domenica 17 luglio 2016

Assegno per il nucleo familiare a vedova/o da luglio 2017 a giugno 2018

Valori dal 01/07/2017 al 30/06/2018 dell'assegno per il nucleo familiare a vedova/o

È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.

Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).

Il beneficio deve essere collegato al solo stato di inabilità della vedova/o superstite.

L'INPS con circ. n. 98/98, nel prenderne atto, ha affermato che l’assegno può essere riconosciuto nei limiti della prescrizione quinquennale.

Successivamente con circ. 11/99 ha chiarito che i richiedenti ultrasessantacinquenni, in possesso di certificazione medica ASL che attesti gravi difficoltà a svolgere compiti e funzioni dell'età, saranno convocati a visita medica; necessario almeno 80% invalidità.

Invece, il riconoscimento del 100% di invalidità civile, può essere ritenuto probante ai fini dell’accoglimento della domanda e quindi del diritto di percepire gli assegni familiari.-


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2017 al 30/06/2018:
Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari

Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2016 al 30/06/2017:
Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari

Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2015 al 30/06/2016:
Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2014 al 30/06/2015:
Reddito familiare fino a euro 27.843,98 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.843,99 fino a euro 31.234,15 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.234,16 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2013 al 30/06/2014:
Reddito familiare fino a euro 27.541,03 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.541,04 fino a euro 30.894,31 = euro 19,59
Reddito familiare da 30.894,32 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2012 al 30/06/2013:
Reddito familiare fino a euro 26.738,86 = euro 52,91
Reddito familiare da 26.738,87 fino a euro 29.994,48 = euro 19,59
Reddito familiare da 29.994,49 non spettano assegni familiari 

Periodo dal 01/07/2011 al 30/06/2012:
Reddito familiare fino a euro 26.035,89 = euro 52,91
Reddito familiare da 26.035,90 fino a euro 29.205,92 = euro 19,59
Reddito familiare da 29.205,93 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2010 al 30/06/2011:
Reddito familiare fino a euro 25.625,88 = euro 52,91
Reddito familiare da 25.625,89 fino a euro 28.745,98 = euro 19,59
Reddito familiare da 28.745,99 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2009 al 30/06/2010:
Reddito familiare fino a euro 25.447,75 = euro 52,91
Reddito familiare da 25.447,76 fino a euro 28.546,16 = euro 19,59
Reddito familiare da 28.546,17 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2008 al 30/06/2009 :
L'importo dell'assegno mensile, per dodici mensilità, per l'anno 2008, è stato elevato a euro 52,91.

Periodo dal 01/07/2007 al 30/06/2008:
L'importo dell'assegno mensile, per dodici mensilità, per l'anno 2007, è stato elevato a euro 52,91.


Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it.
Iscriviti alla CGIL. Perché? Perché è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

140 commenti:

  1. Buon pomeriggio dottore,
    Mia madre a gennaio 2017 ha fatto la visita medica all'INPS per la domanda di ANF, a tutt'oggi non abbiamo ancora avuto risposta, volevo chiederle il limite massimo entro il quale possiamo avere notizia visto che il sindacato non ci sa' dire niente. Le faccio sapere inoltre che tramite conoscenze all'inps mi hanno confermato che la pratica e' stata chiusa favorevolmente. Quanto dobbiamo aspettare ancora visto che la domanda l'abbiamo fatta a marzo 2016??!!! Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito l'INPS provvede all'evasione di una pratica nel giro di 90 giorni dalla data di presentazione della domanda, quindi a questo punto dovrebbe trattarsi solo di una questione di giorni.-
      Comunque il patronato che ha presentato la domanda può verificare lo stato della pratica e sollecitare eventualmente l'evasione della stessa.-

      Elimina
  2. Buongiorno, mia mamma percepisce la so/art ha diritto agli Anf e se si di che importo , grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'assegno per il nucleo familiare a vedova è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  3. Buongiorno, mia mamadre ha la pensione di reversibita' una SO/ART però la diagnosi di invalidità e' Codice DM 5/2/92 OMISSIS Codice ICD9 OMISSIS ha diritto agli ANF grazie buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'assegno per il nucleo familiare a vedova è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  4. Buonasera signor Censori. Ho provato a vedere se la risposte che ha dato in precedenza ce n'era una che faceva al caso della mia famiglia, ma non mi è parso... In poche parole mia madre,ultrasessantacinquenne percepisce laa pensione di reversibilità di mio padre, morto nel 2014, ma vive con un figlio lavoratore e uno disoccupato entrambi maggiorenni. In questo caso c'è il diritto all'"assegno di vedovanza"? Grazie per l'attenzione.
    -Valerio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valerio!
      Il fatto che tua madre viva insieme ad altri familiari è ininfluente ai fini del diritto all'assegno di vedovanza, ma contano solo l'invalidità che deve essere almeno dell'80% e il tipo di pensione di reversibilità che deve essere di categoria SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  5. Buonasera quando lei dice di di lavoratori dipendenti intende sia privato che pubblico? Per cui chi percepisce reversibilità di ex dipendente pubblico ha diritto di Ono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assegno di vedovanza è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti privati).-

      Elimina
    2. Mi scusi ma perché invece su alcuni certificati di pensione che percepiscono reversibilità ex dipendente pubblico c'è scritto trattamento di famiglia?

      Elimina
    3. La sentenza della cassazione (n. 7668/96) inerente l'assegno di vedovanza si riferisce solo alle pensione di reversibilità SO, mentre gli assegni familiari in generale spettano anche ai dipendenti pubblici.-

      Elimina
    4. PER CUI FARE RICHIESTA DI ASSEGNI NUCLEO FAMILIARE SU PENSIONE SOCTPS VISTO CHE OPRA INPDAP E' CON INPS GLI VERRANO PAGATI?

      Elimina
  6. Un'altra informazione in una domanda di 14^ nel computo dei redditi viene calcolato anche l'Assegno Sociale? Idolo i redditi assoggettabili ad IRPEF?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo SI!
      Nel computo dei redditi per il diritto alla 14ma conta anche l'assegno sociale.-

      Elimina
  7. Buonasera, ho presentato la domanda tramite patronato per ottenere gli assegni per il nucleo familiare a vedovo/a, la domanda è stata accettata ma non mi trovo d'accordo sulla liquidazione degli arretrati. Che strada devo seguire per contestare la pratica? Grazie per la sua risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le strade percorribili a mio avviso sono solo due:
      - Puoi rivolgerti a un patronato, che se riterrà fondata la tua opinione, potrà richiedere all'INPS un riesame della tua pratica.-
      - Puoi rivolgerti a un avvocato e fare causa all'INPS.-

      Elimina
    2. Grazie, inizierò a chiedere una valutazione al patronato

      Elimina
  8. Ho verificato che mia mamma, che ha 79 anni, ha diritto di chiedere gli assegni familiari per vedovo/a e gli arretrati.
    Il problema sorge per gli arretrati, nel gennaio 2014 le è stata riconosciuta l'invalidità medio-grave ma era già inabile al proficuo lavoro, nel novembre 2016 con domanda di aggravamento le è stata riconosciuta l'invalidità grave 100%.
    Per certificare l’inabilità al proficuo lavoro mi sembra sia necessario richiedere al proprio medico curante di compilare non ho capito se il modello ss3 o ss5.
    Ho bisogno del suo aiuto per sapere quale percorso posso fare per chiedere gli arretrati dal 2014 al 2016.
    Grazie per l'attenzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se per invalidità medio-grave tu intendi un'invalidità inferiore al 100%, Tua madre ha diritto agli arretrarti solo da novembre 2016.-

      Elimina
    2. Però ho letto in una delle risposte ai commenti che i richiedenti ultrasessantacinquenni, in possesso di certificazione medica ASL che attesti gravi difficoltà a svolgere compiti e funzioni dell'età, saranno convocati a visita medica; necessario almeno 80% invalidità.
      Come si attesta 80% invalidità?

      Elimina
    3. Come scrivi tu stesso, nel 2014 a tua madre è stata riconosciuta un'invalidità medio-grave, che presumo significhi inferiore al 100%, quindi se avesse presentato la domanda a suo tempo, sarebbe stata convocata a visita medica dall'INPS e sarebbe stato quindi verificato se esistevano al momento i requisiti per il diritto all'assegno di vedovanza, cosa non accertabile a posteriori.-

      Elimina
  9. A quel tempo non sapevo di questo diritto, però pensavo fosse possibile dimostrare l'inabilità passata anche perchè nel corso del tempo ha avuto un peggioramento e questo fosse giustificato e riconosciuto ai fini degli arretrati.
    Da quello che ho capito non posso fare ricorso per ottenere gli arretrati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per aver diritto agli arretrati degli assegni familiari con decorrenza da una certa data, bisogna essere in grado di dimostrare con idonea certificazione medica rilasciata da medici ASL, che a quella data c'erano già i requisiti di legge.-

      Elimina
  10. Grazie, lei è sempre una buona fonte di informazioni, saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  11. Sera a mia mamma di 70 anni è stata riconosciuta invalidità grave al 100% percepisce la reversibilità e pensione minima contributiva; ha diritto a qualche contributo economico?grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.

      Elimina
    2. Grazie a me avevano detto che gli spetta pensione d’inabilità quindi non è vero?

      Elimina
    3. Purtroppo NO!
      La pensione di inabilità spetta solo se si è ancora in età lavorativa, cioè se si ha un'età inferiore ai 65 anni.-

      Elimina
  12. Buongiorno, mia madre ha 83 anni, invalidità al 100% e percepisce l'indennità di accompagnamento, la reversibilità è data per morte di mio padre Guardia di Finanza. I requisiti sembrano esserci tutti o sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È previsto dalla normativa che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.-
      Tua madre non è titolare di una pensione di reversibilità SO, essendo stato tuo padre un dipendente pubblico, quindi il riconoscimento del diritto non è automatico, ma la domanda deve essere comunque presentata.-

      Elimina
  13. Buongiorno,
    volevo sapere se spetta l'assegno di vedovanza ad una mia vicina di casa, che si trova in queste condizioni:
    invalidità al 100% come da dichiarazione rilasciata dall'U.S.L.;
    Pensione INPS SO CPDEL di Euro 16.700,00;
    Reddito del figlio convivente di Euro 20.221,00;
    Casa di proprietà dove vive;
    Altri redditi di fabbricati con i seguenti ammontari:
    B1 con Rendita di Euro 36,00 e B2 con Rendita di Euro 212,00.
    P.S.: volevo sapere se assegno di vedovanza ed assegno per il nucleo familiare o assegni familiari siano la stessa cosa.
    Ringrazio in anticipo e saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Età della Signora 80 anni...

      Elimina
    2. L'assegno per il nucleo familiare a vedova è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti privati), ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.-

      Elimina
  14. Buongiorno Gianfranco,
    ringrazio per la risposta al mio quesito.
    Le chiedo cortesemente una risposta se assegno di vedovanza, assegno per il nucleo familiare o assegni familiari siano o meno la stessa cosa.
    Ringrazio e buon lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Sono la stessa cosa!
      Infatti si tratta comunque di assegni familiari che vengono chiamati in modo diverso in base alla situazione familiare e lavorativa del richiedente.-

      Elimina
  15. Salve Signor Censori, una vedova che percepisce Pensione ai superstiti, liquidati a carico della Cassa dei trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS),
    può percepire assegni per trattamenti di famiglia per sè stessa?
    se sì, può richiedere gli ultimi 5 anni? a quanto ammonterebbero?
    grazie, mi scusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Raffaele!
      Purtroppo NO!
      Gli assegni familiari per se stessa spettano solo sulla pensione di reversibilità SO (Fondo Lavoratori Dipendenti privati).-

      Elimina
  16. Gentilissimo,
    mia nonna ha 90 anni ma gode di buona salute senza dunqua un'invalidità legalmente riconosciuta. Il mio dubbio sorge sul concetto di inabilità al lavoro proficuo. Considerata l'età che ovviamente non permette lo svolgimento di un'attività avorativa, il medico potrebbe compilare il famoso certificato ss3 da inviare all'inps per la richiesta per gli assegni a nucleo familiare a vedova? Non ho trovato la mia risposta nella giurisprudenza in rete, per questo mi rivolgo a lei per cercare di capire la sussistenza di una possibilità di accoglimento dell'istanza.
    Grazie per la collaborazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Il discorso dello svolgimento di un'attività lavorativa vale fino a quando si è in età lavorativa, cioè fino a 65 anni, trascorsi i quali va presentata all'INPS una domanda di invalidità civile e se viene riconosciuto almeno l'80% di invalidità si può avere diritto all'assegno per il nucleo familiare a vedova.-

      Elimina
  17. Buongiorno Gianfranco,
    mia madre ha 76 anni vive da sola, ha una sua pensione da dipendente comunale di 800 euro mensili e una pensione di reversibilità di mio padre dipendente settore privato, di 450 euro da fine 2014. Ha varie patologie anche se è abbastanza autosufficiente, al fine di provare ad avere l'ANF cosa può fare?
    Ha diritto all'assegno di vedovanza solo se le viene riconosciuta l'80% di invalidità da parte dell'INPS o può percorrere qualche altra strada.
    Grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo SI!
      uno dei requisiti per il dritto all'assegno di vedovanza, è un'invalidità riconosciuta almeno dell'80%.-

      Elimina
  18. Buongiorno,leggevo le varie domande e le relative risposte siccome sarei in procinto di presentare una domanda di invalidità per mia madre di 83 anni con diverse patologie tipiche dell'età, ho letto che il D. Lgs. n. 509/88 stabilisce che gli ultrasessantacinquenni non sono valutabili percentualmente ma sono riconosciuti invalidi esclusivamente sulla base delle difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie dell'età. Pertanto come funziona la valutazione minima del 80% ai fini di una richiesta dell'ANF? Grazie mille in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel verbale di invalidità civile è comunque indicata la percentuale di invalidità anche per gli ultrasessantacinquennni.-

      Elimina
  19. L'ANF pre i vedovi è possibile esclusivamente a favore dei titolari di pensioni di reversibilità SO per lavoratori dipendenti o anche per i titlaridi pensioni di reversibilità SO/ART per lavoratori artigiani?

    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo l'ANF per i vedovi è previsto solo sulle pensioni di reversibilità SO (lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  20. GENTILE DOTTORE ,la voce contributo di vedovanza è segnalato come trattamento di famiglia nel cedolino? grazi e edistinti saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      L'assegno di vedovanza è segnalato come trattamento di famiglia nel cedolino di pensione.-

      Elimina
  21. Poi volevo sapere mia mamma è morta a febbraio e aveva una pensione di invalidità al 100 x 100 piu accompagnatoria e ho mio fratello a casa con invalidità al 77 x cento ci aspetta qualcosina grazie mille

    RispondiElimina
  22. Io sono vedova da un anno mezzo e mi aspetta qualcosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica!
      Purtroppo NO!
      Non sono reversibili ne la pensione di invalidità, ne l'indennità di accompagnamento.-

      Elimina
  23. buonasera, mia suocera 86 anni è vedova dal maggio 2016 e riceve una pensione di reversibilità di 514 euro mensili. Ha diritto ad una integrazione non avendo altri redditi e vivendo da sola? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela!
      SI!
      Se tua suocera è vedova e non ha altri redditi oltre alla pensione di reversibilità di 514 euro mensili, ha diritto alle maggiorazioni sociali.-

      Elimina
  24. "Ma quali sono gli esatti requisiti di chi ha diritto all'assegno integrativo?".
    Leggo che alcuni siti riportano "vedovi di dipendenti pubblici e privati" mentre Lei scrive che il requisito è che la persona vedova, lo sia di un coniuge che abbia lavorato SOLO nel privato!
    E' una contraddizione tra più siti? Non mi è chiaro, quindi, il requisito effettivo.
    Grazie x i chiarimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti privati) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.
      Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).
      Il beneficio deve essere collegato al solo stato di inabilità della vedova/o superstite.-
      Purtroppo l'estensione ai dipendenti non è automatica, perché non è prevista specificatamente dalla legge.-

      Elimina
  25. Buonasera,
    la madre della mia compagna, vedova e invalida al 100%, quando era in vita non ha mai fatto richiesta per gli assegni familiari.
    Un figlio può fare domanda per gli arretrati? Esiste un termine di prescrizione grazie al quale l'Inps può negare gli arretrati agli eredi (la madre è deceduta nel 2004)?

    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco!
      Purtroppo NO!
      Si possono richiedere gli arretrati degli assegni familiari fino ad un massimo di 5 anni indietro.-

      Elimina
    2. Grazie per la tua disponibilità e competenza.

      Elimina
    3. Ciao Marco!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  26. sono invalido al 100% prendo la revesibilita e quella di accompagno ,ho fatto la domanda per l'assegno di vedovanza ,mi e stato respinto per REIEZIONE PER MOTIVI AMMINISTRATIVI " cosa mi consiglia? grazie sig.Gianfranco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di verificare la causale del diniego!
      Comunque uno dei requisiti per il diritto all'assegno di vedovanza è che la pensione di reversibilità sia SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
    2. buongiorno sig.Gianfranco ho letto del rifiuto sul sito INPS ma ancora non mi e giunta nessuna comunicazione,cmq la pensione di reversibilità si e SO .la ringrazio e le auguro una buona giornata

      Elimina
    3. Ciao Bruno!
      Purtroppo fino a quando non conoscerai la motivazione del diniego non puoi fare nulla, è quindi inutile formulare ipotesi.-

      Elimina
  27. Buongiorno dottor Scavelli, mi risultano poco chiare un paio di questioni.
    Per limite di reddito si intende il reddito da isee o più semplicemente il totale dei redditi netti percepiti dal nucleo?
    Il titolare della reversibilità acquisisce il diritto anche se percepiva di suo una pensione di invalidità o di inabilità?
    Il discrimine è la inidoneità proficua al lavoro ma in base a quanto ho letto mi pare di capire che una persona di 82 anni se non è inabile all'80% non ha diritto alla maggiorazione? Se è cosi crede che una certificazione SS 3 o SS 5 andrebbe comunque fatta per constatare lo stato di inabilità al lavoro?
    Grazie per gli eventuali chiarimenti,
    Cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio!
      - Per limite di reddito si intende il reddito lordo complessivo personale.-
      - SI! L'assegno di vedovanza spetta sulla pensione di reversibilità SO anche se il vedovo è titolare di altre pensioni.-
      - Dopo i 65 d'età non si parla più di inabilità, ma di invalidità che deve essere almeno dell'80%, bisognerà quindi inviare all'INPS una certificazione SS3 e l'INPS chiamerà a visita la persona invalida e stabilirà se ci saranno o meno i requisiti.-

      Elimina
    2. Buonasera dottore, dai suoi commenti non ho trovato (mi scuso se sbaglio) le modalità di richiesta trattamenti di famiglia assegno/vedovanza per vedove di dipendenti pubblici.

      Elimina
    3. È previsto che solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti privati) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.
      Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).-

      Elimina
    4. La ringrazio dottor Censori.
      Il numero verde dell INPS non era stato in grado di fornirmi le informazioni che cercavo.
      Grazie a Lei ho finalmente capito che mia madre non possiede i requisiti per richiedere tale prestazione.
      Complimenti vivissimi per il servizio che fornite e mi scuso per essermi rivolto a Lei nel precedente post indicando un nome non corretto.

      Cordiali saluti.

      Elimina
    5. Ciao Fabio!
      Ti ringrazio per i complimenti!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  28. Buongiorno
    Io ho mia mamma di 83 anni e percepisce una pensione di reversibilità SO ma non ha mai richiesto l’assegno Familiare Deve fare comunque il certificato medico o data l’età non serve?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusatemi, non avevo scritto che mia madre non ha l’invalidita Però è stata operata da tre anni di tumore maligno. Questo potrebbe essere valutato come requisito per avere il 100% di invalidità?

      Elimina
    2. L'INPS con circ. 11/99 ha chiarito che i richiedenti ultrasessantacinquenni, in possesso di certificazione medica ASL che attesti gravi difficoltà a svolgere compiti e funzioni dell'età, saranno convocati a visita medica; necessario almeno 80% invalidità.
      Invece, il riconoscimento del 100% di invalidità civile, può essere ritenuto probante ai fini dell’accoglimento della domanda e quindi del diritto di percepire gli assegni familiari.-

      Elimina
    3. Grazie per la cortese risposta.

      Elimina
    4. Ciao Daniela!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  29. Buonasera,
    sa dirmi qual è il modulo da compilare per l'Anf vedova con pensione reversibilità SO, invalida al 100% (con accompagnamento). Vorrei presentare la domanda online attraverso il pin dell'Inps.

    La ringrazio.
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica!
      WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino munito di PIN attraverso il portale dell'Istituto - servizio di "Invio OnLine di Domande di prestazioni a Sostegno del reddito – funzione Autorizzazioni Anf";

      Elimina
  30. La ringrazio. È stato gentilissimo.

    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica!
      Prego!
      Alla prossima!!!

      Elimina
    2. Mi scusi ancora dottor Censori, una volta entrata nella funzione autorizzazioni Anf devo cliccare sulla voce “Vuoi richiedere l'autorizzazione per l'aumento dei livelli reddituali?”

      Grazie

      Elimina
    3. Ciao Federica!
      SI!
      E' la voce più appropriata, perché non è prevista una voce specifica per il tuo caso.-

      Elimina
    4. Salve dottore, anche io come federica sto provando a fare la domanda telematica per mia suocera, una volta entrata nella funzione autorizzazioni Anf, clicco sulla voce “Vuoi richiedere l'autorizzazione per l'aumento dei livelli reddituali?”, inserisco I dati del datore di lavoro (in questo caso inps) e poi mi chiede di aggiungere i dati del familiare inabile. Ho provato a mettere I dati di mia suocera, ma giustamente dice che i dati non possono essere gli stessi del richiedente. Sbaglio qualcosa?

      Elimina
    5. Ciao Martina!
      Non si tratta di aumento dei livelli reddituali ma di richiedere gli assegni familiari per se stessa quindi bisogna cercare una voce generica che consenta la presentazione della domanda, visto che il programma dell'INPS non prevede la voce specifica "assegno di vedovanza".-

      Elimina
  31. Buongiorno Dottore.
    Rimasto vedovo a 46 anni con figlio minorenne percepisco pensione di reversibilità. Attualmente senza altri redditi da lavoro ho diritto a percepire l'erogazione degli assegni familiari?
    Grazie della cortese risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe!
      SI!
      Se la pensione di reversibilità è una pensione SO (Fondo lavoratori dipendenti), puoi richiedere gli assegni familiari per tuo figlio minorenne.-

      Elimina
  32. Buonasera,
    una vedova con pensione INVCIV, pensione IOCOM e reversibilità SOCTPS può richiedere la vedovanza?

    Grazie
    Alessio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessio!
      Purtroppo NO!
      L'assegno di vedovanza è previsto solo sulla pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  33. abbiamo fatto domanda per avere l'assegno di vedovanza,in data 23/10/017,per mia mamma invalida al 100% ,l'INPS ha richiesto la visita o come dicono loro mandarla a visita presso l'usl di Arezzo anche se sul verbale e' riportato sono escluse visite di controllo ai sensi dell'art.8 comma 3 della l.80/2006 .Dato che mia madre si trova allettata con tanti problemi di salute ,ricoveri in ospedale per frattura scomposta del femore ,intervento e tutt 'ora interventi a casa del 118 con automedica ecc..come possiamo fare per non doverla portare anche se con un ambulanza a passare un'ulteriore visita dato le sue condizioni di fragilita' fisiche che potrebbero ulteriormente traumatizzarla?cosa possiamo fare ?ho provato a contattare l'ASL di arezzo per sapere chi ha incarico la cartella di mia madre per parlare con un referente e spiegarfgli la situazione , ma non sanno dirmi niente,come posso fare?cosa devo fare e a chi devo rivolgermi?grazie di cuore per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se per la presentazione della domanda vi siete rivolti a un patronato potete rivolgervi allo stesso patronato per avere dei riferimenti telefonici.-
      Comunque se tua madre è trasportabile con l'ambulanza presumo che le tue motivazioni non siano riconosciute come valide e che quindi non vi verranno concesse deroghe.-

      Elimina
  34. Buonasera Dott.Censori,
    ai sensi dell'art.4 della legge 05/02/1992 n.104 la mamma 92enne, vedova, è portatrice di handicap in situazione di gravità (comma 3 art 3) non revisionabile.
    Inoltre dal Verbale di Accertamento dell'invalidità civile emerge che è invalida (dal 2015) con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita (L.508/88)---> con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta (art.381 del DPR 495/1992).
    Esonero da future visite di revisione per applicazione del DM 2/8/2007: NO
    Revisione: NO

    Le chiedo:
    -ha diritto all'assegno mensile di vedovanza (53,00€) in aggiunta a quello di accompagnamento e di reversibilità che già percepisce?
    -verrà convocata a visita medica in queste condizioni fisiche?

    Ringrazio per il Suo cortese riscontro.

    Giovanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna!
      Uno dei requisiti per il diritto all'assegno di vedovanza è che la pensione di reversibilità sia SO (Fondo lavoratori dipendenti).-
      E' a discrezione dei medici dell'INPS, in base alla documentazione presentata all'atto della domanda, stabilire se le persona invalida deve essere o no sottoposta a ulteriore visita medica.-

      Elimina
  35. Spett.mo Dott. Censori, gentilmente potrebbe indicare il modello ANF da usare per la presentazione del trattamento dell'assegno vedove inabili al proficuo lavoro?
    La ringrazio anticipatamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assegno a vedova spetta solo sulle pensioni di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) e per il riconoscimento del diritto, va presentata apposita domanda all'INPS per via telematica.-

      Elimina
  36. Buonasera,

    con una reversibilità SO, una pensione VO e una INVCIV (accompagnamento) dal marzo 2016, si può chiedere la vedovanza da quest'ultima data o anche da prima dato che l'invalidità al 100% è precedente all'accompagnamento?

    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria!
      La decorrenza dell'assegno di vedovanza la stabilisce l'INPS in base alle date dei verbali dai quali risulta il riconoscimento dell'invalidità al 100%.-

      Elimina
  37. Buonasera, ho 40 anni sono vedova da un anno,mio marito era un dipendente pubblicodell asp (ex Inpdap), ho 2 figli minorenni, percepiamo pensione di reversibilità.Attualmente non ho altre entrate da lavoro per cui non faccio reddito.Volevo sapere se ho diritto agli assegni nucleo familiare?!
    Grazie in anticipo per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Tu hai diritto agli assegni familiari per i tuoi figli, ti consiglio quindi di rivolgerti a un patronato per presentare la relativa domanda all'INPS ex INPDAP.-

      Elimina
  38. Buongiorno! una persona anziana di 80 anni (senza invalidità), vedova e titolare sia di propria pensione che pensione di reversibilità vive con il figlio di 59 anni invalido al 67% per fibrosi idiopatica polmonare - malattia rara(riconosciuta da 5 anni) -. Il figlio non lavora da molti anni (entrambi sono nello stesso stato di famiglia e hanno la stessa residenza e vivono insieme). La mamma vedova puo' chiedere gli assegni di nucleo familiare per la presenza di una persona (figlio) invalido come sopra descritto, anche se maggiorenne??
    Se si si possono chiedere gli arretrati? a che tabella degli Anf occorre fare riferimento?
    La domanda va presentata direttamente ad Inps? con che documentazione?
    Se invece la risposta è no, ha diritto ad altri sussidi economici?
    Grazie in anticipo per la risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Gli assegni familiari si possono richiedere per il coniuge, per i figli minorenni e per i figli maggiorenni inabili, e un'invalidità al 67% non è inabilità.-

      Elimina
  39. Salve,la mia compagna,non siamo sposati,e'vedova da 10 anni e percepisce una riversibilita'di circa 500 euro al mese; e'invalida al 67%. Cosa e'effettivamente il modulo ss5?e' lo stesso dell'ss3 che andrebbe inoltrato all'Inail? GRAZIE,Krino 68

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      I modelli ss3 e ss5 sono certificazioni emesse dai medici di famiglia attestanti le patologie dei loro pazienti.-

      Elimina
  40. Buongiorno, volevo sapere se la vedovanza spetta ad erede, anche se la beneficiaria deceduta non ha presentato in vita domanda. nel mio caso, madre novantenne, vedova dal 2009 e titolare di reversibilità SO, deceduta lo scorso gennaio 2018. titolare di accompagnamento dal 2011 e beneficiaria di assegno di cura per invalidi gravissimi. il patronato mi dice che non è possibile presentare domanda in quanto INPS doveva fare visita medica. io mi chiedo come questo sia possibile a fronte di decine di certificati ASL/INPS di non autosufficienza gravissima nell'ultimo decennio. Grazie infinitamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è corretto quello che ti è stato detto dal patronato perché la normativa prevede che anche per la vedovanza è richiesta una visita medica e non è quindi sufficiente la certificazione di invalidità.-

      Elimina
    2. Quindi secondo lei non la spunto neanche con una SVAMA multidimensionale della ASL che attesta 97 punti barthel e lo stato di minima coscienza? Io stavo pensando di fare anche un ricorso al comitato provinciale o tramite avvocato, in quanto la documentazione medica è incontrovertibile.... poI mi chiedevo una cosa: viste le ripetute sentenze della cassazione sulla possibilità per gli erEdi di presentare domanda, come potrebbe applicarsi la sentenza se la visita in vita è obbligatoria? In questo caso neanche gli arretrati quinquennali uno potrebbe riscuotere. Grazie ed arrisentirci

      Elimina
    3. Puoi fare causa all'INPS ma dubito che tu possa spuntarla, ti consiglio quindi di informarti bene con l'avvocato sulle spese a cui andresti incontro, tenendo conto che se perdi la causa potresti anche essere condannato a pagare le spese processuali.-

      Elimina
  41. Buon pomeriggio. Desidererei avere una informazione. Ho fatto domanda per mia madre che è vedova e disabile. la domanda è stata accettata. La decorrenza dell'integrazione di 19.59 avverrà dal decesso di mio padre come arretrati? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      La decorrenza è dalla data di presentazione della domanda all'INPS.-

      Elimina
  42. Buongiorno Avv.to avrei una domanda da porle? Devo richiedere gli assegni famigliari x mia figlia, riconosciuta dal padre. Io e la bimba abitiamo con mia madre, mentre il padre non abita con noi. Che redditi utilizzano x calcolare l'importo dell'assegno, solo il mio io anche quello di mia madre e del padre.
    Grazie x la risposta che mi darà.
    Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica!
      Ai fini del calcolo degli assegni familiari il tuo nucleo familiare è costituito solo da te e da tua figlia, quindi devi dichiarare solo i tuoi redditi.-

      Elimina
  43. Buonasera Sig, Censori, SONO ANNA le volevo chiedere se una mia zia che ha 63 anni vedova che percepisce pensione di reversibilità Categoria SO, può richiedere assegni familiari per se stessa dal momento che non li ha mai percepiti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna!
      Uno dei requisiti per il diritto agli assegni familiari per se stessa, è che la vedova deve avere riconosciuta un'invalidità almeno dell'80%.-

      Elimina
  44. Salve.

    Volevo chiederle gentilmente cosa SONO esattamente i moduli SS3 ed SS5 ?
    In rete ho trovato solo il modello di domanda SS3, ma non sono riuscita a trovare quello specifico SS5.
    Come mai ?

    La ringrazio anticipatamente per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le vedove che non hanno né l’invalidità al 100% né l’accompagnamento possono richiedere al proprio medico di famiglia di certificare l’inabilità al “proficuo lavoro” tramite certificato SS5. Il certificato deve essere inviato all’Inps. Il certificato essendo una atto legale ha un costo fino ad un massimo di 50 euro.-

      Elimina
  45. Questo lo sapevo già. Quello che chiedo è dove reperire materialmente il modello recante la dicitura SS3 ?

    Oppure la dicitura SS3 è da apporre semplicemente su un foglio BIANCO che il medico curante utilizza per redigere i certificati ?

    RispondiElimina
  46. Rettifico, anche se forse dal mio discorso si è capito, che il mio messaggio di ieri delle 15:45 si riferiva all'ss5

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti stai creando un problema che non esiste!
      Infatti è il medico di famiglia che deve provvedere per l'invio telematico del certificato medico all'INPS!

      Elimina
  47. Allora mi conferma che lo specifico modulo, detto SS5, semplicemente non esiste ?

    O, se esiste, è di competenza esclusiva dell INPS compilarlo sulla base del certificato inviatogli dal medico di famiglia ?

    Mi scusi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidentemente mi sono spiegato male!
      Il modello SS5 è un certificato medico che il medico di famiglia deve trasmettere all'INPS per via telematica in relazione a una domanda di assegno di vedovanza.-

      Elimina
  48. E allora ritorniamo alla domanda originaria :

    Dove e come MATERIALMENTE, FISICAMENTE, venire in possesso di tale documento, certificato ?

    Visto che ne il mio medico curante, ne tantomeno i CAF, ne sanno niente ?

    Non so più a chi chiedere sinceramente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidentemente noi due parliamo due lingue diverse!
      Il medico curante deve collegarsi al sito dell'INPS e compilare il modulo che gli viene proposto per l'invalidità del suo paziente, che varia in base al tipo di richiesta, quindi troverà un modulo per l'invalidità civile, uno per la pensione di inabilità e uno per l'assegno di vedovanza.-
      Ripeto non esiste un modulo cartaceo, ma il medico deve semplicemente compilare a video un modulo indicando la patologia del suo paziente, e trasmettere quindi i dati all'INPS per via telematica.-
      Alla fine della trasmissione dei dati all'INPS, il medico farà una stampa dei dati trasmessi che presenterai a un patronato per il seguito della pratica.-

      Elimina
  49. La ringrazio per tutto. Soprattutto per la pazienza.

    Anche se il mio medico asserisce che il modulo per l'assegno di vedovanza non è presente tra i moduli disponibili sul sito dell' INPS.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirgli di utilizzare eventualmente il modello SS3 che serve per la richiesta di pensione di inabilità perché alla fine è la stessa cosa, e se il tuo medico non trova nemmeno quello è il caso che faccia un corso di aggiornamento visto che l'INPS attualmente non accetta più certificati medici cartacei di nessun tipo.-

      Elimina
  50. Buonasera,

    un’informazione...una volta accolta la vedovanza si deve provvedere ogni anno ad inviare il Red?

    Grazie
    Giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giorgia!
      L'importo dell'assegno di vedovanza è legato al reddito, quindi se la pensionata presenta ogni anno la dichiarazione dei redditi cioè o il 730 o l'UNICO, l'INPS provvede d'ufficio altrimenti ogni anno bisogna inviare il RED.-

      Elimina
  51. Buonasera

    Ho inviato, tramite patronato, una richiesta di assegno di vedovanza per mia madre (86 anni e 100% di invalidità) all'INPS in data 11/10/2018 a tutt'oggi nessuna risposta. Come mai?

    Grazie
    Cataldo

    RispondiElimina
  52. Volevo dire 11/10/2017

    Grazie Cataldo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cataldo!
      Strano!
      L'INPS di solito provvede all'evasione di una pratica nel giro di 2 o 3 mesi, ti consiglio quindi di ritornare al patronato per far sollecitare la tua pratica.-

      Elimina
  53. Buongiorno, sono Fiorina, mia madre 90enne titolare di reversibilità, accompagnamento e di pensione per 15 anni di lavoro. Mia figlia portalettere per P.I. vive con lei. Posso chiedere bonus vedove?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fiorina!
      L'assegno di vedovanza può richiederlo tua madre se la sua pensione di reversibilità è SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina

I commenti rimarranno disabilitati nel fine settimana.