domenica 17 luglio 2016

Assegno per il nucleo familiare a vedova/o 2016/2017

Valori dal 01/07/2016 al 30/06/2017 dell'assegno per il nucleo familiare a vedova/o

È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.

Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).

Il beneficio deve essere collegato al solo stato di inabilità della vedova/o superstite.

L'INPS con circ. n. 98/98, nel prenderne atto, ha affermato che l’assegno può essere riconosciuto nei limiti della prescrizione quinquennale.

Successivamente con circ. 11/99 ha chiarito che i richiedenti ultrasessantacinquenni, in possesso di certificazione medica ASL che attesti gravi difficoltà a svolgere compiti e funzioni dell'età, saranno convocati a visita medica; necessario almeno 80% invalidità.

Invece, il riconoscimento del 100% di invalidità civile, può essere ritenuto probante ai fini dell’accoglimento della domanda e quindi del diritto di percepire gli assegni familiari.-

Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2016 al 30/06/2017:
Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari

Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2015 al 30/06/2016:
Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2014 al 30/06/2015:
Reddito familiare fino a euro 27.843,98 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.843,99 fino a euro 31.234,15 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.234,16 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2013 al 30/06/2014:
Reddito familiare fino a euro 27.541,03 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.541,04 fino a euro 30.894,31 = euro 19,59
Reddito familiare da 30.894,32 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2012 al 30/06/2013:
Reddito familiare fino a euro 26.738,86 = euro 52,91
Reddito familiare da 26.738,87 fino a euro 29.994,48 = euro 19,59
Reddito familiare da 29.994,49 non spettano assegni familiari 

Periodo dal 01/07/2011 al 30/06/2012:
Reddito familiare fino a euro 26.035,89 = euro 52,91
Reddito familiare da 26.035,90 fino a euro 29.205,92 = euro 19,59
Reddito familiare da 29.205,93 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2010 al 30/06/2011:
Reddito familiare fino a euro 25.625,88 = euro 52,91
Reddito familiare da 25.625,89 fino a euro 28.745,98 = euro 19,59
Reddito familiare da 28.745,99 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2009 al 30/06/2010:
Reddito familiare fino a euro 25.447,75 = euro 52,91
Reddito familiare da 25.447,76 fino a euro 28.546,16 = euro 19,59
Reddito familiare da 28.546,17 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2008 al 30/06/2009 :
L'importo dell'assegno mensile, per dodici mensilità, per l'anno 2008, è stato elevato a euro 52,91.

Periodo dal 01/07/2007 al 30/06/2008:
L'importo dell'assegno mensile, per dodici mensilità, per l'anno 2007, è stato elevato a euro 52,91.


Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it.
Iscriviti alla CGIL. Perché? Perché è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

80 commenti:

  1. Buongiorno, ho presentato per mia madre (vedova, invalida al 100%, 83 anni pensione minima 600 mensili di reversibilità), la domanda di assegni familiari su se stessa.
    L'Inps non vuole erogare il beneficio perchè vuole a visita mia madre.
    Mi domando, devo per forza portarla a visita da loro?
    Preciso che in questo momento è in una casa di riposo e ha problemi di alzaimer.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Dvi per forza portarla da loro!
      Trovo comunque normale che l'INPS, prima di concedere un beneficio di carattere economico, voglia accertarsi che ne esistano i requisiti di legge.-

      Elimina
  2. bungiorno ma questa normativa va bene anche per le reversibilità di ferrovie essendo il decuius un dipedente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mario!
      SI!
      L’assegno al nucleo familiare spetta alle vedove (e ai vedovi) titolari di pensione di reversibilità, inabili al lavoro e il cui coniuge era dipendente sia di un’azienda privata, sia del settore pubblico.-

      Elimina
    2. Possibile che l'assegno di vedovanza non spetta ai titolari di pensione di reversibilità cod.FS dipendente ferrovie dello stato. Almeno così afferma il patronato a cui mi sono rivolto.

      Elimina
    3. È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.
      Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).
      Questo significa che la sentenza della cassazione ha previsto l'assegno di vedovanza solo alle pensioni di reversibilità SO, ma l'interpretazione corrente è che vada esteso a tutti i dipendenti privati quindi anche agli ex lavoratori FS, ti consiglio pertanto di far presentare comunque la domanda all'INPS.-

      Elimina
  3. gentile dottore, mia sorella con pensione ai superstiti di 500 euro mese, ha percepito trattamento di famiglia di 20 euro. ma come vengono calcolati? nucleo familiare di 4 persone con 1 genitore e 2 figli minorenni oltre ad 1 maggiorenne di 21 anni iscritto all'universita. reddito familiare di 6.250 euro. devo fare ricorso? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gentile Dottore, ma sul sito inps alla voce assegni familiari ex autonomi e' indicato che i figli maggiorenni fanno parte del nucleo familiare ai fini del trattamento di famiglia entro i 26 anni se iscritti alla regolare durata del corso di laurea. in sintesi i figli a carico maggiorenni entro i 26 anni studenti universitari fanno parte del nucleo ai fini AF? grazie sempre x il suo grande contributo

      Elimina
    2. SI!
      Confermo!
      I familiari per i quali possono essere richiesti gli assegni sono:
      - il coniuge, anche se legalmente separato purché sia a carico, solo se il richiedente è titolare di pensione a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi;
      - i figli o equiparati anche se non conviventi:
      - di età inferiore a 18 anni;
      - apprendisti o studenti di scuola media inferiore (fino a 021 anni);
      - universitari (fino a 26 anni e nel limite del corso legale di laurea);
      - inabili al lavoro (senza limiti di età);

      Elimina
  4. Salve. Sono una dipendente comunale sposata il cui marito è agente di commercio con partita iva. Abbiamo due figli minori. Posso chiedere gli assegni familiari?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno dei requisiti per il diritto agli assegni familiari è che almeno il 70% del reddito lordo complessivo di entrambi i coniugi sia costituito da redditi da lavoro dipendente, quindi dovete verificare se rientrate nei parametri di legge.-

      Elimina
  5. Buongiorno,
    vorrei una conferma, mia madre vedova con pensione di reversibilita categoria SOCTPS invalida grave 100% puo' richiedere l'ANF?
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rita!
      L'assegno al nucleo familiare spetta alle vedove (e ai vedovi) titolari di pensione di reversibilità, inabili al lavoro e il cui coniuge era dipendente sia di un’azienda privata, sia del settore pubblico.-

      Elimina
    2. Buongiorno Gianfranco,
      scusa ma non ho ancora capito, a mia madre spetta l'assegno?
      Se si quali documenti devo presentare?
      grazie

      Elimina
    3. leggendo la risposta del 25 gennaio avevo capito che non era possibile:

      """È previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) che siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.
      Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).-"""

      Elimina
    4. Ciao Rita!
      SI!
      L'assegno per il nucleo familiare spetta alle vedove il cui coniuge era dipendente sia privato che pubblico.-
      Nel vostro caso Tua madre deve presentare apposita domanda all'INPS ex INPDAP, rivolgendosi eventualmente a un patronato.-

      Elimina
    5. Buongiorno,
      puo' dirmi se deve fare anche il modello SS3 pur essendo riconosciuta invalida grave 100%?
      Grazie.

      Elimina
    6. Ciao Rita!
      NO!
      Non è necessario il modello SS3 che ha una funzione diversa.-

      Elimina
  6. Buongiorno dottore,
    verrei sapere se la domanda anf ai superstiti può essere presentata anche da soggetti che abbiano un'età inferiore a 65 anni ma che non siano in grado di dedicarsi al proficuo lavoro.

    grzie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'INPS con circ. 11/99 ha chiarito che possono presentare la domanda degli assegni familiari a vedovo/vedova solo gli ultrasessantacinquenni invalidi.-

      Elimina
  7. Buonasera dottore sono una vedova con due figli oggi maggiorenni.Non percepisco la pensione perche' mio marito non aveva raggiunto i requisiti. Ho letto dell' una tantum e dell'indennita' per morte. Ho un piccolo lavoro part-time a tempo indeterminato che a breve perdero' perche' la mia azienda vuole chiudere.Possibile non mi aspetta nulla per vivere? Una pensione, assegni familiari ,mio figlio ha appena compiuto 18 anni e mia figlia ha 22 anni ed e' universitaria. Mio marito e' deceduto il 31/01/2014 mi sono recata ad un caf e ad un padronato dopo l'accaduto ma hanno bocciato ogni possibilita' di sostegno economico....La prego mi dia una buona notizia .Grazie dottore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      La normativa attuale non prevede a livello statale alcun sostegno di carattere economico per situazioni come la tua, quindi l'unico consiglio che posso darti è quello di rivolgerti ai servizi sociali del Tuo Comune di residenza per richiedere un qualche tipo di sostegno di carattere economico.-

      Elimina
  8. Egregio dott. Censori, mia madre percepisce una pensione dal Fondo lavoratori dipendenti con trattamenti di famiglia per mio padre. Purtroppo, pochi giorni fa, mio padre e' deceduto. Le chiedo se mia madre puo' continuare a percepire i trattamenti di famiglia per se stessa sulla sua pensione. La ringrazio e saluto cordialmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La normativa prevede che solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.-

      Elimina
  9. Gentilissimo Dottor Censori,
    per caso abbiamo scoperto che mia suocera di 89 anni ed inabile al 100% con relativa pensione di "accompagno" ha diritto agli assegni familiari. Negli anni precedenti al primo marzo 2016 il suo reddito non superava i 7000 euro. Poi dal primo marzo 2016, dato che mia moglie è andata in pensione e visto l'enorme costo per la badante abbiamo deciso di portarla a casa nostra e quindi abbiamo fatto uno stato di famiglia unico e portato la sua residenza da noi. Ora le chiedo la suocera ha diritto agli assegni famigliari (viene considerato anche il reddito mio e di mia moglie. Ha diritto agli arretrati!! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      La suocera ha diritto agli assegni familiari, ovviamente se ha una pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti), e la decorrenza sarà dalla data di presentazione della domanda all'INPS.-

      Elimina
  10. Gentile Dott. Censori
    Mia madre di anni 90 é inabile al 100% con relativa pensione di accompagno. Avendo una pensione di reversibilità può prendere gli assegni per se stessa?deve fare il certificato SS3?Ha diritto agli arretrati?
    Grazie per l'attenzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Tua madre ha diritto agli assegni familiari, ovviamente se ha una pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti), deve presentare apposita domanda all'INPS, rivolgendosi eventualmente a un patronato, e la decorrenza sarà dalla data di presentazione della domanda.-

      Elimina
    2. Ringraziando per la celere risposta, chiedo inoltre come mai gli arretrati non vengono corrisposti?
      Saluti
      Angelo

      Elimina
    3. Purtroppo l'INPS non ha alcun obbligo di corrispondere gli assegni familiari a vedova/o, quindi provvede a liquidarsi solo se vengono richiesti e con decorrenza da quando vengono richiesti.-
      Si può provare a richiedere anche gli arretrati fino a 5 anni indietro, ma bisogna dimostrare ce n'erano i requisiti, e comunque è l'INPS che ne stabilisce la decorrenza in base alla documentazione che si presenta.-

      Elimina
  11. buongiorno, mia sorella vedova è invalida al 100%, suo marito era un marittimo, percepisce una pensione netta di 1050 euro più una pensione di invalidita'. Puo' chiedere l'assegno di vedovanza??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Tua sorella può chiedere l'assegno di vedovanza!

      Elimina
  12. Buongiorno Dott. Censori,
    ho presentato domanda per mia nonna per gli assegni familiari a seguito di pensione categoria SO. L' inps però ha riconosciuto le 53,91 senza dare gli arretrati dei 5 anni. Può fare questo? o avrebbe dovuto riconoscere gli arretrati? in quest'ultimo caso come posso fare?

    La ringrazio per la sua professionalità e precisione nel risponderci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo l'INPS non ha alcun obbligo di corrispondere gli assegni familiari a vedova/o, quindi provvede a liquidarsi solo se vengono richiesti e con decorrenza da quando vengono richiesti.-
      Si può provare a richiedere anche gli arretrati fino a 5 anni indietro, ma bisogna dimostrare ce n'erano i requisiti, e comunque è l'INPS che ne stabilisce la decorrenza in base alla documentazione che si presenta.-

      Elimina
  13. Mia mamma da marzo 2012 percepisce una pensione inps SO di reversibilita'.
    Con domanda di invalidità civile nel verbale della commissione con data del 18/03/2014 riconosce all'interessato:

    I sensi dell’art. 4 della legge 05 febbraio 1992 n. 104 la commissione medica riconosce l’interessanto:portatore di handicap (comma 1 art. 3) nell'altro verbale stessa data riconosce: invalido ultrasessantacinquenne con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni ed i compiti propri e della sua età
    (L. 509/88 L. 124/98) medio grave 67%-99%.
    Nei verbali non c'è nessuna indicazione della percentuale di invalidità, al fine della richiesta degli assegni familiari come si fa a sapere la percentuale di invalidità di una persona? Grazie per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Presumo che Tu non abbia letto bene il verbale di invalidità, perché deve essere indicata oltre alla fascia 67%-99% anche la percentuale effettiva di invalidità; puoi eventualmente rivolgerti alla ASL di zona per avere informazioni più precise.-

      Elimina
  14. Gli uffici mi dicono che non viene indicata nel verbale una percentuale di invalidità certa per gli ultrasessantacinquenni ma una variabile da 67% a 99% però questo complica la valutazione se mia mamma avrà diritto degli assegni familiari e anche degli arretrati, a chi posso rivolgermi per avere una spiegazione? Grazie della risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo caso Tua madre potrà comunque presentare la domanda all'INPS e probabilmente verrà chiamata a visita medica per stabilire se rientra nei parametri per il diritto agli assegni familiari.-

      Elimina
  15. Leggo in una sua risposta che con un'invalidità superiore all'80%, si possono richiedere gli assegni familiari sulla pensione di reversibilità SO mi può gentilmente indicare dove posso trovare il testo di questa normativa? Grazie della risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.
      Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).
      Il beneficio deve essere collegato al solo stato di inabilità della vedova/o superstite.
      L'INPS con circ. n. 98/98, nel prenderne atto, ha affermato che l’assegno può essere riconosciuto nei limiti della prescrizione quinquennale.
      Successivamente con circ. 11/99 ha chiarito che i richiedenti ultrasessantacinquenni, in possesso di certificazione medica ASL che attesti gravi difficoltà a svolgere compiti e funzioni dell'età, saranno convocati a visita medica; necessario almeno 80% invalidità.-

      Elimina
    2. Grazie della precisa risposta

      Elimina
  16. Buongiorno,

    Vorrei sapere se con una reversibilità categoria SEL si possono richiedere gli assegni familiari.

    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Gli assegni familiari spettano anche sulla pensione di reversibilità categoria SEL (pensioni del personale dipendente dall'enel e da aziende elettriche private).-

      Elimina
  17. ma per avere chiarimenti se si ha diritto alla retroattivita' quinquennale esiste qualche sentenza o circolare? eventualmente che documentazione devo produrre?dovrebbe essere riconosciuto il diritto dalla data di decesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudio!
      Purtroppo NO!
      Non esiste retroattività per gli assegni familiari a vedovo/a, che vengono quindi corrisposti solo se richiesti e con decorrenza dalla data di richiesta.-

      Elimina
  18. buongiorno,
    le avevo gia' scritto per sapere se mia madre avesse diritto ad avere l'assegno di vedovanza, adesso il mio problema e' inoltrare la domanda attraverso i vari patronati che sono purtroppo incompetenti in materia, l'unico che avevo trovato disponibile non e' riuscito a caricare i documenti richiesti e da circa un mese e' chiuso.
    Posso fare la domanda in materia autonoma sul sito dell'INPS?
    Se si puo' indicarmi il corretto percorso.
    Grazie.
    Buone Feste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rita!
      Trovo strano che tu abbia trovato diversi patronati incompetenti in materia, e mi viene quindi il dubbio che tu non abbia i requisiti.-
      Comunque puoi provare da sola collegandoti al sito dell'INPS e cercare la voce "Assegno al nucleo familiare (ANF): Autorizzazioni".-

      Elimina
    2. ciao,
      credo di avere tutti i requisiti pero' anche col tuo consiglio non riesco a trovare la domanda di anf per persona di 90 anni ( e quindi non piu' lavoratrice..)
      buona serata

      Elimina
    3. Ciao Rita!
      L'assegno di vedovanza non è legato all'età ma a uno stato di invalidità che deve essere certificato dalla ASL, ed è necessario almeno l'80% di invalidità.-

      Elimina
    4. ciao Gianfranco, l'invalidita' e' al 100%!

      Elimina
    5. Ciao Rita!
      Allora non ci sono problemi!
      Se non ci riesci da sola a compilare la domanda per via telematica devi rivolgerti a un patronato o direttamente alla sede INPS di zona per farti spiegare bene la procedura da seguire.-

      Elimina
    6. ciao
      oggi ho trovato il patronato Enasco e mi hanno inoltrato la domanda, l'unico dubbio che avevano era il fatto che l'inps richiedera' il modello SS3 cosa che mi sembra strana vist l'invalidita' al 100%..come gia' avevi detto tu..

      Elimina
    7. Ciao Rita!
      Assolutamente NO!
      Con un certificato di invalidità al 100% non ci sono problemi per l'assegno di vedovanza, e il modello SS3 viene richiesto dall'INPS per il riconoscimento dell'assegno ordinario di invalidità o della pensione di inabilità, e non è il caso di Tua madre.-

      Elimina
  19. buongiorno le scrivo per sapere se mia madre ( vedova ) anni 81 titolare di pensione di reversibilità ( mio padre era dipendente di una azienda siderurgica) ha diritto al c.d assegno di vedovanza.Mi sembra di aver capito che bisogna essere inabili al lavoro e pertanto chiedo chi deve attestare tale stato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.
      Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).
      Il beneficio deve essere collegato al solo stato di inabilità della vedova/o superstite.
      L'INPS con circ. n. 98/98, nel prenderne atto, ha affermato che l’assegno può essere riconosciuto nei limiti della prescrizione quinquennale.
      Successivamente con circ. 11/99 ha chiarito che i richiedenti ultrasessantacinquenni, in possesso di certificazione medica ASL che attesti gravi difficoltà a svolgere compiti e funzioni dell'età, saranno convocati a visita medica; necessario almeno 80% invalidità.
      Invece, il riconoscimento del 100% di invalidità civile, può essere ritenuto probante ai fini dell’accoglimento della domanda e quindi del diritto di percepire gli assegni familiari.-

      Elimina
  20. Buonasera Mio papà percepisce una pensione di euro 821 mensili, mia mamma ha diritto all'assegno sociale e di che importo grazie per la disponibilità buonasera molto gentile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I limiti di reddito (totale netto) per il diritto all'assegno sociale sono pari a euro 5.830,63 annui se il pensionato è solo e euro 11.661,26 annui se è coniugato.-
      Quindi Tua madre ha diritto a una quota di assegno sociale che insieme alla pensione di tuo padre raggiungerà complessivamente il limite di 11.661,26 euro annuali.-

      Elimina
  21. Buonasera volevo chiedere dato che a mia figlia gli è stata riconosciuta la 104 art. 3 comma 3, la mia domanda è gli assegni familiari partono dalla data del verbale o dell'istanza?
    grazie anticipatamente e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il diritto alla maggiorazione degli assegni in presenza di un familiare disabile, è necessaria un'autorizzazione preventiva dell'INPS, alla quale va presentata apposita domanda, che stabilirà quindi anche la decorrenza.-

      Elimina
  22. Buon giorno, le scrivo per sapere se mia madre, riconosciuta invalida al 100% e ricoverata nel 2016 in casa di riposo (non RSA) e vedova dal 2012 di un lavoratore dipendente di cui riceve pensione di reversibilità (circa 700 euro al mese), abbia diritto a ricevere il c.d. assegno di vedovanza anche se il reddito familiare (inteso come somma dei redditi degli appartenenti allo stato di famiglia = mia madre appunto + 2 figli lavoratori) supera la soglia prevista. In definitiva volevo sapere come viene calcolato il reddito familiare.
    La ringrazio in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini del calcolo degli assegni familiari contano solo i redditi di tua madre, quindi non contano quelli dei suoi figli.-

      Elimina
  23. La ringrazio, ma ho ancora dubbi in quanto su un altro sito ho trovato che: “Ai finì del diritto e della misura degli ANF, il reddito familiare è costituito dalla somma dei redditi del richiedente l’assegno e delle altre persone componenti il suo nucleo familiare.”
    In effetti perché altrimenti si parlerebbe di reddito familiare?
    Ed in questo caso come va' computato?
    La ringrazio di nuove (anche della pazienza)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini del diritto e quindi del calcolo degli assegni, fanno parte del nucleo familiare: il coniuge, i figli minorenni e i figli maggiorenni inabili e a suo carico, quindi il nucleo familiare di tua madre è costituito solo da se stessa.-

      Elimina
  24. Buona sera,mia madre vedova dal 2013 riconosciuta invalida 100% da aprile 2016 fino ad allora invalida 85% posso richiedere assegni famigliari dal 2013 o dal riconoscimento del 100%.
    Antcipatamente La ringrazio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi richiedere gli assegni familiari solo con decorrenza dalla data di riconoscimento del 100% di invalidità, perché con un'invalidità inferiore l'INPS chiama a visita medica la persona invalida per verificare se ci sono i requisiti di legge.-

      Elimina
    2. Buona sera Dott. ma il requisito minimo richiesto per gli ultrasessantacinquenni non è almeno l'80% d'invalidità? Ho dimenticato di scriverle che mia madre ha 84 anni.Nel 2013 aveva invalidità 85&
      Grazie per l'ulteriore risposta

      Elimina
    3. SI!
      Il requisito minimo è l'80% di invalidità, ma non è automatico che con l'80% di invalidità si abbia i requisiti, infatti in questi casi l'INPS chiama a visita la persona invalida, cosa che non è più possibile nel caso di tua madre.-

      Elimina
  25. mia nonna invalida al 100% con indenn. di accompagno, percepisce reversibilità di pensione di guerra da Ministero dell'Economie e delle Finanza può usufruire dell'assegno a vedova.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.

      Elimina
  26. Mia mamma ha un pensione di reversibilità SO e invalidità al 100% o almeno credo in quanto il verbale della commissione scrive così "INVALIDO ultrasessantacinquenne con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni ed i compiti propri della
    sua età (L.509/88.124/98) grave 100%".
    Ho fatto domanda INPS on line per ricevere l'assegno che mi viene respinta e quando chiedo la motivazione l'INPS mi dice:
    "A tale domanda deve essere allegato un certificato medico telematico SS3 in quanto la certificazione di invalidità civile riconosciuto a sua madre ai sensi del D.L.509/88 non è idonea. Riporto di seguito estratto della circolare INPS 11/1999: Nella fattispecie in esame, non può essere considerata come 'idonea documentazione la certificazione rilasciata ai soggetti ultrasessantacinquenni ai sensi dell'art.6 del D.lgs.n.509/88, in quanto lo stesso art.6 precisa che i soggetti in questione si considerano invalidi ai soli fini dell'assistenza sociosanitaria.

    Credevo, ma forse mi sbaglio che l'invalidità al 100%, indicata dal verbale della commissione superasse il certificato medico SS3, questo mi aveva detto il patronato.
    Sto lavorando a questa pratica da novembre 2016 con il patronato e INPS che mi danno indicazioni confuse e sempre diverse, sto perdendo tempo e soldi per mia mamma in quanto se non presento la domanda non parte il diritto all'assegno.
    Mi può dire l'iter che devo seguire per presentare la domanda corretta e quali sono i documenti necessari da allegare per ottenere l'assegno.
    Grazie per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo in questi casi le regole le stabilisce la commissione medica dell'INPS e non Tu, quindi devi semplicemente attenerti a quello che ti viene richiesto.-
      Se l'INPS richiede il certificato medico telematico SS3, devi richiederlo al medico di famiglia di Tua madre, e far ripresentare al patronato una nuova domanda di assegni familiari.-

      Elimina
  27. Salve Dott. Censori,
    non so se è la pagina adatta per chiederle queste informazioni ma volevo sapere nel 60% della pensione ai superstiti non vengono conteggiati i trattamenti di famiglia e le maggiorazioni sociali mensili della pensione del deceduto? E poi volevo sapere se ad una vedova con pensione vos e so spetta un tipo di maggiorazione sociale mensile.
    Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. - Purtroppo NO! Le pensione di reversibilità è pari al 60% della pensione effettivamente maturata dal defunto, esclusi quindi i trattamenti di famiglia e le eventuali maggiorazioni sociali.-
      Le eventuali maggiorazioni sono legate al reddito lordo complessivo della pensionata.-

      Elimina
  28. Buongiorno,
    Mia madre , è novantenne con invalidità al 100%, percepisce una pensione di reversibilità SOS.
    HA diritto all' assegno di vedovanza su tale pensione?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Agata!
      SI!
      Con un'invalidità del 100% e una pensione di reversibilità SO si ha diritto all'assegno di vedovanza.-

      Elimina
    2. Ma l'assegno di vedovanza viene riconosciuto anche sulla reversibilità SOS in convenzione con uno Stato straniero, in questo caso con la Germania?
      DAll' INPS dicono:
      1. Questa reversibilità va trasformata in SO
      2. Ricalcolata sulla base di quarant'anni, cioè da quando è stata fatta la domanda di reversibilità
      3. Viene individuato un eccesso di circa 100 euro mensile per aver percepito in questi anni un'indebita integrazione al minimo (oggi la quota mensile è di 307 euro netti), quindi bisogna restituire una quota calcolata sui dieci anni.
      Ma a questo punto non conviene rinunciare alla richiesta dell'assegno di vedovanza?
      Grazie per la sua disponibilità.

      Elimina
    3. Ciao Agata!
      In effetti nel tuo caso è meglio rinunciare alla richiesta dell'assegno di vedovanza.-

      Elimina
  29. Anche un ottantenne con invalidità 80% deve presentare il modello SS3 visto che è ovvio sia inabile al lavoro, grazie della risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo in Italia c'è poco di ovvio, quindi anche un ottantenne con invalidità dell'80% deve presentare il modello SS3 per richiedere l'assegno di vedovanza.-

      Elimina

I commenti rimarranno disabilitati nel fine settimana.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.