domenica 17 luglio 2016

Assegno per il nucleo familiare a vedova/o da luglio 2017 a giugno 2018

Valori dal 01/07/2017 al 30/06/2018 dell'assegno per il nucleo familiare a vedova/o

È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.

Tale diritto è anche sancito da una sentenza della cassazione (n. 7668/96).

Il beneficio deve essere collegato al solo stato di inabilità della vedova/o superstite.

L'INPS con circ. n. 98/98, nel prenderne atto, ha affermato che l’assegno può essere riconosciuto nei limiti della prescrizione quinquennale.

Successivamente con circ. 11/99 ha chiarito che i richiedenti ultrasessantacinquenni, in possesso di certificazione medica ASL che attesti gravi difficoltà a svolgere compiti e funzioni dell'età, saranno convocati a visita medica; necessario almeno 80% invalidità.

Invece, il riconoscimento del 100% di invalidità civile, può essere ritenuto probante ai fini dell’accoglimento della domanda e quindi del diritto di percepire gli assegni familiari.-


Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2017 al 30/06/2018:
Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari

Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2016 al 30/06/2017:
Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari

Tab. 19 – Nuclei familiari orfanili composti solo da maggiorenni inabili

Periodo dal 01/07/2015 al 30/06/2016:
Reddito familiare fino a euro 27.899,67 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.899,68 fino a euro 31.296,62 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.296,63 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2014 al 30/06/2015:
Reddito familiare fino a euro 27.843,98 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.843,99 fino a euro 31.234,15 = euro 19,59
Reddito familiare da 31.234,16 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2013 al 30/06/2014:
Reddito familiare fino a euro 27.541,03 = euro 52,91
Reddito familiare da 27.541,04 fino a euro 30.894,31 = euro 19,59
Reddito familiare da 30.894,32 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2012 al 30/06/2013:
Reddito familiare fino a euro 26.738,86 = euro 52,91
Reddito familiare da 26.738,87 fino a euro 29.994,48 = euro 19,59
Reddito familiare da 29.994,49 non spettano assegni familiari 

Periodo dal 01/07/2011 al 30/06/2012:
Reddito familiare fino a euro 26.035,89 = euro 52,91
Reddito familiare da 26.035,90 fino a euro 29.205,92 = euro 19,59
Reddito familiare da 29.205,93 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2010 al 30/06/2011:
Reddito familiare fino a euro 25.625,88 = euro 52,91
Reddito familiare da 25.625,89 fino a euro 28.745,98 = euro 19,59
Reddito familiare da 28.745,99 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2009 al 30/06/2010:
Reddito familiare fino a euro 25.447,75 = euro 52,91
Reddito familiare da 25.447,76 fino a euro 28.546,16 = euro 19,59
Reddito familiare da 28.546,17 non spettano assegni familiari

Periodo dal 01/07/2008 al 30/06/2009 :
L'importo dell'assegno mensile, per dodici mensilità, per l'anno 2008, è stato elevato a euro 52,91.

Periodo dal 01/07/2007 al 30/06/2008:
L'importo dell'assegno mensile, per dodici mensilità, per l'anno 2007, è stato elevato a euro 52,91.


Se vuoi avere informazioni più dettagliate e personalizzate puoi rivolgerti alla sede CGIL più vicina; troverai indirizzi e numeri di telefono sul sito www.cgil.it.
Iscriviti alla CGIL. Perché? Perché è sempre dalla tua parte per dare voce al lavoro e ai diritti.

80 commenti:

  1. La ringrazio, ma ho ancora dubbi in quanto su un altro sito ho trovato che: “Ai finì del diritto e della misura degli ANF, il reddito familiare è costituito dalla somma dei redditi del richiedente l’assegno e delle altre persone componenti il suo nucleo familiare.”
    In effetti perché altrimenti si parlerebbe di reddito familiare?
    Ed in questo caso come va' computato?
    La ringrazio di nuove (anche della pazienza)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai fini del diritto e quindi del calcolo degli assegni, fanno parte del nucleo familiare: il coniuge, i figli minorenni e i figli maggiorenni inabili e a suo carico, quindi il nucleo familiare di tua madre è costituito solo da se stessa.-

      Elimina
  2. Buona sera,mia madre vedova dal 2013 riconosciuta invalida 100% da aprile 2016 fino ad allora invalida 85% posso richiedere assegni famigliari dal 2013 o dal riconoscimento del 100%.
    Antcipatamente La ringrazio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi richiedere gli assegni familiari solo con decorrenza dalla data di riconoscimento del 100% di invalidità, perché con un'invalidità inferiore l'INPS chiama a visita medica la persona invalida per verificare se ci sono i requisiti di legge.-

      Elimina
    2. Buona sera Dott. ma il requisito minimo richiesto per gli ultrasessantacinquenni non è almeno l'80% d'invalidità? Ho dimenticato di scriverle che mia madre ha 84 anni.Nel 2013 aveva invalidità 85&
      Grazie per l'ulteriore risposta

      Elimina
    3. SI!
      Il requisito minimo è l'80% di invalidità, ma non è automatico che con l'80% di invalidità si abbia i requisiti, infatti in questi casi l'INPS chiama a visita la persona invalida, cosa che non è più possibile nel caso di tua madre.-

      Elimina
  3. mia nonna invalida al 100% con indenn. di accompagno, percepisce reversibilità di pensione di guerra da Ministero dell'Economie e delle Finanza può usufruire dell'assegno a vedova.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.

      Elimina
  4. Mia mamma ha un pensione di reversibilità SO e invalidità al 100% o almeno credo in quanto il verbale della commissione scrive così "INVALIDO ultrasessantacinquenne con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni ed i compiti propri della
    sua età (L.509/88.124/98) grave 100%".
    Ho fatto domanda INPS on line per ricevere l'assegno che mi viene respinta e quando chiedo la motivazione l'INPS mi dice:
    "A tale domanda deve essere allegato un certificato medico telematico SS3 in quanto la certificazione di invalidità civile riconosciuto a sua madre ai sensi del D.L.509/88 non è idonea. Riporto di seguito estratto della circolare INPS 11/1999: Nella fattispecie in esame, non può essere considerata come 'idonea documentazione la certificazione rilasciata ai soggetti ultrasessantacinquenni ai sensi dell'art.6 del D.lgs.n.509/88, in quanto lo stesso art.6 precisa che i soggetti in questione si considerano invalidi ai soli fini dell'assistenza sociosanitaria.

    Credevo, ma forse mi sbaglio che l'invalidità al 100%, indicata dal verbale della commissione superasse il certificato medico SS3, questo mi aveva detto il patronato.
    Sto lavorando a questa pratica da novembre 2016 con il patronato e INPS che mi danno indicazioni confuse e sempre diverse, sto perdendo tempo e soldi per mia mamma in quanto se non presento la domanda non parte il diritto all'assegno.
    Mi può dire l'iter che devo seguire per presentare la domanda corretta e quali sono i documenti necessari da allegare per ottenere l'assegno.
    Grazie per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo in questi casi le regole le stabilisce la commissione medica dell'INPS e non Tu, quindi devi semplicemente attenerti a quello che ti viene richiesto.-
      Se l'INPS richiede il certificato medico telematico SS3, devi richiederlo al medico di famiglia di Tua madre, e far ripresentare al patronato una nuova domanda di assegni familiari.-

      Elimina
  5. Salve Dott. Censori,
    non so se è la pagina adatta per chiederle queste informazioni ma volevo sapere nel 60% della pensione ai superstiti non vengono conteggiati i trattamenti di famiglia e le maggiorazioni sociali mensili della pensione del deceduto? E poi volevo sapere se ad una vedova con pensione vos e so spetta un tipo di maggiorazione sociale mensile.
    Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. - Purtroppo NO! Le pensione di reversibilità è pari al 60% della pensione effettivamente maturata dal defunto, esclusi quindi i trattamenti di famiglia e le eventuali maggiorazioni sociali.-
      Le eventuali maggiorazioni sono legate al reddito lordo complessivo della pensionata.-

      Elimina
  6. Buongiorno,
    Mia madre , è novantenne con invalidità al 100%, percepisce una pensione di reversibilità SOS.
    HA diritto all' assegno di vedovanza su tale pensione?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Agata!
      SI!
      Con un'invalidità del 100% e una pensione di reversibilità SO si ha diritto all'assegno di vedovanza.-

      Elimina
    2. Ma l'assegno di vedovanza viene riconosciuto anche sulla reversibilità SOS in convenzione con uno Stato straniero, in questo caso con la Germania?
      DAll' INPS dicono:
      1. Questa reversibilità va trasformata in SO
      2. Ricalcolata sulla base di quarant'anni, cioè da quando è stata fatta la domanda di reversibilità
      3. Viene individuato un eccesso di circa 100 euro mensile per aver percepito in questi anni un'indebita integrazione al minimo (oggi la quota mensile è di 307 euro netti), quindi bisogna restituire una quota calcolata sui dieci anni.
      Ma a questo punto non conviene rinunciare alla richiesta dell'assegno di vedovanza?
      Grazie per la sua disponibilità.

      Elimina
    3. Ciao Agata!
      In effetti nel tuo caso è meglio rinunciare alla richiesta dell'assegno di vedovanza.-

      Elimina
  7. Anche un ottantenne con invalidità 80% deve presentare il modello SS3 visto che è ovvio sia inabile al lavoro, grazie della risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo in Italia c'è poco di ovvio, quindi anche un ottantenne con invalidità dell'80% deve presentare il modello SS3 per richiedere l'assegno di vedovanza.-

      Elimina
  8. Mia cognata disabile psichica al 100% riceve una pensione invciv e una so (prima era del padre, poi so alla madre e a lei, ora a lei). L'Inps ha inviato una raccomandata a inizio novembre 2016 con cui ha revocato l'assegno familiare a decorrere dal 01.01.2014, ma con effettiva decurtazione dal luglio 2016 e ripetizione delle somme indebitamente ricevute da luglio a dicembre 2016. La raccomandata è inesitata perché mia cognata è ricoverata da aprile scorso. Io e mia moglie ne siamo venuti a conoscenza entrando sul suo profilo Inps, ma non capiamo se la mancata consegna tenga aperti eventuali termini di ricorso. Il reddito del 2014 era intorno ai 14300 Euro di cui 7700 circa da un affitto e 130 della sua casa di abitazione, il resto da so e invciv. Possibile che le venga tolto l'assegno di famiglia? Grazie per ogni risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea!
      Nella raccomandata era indicata la motivazione della revoca degli assegni familiari, quindi dovete recarvi direttamente alla sede INPS di zona per avere informazioni più precise, perché le opzioni possibili sono diverse, ed è quindi inutile formulare ipotesi.-
      In caso di mancato ricorso l'INPS provvederà d'ufficio a recuperare la somma pagata ma non dovuta, a prescindere quindi dal ritiro della raccomandata.-

      Elimina
  9. Buonasera mia mamma prende pensione di reversibilità di mio padre che lavorava alle poste e lei è lei prende pensione di invalidità perché quasi totalmente cieca praticamente ha un ventesimo solo agli occhi.volevo sapere se ha diritto all'aall'assegno di nucleo familiare grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I requisiti per il diritto agli assegni per il nucleo familiare a vedova sono i seguenti:
      - Pensione di reversibilità SO (Fondo Lavoratori Dipendenti)
      - Almeno 65 anni d'età.-
      - Almeno l'80% di invalidità.-

      Elimina
  10. Salve dott.. volevo chiedere a me la e stata accettata a dicembre, a gennaio ho preso i primi soldi, ho dovuto fare di nuovo il foglio isee e la e nato il problema xcheil foglio isee del 2016 il caf si era sbagliato a mettere la data di nascita rinnovando isee mi anno bloccato i pagamenti come potrei fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea!
      Devi ritornare al Patronato che ti ha presentato la domanda per richiedere o il riesame della pratica o per presentare IN alternativa una nuova domanda all'INPS.-

      Elimina
  11. Buongiorno,

    vorrei sapere se la categoria SR dà diritto ai trattamenti di famiglia.

    La ringrazio anticipatamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      La pensione categoria SR (superstiti coltivatori diretti, mezzadri, coloni) non da diritto agli assegni per il nucleo familiare a vedovo/a.-

      Elimina
  12. Buonasera dottore, mia madre invalida 100%percepisce una pensione di reversibilità e una pensione piccola invalidità commerc. per un totale di 20.000 lordi. Gli spetta l assegno famil (di vedovanza?)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assegno familiare di vedovanza è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  13. Scusi dottore con un verbale inps nel quale si dichiara invalido ultrassessantacinquenne grave 100% basta oppure verrà chiamata nuovamente a visita? Fabio

    RispondiElimina
  14. Mi sono dimenticato di specificare che la pensione di reversibilità in questione è una pensione dello stato (Min Difesa Carabinieri). Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio!
      Purtroppo NO!
      L'assegno familiare di vedovanza è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  15. Salve, chi fa parte della categoria pensioni ai superstiti, liquidati a carico della cassa dei trattamenti pensionistici dei dipendenti dello stato, da diritto agli assegni per il nucleo familiare a vedovo/a?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'assegno per il nucleo familiare a vedova è previsto solo sulla pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti privati).-

      Elimina
  16. Buon pomeriggio dottore,
    Mia madre a gennaio 2017 ha fatto la visita medica all'INPS per la domanda di ANF, a tutt'oggi non abbiamo ancora avuto risposta, volevo chiederle il limite massimo entro il quale possiamo avere notizia visto che il sindacato non ci sa' dire niente. Le faccio sapere inoltre che tramite conoscenze all'inps mi hanno confermato che la pratica e' stata chiusa favorevolmente. Quanto dobbiamo aspettare ancora visto che la domanda l'abbiamo fatta a marzo 2016??!!! Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito l'INPS provvede all'evasione di una pratica nel giro di 90 giorni dalla data di presentazione della domanda, quindi a questo punto dovrebbe trattarsi solo di una questione di giorni.-
      Comunque il patronato che ha presentato la domanda può verificare lo stato della pratica e sollecitare eventualmente l'evasione della stessa.-

      Elimina
  17. Buongiorno, mia mamma percepisce la so/art ha diritto agli Anf e se si di che importo , grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'assegno per il nucleo familiare a vedova è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  18. Buongiorno, mia mamadre ha la pensione di reversibita' una SO/ART però la diagnosi di invalidità e' Codice DM 5/2/92 OMISSIS Codice ICD9 OMISSIS ha diritto agli ANF grazie buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      L'assegno per il nucleo familiare a vedova è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  19. Buonasera signor Censori. Ho provato a vedere se la risposte che ha dato in precedenza ce n'era una che faceva al caso della mia famiglia, ma non mi è parso... In poche parole mia madre,ultrasessantacinquenne percepisce laa pensione di reversibilità di mio padre, morto nel 2014, ma vive con un figlio lavoratore e uno disoccupato entrambi maggiorenni. In questo caso c'è il diritto all'"assegno di vedovanza"? Grazie per l'attenzione.
    -Valerio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valerio!
      Il fatto che tua madre viva insieme ad altri familiari è ininfluente ai fini del diritto all'assegno di vedovanza, ma contano solo l'invalidità che deve essere almeno dell'80% e il tipo di pensione di reversibilità che deve essere di categoria SO (Fondo lavoratori dipendenti).-

      Elimina
  20. Buonasera quando lei dice di di lavoratori dipendenti intende sia privato che pubblico? Per cui chi percepisce reversibilità di ex dipendente pubblico ha diritto di Ono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assegno di vedovanza è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti privati).-

      Elimina
    2. Mi scusi ma perché invece su alcuni certificati di pensione che percepiscono reversibilità ex dipendente pubblico c'è scritto trattamento di famiglia?

      Elimina
    3. La sentenza della cassazione (n. 7668/96) inerente l'assegno di vedovanza si riferisce solo alle pensione di reversibilità SO, mentre gli assegni familiari in generale spettano anche ai dipendenti pubblici.-

      Elimina
    4. PER CUI FARE RICHIESTA DI ASSEGNI NUCLEO FAMILIARE SU PENSIONE SOCTPS VISTO CHE OPRA INPDAP E' CON INPS GLI VERRANO PAGATI?

      Elimina
    5. Un dipendente pubblico può richiedere gli assegni familiari per il coniuge e per i figli minorenni o maggiorenni inabili, ma non l'assegno di vedovanza.-

      Elimina
  21. Un'altra informazione in una domanda di 14^ nel computo dei redditi viene calcolato anche l'Assegno Sociale? Idolo i redditi assoggettabili ad IRPEF?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo SI!
      Nel computo dei redditi per il diritto alla 14ma conta anche l'assegno sociale.-

      Elimina
  22. Buonasera, ho presentato la domanda tramite patronato per ottenere gli assegni per il nucleo familiare a vedovo/a, la domanda è stata accettata ma non mi trovo d'accordo sulla liquidazione degli arretrati. Che strada devo seguire per contestare la pratica? Grazie per la sua risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le strade percorribili a mio avviso sono solo due:
      - Puoi rivolgerti a un patronato, che se riterrà fondata la tua opinione, potrà richiedere all'INPS un riesame della tua pratica.-
      - Puoi rivolgerti a un avvocato e fare causa all'INPS.-

      Elimina
    2. Grazie, inizierò a chiedere una valutazione al patronato

      Elimina
  23. Ho verificato che mia mamma, che ha 79 anni, ha diritto di chiedere gli assegni familiari per vedovo/a e gli arretrati.
    Il problema sorge per gli arretrati, nel gennaio 2014 le è stata riconosciuta l'invalidità medio-grave ma era già inabile al proficuo lavoro, nel novembre 2016 con domanda di aggravamento le è stata riconosciuta l'invalidità grave 100%.
    Per certificare l’inabilità al proficuo lavoro mi sembra sia necessario richiedere al proprio medico curante di compilare non ho capito se il modello ss3 o ss5.
    Ho bisogno del suo aiuto per sapere quale percorso posso fare per chiedere gli arretrati dal 2014 al 2016.
    Grazie per l'attenzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se per invalidità medio-grave tu intendi un'invalidità inferiore al 100%, Tua madre ha diritto agli arretrarti solo da novembre 2016.-

      Elimina
    2. Però ho letto in una delle risposte ai commenti che i richiedenti ultrasessantacinquenni, in possesso di certificazione medica ASL che attesti gravi difficoltà a svolgere compiti e funzioni dell'età, saranno convocati a visita medica; necessario almeno 80% invalidità.
      Come si attesta 80% invalidità?

      Elimina
    3. Come scrivi tu stesso, nel 2014 a tua madre è stata riconosciuta un'invalidità medio-grave, che presumo significhi inferiore al 100%, quindi se avesse presentato la domanda a suo tempo, sarebbe stata convocata a visita medica dall'INPS e sarebbe stato quindi verificato se esistevano al momento i requisiti per il diritto all'assegno di vedovanza, cosa non accertabile a posteriori.-

      Elimina
  24. A quel tempo non sapevo di questo diritto, però pensavo fosse possibile dimostrare l'inabilità passata anche perchè nel corso del tempo ha avuto un peggioramento e questo fosse giustificato e riconosciuto ai fini degli arretrati.
    Da quello che ho capito non posso fare ricorso per ottenere gli arretrati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per aver diritto agli arretrati degli assegni familiari con decorrenza da una certa data, bisogna essere in grado di dimostrare con idonea certificazione medica rilasciata da medici ASL, che a quella data c'erano già i requisiti di legge.-

      Elimina
  25. Grazie, lei è sempre una buona fonte di informazioni, saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti!
      Alla prossima!!!

      Elimina
  26. Sera a mia mamma di 70 anni è stata riconosciuta invalidità grave al 100% percepisce la reversibilità e pensione minima contributiva; ha diritto a qualche contributo economico?grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È previsto che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.

      Elimina
    2. Grazie a me avevano detto che gli spetta pensione d’inabilità quindi non è vero?

      Elimina
    3. Purtroppo NO!
      La pensione di inabilità spetta solo se si è ancora in età lavorativa, cioè se si ha un'età inferiore ai 65 anni.-

      Elimina
  27. Buongiorno, mia madre ha 83 anni, invalidità al 100% e percepisce l'indennità di accompagnamento, la reversibilità è data per morte di mio padre Guardia di Finanza. I requisiti sembrano esserci tutti o sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È previsto dalla normativa che sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti) siano corrisposti gli assegni familiari, ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.-
      Tua madre non è titolare di una pensione di reversibilità SO, essendo stato tuo padre un dipendente pubblico, quindi il riconoscimento del diritto non è automatico, ma la domanda deve essere comunque presentata.-

      Elimina
  28. Buongiorno,
    volevo sapere se spetta l'assegno di vedovanza ad una mia vicina di casa, che si trova in queste condizioni:
    invalidità al 100% come da dichiarazione rilasciata dall'U.S.L.;
    Pensione INPS SO CPDEL di Euro 16.700,00;
    Reddito del figlio convivente di Euro 20.221,00;
    Casa di proprietà dove vive;
    Altri redditi di fabbricati con i seguenti ammontari:
    B1 con Rendita di Euro 36,00 e B2 con Rendita di Euro 212,00.
    P.S.: volevo sapere se assegno di vedovanza ed assegno per il nucleo familiare o assegni familiari siano la stessa cosa.
    Ringrazio in anticipo e saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Età della Signora 80 anni...

      Elimina
    2. L'assegno per il nucleo familiare a vedova è previsto solo sulla Pensione di reversibilità SO (Fondo lavoratori dipendenti privati), ove si tratti di inabile titolare della pensione ai superstiti.-

      Elimina
  29. Buongiorno Gianfranco,
    ringrazio per la risposta al mio quesito.
    Le chiedo cortesemente una risposta se assegno di vedovanza, assegno per il nucleo familiare o assegni familiari siano o meno la stessa cosa.
    Ringrazio e buon lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Sono la stessa cosa!
      Infatti si tratta comunque di assegni familiari che vengono chiamati in modo diverso in base alla situazione familiare e lavorativa del richiedente.-

      Elimina
  30. Salve Signor Censori, una vedova che percepisce Pensione ai superstiti, liquidati a carico della Cassa dei trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS),
    può percepire assegni per trattamenti di famiglia per sè stessa?
    se sì, può richiedere gli ultimi 5 anni? a quanto ammonterebbero?
    grazie, mi scusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Raffaele!
      Purtroppo NO!
      Gli assegni familiari per se stessa spettano solo sulla pensione di reversibilità SO (Fondo Lavoratori Dipendenti privati).-

      Elimina
  31. Gentilissimo,
    mia nonna ha 90 anni ma gode di buona salute senza dunqua un'invalidità legalmente riconosciuta. Il mio dubbio sorge sul concetto di inabilità al lavoro proficuo. Considerata l'età che ovviamente non permette lo svolgimento di un'attività avorativa, il medico potrebbe compilare il famoso certificato ss3 da inviare all'inps per la richiesta per gli assegni a nucleo familiare a vedova? Non ho trovato la mia risposta nella giurisprudenza in rete, per questo mi rivolgo a lei per cercare di capire la sussistenza di una possibilità di accoglimento dell'istanza.
    Grazie per la collaborazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo NO!
      Il discorso dello svolgimento di un'attività lavorativa vale fino a quando si è in età lavorativa, cioè fino a 65 anni, trascorsi i quali va presentata all'INPS una domanda di invalidità civile e se viene riconosciuto almeno l'80% di invalidità si può avere diritto all'assegno per il nucleo familiare a vedova.-

      Elimina
  32. Buongiorno Gianfranco,
    mia madre ha 76 anni vive da sola, ha una sua pensione da dipendente comunale di 800 euro mensili e una pensione di reversibilità di mio padre dipendente settore privato, di 450 euro da fine 2014. Ha varie patologie anche se è abbastanza autosufficiente, al fine di provare ad avere l'ANF cosa può fare?
    Ha diritto all'assegno di vedovanza solo se le viene riconosciuta l'80% di invalidità da parte dell'INPS o può percorrere qualche altra strada.
    Grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo SI!
      uno dei requisiti per il dritto all'assegno di vedovanza, è un'invalidità riconosciuta almeno dell'80%.-

      Elimina
  33. Buongiorno,leggevo le varie domande e le relative risposte siccome sarei in procinto di presentare una domanda di invalidità per mia madre di 83 anni con diverse patologie tipiche dell'età, ho letto che il D. Lgs. n. 509/88 stabilisce che gli ultrasessantacinquenni non sono valutabili percentualmente ma sono riconosciuti invalidi esclusivamente sulla base delle difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie dell'età. Pertanto come funziona la valutazione minima del 80% ai fini di una richiesta dell'ANF? Grazie mille in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel verbale di invalidità civile è comunque indicata la percentuale di invalidità anche per gli ultrasessantacinquennni.-

      Elimina

I commenti rimarranno disabilitati nel fine settimana.