi mesi, perché presumibilmente un'eventuale modifica della legge Fornero entrerà a far parte della legge di stabilità.-

      Elimina
  13. Buongiorno,sono nata il 17 maggio 1952,ho 23 anni di lavoro con contributi in Romania e Italia,posso andare in pensione di vecchiaia alla fine del anno 2017?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ileana!
      Essendo nata a maggio del 1952, con 23 anni di contributi versati in Romania e in Italia potrai andare in pensione di vecchiaia a 66 anni + 7 mesi, quindi a gennaio del 2019.-

      Elimina
  14. BUONGIRNO,SONO ALBANESE,SONO NATA IL 30 OTTOBRE 1951,HO LAVORATO IN Italia 5 anni con contributi e 20 anni in Albania,ho 5 anni di residenza,quando posso andare in pensione di vecchiaia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aishe!
      I contributi versati in Albania non possono sommarsi a quelli versati in Italia, quindi per andare in pensione di vecchiaia sono necessari almeno 20 anni di contributi versati in Italia.-

      Elimina
  15. Buongiorno Sig. Gianfranco, sono nato il 05/01/1962. Al 30 Giugno 2017 ho maturato 1985 settimane di contributi. Quando potrò andare in pensione di anzianità?
    Grazie Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco!
      In base alla normativa attuale, essendo nato a gennaio del 1962, con 1985 settimane di contributi versati a giugno 2017, potrai andare in pensione anticipata con 43 anni + 26 settimane di contributi, quindi a novembre del 2022.-

      Elimina
  16. Salve signor Censori, mi scuso se già le avranno fatto questa domanda ma si sa qualcosa sull'età pensionabile? Possibile che per un nato a luglio 52 per questione do un giorni si debba arrivare nel 2019 sia per assegno sociale che per la vecchiaia?? Lo trovo veramente squallido. Ad ogni modo i miei più cordiali saluti. Giacomo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giacomo!
      In effetti con la legge Fornero l'età pensionabile viene spostata sempre più avanti e quindi è sempre più penalizzante per i lavoratori, e non mi pare che siano dei partiti disposti a rimetterla in discussione.-
      Le organizzazioni sindacali proprio in questi giorni stanno cercando con il Governo di far bloccare questo meccanismo perverso, ma ho paura che non dobbiamo farci troppe illusioni sul risultato.-

      Elimina
  17. Buona sera signor Gianfranco... volevo chiedere una cosa. Ma per andare in pensione con la deroga amato dei contributi entro il 1992, valgono anche quelli figurativi di disoccupazione? Io posseggo 783 settimane di cui 25 sono contributi di disoccupazione e mi hanno riacceso di una piccola speranza. La ringrazio anticipatamente per la sua gentilezza. Saluti, Attilio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Attilio!
      Purtroppo NO!
      Per poter andare in pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi versati antro il 1992, i 15 anni di contributi devono essere di effettivo lavoro, e non contano quindi i contributi figurativi.-

      Elimina
    2. Che peccato però leggendo altre esperienze leggo che per la prima deroga amato valgono tutti i tipi di contributi.....Ad ogni modo, grazie e cordiali saluti. Attilio.

      Elimina
    3. Ciao Attilio!
      La normativa prevede quanto segue:
      I lavoratori che non possono avanzare domanda sono le persone che abbiano versato dei contributi volontari, contributi figurativi maturati al di fuori dal lavoro dipendente. Queste versamenti non possono essere sommati all'attività lavorativa.-

      Elimina
  18. buongiorno i contributi del servizio militare sono validi per i 15 anni versati entro il 1992?? la rigrazio buona giornata franco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franco!
      Purtroppo NO!
      Per poter andare in pensione con 15 anni di contributi versati entro il 31/12/1992, i contributi devono essere di effettivo lavoro, quindi non contano i contributi figurativi.-

      Elimina
    2. Signor Censori chiedo scusa se mi intrometto, ma credo che questa volta si sbagli. ho letto proprio sul sito dell' inps che la deroga amato permette di pensionarsi con 15 anni di contributi versati entro il 1992 e valgono tutti i tipi di contributi anche quelli figurativi.

      Elimina
    3. SI!
      Hai ragione!
      Vi chiedo scusa ma mi avevano dato un'informazione errata!

      Elimina
  19. https://www.laleggepertutti.it/167690_pensione-con-15-anni-di-contributi-requisiti-e-ammontare. Le invio questo link per togliermi tutti i dubbi. Saluti Attilio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Attilio!
      SI!
      Hai ragione!
      Ti chiedo scusa ma mi avevano dato un'informazione errata!

      Elimina
    2. Ci mancherebbe signor Gianfranco, anzi per noi lei è sempre un punto di riferimento eccezionale. Gli argomenti sono tanti e gli equivoci possono capitare a tutti. Grazie sempre per tutto ciò che fa per noi. Un cordiale saluto, Attilio.

      Elimina
    3. Ciao Attilio!
      Ti ringrazio per i complimenti!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  20. Signor Censori chiedo scusa o chiesto oggi agli uffici inps mi anno detto che i contributi figurativi del servizio militare obbligatorio sono validi per la pensione dei 15 anni. spero di non essermi spiegato male grazie molto gentile come sempere buona serata franco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franco!
      SI!
      Hai ragione!
      Ti chiedo scusa ma mi avevano dato un'informazione errata!

      Elimina
  21. Gentile signor Censori,mi chiamo massimo.
    Lei scrive che la pensione IO al compimento di una certa eta' si trasforma in pensione sociale.Ma quest'ultima puo' essere piu' bassa della cifra che una persona prende con la IO, giusto? In tal caso l'assegno sarà più basso o ci sono eccezioni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo!
      Purtroppo è vero!
      L'importo dell'assegno sociale può anche essere inferiore alla pensione IO, e non mi risultano eccezioni.-

      Elimina
  22. buongiorno
    mi chiamo Roberto ho 32 anni di lavoro (sist.misto)e ho 52 anni di eta'. e'possibile che debba andare in pensione con 47 anni di lavoro ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberto!
      Essendo nata nel 1965, con 32 anni di contributi versati, potrai andare in pensione anticipata con 44 anni di contributi.-

      Elimina
  23. Mia zia è vedova ed ha 73 anni d’età. Percepisce una pensione ai superstiti Cat. SO. Leggendo un po’ su internet ho letto che poteva fare richiesta per un aumento relativo agli ANF se riconosciuta inabile al proficuo lavoro. Ho provveduto ha presentare la domanda con mod, SS3 ma la stessa è stata rigettata poiché non riconosciuta inabile. A mio avviso e leggendo un po’ di qua e di là ho visto che ci sono alcune sentenze che dicono che una persona arrivata all’età pensionabile dovrebbe essere di per se inabile al proficuo lavoro (Non invalida ma inabile) anche perché inabile al proficuo lavoro dovrebbe significare che una persona non è più in grado (non di lavorare) ma di dedicarsi ad un lavoro lavoro proficuo e che possa continuare a farlo vivere dignitosamente. Abbiamo provato ad andare al centro per l’impiego per vedere come la pensavano ed allo sportello ci hanno detto che “Possono iscriversi le persone di età compresa tra i 16 e i 65 anni d’età, che sono cittadini inoccupati o disoccupati domiciliati o residenti in una provincia italiana. I cittadini stranieri possono iscriversi solo se muniti di permesso di soggiorno”. Quindi la mia domanda è: se per il centro impiego ho raggiunto l’età pensionabile e quindi indirettamente non più idoneo a lavorare )perché non posso iscrivermi) non dovrei essere considerato automaticamente inabile al proficuo lavoro? Come la pensa lei? . Conviene fare ricorso? Puo darmi indicazioni maggiori? Grazie. MariaFrancesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Francesca!
      In effetti si può essere considerati inabili al proficuo lavoro, solo se è in età lavorativa, quindi fino al compimento dei 65 anni.-
      Invece per il diritto agli assegni familiari a vedova, è necessaria un'invalidità civile almeno dell'80%, e presumo quindi che a tua zia non sia stata riconosciuta la percentuale di invalidità minima necessaria.-

      Elimina
  24. Sono Rosario nato luglio 1955 ho solo 41 anni di contributi di cui 18 prima del 1995 che speranze ho x pensionarmi.?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosario!
      In base alla normativa attuale, essendo nato a luglio del 1955, con 41 anni di contributi versati, potrai andare in pensione anticipata al raggiungimento dei 43 anni + 13 settimane, se stai lavorando, altrimenti potrai andare in pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni + 3 mesi d'età.-

      Elimina
  25. buon pomeriggio signor Censori, sono Francesco, Ma una minima pensione di 501 euro lordi, verrà tassata? O proprio perché è la minima non verrà decurtata? Grazie mille e cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco!
      NO!
      Una pensione minima di 501 euro mensili non viene tassata, ovviamente se non si dispone di altri redditi.-

      Elimina
  26. Salve Sig. Censori,scrivo per mia cugina,nata novembre 1952,piu' di 15 anni di contributi settore privato al 1992.in totale 23 anni di contributi al 1996 dove ha cessato l'attivita lavorativa,perche sposata.Puo' accedere alla pensione? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In base alla normativa attuale, Tua cugina nata a novembre del 1952, con 23 anni di contributi versati, potrà andare in pensione di vecchiaia al raggiungimento dei 67 anni d'età, quindi a dicembre 2019.-

      Elimina
  27. Sig.Censori buonasera
    sono nata il 24.08.1952 dal sito MY Inps riporto:
    CONTRIBUTI UTILI 1096 PER LA MISURA 1384 PER IL DIRITTO
    Fondi pensione lavorat.dipendenti al 31.12.92 CONTRIB.UTILI 834 SETTIMANR RERIBUZ.O REDDITO PENSIONABILE € 114.25932
    RETRIBUZ.O REDDITO MEDIO SETTIMANALE € 439,46
    FONDO PENSIONE LAVORATORI DIPENDENTI CONTRIBUTIVO
    CONTRIBUTI UTILI 262 SETTIMANE
    MONTANTE € 37.734,94
    Poi succesivamente scrivono I REQUISITI SONO GIA STATI PERFEZIONATI PENSIONE DI VECCHIAIA
    io infatti ho lavorato fino al 1988 poi dopo la morte di mio marito nel 2007 ho ripreso il lavoro part-time e tuttora sto lavorando
    devo però aggiungere che per un anno circa ho lavorato regolarmente in GB(a LONDRA)di cui ho tutta la documentazione negli anni 1976/1977
    purtroppo ho una malattia neurodegenerativa abbastanza grave per me ma non ancora abbastanza invalidante per l invalidità
    cortesemente le chiedo la data in cui io andrò in pensione
    e possibile anche un idea della somma con la quale andrò
    e quando presentare la domanda di invalidità
    la rigrazio del suo tempo e della sua risposta
    cordiali saluti
    Loredana

    RispondiElimina
  28. mi scusi ho erroneamente cancellato: ho una pensione cat SO di € 499 mensili
    LOREDANA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Loredana!
      Essendo nata ad agosto del 1952, potrai andare in pensione di vecchiaia al raggiungimento dei 67 anni d'età, quindi a settembre del 2019.-
      Riguardo all'importo della pensione, puoi considerare circa 600 euro mensili.-

      Elimina
    2. Grazie della sua risposta e della disponibilità
      un ultima cosa: posso già fare inserire il periodo di lavoro in GB portando alla Cgil i documenti in mio possesso o c è un tempo dedicato a questo nel passato mi sembra di aver letto 3 mesi prima della pensione) e una curiosità riguardo a questo periodo lavorato in GB verrà conteggiato ai fini calcolo pensione? la ringrazio sentitamente

      Elimina
    3. Ciao Loredana!
      Il periodo lavorato in GB è ininfluente per la pensione di vecchiaia, in quanto hai già raggiunto i requisiti minimi necessari con i contributi versati in Italia.-
      Comunque al raggiungimento dei requisiti pensionistici in Italia, potrai presentare anche la domanda di pensione all'ente previdenziale inglese in base ai contributi versati in Gran Bretagna.-

      Elimina
  29. buon pomeriggio signor Gianfranco, sono Ornella, mio marito è mancato il mese scorso e percepiva la minima di 501 euro...noi avevamo in comunione dei beni due piccoli appartamenti nei quali ci abitano i nostri figli. rendita catastale 308 uno e 250 l' altro...ovviamente stanno in comodato gratuito verbale perché è tutto a carattere familiare....le chiedo: io ho 60 anni devo percepire il 60% o posso richiedere l' integrazione al minimo? Spero di essere stata chiara e le porgo cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ornella!
      si ha diritto all'integrazione al minimo:
      - in misura piena, se il reddito annuo complessivo proprio non supera i 6.524,07 euro;
      - in misura parziale, se il reddito annuo complessivo proprio non supera i 13.049,14 euro.-

      Elimina
    2. Quindi la posso richiedere subito l' integrazione? senza aspettare nessuna età? Grazie mille signor Censori per la tanta pazienza che ha con noi.. saluti Ornella.

      Elimina
    3. Ciao Ornella!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  30. Buona sera Signor Censori, vorrei porle un quesito, sono nato nel 1953, ho 30 e tre mesi di contributi, fino nel 2003, dopo di che non ho piu' lavorato. Da allora sono disoccupato, ma essendomi licenziato, non posso accedere all'ape social. Nel 1995 avevo 22 anni di contributi di cui, 4 anni e sei mesi di contributi di commerciante, vorrei sapere cortesemente se questi ultimi del commercio, si possono ricongiungere agli altri 26 di industria,e se saranno calcolati ai fini della pensione allo stesso modo. distinti saluti, e grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanni!
      Non c'è problema!
      I contributi da commerciante vengono aggiunti automaticamente dall'INPS a quelli da lavoro dipendente, quindi se richiedi un estratto contributivo dovresti trovarli già tutti insieme.-

      Elimina
  31. Signor Gianfranco buonasera ma le pensioni minime vengono tassate? Una vedova di 60 anni che prende 300 euro di reversibilità puoi chiedere integrazione al minimo? Il caf a mia zia ha detto di no, ma leggo dai vari forum che anche le pensioni di reversibilità possono essere integrate al minimo. Mi affido alla vostra competenza, saluti Vincenzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vincenzo!
      Il trattamento minimo è un'integrazione che lo Stato, tramite l'Inps, corrisponde al pensionato quando la pensione, che deriva dal calcolo dei contributi, è di importo inferiore a quello che viene considerato il minimo vitale. In tal caso l'importo della pensione viene aumentato fino a raggiungere la cifra stabilita, di anno in anno, dalla legge.
      Per verificare se si ha diritto all’integrazione al minimo bisogna considerare il proprio reddito personale, e per le pensioni con decorrenza successiva al 1994 bisogna considerare anche i redditi del coniuge. Se si ha un reddito personale annuo inferiore a 6.530,94 euro e di coppia inferiore a 19.592,82 euro l’integrazione spetta sempre. Non spetta se il proprio reddito personale supera i 13.061,88 euro o se quello di coppia eccede i 26.123,76 euro all’anno. Se si hanno redditi intermedi tra il limite basso e il limite alto, l’integrazione spetta in misura parziale. L’integrazione non spetta in alcun caso a chi percepisce una pensione supplementare o una pensione calcolata esclusivamente con le regole del sistema contributivo.-

      Elimina

I commenti rimarranno disabilitati nel fine settimana.